Pagina 2352 di 2364 PrimaPrima ... 13521852225223022342235023512352235323542362 ... UltimaUltima
Risultati da 23,511 a 23,520 di 23634
  1. #23511
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    33
    Messaggi
    930
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    la cosa più divertente a sentire tg, giornali et similia è che abbiamo scoperto tutti i mali del nostro paese: il governo in carica da ben una settimana!
    siamo messi così bene che i grandi saggi che propinano le loro invettive giornaliere a reti e penne unificate, ci dicono che la nostra salvezza è continuare la strada fatta fin'ora, condita di pressochè indiscutibili successi, tra cui l'aumento monstre del debito durante gli ultimi straordinari governi, l'aumento folle di tassazione, l'eccellente depressione economica raggiunta, la deflazione salariale, il selvaggio taglio alla spesa pubblica. Inoltre, i grandi saggi, si rammaricano di come gli ingrati cittadini abbiano trattato i salvatori della patria alle scorse elezioni: il voto è libero, filosofeggiano, ma a volte nel segreto delle urne si sbaglia a mettere la crocetta, si arrovellano negli studi televisivi, aggrottano la fronte, si agitano e lanciano moniti autoreferenziali per dimostrare la loro imparziale saggezza volta solo al bene della patria.
    Questo è uno show che nemmeno al cinema...non chiamateli rosiconi però, sono quelli equilibrati loro.
    Ultima modifica di marco85; 08/06/2018 alle 17:00
    Non è riscontrabile un rapporto tra i cambiamenti climatici e le emissioni di CO2. La situazione nuova è che nonostante le emissioni continuino, dal 2000 si è registrata una diminuzione della temperatura. Carlo Rubbia

  2. #23512
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Ferrara (FE) 9 m s.l.m.
    Età
    26
    Messaggi
    31,396
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    la cosa più divertente a sentire tg, giornali et similia è che abbiamo scoperto tutti i mali del nostro paese: il governo in carica da ben una settimana!
    siamo messi così bene che i grandi saggi che propinano le loro invettive giornaliere a reti e penne unificate, ci dicono che la nostra salvezza è continuare la strada fatta fin'ora, condita di pressochè indiscutibili successi, tra cui l'aumento monstre del debito durante gli ultimi straordinari governi, l'aumento folle di tassazione, l'eccellente depressione economica raggiunta, la deflazione salariale, il selvaggio taglio alla spesa pubblica. Inoltre, i grandi saggi, si rammaricano di come gli ingrati cittadini abbiano trattato i salvatori della patria alle scorse elezioni: il voto è libero, filosofeggiano, ma a volte nel segreto delle urne si sbaglia a mettere la crocetta, si arrovellano negli studi televisivi, aggrottano la fronte, si agitano e lanciano moniti autoreferenziali per dimostrare la loro imparziale saggezza volta solo al bene della patria.
    Questo è uno show che nemmeno al cinema...non chiamateli rosiconi però, sono quelli equilibrati loro.
    Tagli selvaggi del tipo…?

    La spesa pubblica italiana e un'emergenza e la politica la ignora - InvestireOggi.it

    http://www.cgiamestre.com/wp-content...ng-tariffe.pdf
    Avatar: 28 Febbraio 2004. La più grande gioia meteo di sempre.

  3. #23513
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    15,033
    Menzionato
    36 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Stavo per dire la stessa cosa
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  4. #23514
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    55
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    E mó so cavoli.. è di questa sera l'indiscrezione che la BCE potrebbe interrompere il QE..
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

  5. #23515
    Bava di vento
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    30
    Messaggi
    167
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    Dal punto di vista politico ed economico, è evidente come gli africani e anche qualche paese asiatico non siano in grado di autodeterminarsi. Sempre lotte tribali tra di loro, dittature feroci, rivoluzioni che cominciano, finiscono, ricominciano..

    Si parla della parte sbagliata del mondo... l'italia ha avuto per 23 anni (1922-45) questo stesso problema, come lo ha avuto il Portogallo di Salazar, Il Brasile, la Spagna franchista, l'est Europa. Tutti paesi che poi hanno cacciato i loro dittatori in vari modi divenendo paesi democratici e forti dal punto di vista economico, più o meno.

    Molti di loro sostengono "veniamo da voi perché non abbiano colpe se siamo nati in un paese non democratico e voi non avete merito di essere nati in un paese che invece è democratico"... e allora i partigiani che hanno scacciato i fascisti? e le rivolte all'est europa che hanno fatto crollare i regimi comunisti? il merito non ce l'abbiamo noi ma ce l'ha qualcuno dei nostri nonni...

    Per la nostra economia non sarebbero necessarie politiche di sostegno alle nascite in modo da invogliare i nostri giovani a rimanere, anche se occorrerebbero politiche anche a sostegno del reddito? la cosa in parte è stata fatta dai Governi precedenti a questo: bonus bebé, Reddito d'inclusione ecc..

    Come può un paese come il nostro con 62 milioni di abitanti diventare il cuscinetto assorbitore di tutta l'emigrazione proveniente da Sud (africani e asiatici che sfruttano la rotta libica, visto che da ungheria e turchia non passano)? avete visto che crescita demografica hanno? quanti immigrati servono? 100 mila, 200 mila? si prendano quelli che ci servono e non mezzo mondo povero da campare con altri debiti (vedi la flessibilità chiesta da Renzi all'Europa) o peggio ancora con aumenti di pressione fiscale o chissà con che altro..
    I nostri partigiani avevano l'appoggio degli americani, in Africa gli europei (come i russi e gli americani) ne hanno fatte di tutti i colori e hanno sistematicamente appoggiato le peggiori dittature fino a poco tempo fa. Senza contare che in occidente le dittature sono state parentesi in un percorso democratico durato secoli , in Africa quasi tutti stati non esistevano nemmeno prima del colonialismo, istituzioni democratiche consolidate non ne hanno mai avute.

    Ciò detto nessuno pensa che l'Europa (e men che meno l'Italia) si debba fare carico di milioni di profughi, i rifugiati sono una minima parte e le regole per il riconoscimento dello status di rifugiato sono molto restrittive. Però è un dato di fatto che finora siamo tra gli Stati che hanno ricevuto meno immigrati in proporzione alla popolazione, se non siamo capaci di gestire il fenomeno dobbiamo prendercela soprattutto con noi stessi e con i nostri governanti.
    Credo che non ci sia nemmeno una chiara percezione dell'emergenza demografica a cui stiamo andando incontro, da qui al 2050 ci serviranno una decina di milioni di immigrati anche se riuscissimo a rialzare un pochino il nostro tasso di natalità. Altrimenti avremo un over 65 per ogni italiano in età di lavoro.
    L'alternativa è quasi raddoppiare il tasso di natalità, non bastano piccoli aggiustamenti. Finora le politiche per la famiglia sono state soltanto specchietti per le allodole, allevare un figlio è un percorso ad ostacoli specialmente per chi non ha a disposizione i nonni e l'instabilità economica in cui ci si ritrova spesso ben oltre i 30 anni non aiuta. Ad oggi io non so ancora se l'anno prossimo mia figlia riuscirà ad entrare in una scuola dell'infanzia pubblica oppure no, giusto per fare un esempio.

  6. #23516
    Bava di vento
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    30
    Messaggi
    167
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    E mó so cavoli.. è di questa sera l'indiscrezione che la BCE potrebbe interrompere il QE..
    Indiscrezione, si sa da mesi che vorrebbero interrompere a settembre e che ne discuteranno nella riunione del consiglio direttivo di questo mese.

  7. #23517
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    55
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Indiscrezione, si sa da mesi che vorrebbero interrompere a settembre e che ne discuteranno nella riunione del consiglio direttivo di questo mese.
    Ok, anche se erano inizialmente filtrate notizie che volessero interrompere al momento della fine del mandato di draghi.. o meglio questa era una previsione dei mass media italiani.
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

  8. #23518
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    55
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Credo che non ci sia nemmeno una chiara percezione dell'emergenza demografica a cui stiamo andando incontro, da qui al 2050 ci serviranno una decina di milioni di immigrati anche se riuscissimo a rialzare un pochino il nostro tasso di natalità. Altrimenti avremo un over 65 per ogni italiano in età di lavoro.
    L'alternativa è quasi raddoppiare il tasso di natalità, non bastano piccoli aggiustamenti. Finora le politiche per la famiglia sono state soltanto specchietti per le allodole, allevare un figlio è un percorso ad ostacoli specialmente per chi non ha a disposizione i nonni e l'instabilità economica in cui ci si ritrova spesso ben oltre i 30 anni non aiuta. Ad oggi io non so ancora se l'anno prossimo mia figlia riuscirà ad entrare in una scuola dell'infanzia pubblica oppure no, giusto per fare un esempio.
    quando ero alle elementari (78/83) ricordo il mio maestro che diceva "in Italia siamo 56 milioni di abitanti ". Vale a dire 6 milioni in meno rispetto ad adesso. All'epoca vivevamo tutti più o meno bene pur essendo di meno, anche se erano altri tempi perché un lavoro lo avevano tutti.
    Quindi non so dire se il calo demografico sia poi un disastro. Facciamo entrare 10 milioni di immigrati afro asiatici da qui al 2050, e va bene, ma se poi non dovessero trovare occupazione le tensioni sociali potrebbero aumentare e trasformarci in un paese simile a quelli di loro provenienza. Il ragionamento è ipotetico, d'accordo, ma non è insensato.
    La Cina era arrivata a oltre 1 miliardo di abitanti.. nel 1979 attuo' la politica di contenimento demografico, abolita poi nel 2016.
    Su una cosa però hai ragione. Il flusso non si potrà arrestare, poiché il diritto internazionale è dalla parte di chi proviene da quei continenti, perché di certo non si possono alzare muri in mare.
    L'Italia non è che non può, ma dovrà accoglierli tutti. Perché è da qui che entrano. Se gli altri paesi bloccheranno gli ingressi da loro, come del resto hanno fatto (anzi il cancelliere austriaco addirittura vuole chiudere le moschee e mandare via gli imam )come scrivevo in altri post l'Italia dovrà assorbire il surplus demografico afro asiatico, diventando un paese diverso e simile a quelli di quei due continenti. Sarà un bene o un male? Chi ci sarà, vedrà.. sul discorso Cina volevo dire che a volte una politica di contenimento demografico può essere utile, visto che le risorse non ci sono per tutti se il surplus di nascite in Africa sarà quello previsto.
    Ultima modifica di Presidente; 09/06/2018 alle 07:43
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

  9. #23519
    Vento forte L'avatar di paxo
    Data Registrazione
    13/11/15
    Località
    Caramanico Terme (PE) 550m.
    Messaggi
    3,468
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    quando ero alle elementari (78/83) ricordo il mio maestro che diceva "in Italia siamo 56 milioni di abitanti ". Vale a dire 6 milioni in meno rispetto ad adesso. All'epoca vivevamo tutti più o meno bene pur essendo di meno, anche se erano altri tempi perché un lavoro lo avevano tutti.
    Quindi non so dire se il calo demografico sia poi un disastro. Facciamo entrare 10 milioni di immigrati afro asiatici da qui al 2050, e va bene, ma se poi non dovessero trovare occupazione le tensioni sociali potrebbero aumentare e trasformarci in un paese simile a quelli di loro provenienza. Il ragionamento è ipotetico, d'accordo, ma non è insensato.
    La Cina era arrivata a oltre 1 miliardo di abitanti.. nel 1979 attuo' la politica di contenimento demografico, abolita poi nel 2016.
    Su una cosa però hai ragione. Il flusso non si potrà arrestare, poiché il diritto internazionale è dalla parte di chi proviene da quei continenti, perché di certo non si possono alzare muri in mare.
    L'Italia non è che non può, ma dovrà accoglierli tutti. Perché è da qui che entrano. Se gli altri paesi bloccheranno gli ingressi da loro, come del resto hanno fatto (anzi il cancelliere austriaco addirittura vuole chiudere le moschee e mandare via gli imam )come scrivevo in altri post l'Italia dovrà assorbire il surplus demografico afro asiatico, diventando un paese diverso e simile a quelli di quei due continenti. Sarà un bene o un male? Chi ci sarà, vedrà.. sul discorso Cina volevo dire che a volte una politica di contenimento demografico può essere utile, visto che le risorse non ci sono per tutti se il surplus di nascite in Africa sarà quello previsto.
    Non è una questione di numero di abitanti in se, il problema è il rapporto tra persone in età lavorativa e pensionati, una volta anche se c'erano meno abitanti la popolazione non era vecchia come adesso. Comunque per adesso l'etnia più presente in Italia sono i rumeni con oltre un milione di residenti, penso anche io che in caso di tantissimi immigrati dai paesi africani e arabi si creerebbero tensioni sociali importanti per lo scontro culturale e religioso ma ora come ora no, sono davvero troppo pochi in rapporto alla popolazione totale.

  10. #23520
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    55
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Infatti al momento la situazione è piuttosto tranquilla��
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •