Pagina 1 di 9 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 89
  1. #1
    Burrasca L'avatar di André Eid
    Data Registrazione
    21/10/09
    Località
    Beirut-Libano, periferia Sud Est alt. 39 m.
    Età
    52
    Messaggi
    5,102
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito il Libano: frammentazione o mosaico?

    Un amico del forum mi ha chiesto di aprire questo 3D, io provo......non so fino a che punto puo' riuscire.....ma mi piacerebbe che gli italiani conoscano bene il mio paese, magari conoscendolo, lo ameranno di piu', dico di piu', perché so gia' che tanti lo amano gia'......

    Intanto mi fa piacere iniziare ad augurare a tutti gli italiani una buona festa della liberazione!

    Lascio a voi fare le domande.....se no, me li faccio io da solo

    Ciao!
    AE
    Ultima modifica di André Eid; 25/04/2010 alle 18:41

  2. #2
    Vento moderato
    Data Registrazione
    04/04/06
    Località
    f
    Età
    49
    Messaggi
    1,395
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Ciao e innanzitutto piacere Andrè

    Volevo solo sapere come mai scrivi così bene in italiano, l'hai studiato o sei di origine italiana?

    Miao

  3. #3
    Vento forte L'avatar di giesse59
    Data Registrazione
    22/07/03
    Località
    Migliarino P. (PI), Vernazza (SP)
    Età
    59
    Messaggi
    4,349
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Andrè,

    la mia difficoltà a farti domande nasce dalla scarsa conoscenza della situazione.

    Tutti sappiamo che il tuo paese viene da decenni molto travagliati e che il fatto di trovarsi due paesi come Siria e Israele ai confini altro non fa che esaltare i conflitti interni.

    Quale sia però la situazione attuale, come i due potenti e certamente difficili vicini incidano sulle dinamiche interne libanesi, come si collochino in questa situazione conflittuale le varie confessioni religiose, sinceramente lo so poco o per niente, credo molto per colpa mia ma un po' anche per colpa dei mezzi di informazione nostri, italiani quindi, abbastanza poco propensi ad approfondire. La stessa questione palestinese oggi appare quasi dimenticata, pur non essendo affatto risolta, figurarsi quella libanese che, forse, ha meno influenza sugli equilibri complessivi della regione medio-orientale.

    Se puoi aiutarci a capire, io personalmente lo gradirei molto. Credo sia un tema delicato, invito quindi i forumisti che volessero partecipare a questa discussione a entrarci più per imparare che per giudicare.
    Giovanni

    Avatar: la grande nevicata a Peio il 20 gennaio 2009

  4. #4
    Vento forte L'avatar di Gdr
    Data Registrazione
    28/06/02
    Località
    Genova Righi
    Età
    57
    Messaggi
    3,245
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    In effetti del Libano conosco proprio poco, sono certo che in rete c'è di tutto e di più, dunque mi unisco alle domande della Berta, e aggiungo; come hai fatto ad approvare proprio su questo forum, ce ne sono di MOLTO migliori, questo è proprio scadente, frequentato da gentaglia, la schiuma della meteorologia europea, un vero scandalo.


  5. #5
    Burrasca L'avatar di André Eid
    Data Registrazione
    21/10/09
    Località
    Beirut-Libano, periferia Sud Est alt. 39 m.
    Età
    52
    Messaggi
    5,102
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Ciao! piacere!

    Sono libanese, ma ho vissuto per 16 anni a Milano (1990-2006), ora purtroppo il livello del mio italiano "sta scendendo" stando qui da 3 anni e mezzo....


    Citazione Originariamente Scritto da berta Visualizza Messaggio
    Ciao e innanzitutto piacere Andrè

    Volevo solo sapere come mai scrivi così bene in italiano, l'hai studiato o sei di origine italiana?


  6. #6
    Burrasca L'avatar di Zanna Bianca
    Data Registrazione
    20/01/08
    Località
    Ivrea (TO)
    Età
    29
    Messaggi
    5,696
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Ciao Andrè!
    Il mio dentista è libanese, da circa 30 anni è in Italia e si è convertito anni fa dall'islam al cattolicesimo.
    Il figlio è un mio caro amico, e mi racconta spesso del Libano, andandoci almeno un paio di volte all'anno.
    Mi parla della moderna Beirut (almeno, prima della guerra) e delle lunghe ore di viaggio verso l'interno, dove c'è il suo paese di origine.
    Mi hanno sempre affascinato le descrizioni del territorio, fornitemi anche da mio cugino, maresciallo in missione.
    Potrebbe essere una futura meta


  7. #7
    Burrasca L'avatar di André Eid
    Data Registrazione
    21/10/09
    Località
    Beirut-Libano, periferia Sud Est alt. 39 m.
    Età
    52
    Messaggi
    5,102
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Ciao Giovanni!

    Non mi crederai, ho scritto molto prima, ma ho perso tutto con la mia connessione scaduta nel forum! Ora cerco di riscrivere di nuovo le cose....sperando di ricordarmi tutto...
    Sappi che anche per me è difficile parlarne ma qualcuno del forum mi ha incoraggiato a farlo come ho detto prima.....
    Secondo me, tu ne sai gia’ tanto del Libano....
    Forse la cosa migliore è iniziare a dire le cose a livello macro e poi man mano che arrivano domande rispondo in modo piu’ preciso....
    Se guardate qualsiasi atlante, noterete subito che il Libano è un piccolissimo paese (10452 Kmq, quasi 1/30 del’Italia). A ovest ha il Mar Mediterraneo, a nord e ad est la Siria e a sud Israele.
    2 catene di montagne (Libano e Anti-Libano) si espandono da nord a sud parallele al mare, la prima si culmina a 3083 m e ha dato il suo nome al paese (il suo significato è il piccolo bianco in aramaico proprio per la neve che dura tanto sulle sue cime, l’aramaico era la lingua antica dei popoli del Vicino Oriente). Una stretta pianura costiera spesso annullata dalle colline e montagne, e una alta pianura interna tra le 2 catene, tutte queste fasce sono parallele al mare...con direzione da nord a sud.
    Nel paese sono passati tanti popoli, all’inzio sono venuti i Canaanei da cui derivano i fenici (considerati da alcuni come gli antenati del futuro Libano), ma poi sono passati tanti popoli invasori, Ittiti, egiziani, babilonesi, assiri, caldei, greci, romani (dal 70 AC circa), bizantini , arabi (dal VII secolo, con tutte le loro dinastie varie), crociati, ottomani (1516-1918), francesi dal 1918 fino al 1943 l’anno della sua indipendenza......
    Il Libano, essendo prevalentemente una montagna, aveva sempre una certa autonomia, e tanti confessioni del Medio Oriente trovavano rifugio tra i suoi monti...e respiravano un’aria di liberta’ relativa...infatti ci sono ora 18 confessioni in Libano (tra cui tante chiese cattoliche e ortodosse orientali, pochi protestanti, e tutti i sottogruppi di musulmani (sunniti, sciiti, drusi ecc..).
    Nel 1943 i libanesi sono arrivati ad un accordo tacito che poi è diventato col tempo una consuetudine: su 99 deputati ,55 sono cristiani e 44 sono musulmani, presidente della repubblica (il Libano è repubblica dal 1926) sara’ sempre cristiano maronita (chiesa cattolica orientale che conta circa la meta’ dei cristiani libanesi), primo ministro sunnita (islam originario), e presidente della camera sciita (sotto gruppo dell’islam meno diffuso nel mondo). E cosi’ il Libano regge su un equilibrio molto fragile in una zona gia’ molto turbolente...
    Infatti, nel 1948, con la creazione dello stato di Israele, tanti palestinesi si sono rifugiati nel Libano, influendo pesantemente sul suo fragile equilibrio demografico, e il Libano che era aperto all’Occidente, faceva pero’ anche parte della Lega Araba, e quindi ufficialmente appoggiava politicamente la causa dei palestinesi contro Israele. Ma con le guerre successive tra Israele e gli altri paesi arabi vicini nel 1956, 1967, e il 1973, il numero dei palestinesi è aumentato in Libano e si sono armati col tempo! Creando una specie di stato dentro lo stato! Si difendevano cosi’ contro le incursioni di Israele che colpiva pero’ il terrotorio del Sud del Libano! Siccome l’esercito libanese non poteva intervenire per impedire ai palestinesi ad acquisire influenza in Libano, si sono armati i libanesi cristiani contro di loro, ma poi anche i musulmani libanesi contro quest’ultimi, e cosi’ è scoppiata la guerra civile e religiosa il 13 aprile 1975, con i palestinesi, che sono quasi tutti musulmani, che combattevano con i musulmani libanesi contro i cristiani libanesi!....
    Dal 1975 al 1977 sembrava questa l’immmagine data, ma la Siria col suo esercito è entrata intanto nel 1976 e ha occupato quasi tutto il paese tranne il Sud. All’inizio colpendo il ramo musulmano libanese-palestinese, ma dal 1977-78 è diventata decisamente contro il ramo cristiano libanese fino alla fine della guerra.
    Anche Israele ha sfruttato l’occasione e ha occupato una parte del Sud nel 1978 (forze ONU presenti subito dopo a fianco di questa zona) creando una striscia sotto la sua influenza. Poi nel 1982 arrivando col suo esercito fino a Beirut! Dando un colpo duro ai palestinesi armati in Libano (e qui ci sono stati le forze multinazionali tra cui gli italiani a Beirut rimasti fino al 1984)
    Col tempo Israele si ritirava (lasciando pero’ la solita striscia sotto la sua influenza nel Sud del paese), e la Siria si affermava sempre di piu’..e intanto sono successe guerre dentro ogni campo tra i libanesi della stessa confessione! sia i cristiani tra di loro che i musulmani tra di loro......e cosi’ è finita la guerra, con la reale vincita della Siria nel 13 ottobre 1990 creando cosi’ una sorta di protettorato sul paese.
    La “pax siriana” è durata fino al 2005, ma con l’uccisione del primo ministro sunnita Harriri (con un’esplosione enorme) e le pressioni occidentali hanno fatto si’ che la Siria ritiri il suo esercito dopo quasi 30 anni di occupazione.
    Sembrava tutto a posto, ma gli anti siriani libanesi (meta’ dei cristiani, sunniti, drusi) dovevano fare i conti con i pro siriani (i sciiti e meta’ dei cristiani)
    La guerra del luglio agosto 2006 tra Hezbollah (partito libanese sciita ma pro iraniano) e Israele ha fatto si’ che anche in questo caso siano venuti gli italiani tra altri paesi a rafforzare le forze dell’ONU presenti nel Sud del paese.
    Ora, si tende a cedere di nuovo ai pro siriani e alla Siria.....e si crea di nuovo la situazione del prima del 1975.....lo stesso problema si ripete di nuovo anche se con alcuni attori nuovi.....
    Il Libano che era nel boom economico degli anni 1950-75 uno dei paesi piu’ progrediti della zona a livello economico e sociale, fa fatica ora a tornare al livello di prima, anche se si vive abbastanza bene...soprattutto il fatto che la crisi economica mondiale non abbia influito tanto su di lui.....Ma la minaccia politico-militare che incombe sempre sul suo futuro si fa sentire...
    Scusate se ho dilungato troppo, ci saranno sempre delle lacune nel racconto, ma spero che da quello che ho scritto si possa partire per rispondere...
    Scusate anche se non sono sempre riuscito ad essere neutro e imparziale nel raccontare le storie dolorose del mio paese...ma cerchero’ di farlo al massimo.....
    Grazie ancora, ciao ciao!
    AE










    Citazione Originariamente Scritto da giesse59 Visualizza Messaggio
    Andrè,

    la mia difficoltà a farti domande nasce dalla scarsa conoscenza della situazione.

    Tutti sappiamo che il tuo paese viene da decenni molto travagliati e che il fatto di trovarsi due paesi come Siria e Israele ai confini altro non fa che esaltare i conflitti interni.

    Quale sia però la situazione attuale, come i due potenti e certamente difficili vicini incidano sulle dinamiche interne libanesi, come si collochino in questa situazione conflittuale le varie confessioni religiose, sinceramente lo so poco o per niente, credo molto per colpa mia ma un po' anche per colpa dei mezzi di informazione nostri, italiani quindi, abbastanza poco propensi ad approfondire. La stessa questione palestinese oggi appare quasi dimenticata, pur non essendo affatto risolta, figurarsi quella libanese che, forse, ha meno influenza sugli equilibri complessivi della regione medio-orientale.

    Se puoi aiutarci a capire, io personalmente lo gradirei molto. Credo sia un tema delicato, invito quindi i forumisti che volessero partecipare a questa discussione a entrarci più per imparare che per giudicare.

  8. #8
    Burrasca L'avatar di André Eid
    Data Registrazione
    21/10/09
    Località
    Beirut-Libano, periferia Sud Est alt. 39 m.
    Età
    52
    Messaggi
    5,102
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Ciao!
    E' bello quello che scrivi....ti invito a leggere quello che ho scritto giu'...
    Caspita! è coraggioso il tuo dentista!......
    Beirut è sempre moderna, ma non tutta, ed è pero' caotica, a me non piace tanto....Se sai dirmi dove va, sarebbe interessante.
    Il Sud dove ci sono anche gli italiani assomiglia a Israele come paesaggio, se ti piacciono le montagne sono piu' alti a Nord....
    Bene bene!....sarebbe bello se ci vai....

    Ciao!
    AE

    Citazione Originariamente Scritto da Snow canavese Visualizza Messaggio
    Ciao Andrè!
    Il mio dentista è libanese, da circa 30 anni è in Italia e si è convertito anni fa dall'islam al cattolicesimo.
    Il figlio è un mio caro amico, e mi racconta spesso del Libano, andandoci almeno un paio di volte all'anno.
    Mi parla della moderna Beirut (almeno, prima della guerra) e delle lunghe ore di viaggio verso l'interno, dove c'è il suo paese di origine.
    Mi hanno sempre affascinato le descrizioni del territorio, fornitemi anche da mio cugino, maresciallo in missione.
    Potrebbe essere una futura meta

  9. #9
    Burrasca L'avatar di André Eid
    Data Registrazione
    21/10/09
    Località
    Beirut-Libano, periferia Sud Est alt. 39 m.
    Età
    52
    Messaggi
    5,102
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    Facendo una volta una ricerca su internet, ho visto delle belle foto di neve in Libano, con metri e metri di neve, era la sezione fotografia di questo forum, ho guardato i commenti e ho notato che gli amici qua hanno detto bene le cose riguardo la neve nel mio paese, che tanti in Occidente pensano magari un deserto coi cammelli!!!....Per questo ho iniziato a scrivere qui, e a creare 3D sul clima e meteo a Beirut e Libano.......idem su Glaciologia e Fotografia e anche in inglese anche se so molto di piu' il francese...

    Su Agora' ho delle foto di me e del mio bimbo appena nato messi qua qualche giorno fa...invece sulla politica del Libano inizio solo ora sperando di poter dire qualcosa di utile....almeno provo....

    Ciao!
    AE



    Citazione Originariamente Scritto da Gdr Visualizza Messaggio
    In effetti del Libano conosco proprio poco, sono certo che in rete c'è di tutto e di più, dunque mi unisco alle domande della Berta, e aggiungo; come hai fatto ad approvare proprio su questo forum, ce ne sono di MOLTO migliori, questo è proprio scadente, frequentato da gentaglia, la schiuma della meteorologia europea, un vero scandalo.


  10. #10
    Banned L'avatar di pio
    Data Registrazione
    22/02/05
    Località
    migliana prato 605mt....abito a prato ma sono fiorentino di nascita!!
    Età
    45
    Messaggi
    3,254
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: il Libano: frammentazione o mosaico?

    grazie andre' ,e' commovente la tua passione per il paese in cui vivi.......e' davvero una terra martoriata dalla storia la tua.......devo ammettere che oggi ho capito finalmente qualcosa della situazione libanese,sei stato molto chiaro.......il mio parere e' che la questione israele non e' stata gestita al meglio dall'o.n.u.....la situazione e' complessa,io nno so esprimere sinceramente un giudizio politico obbiettivo su questo,per capirci veramente qualcosa dovrei essere nativo di quella parte del mondo,ma sono italiano e le notizie qui da noi giungono sempre un po distorte o con un filtro politico.........sei piu utile tu che ci abiti e che ci racconti la storia del tuo paese che 40 anni di notizie riportate sui tg nazionali.che dire la pace e' l'unico valore che unisce i popoli,spero che la situazione si stabilizzi in quelle zone e i popoli possano vivere un giorno sereni e senza guerre..............

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •