Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 32

Discussione: Brexit sei mesi dopo

  1. #21
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Montesilvano PE - Padova
    Messaggi
    1,605
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Brexit sei mesi dopo

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio Volcano Visualizza Messaggio
    Intanto la House of Common ha votato, Theresa May ha il mandato per negoziare.
    Buona fortuna a tutti
    ps: Tra referendum e voto di ieri secondo me si é consumata la fine del Labour in UK (giá giustamente sparito qui in Scozia)
    Ma ormai i partiti socialisti e social-democratici sono in crisi in tutta Europa Ne butto qui qualche possibile causa, così a getto:
    - il sistema social-democratico, più o meno sociale, ha "vinto" in tutta Europa, allontanando sia il socialismo reale (comunismo) che il liberalismo classico ed il turbocapitalismo; allo stesso tempo, però, negli ultimi 25 anni ha palesato tutti i suoi limiti e criticità;
    - siccome da che mondo è mondo, il consenso spesso si compra (brutto da dire, ma è così) e con esso la pace sociale, il venire al pettine dei nodi del sistema social-democratico in molti paesi (alto debito pubblico, alta tassazione, burocrazia opprimente, spesa pensionistica gonfiata, spesa pubblica troppo elevata sul PIL, iper-sindacalizzazione di certi segmenti) ha costretto molti governi anche di sinistra a politiche "di austerità", che però non si sono potute compensare con una crescita dell'economia e del mercato del lavoro (atrofizzati da tasse, burocrazia, spesa pubblica ecc.) più la sfortunata coincidenza della crisi globale del 2008, ed i partiti del "tassa&spendi" hanno esaurito le risorse che potevano usare (persino la Svezia ha fortemente ridotto la sua spesa pubblica nell'ultimo ventennio);
    - i partiti socialisti e social-democratici stanno anche facendo la fine dell'asino di Buridano, non riuscendo a decidersi tra il mantenere posizioni di sinistra anche obsolete, ed il buttarsi al centro con politiche più liberali; vedi Blair e Corbyn, Renzi e Bersani ecc.
    - gli stessi partiti non sono riusciti ad afferrare il malcontento popolare, e sono spesso passati come "nuova frontiera" dallo stato sociale e dai diritti dei lavoratori, che dovrebbero essere il loro argomento principale, ad argomenti invece secondari e ben poco impattanti su chi non arriva a fine mese, tipo l'ambientalismo militante o i diritti LGBT;
    - reggono dunque i partiti di ispirazione social-democratica che, o si fanno forza da condizioni locali ed associano il socialismo ad un moderato nazionalismo della propria Heimat (Scozia, Slovacchia ecc.), o sono degenerati in quei movimenti anti-sistemi ed apertamente populisti; mentre i grandi partiti classici, dal UK alla Francia, dalla Germania alla Grecia, dalla Polonia a presto all'Italia (vedi i venti di scissione nel PD) sono in profonda crisi.

  2. #22
    Vento moderato L'avatar di asxo.
    Data Registrazione
    24/11/12
    Località
    Firenze (Novoli)
    Messaggi
    1,258
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Brexit sei mesi dopo

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio Volcano Visualizza Messaggio
    Intanto la House of Common ha votato, Theresa May ha il mandato per negoziare.
    Buona fortuna a tutti
    ps: Tra referendum e voto di ieri secondo me si é consumata la fine del Labour in UK (giá giustamente sparito qui in Scozia)
    E anche in questo caso è pura prassi. La House of Common non avrebbe mai ribaltato il verdetto del referendum.
    Il prossimo vero step è l'inizio della trattativa con l'Unione che per altro nascerà in un modo e già dopo pochi mesi potrebbero trasformarsi in tutt'altro dato che ci sono le elezioni in Francia.
    Sintesi: 'sti inglesi escono dalla finestra e rientrano della porta, "obbligando" il resto della ciurma (specialmente gli anelli deboli) a stare dalla loro parte e da quella di Trump. :p
    Inverno 2016/17
    16/1 Fiocchi

  3. #23
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    13,535
    Menzionato
    17 Post(s)
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  4. #24
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Montesilvano PE - Padova
    Messaggi
    1,605
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Brexit sei mesi dopo

    I rischi della svalutazione: Rolls Royce (la parte più grande e meno famosa, quella che fa motori, turbine ecc.) ha dovuto "svalutare" investimenti in valuta per 4.4 miliardi £, ritrovandosi così un enorme buco di bilancio.

  5. #25
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    48
    Messaggi
    18,497
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Brexit sei mesi dopo

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Ma ormai i partiti socialisti e social-democratici sono in crisi in tutta Europa Ne butto qui qualche possibile causa, così a getto:
    [...]
    E se invece fosse che il modello social-democratico, o meglio sedicente tale, si sta scontrando con una realtà che vede oramai da anni una sempre maggior concentrazione di ricchezza nelle mani di pochi?
    Detta diversamente: non è che il modello social-democratico è in crisi per il semplice fatto che non esiste se non nei suoi aspetti deteriori (che hai citato)?
    Poi ci sono i casi disperati come il nostro dove non esistono nè social-democratici nè liberali, ma quelli van bene giusto per qualche caso di studio universitario...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  6. #26
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Montesilvano PE - Padova
    Messaggi
    1,605
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Brexit sei mesi dopo

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    E se invece fosse che il modello social-democratico, o meglio sedicente tale, si sta scontrando con una realtà che vede oramai da anni una sempre maggior concentrazione di ricchezza nelle mani di pochi?
    Detta diversamente: non è che il modello social-democratico è in crisi per il semplice fatto che non esiste se non nei suoi aspetti deteriori (che hai citato)?
    Sta appunto finendo come il comunismo (socialismo reale). Un'élite di privilegiati, i boiardi ed i grand commis di stato (ed aziende collegate) come in quel regime, cui si aggiunge un gruppo di grandi dirigenti, imprenditori, banchieri ed investitori "amici" del potere politico, più qualche artista e starlette. Qualcosa che era già realtà negli anni '70, se non prima, ma che si accompagnava comunque ad una crescita del benessere e del potere d'aquisto in tutte le fasce, ed a numerose opportunità per chi aveva testa e determinazione. Insieme a, mai dimenticarlo, generosi trasferimenti di denaro verso alcuni ambiti che generavano consenso e pace sociale all'epoca, quali soprattutto i lavoratori del pubblico impiego (incluse le aziende di stato) e i pensionati.
    Oggi che il "gruppo di potere" rimane intatto, anzi continua a guadagnarci (soldi o potere poco importa), mentre le classi medie ed operaie si impoveriscono e vedono chiudersi ogni prospettiva di fronte a loro, specie ai più giovani, e scarseggiano i soldi da trasferire al "pubblico" ed alle pensioni, ecco che il tacito patto sociale viene meno. In certi casi si aggiungono programmi ai limiti del delirio, con grave spreco di soldi pubblici (es. investimenti ed incentivi sbagliati nell'energia, che aumentano le bollette elettriche), o giri di vite fiscale sui consumi di base (es. accise sui carburanti), e la frittata è fatta e servita...

  7. #27
    Tempesta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,511
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Brexit sei mesi dopo

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Sta appunto finendo come il comunismo (socialismo reale). Un'élite di privilegiati, i boiardi ed i grand commis di stato (ed aziende collegate) come in quel regime, cui si aggiunge un gruppo di grandi dirigenti, imprenditori, banchieri ed investitori "amici" del potere politico, più qualche artista e starlette. Qualcosa che era già realtà negli anni '70, se non prima, ma che si accompagnava comunque ad una crescita del benessere e del potere d'aquisto in tutte le fasce, ed a numerose opportunità per chi aveva testa e determinazione. Insieme a, mai dimenticarlo, generosi trasferimenti di denaro verso alcuni ambiti che generavano consenso e pace sociale all'epoca, quali soprattutto i lavoratori del pubblico impiego (incluse le aziende di stato) e i pensionati.
    Oggi che il "gruppo di potere" rimane intatto, anzi continua a guadagnarci (soldi o potere poco importa), mentre le classi medie ed operaie si impoveriscono e vedono chiudersi ogni prospettiva di fronte a loro, specie ai più giovani, e scarseggiano i soldi da trasferire al "pubblico" ed alle pensioni, ecco che il tacito patto sociale viene meno. In certi casi si aggiungono programmi ai limiti del delirio, con grave spreco di soldi pubblici (es. investimenti ed incentivi sbagliati nell'energia, che aumentano le bollette elettriche), o giri di vite fiscale sui consumi di base (es. accise sui carburanti), e la frittata è fatta e servita...
    Non mi sembra che il sistema USA sia da benessere per tutti

  8. #28
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Montesilvano PE - Padova
    Messaggi
    1,605
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Brexit sei mesi dopo

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Non mi sembra che il sistema USA sia da benessere per tutti
    Non mi sembra che il sistema cinese sia da gulag per tutti. Commento senza senso per commento senza senso
    Che diamine ci azzecca quello che ho scritto io con quello che hai scritto tu?

  9. #29
    Tempesta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,511
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Brexit sei mesi dopo

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Non mi sembra che il sistema cinese sia da gulag per tutti. Commento senza senso per commento senza senso
    Che diamine ci azzecca quello che ho scritto io con quello che hai scritto tu?
    Tu hai detto che l'economia sociale di emrcato sta finendo perchè è sbagliata

  10. #30
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Montesilvano PE - Padova
    Messaggi
    1,605
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Brexit sei mesi dopo

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Tu hai detto che l'economia sociale di emrcato sta finendo perchè è sbagliata
    Sta finendo perché ha finito i soldi, direi che è un concetto abbastanza diverso E quindi cosa fai, insisti anche se non puoi? O cerchi una riforma del sistema che, ovviamente a prezzo di qualche sacrificio, cerchi però di salvare il salvabile tipo Germania e Svezia? E comunque il tuo obiettivo qual è, elevare i "poveri", o livellare tutti nel brodo dell'uguaglianza?

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •