Pagina 5 di 9 PrimaPrima ... 34567 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 89
  1. #41
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 672m. -Far West-
    Età
    30
    Messaggi
    20,716
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Il fatto è che in Europa quest'idea delle "piccole patrie",contrapposte agli Stati nazionali tradizionali,sta facendo strada.Vedi la Catalogna,i Paesi Baschi,la Scozia,la Vojvodina e chi più ne ha,più ne metta.
    L'idea di autonomia e indipendenza dei piccoli Stati ha iniziato ad affermarsi praticamente dagli anni Cinquanta e Sessanta. Poi,soprattutto nei Settanta,c'è stata una spinta decisa. La cosa importante è il non fare di tutta l'erba un fascio come (magari involontariamente) hai fatto tu. Il punto è che ci sono zone che "naturalmente" sono portate ad essere indipendenti,ed altre che possono godere di autonomie speciali all'interno di un'altra nazione. L'esempio pratico sono i Paesi Baschi: I Paesi Baschi costituiscono di fatto una parte di Spagna (e di Francia) che è totalmente a sè stante per cultura e soprattutto per lingua: come sappiamo il Basco è una lingua autoctona. I Baschi stessi sono orgogliosi di esserlo,la loro terra è l'Euskal Herria,e non si sentono nè spagnoli nè francesi. Discorso che è già differente da quello scozzese: gli scozzesi,sebbene rappresentino una terra ben diversa dall'Inghilterra,comunque parlano inglese (una variante scottish con una pronuncia diversa,ma è paragonabile ad un semplice dialetto),sono culturalmente vicini ai cugini inglesi e ne condividono molte tradizioni. Un altro caso differente potrebbe essere quello occitano,dove negli anni Settanta si è cercato di dare una spinta nazionalistica laddove non c'era orgoglio di appartenenza e talvolta neanche consapevolezza: il "progetto" è miseramente fallito,sebbene la cultura (ma più specificamente la lingua) occitana sia diversa dal francese e dal piemontese: in quel caso non vi erano i presupposti per creare una Nazione indipendente. Un altro caso (secondo me molto simile) è quello della Padania,che mi sembra una nazione confezionata ad hoc per il momento,dove vengono accomunate (anche un pò caoticamente) radici celtiche comuni e dove si cerca un'unità mai esistita... Quindi ecco,tra autonomie ci sono moltissime differenze,vanno valutate caso per caso
    Matìn de prìmo passàt a-pensar pantai,paratge e libertàd!

  2. #42
    Vento forte L'avatar di inocs
    Data Registrazione
    11/07/03
    Località
    Caposele - 480 m
    Età
    42
    Messaggi
    4,380
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Citazione Originariamente Scritto da André Eid Visualizza Messaggio
    sono tutti diavoli e angeli nella guerra! sono tutti buoni e cattivi nella guerra!
    E' esattamente così, come la storia ci insegna...

    Grazie per le informazioni che ci fornisci

    Per quanto riguarda l'economia: quali sono i settori trainanti?
    I modelli fanno, i modelli disfanno.

    *
    Always looking at the sky

    *

  3. #43
    Tempesta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    12,409
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Lou Vall, non è proprio così per i baschi, da sempre sono stati una regione autonoma della Spagna, da molti secoli. Il problema è nato con la dittatura franchista, che gli tolse ogni autonomia e proibì di parlare basco, allora nacque l'eta come opposizione al regime, entità che poi è rimasta come terrorismo

  4. #44
    Banned L'avatar di pio
    Data Registrazione
    22/02/05
    Località
    migliana prato 605mt....abito a prato ma sono fiorentino di nascita!!
    Età
    45
    Messaggi
    3,254
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Lou Vall, non è proprio così per i baschi, da sempre sono stati una regione autonoma della Spagna, da molti secoli. Il problema è nato con la dittatura franchista, che gli tolse ogni autonomia e proibì di parlare basco, allora nacque l'eta come opposizione al regime, entità che poi è rimasta come terrorismo
    la i baschi non sono solo in spagna......hanno anche alcuni territori in francia del sud ovest.........

  5. #45
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 672m. -Far West-
    Età
    30
    Messaggi
    20,716
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Lou Vall, non è proprio così per i baschi, da sempre sono stati una regione autonoma della Spagna, da molti secoli. Il problema è nato con la dittatura franchista, che gli tolse ogni autonomia e proibì di parlare basco, allora nacque l'eta come opposizione al regime, entità che poi è rimasta come terrorismo
    Regione autonoma relativamente...il punto è che una spinta nazionalistica basca è molto più comprensibile e naturale di una spinta nazionalistica padana,per intenderci. Sono due territori con storia e autoriconoscimento molto diversi.
    Matìn de prìmo passàt a-pensar pantai,paratge e libertàd!

  6. #46
    Burrasca L'avatar di André Eid
    Data Registrazione
    21/10/09
    Località
    Beirut-Libano, periferia Sud Est alt. 39 m.
    Età
    52
    Messaggi
    5,076
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Grazie a voi perché leggete la storia contemporanea del mio paese.....

    E' stato da sempre il settore terziario, commercio, banche, turismo ecc..quasi il 70% del PIL. Anche per questo l'economia ha subito molto durante la lunga guerra...
    L'industria non ha materie prime......non abbiamo petrolio per intenderci......(anche se hanno scoperto qualcosina nel mare aperto di Tripoli (del Libano e non della Libia!)...quindi darebbe meno del 20%
    L'agricoltura da' poco a livello di PIL, anche perché nessuno vuole piu' fare questi lavori, e il paese è molto montuoso...quindi da' solo sul 10%.....

    Quindi niente, appena c'è una guerra l'economia subisce......fortuna (o sfortuna?) vuole che ci siano tantissimi libanesi all'estero che aiutano i familiari che "resistono" qui...e cosi' c'è un certo ri-equilibrio...


    Citazione Originariamente Scritto da inocs Visualizza Messaggio
    E' esattamente così, come la storia ci insegna...

    Grazie per le informazioni che ci fornisci

    Per quanto riguarda l'economia: quali sono i settori trainanti?

  7. #47
    Burrasca L'avatar di André Eid
    Data Registrazione
    21/10/09
    Località
    Beirut-Libano, periferia Sud Est alt. 39 m.
    Età
    52
    Messaggi
    5,076
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Ieri c'erano le elezioni municipali nella regione del Monte Libano.....e sembra che i partiti anti siriani abbiano vinto di parecchio sui partiti pro siriani (qui li chiamano "14 marzo" e "8 marzo" rispettivamente, date delle loro maggiori manifestazioni nel 2005)

    Io e mia moglie dovevamo andarci, ma avendo il bimbo neonato, abbiamo preferito di no.....ci vuole un'ora e mezza per arrivarci al paesino nella provincia dello Chouf a 57 km da Beirut e a 650 m.....(sud est di Beirut)..il mio paesino si chiama Mazraat ed Daher, per chi ha una cartina del Libano o Google earth.....

    A proposito qui si continua a scrivere sulla carta d'identita' il paesino di origine e non la residenza, e si fanno le elezioni a seconda del paesino degli antenati......anche se la meta' della popolazione vive a Beirut e periferia.....

    Vedremo poi cosa succedera' con le altre regioni del Libano......che sono
    Beirut
    Bekaa (tra le 2 catene)
    Nord
    Sud

    Vi allego anche una mappa del Libano......anche se fisica.....ma con le città piu' importanti.....

    Ciao ciao!
    AE
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate il Libano: frammentazione o mosaico?-fisico.jpg  

  8. #48
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 672m. -Far West-
    Età
    30
    Messaggi
    20,716
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Ciao André!
    Senti,volevo chiederti,cosa ne sai di Baalbek? (non so se ho scritto giusto ),ci sei mai andato?
    Matìn de prìmo passàt a-pensar pantai,paratge e libertàd!

  9. #49
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    15,106
    Menzionato
    39 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    L'idea di autonomia e indipendenza dei piccoli Stati ha iniziato ad affermarsi praticamente dagli anni Cinquanta e Sessanta. Poi,soprattutto nei Settanta,c'è stata una spinta decisa. La cosa importante è il non fare di tutta l'erba un fascio come (magari involontariamente) hai fatto tu. Il punto è che ci sono zone che "naturalmente" sono portate ad essere indipendenti,ed altre che possono godere di autonomie speciali all'interno di un'altra nazione. L'esempio pratico sono i Paesi Baschi: I Paesi Baschi costituiscono di fatto una parte di Spagna (e di Francia) che è totalmente a sè stante per cultura e soprattutto per lingua: come sappiamo il Basco è una lingua autoctona. I Baschi stessi sono orgogliosi di esserlo,la loro terra è l'Euskal Herria,e non si sentono nè spagnoli nè francesi. Discorso che è già differente da quello scozzese: gli scozzesi,sebbene rappresentino una terra ben diversa dall'Inghilterra,comunque parlano inglese (una variante scottish con una pronuncia diversa,ma è paragonabile ad un semplice dialetto),sono culturalmente vicini ai cugini inglesi e ne condividono molte tradizioni. Un altro caso differente potrebbe essere quello occitano,dove negli anni Settanta si è cercato di dare una spinta nazionalistica laddove non c'era orgoglio di appartenenza e talvolta neanche consapevolezza: il "progetto" è miseramente fallito,sebbene la cultura (ma più specificamente la lingua) occitana sia diversa dal francese e dal piemontese: in quel caso non vi erano i presupposti per creare una Nazione indipendente. Un altro caso (secondo me molto simile) è quello della Padania,che mi sembra una nazione confezionata ad hoc per il momento,dove vengono accomunate (anche un pò caoticamente) radici celtiche comuni e dove si cerca un'unità mai esistita... Quindi ecco,tra autonomie ci sono moltissime differenze,vanno valutate caso per caso
    Sono perfettamente d'accordo ed il mio era solo uno spunto di discussione.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  10. #50
    Burrasca L'avatar di André Eid
    Data Registrazione
    21/10/09
    Località
    Beirut-Libano, periferia Sud Est alt. 39 m.
    Età
    52
    Messaggi
    5,076
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Baalbeck è l'Heliopolis ai tempi dei romani......c'era qualche tempio gigantesco la'...che sono per Bacco e per Giove....infatti i resti archelogici la' sono enormi, con colonne romane di 20 m , si dice che sono le piu' alte per i romani! sara' vero? o sono tra le piu' alte? Diciamo che Baalbeck è la prima da visitare in Libano a livello archeologico......(ma anche Byblos, Sidone, Tiro, Aanjar, ecc...)

    Lì d'estate fanno dei festival a livello mondiale...ed è molto suggestivo di notte, con le luci tra colonne e tempio...sotto le stelle......ma fa fresco di notte, a 1150 m anche se in zona semi arida tra le 2 catene del Libano e Anti Libano......

    Si, ci sono stato varie volte, quando ero residente a Milano e venivo in Libano per fare il turista nel mio stesso paese che non conoscevo bene a causa della lunga guerra.......

    Ora Baalbeck è nella zona di Hezbollah, il partito sciita pro iraniano....

    Ciao!
    AE

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Ciao André!
    Senti,volevo chiederti,cosa ne sai di Baalbek? (non so se ho scritto giusto ),ci sei mai andato?
    Ultima modifica di André Eid; 04/05/2010 alle 19:37

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •