Pagina 2 di 9 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 83
  1. #11
    Vento forte L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    20
    Messaggi
    4,070
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Verde pubblico: come andiamo nelle vostre citta?

    'Nsomma una tragedia in certe zone😮.

    Qua se non altro il verde pubblico è tenuto, gli alberi nei centri urbani che divenyano troppo grandi vengo o rimossi ecc.

    Chi ha possibilità di un giardino privato in genere lo mantiene curato volentieri perché piace ed è visto come un bel biglietto da visita verso gli altri.

    Il giardino comunque non è che abbia costi di gestione eclatanti, anzi. Richiede il suo tempo questo sì (alcune volte, se decido di dare una "pettinata" totale al mio, ci impiego tutta la giornata, tra taglio siepi di cipresso, cure aiuole, sfalcio d' erba ma soprattutto l' orto)

    Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk
    prospetticamente le carte mostrano una potenziale tendenza verso alte potenzialità di prospettiva....

  2. #12
    Vento forte L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    3,954
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Verde pubblico: come andiamo nelle vostre citta?

    beh ci vuole tempo anche per la manutenzione di un balcone grande o un terrazzo,tra potature,concimazioni,pacciamature ecc.
    Questa mattina un'oretta buona per sminuzzare parte dei residui di potatura che usati come pacciamatura creano poi l'humus .
    Ma poi oltre a tenere a bada lo stress il giardinaggio ripaga:magnolia stellata in fiore sul terrazzo
    Verde pubblico: come andiamo nelle vostre citta?-20170319_084239.jpg

  3. #13
    Burrasca forte L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    26
    Messaggi
    9,652
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Verde pubblico: come andiamo nelle vostre citta?

    qui ovviamente scarseggia e non poco. anche se devo dire che qui in Brianza ogni città ha almeno un "polmone". Seregno ha la Porada, un parco non piccolo in rapporto a Seregno stessa, ma ha altro verde. cioè, basta spostarsi anche solo a Cinisello/Sesto che la situazione è ben peggiore. per dire, io ho la casa adiacente ad un parco provinciale, qui il verde direi quindi che non manca. avendo la morosa in FVG posso dire che lì manca men che meno. in quelle zone è una distesa UNICA di campi coltivati e non. in città il verde però manca come in tutte le altre città (mi riferisco ai capoluoghi).
    Si vis pacem, para bellum.

  4. #14
    Tempesta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,905
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Verde pubblico: come andiamo nelle vostre citta?

    Citazione Originariamente Scritto da ldanieli Visualizza Messaggio
    in aggiunta a quanto da voi scritto, aggiungerei che il problema è culturale, purtroppo, e dunque non se ne esce. L'italiano medio odia gli alberi o, quando va bene, non li ama.
    Ancora oggi (ad esempio qui, nella Lombardia di cemento) non noto grandi cambiamenti rispetto al passato. E non mi riferisco solo al verde pubblico. Osservate anche i giardini privati nei paesi: ci sono eccezioni ovviamente, ma nella maggior parte si tratta di giardini malinconici, magari con il prato curato, ma senza anima, senza vita, senza humus, con pochi "veri" alberi anche dove vi sarebbe lo spazio. Il massimo della tristezza, per capirsi, sono quei giardini con l'araucaria in mezzo e null'altro.
    E se c'è un albero che appena riesce a crescere un po' e finalmente fa un po' di ombra state certi che subirà quasi sempre potature drastiche o verrà segato presto. Le foglie che cadono in autunno? sporcano. E poi il secco, l'umido, le radici, ogni scusa è buona per non circondarsi di alberi...

    Beh però se ho un gardino di 50-90 mq non è che ci possono mettere un cedro o un pino (anche se le vedo a vole, con il risultato che poi devi toglierlo), sceglierò un albero medio-piccolo (es ibisco, Magnolia soulangeana, Magnolia liliflora, Prunus serratula, la citata Araucaria del Cile (è bella anche l'Araucaria heterophilla che ho anche sul balcone, però soffre in zone ad inverni troppo freddi come in Valpadana) ecc., oltre a tanti cespugli con fiori, come la camelia, l'ortensia (sconsigliate in giardini troppo assolati), la buddleia, la Cesalpinia giliesii, la forsizia, la deuzia ecc. ecc.

  5. #15
    Tempesta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,905
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Verde pubblico: come andiamo nelle vostre citta?

    Citazione Originariamente Scritto da paxo Visualizza Messaggio
    Secondo me in Italia è sbagliato proprio il modo di costruire, non è possibile che una volta uscito dalla città continui ad incontrare appartamenti, case costruiti a caso ovunque, ma anche tra un paese e l'altro con densità abitativa bassa, non c'è la campagna pura, si continuano ad incontrare abitazioni. Un esempio, le colline intorno a Pescara tutte ricoperte da case casette costruite dove si è trovato un buco, altro esempio, sulla tiburtina esci dalla città/zona metropolitana Chieti Pescara ma non incontri i campi e i boschi, continua la cementificazione ovunque, stessa cosa da Pescara continuando verso nord, arrivi nelle Marche senza aver incontrato un ambiente naturale senza cemento.
    Però, tieni conto che se uno ha un terreno e magari un'azienda agricola, ovvio che ci costruisce anche la casa sopra

  6. #16
    Vento forte L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    20
    Messaggi
    4,070
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Verde pubblico: come andiamo nelle vostre citta?

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Beh però se ho un gardino di 50-90 mq non è che ci possono mettere un cedro o un pino (anche se le vedo a vole, con il risultato che poi devi toglierlo), sceglierò un albero medio-piccolo (es ibisco, Magnolia soulangeana, Magnolia liliflora, Prunus serratula, la citata Araucaria del Cile (è bella anche l'Araucaria heterophilla che ho anche sul balcone, però soffre in zone ad inverni troppo freddi come in Valpadana) ecc., oltre a tanti cespugli con fiori, come la camelia, l'ortensia (sconsigliate in giardini troppo assolati), la buddleia, la Cesalpinia giliesii, la forsizia, la deuzia ecc. ecc.
    Magari a sud gli alberi grandi sono ben accetti, ma insomma almeno io voglio un prato ben aperto e soleggiato, basta qualche pianta dalla chioma medio - piccola ma folta per l' ombra. Io personalmente tengo le piante non più alte di metà casa, diciamo al primo piano. I giardini troppo coperti non mi piacciono.

    Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk
    prospetticamente le carte mostrano una potenziale tendenza verso alte potenzialità di prospettiva....

  7. #17
    Vento fresco L'avatar di paxo
    Data Registrazione
    13/11/15
    Località
    Caramanico Terme (PE) 550m.
    Messaggi
    2,401
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Verde pubblico: come andiamo nelle vostre citta?

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Però, tieni conto che se uno ha un terreno e magari un'azienda agricola, ovvio che ci costruisce anche la casa sopra
    Si ma non è questo il problema, è che in Italia uscito dalla città, agglomerato urbano o quello che è continua una situazione "cittadina" con appartamenti, bar, case, appartamenti, cemento... se ci fosse solo qualche casetta, agriturismo, azienda agricola in un contesto campagnolo andrebbe bene, ma non è così, sono proprio pezzetti di città costruiti lungo le arterie principali.

  8. #18
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,138
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Verde pubblico: come andiamo nelle vostre citta?

    Citazione Originariamente Scritto da paxo Visualizza Messaggio
    Si ma non è questo il problema, è che in Italia uscito dalla città, agglomerato urbano o quello che è continua una situazione "cittadina" con appartamenti, bar, case, appartamenti, cemento... se ci fosse solo qualche casetta, agriturismo, azienda agricola in un contesto campagnolo andrebbe bene, ma non è così, sono proprio pezzetti di città costruiti lungo le arterie principali.
    Sì, in Italia lo sprawl derivante dalla mancata pianificazione dell'utilizzo del territorio ha portato a risultati devastanti. Qua un breve paper sull'argomento: Urban Sprawl Italian Style by Antonio Calafati :: SSRN
    Alessio Re
    Xpitality

    Milano Isola - 130 m slm 45.49° N 9.19° E
    Valle Mosso (BI) - 430 m slm 45.65° N 8.15° E

  9. #19
    Vento forte L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    3,954
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Verde pubblico: come andiamo nelle vostre citta?

    Comunque io mi riferivo ai cedri a cui tagliano metà tronco in giardini ampi che potrebbero ospitarli in tutta la loro magnificenza.(ecco perché parlo di ignoranza dei proprietari).

  10. #20
    Tempesta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,905
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Verde pubblico: come andiamo nelle vostre citta?

    Citazione Originariamente Scritto da NoSync Visualizza Messaggio
    Sì, in Italia lo sprawl derivante dalla mancata pianificazione dell'utilizzo del territorio ha portato a risultati devastanti. Qua un breve paper sull'argomento: Urban Sprawl Italian Style by Antonio Calafati :: SSRN
    La Brianza è una di quelle zone che sono state un po' devastate, tra Milano e Como si fa fatica a distinguere tra un centro e l'altro

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •