Pagina 4 di 886 PrimaPrima ... 234561454104504 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 8851
  1. #31
    Brezza leggera L'avatar di Lucas
    Data Registrazione
    22/06/02
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    348
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Podisti o simil-podisti....tutti qui!

    Citazione Originariamente Scritto da giorgio1940 Visualizza Messaggio
    Nato podista per caso nel 1971, a S.Vigilio di Marebbe, dove ero in ferie.
    39 km di montagna dove di arrivava a mt 2488 dai 1200 del paese.
    Scarponi, zaino, giacca a vento, maglioni, ricambi vari....
    Non avevo idea di cosa fosse il podismo, ne tantomeno quella gara di montagna che io reputavo semplice ma lunga escursione "alpina".
    Alle 7 del mattino alla partenza sono rimasto allibito nel vedere alcune centinaia di individui fra i 1150 partecipanti, in calzoncini e canottiera
    Al colpo di cannone della partenza il mio stupore cresceva nel vedere partire di corsa un buon 7 ottavi dei partecipanti.
    Io con il mio fardello, con i pesantissimi scarponi di cuoio ai piedi, mi incamminai con passo veloce e costante su per il sentiero che portava ad un irto ghiaione.
    Con stupore mi accorsi che sorpassavo gente a tutta randa, proprio coloro che partiti baldanzosamente, ora "sfiatavano" come mantici.-
    Gli ultimi 17 km li feci tutti trotterellando in discesa, faticando a tener fermo il grosso zaino. Dopo 5 ore a 45 minuti arrivai al traguardo 265° su 1100.-
    Ma che bello il podismo! mi dissi.
    Ecco che nell'ottobre successivo lo SCI CLUB di Rimini organizzava una corsa in montagna sulla mia Carpegna di km 19,5
    Con la mia "Prinz 600" mi recai alla partenza in quel di Villagrande.
    Qualche giorno prima, verso il 20 ottobre vi fu una precoce nevicata(vi fu una situazione simile a quella che stiamo per vivere il prossimo fine settimana), ed ancora qualche residuo resisteva sui pratoni sommitali della montagna, alta 1415 mt.
    Un centinaio i partecipanti.
    Io con scarpe da città con la "para" sotto, dei calzoni corti da passeggio ed una magliettina a mezze maniche(proprio la classica figura da "gabietto", come si dice dalle mie parti). Vedo che mi guardano "strano", qualcuno mi chiede se davvero ho l'intenzione di fare la gara..... "certo!" dico.
    "Mi sa che al primo km, tu ritorni alla base, fango, neve residua, e pendenze al 40% da come ti vedo non le sopporti" : questo l'augurio del più benevolo dei partecipanti.-
    Arrivai sesto assoluto e secondo di categoria.-
    Il giorno dopo andai a comprare un paio di scarpe "sportive", ma non sapendo nulla di podismo, mi recai in un negozio qualunque e portai a casa delle scarpe che erano l'antitesi per il podismo stesso.-
    Con quello iniziai ad allenarmi in spiaggia quasi tutte le mattine prima di andare in ufficio.....
    Poi cambiate le scarpe con un tipo più adatto, gli allenamenti seri sulle mie colline tre volte alla settimana.-
    Nel 75' sentii parlare della 100 km del Passatore.
    Mi piacque l'idea, ed iniziai gli allenamenti 5 mesi prima.-
    Macinai 300, 350 km al mese di corsa, mi feci tabelle, percorsi lunghi anche di 45 /60 km....
    Pe farla breve arrivai 22° assoluto(su 3500 partenti), 8° degli Italiani, con il tempo di 9 ore e 3 minuti.-
    Nel 78' fui primo dei Romagnoli e 28° assoluto.-
    La maratona era la mia gara preferita. I 42 km e 195 mt era la distanza a me congeniale. Una prova che affascina, che ti svuota piano, piano, fino ad arrivare al traguardo dopo avere speso fino all'ultima stilla di energia.-
    Ne ho percorse più di 50, ed il 90% di esse con tempi dalle 3 ore alle 3 ore e 10 minuti.-
    Solo all'età di 50 anni riuscii a fare la maratona di Vigarano Mainarda sotto le fatidiche 3 ore: 2,58'
    Correre per me era come respirare, ad andatura di allenamento normale, a 4,30 o 4,45 al km non facevo nessuna fatica a "star sulle gambe" anche per ore.-
    Ma i più di 80.000 km di corsa hanno lasciato il segno: una protrusione, seppur lieve, fra le vertebre della schiena mi hanno procurato una sciatalgia, tale da fermarmi per più di un anno, e non permettendomi più di "tirare" nelle gare.-
    Acquistai la bici da corsa, e con essa mi sfogai nel periodo di "fermo".-
    Ora corro, ma a ritmi blandi...
    Domenica scorsa podistica di km 12,5 in collina in 1 ora e 12 minuti.
    Stamani bici per 65 km(collina) alla media dei 22.-
    Ogni anno mi faccio in piccolo triathlon(500 nuoto,20 bici, 5 podistici) arrivando fra gli ultimi(quello che ha meno età di me, ne ha 20 in meno)
    I miei "limiti":
    10.000 in 37,20
    ora in pista: km 15,880
    Maratona 2,58'
    100 km 8h,54 minuti(la 100 del Passatore è lunga 101,5 km)
    Dislivello in montagna: 1000 mt in un ora.-
    Spero di continuare a corricchiare per ancora qualche lustro!
    Ciao,
    Giorgio
    Giorgio, come ben sai, ti stimo moltissimo e ti rinnovo i miei complimenti perchè sei un drago del podismo e dello sport in generale.
    se puoi, posta qualche altro tuo racconto di gare, perchè i tuoi racconti sono sempre interessantissimi e li leggo sempre con piacere perchè vengono dal cuore.
    Peccato che tu non abbia fatto un Ironman perchè ti ci vedevo molto bene nel compierlo.

  2. #32
    fabry
    Ospite

    Predefinito Re: Podisti o simil-podisti....tutti qui!

    Citazione Originariamente Scritto da giorgio1940 Visualizza Messaggio
    Al colpo di cannone della partenza il mio stupore cresceva nel vedere partire di corsa un buon 7 ottavi dei partecipanti.
    Io con il mio fardello, con i pesantissimi scarponi di cuoio ai piedi, mi incamminai con passo veloce e costante su per il sentiero che portava ad un irto ghiaione.
    Con stupore mi accorsi che sorpassavo gente a tutta randa, proprio coloro che partiti baldanzosamente, ora "sfiatavano" come mantici.-
    Gli ultimi 17 km li feci tutti trotterellando in discesa, faticando a tener fermo il grosso zaino. Dopo 5 ore a 45 minuti arrivai al traguardo 265° su 1100.-
    Ma che bello il podismo! mi dissi.
    complimenti per le performance!....comunque è vero che tutti hanno il vizio di partire sempre troppo forte e che poi hanno un calo vistoso perchè superano la soglia dell'acido lattico e si "piantano"...per noi comuni mortali nell gare lunghe è meglio partire con cautela...c'è tempo per risalire posizioni...discorso diverso invece per i "big" che per ovvi motivi di risultato finale devono partire a cannone per fare anche un po' la differenza...c'è chi ci riesce e riesce a tenere il ritmo fino alla fine....ma questi hanno un altro motore sotto!
    In queste gare lunghe poi è molto importante l'integrazione sia liquida che solida, per riempire il serbatoio di benzina...quindi per fare buoni risultati senza patire le pene dell'inferno andando in crisi di fame e prendere crampi è buona cosa integrare con sali minerali e integratori alimentari che apportino energie fresche a un fisico che ha già consumato tutto quello che poteva consumare...inoltre è bene intervenire in tempo utile e non quando il motore è ormai cotto pèrchè è troppo tardi.

    racconto un aneddoto...
    alla 3 rifugi quest'anno ho partecipato in coppia cn un ragazzo che non aveva esperianza in materia di corsa in montagna sulla distanza (è una gara a coppie e si corre insieme).
    Io con un po' di edizioni alle spalle e un po' svariate esperienze di crampi patite sui ripidi sentieri di questa gara, sono partito stracarico di integratori alimentari (4 bustine gel di enervit) e con la borraccetta da marsupio...il mio socio con una barretta energetica (quelle concentrate che fanno un po' schifo)...ho avuto un po' di dubbi che riuscisse a ingerirla sotto sforzo...
    ...abbiamo fatto la prima salita alla grande, 56' per fare 1000m di dislivello (la gara è 23km con 1700m + e -)...arrivato in cima stavo benissimo e prendo un integratore per star tranquillo e non andare in riserva...il mio socio era un po' in affanno e cerca di mangiare un po'di barretta,, ma vedo che non riesce per lo sforzo e il freddo che la rende dura, quindi dopo averlo visto in difficoltà gli offro un mio integratore...a fine discesa (1000m di dislivello) lo vedo piantato sulle gambe, e alloro gli do un altro integratore (bisogna stare in coppia e essere solidali)...niente da fare, faceva sempre fatica!...la gara riprende a salire per altri 650m di dislivello, io stavo ancora abbastanza bene lui era in seria difficoltà, e allora gli passo l'ultimo integratore....dopo un po' lui si riprende un po', però vado in crisi io perchè a quel punto mi sono trovato senza benzina e senza integratori.Ho iniziato a sentirmi pesante e dopo un po' mi sono arrivati i crampi...ho visto i muscoli deformi, completamente contrati, non riuscivo più a camminare...che dico, non riuscivo più a distendere le gambe....e il mio socio che mi aveva magnato tutto al momento stava bene....
    In qualche modo sono arrivato al colle, e di li era solo più discesa fino al traguardo; la discesa è la mia specialità e anche se con i crampi riusciva ad andare bene e dopo un po' le mie gambe riuscirono a decontrarsi e a diventare nuovamente toniche...non sentivo più il mio socio, allora mi fermo mi giro indietro...non c'era!dopo un po' compare in una corsa tutta storta tipica di chi è in preda a dolori lancinanti da crampi...abbiamo fatto ttta la discesa in quel modo e abbiamo chiuso la ns fatica in 3h05'...19° classificati su 65 coppie.
    ...in quel giorno le condizioni climatiche hanno condizionato il risultato di tutti quanti perchè anche alcuni atleti che non sapevano cos'erano i crampi, in quel giorno sono stati colpiti.
    Peccato, comunque perchè quest'anno ero in forma e pensavo proprio di abbassare il mio personale sulla 3 rifugi Valpellice...sarà per il prossimo anno!

  3. #33
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/11/06
    Località
    Roma Tor de Schiavi/Cave
    Età
    42
    Messaggi
    878
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Podisti o simil-podisti....tutti qui!

    Citazione Originariamente Scritto da giorgio1940 Visualizza Messaggio
    Nato podista per caso nel 1971, a S.Vigilio di Marebbe, dove ero in ferie.
    39 km di montagna dove di arrivava a mt 2488 dai 1200 del paese.
    Scarponi, zaino, giacca a vento, maglioni, ricambi vari....
    Non avevo idea di cosa fosse il podismo, ne tantomeno quella gara di montagna che io reputavo semplice ma lunga escursione "alpina".
    Alle 7 del mattino alla partenza sono rimasto allibito nel vedere alcune centinaia di individui fra i 1150 partecipanti, in calzoncini e canottiera
    Al colpo di cannone della partenza il mio stupore cresceva nel vedere partire di corsa un buon 7 ottavi dei partecipanti.
    Io con il mio fardello, con i pesantissimi scarponi di cuoio ai piedi, mi incamminai con passo veloce e costante su per il sentiero che portava ad un irto ghiaione.
    Con stupore mi accorsi che sorpassavo gente a tutta randa, proprio coloro che partiti baldanzosamente, ora "sfiatavano" come mantici.-
    Gli ultimi 17 km li feci tutti trotterellando in discesa, faticando a tener fermo il grosso zaino. Dopo 5 ore a 45 minuti arrivai al traguardo 265° su 1100.-
    Ma che bello il podismo! mi dissi.
    Ecco che nell'ottobre successivo lo SCI CLUB di Rimini organizzava una corsa in montagna sulla mia Carpegna di km 19,5
    Con la mia "Prinz 600" mi recai alla partenza in quel di Villagrande.
    Qualche giorno prima, verso il 20 ottobre vi fu una precoce nevicata(vi fu una situazione simile a quella che stiamo per vivere il prossimo fine settimana), ed ancora qualche residuo resisteva sui pratoni sommitali della montagna, alta 1415 mt.
    Un centinaio i partecipanti.
    Io con scarpe da città con la "para" sotto, dei calzoni corti da passeggio ed una magliettina a mezze maniche(proprio la classica figura da "gabietto", come si dice dalle mie parti). Vedo che mi guardano "strano", qualcuno mi chiede se davvero ho l'intenzione di fare la gara..... "certo!" dico.
    "Mi sa che al primo km, tu ritorni alla base, fango, neve residua, e pendenze al 40% da come ti vedo non le sopporti" : questo l'augurio del più benevolo dei partecipanti.-
    Arrivai sesto assoluto e secondo di categoria.-
    Il giorno dopo andai a comprare un paio di scarpe "sportive", ma non sapendo nulla di podismo, mi recai in un negozio qualunque e portai a casa delle scarpe che erano l'antitesi per il podismo stesso.-
    Con quello iniziai ad allenarmi in spiaggia quasi tutte le mattine prima di andare in ufficio.....
    Poi cambiate le scarpe con un tipo più adatto, gli allenamenti seri sulle mie colline tre volte alla settimana.-
    Nel 75' sentii parlare della 100 km del Passatore.
    Mi piacque l'idea, ed iniziai gli allenamenti 5 mesi prima.-
    Macinai 300, 350 km al mese di corsa, mi feci tabelle, percorsi lunghi anche di 45 /60 km....
    Pe farla breve arrivai 22° assoluto(su 3500 partenti), 8° degli Italiani, con il tempo di 9 ore e 3 minuti.-
    Nel 78' fui primo dei Romagnoli e 28° assoluto.-
    La maratona era la mia gara preferita. I 42 km e 195 mt era la distanza a me congeniale. Una prova che affascina, che ti svuota piano, piano, fino ad arrivare al traguardo dopo avere speso fino all'ultima stilla di energia.-
    Ne ho percorse più di 50, ed il 90% di esse con tempi dalle 3 ore alle 3 ore e 10 minuti.-
    Solo all'età di 50 anni riuscii a fare la maratona di Vigarano Mainarda sotto le fatidiche 3 ore: 2,58'
    Correre per me era come respirare, ad andatura di allenamento normale, a 4,30 o 4,45 al km non facevo nessuna fatica a "star sulle gambe" anche per ore.-
    Ma i più di 80.000 km di corsa hanno lasciato il segno: una protrusione, seppur lieve, fra le vertebre della schiena mi hanno procurato una sciatalgia, tale da fermarmi per più di un anno, e non permettendomi più di "tirare" nelle gare.-
    Acquistai la bici da corsa, e con essa mi sfogai nel periodo di "fermo".-
    Ora corro, ma a ritmi blandi...
    Domenica scorsa podistica di km 12,5 in collina in 1 ora e 12 minuti.
    Stamani bici per 65 km(collina) alla media dei 22.-
    Ogni anno mi faccio in piccolo triathlon(500 nuoto,20 bici, 5 podistici) arrivando fra gli ultimi(quello che ha meno età di me, ne ha 20 in meno)
    I miei "limiti":
    10.000 in 37,20
    ora in pista: km 15,880
    Maratona 2,58'
    100 km 8h,54 minuti(la 100 del Passatore è lunga 101,5 km)
    Dislivello in montagna: 1000 mt in un ora.-
    Spero di continuare a corricchiare per ancora qualche lustro!
    Ciao,
    Giorgio
    Caro Giorgio, mi inchino......sei un grandissimo!
    [URL="http://www.associazionebernacca.com"]www.associazionebernacca.com[/URL]
    [URL]http://80.67.219.5/axis-cgi/jpg/image.cgi?resolution=320x240&dummy=1193161100815[/URL]

  4. #34
    Vento forte L'avatar di Corry
    Data Registrazione
    24/11/04
    Località
    Ronago (CO)
    Età
    43
    Messaggi
    4,026
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Podisti o simil-podisti....tutti qui!

    Ho ricominciato a correre a guigno dopo anni di nuoto (due volte alla settimana) e dopo una brutta esperienza a militare nel 94 dove 10 mesi di allenamenti assurdi in una pseudo squadra sportiva mi hanno fatto odiare la corsa. Ora è tornata la passione ma devo fare con calma e soprattutto dimagrire (peso 80kg h 177). Faccio 2-3 allenamenti a settimana per adesso intorno ai 10 km (in 57min) e vedo che i miglioramenti sono continui anche se a 20 anni i dolori alle gambe non sai neanche esistano.......
    "Io ho paura solo di due cose: di Dio e della morte. Tutto il resto sono cazzate. La prossima volta passala a me"
    Ron Artest

  5. #35
    Brezza leggera L'avatar di Lucas
    Data Registrazione
    22/06/02
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    348
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Podisti o simil-podisti....tutti qui!

    Citazione Originariamente Scritto da fabry Visualizza Messaggio
    complimenti per le performance!....comunque è vero che tutti hanno il vizio di partire sempre troppo forte e che poi hanno un calo vistoso perchè superano la soglia dell'acido lattico e si "piantano"...per noi comuni mortali nell gare lunghe è meglio partire con cautela...c'è tempo per risalire posizioni...discorso diverso invece per i "big" che per ovvi motivi di risultato finale devono partire a cannone per fare anche un po' la differenza...c'è chi ci riesce e riesce a tenere il ritmo fino alla fine....ma questi hanno un altro motore sotto!
    In queste gare lunghe poi è molto importante l'integrazione sia liquida che solida, per riempire il serbatoio di benzina...quindi per fare buoni risultati senza patire le pene dell'inferno andando in crisi di fame e prendere crampi è buona cosa integrare con sali minerali e integratori alimentari che apportino energie fresche a un fisico che ha già consumato tutto quello che poteva consumare...inoltre è bene intervenire in tempo utile e non quando il motore è ormai cotto pèrchè è troppo tardi.

    racconto un aneddoto...
    alla 3 rifugi quest'anno ho partecipato in coppia cn un ragazzo che non aveva esperianza in materia di corsa in montagna sulla distanza (è una gara a coppie e si corre insieme).
    Io con un po' di edizioni alle spalle e un po' svariate esperienze di crampi patite sui ripidi sentieri di questa gara, sono partito stracarico di integratori alimentari (4 bustine gel di enervit) e con la borraccetta da marsupio...il mio socio con una barretta energetica (quelle concentrate che fanno un po' schifo)...ho avuto un po' di dubbi che riuscisse a ingerirla sotto sforzo...
    ...abbiamo fatto la prima salita alla grande, 56' per fare 1000m di dislivello (la gara è 23km con 1700m + e -)...arrivato in cima stavo benissimo e prendo un integratore per star tranquillo e non andare in riserva...il mio socio era un po' in affanno e cerca di mangiare un po'di barretta,, ma vedo che non riesce per lo sforzo e il freddo che la rende dura, quindi dopo averlo visto in difficoltà gli offro un mio integratore...a fine discesa (1000m di dislivello) lo vedo piantato sulle gambe, e alloro gli do un altro integratore (bisogna stare in coppia e essere solidali)...niente da fare, faceva sempre fatica!...la gara riprende a salire per altri 650m di dislivello, io stavo ancora abbastanza bene lui era in seria difficoltà, e allora gli passo l'ultimo integratore....dopo un po' lui si riprende un po', però vado in crisi io perchè a quel punto mi sono trovato senza benzina e senza integratori.Ho iniziato a sentirmi pesante e dopo un po' mi sono arrivati i crampi...ho visto i muscoli deformi, completamente contrati, non riuscivo più a camminare...che dico, non riuscivo più a distendere le gambe....e il mio socio che mi aveva magnato tutto al momento stava bene....
    In qualche modo sono arrivato al colle, e di li era solo più discesa fino al traguardo; la discesa è la mia specialità e anche se con i crampi riusciva ad andare bene e dopo un po' le mie gambe riuscirono a decontrarsi e a diventare nuovamente toniche...non sentivo più il mio socio, allora mi fermo mi giro indietro...non c'era!dopo un po' compare in una corsa tutta storta tipica di chi è in preda a dolori lancinanti da crampi...abbiamo fatto ttta la discesa in quel modo e abbiamo chiuso la ns fatica in 3h05'...19° classificati su 65 coppie.
    ...in quel giorno le condizioni climatiche hanno condizionato il risultato di tutti quanti perchè anche alcuni atleti che non sapevano cos'erano i crampi, in quel giorno sono stati colpiti.
    Peccato, comunque perchè quest'anno ero in forma e pensavo proprio di abbassare il mio personale sulla 3 rifugi Valpellice...sarà per il prossimo anno!
    Ebbene sì, i crampi non sono mai stati la mia specialità perchè rarissimamente li ho avuti, mentre c'è gente che li ha dopo poco tempo. Però sono capitati anche a me.
    Era il 2002 nella gara di Cesate di duathlon Classic, e finisco la prima frazione neanche troppo male, chiaramente salgo in bici al volo e, dopo un paio di kilometri, i soliti 3 o 4 che correvano al mio ritmo ( e che avevo staccato di un minuto ) mi raggiungono come dei missili. Al chè io mi metto a ruota e per qualche kilometro riesco anche a dare dei cambi regolari ma ecco che tutto d'un tratto una, due, tre fitte ai polpacci : crampi ai polpacci e di colpo sono costretto a smettere di pedalare e cercare di farmi passare il dolore, mentre il mio ex gruppetto si allontana sulle 35-40 km/h.
    Dopodichè riesco a riprendermi ma oramai non riesco a tenere velocità superiori ai 26-27 ( ebbene sì) e in breve vengo riassorbito dal gruppone che però mi ha doppiato. Difatti resto a ruota ( in ultima ruota del gruppone) e quando loro vanno in zona cambio io ed altri "doppiati" dobbiamo fare un altro giro di circuito.
    Finirò in calando la gara,terz'ultimo, perchè nell'ultima frazione a piedi i crampi hanno lasciato strascichi e mi impediscono di fare un ritmo decente ( ho subito molti sorpassi ), , ma con uno dei commissari che mi da lo stesso il Five a 100 metri dallo striscione, non so se in segno di incoraggiamento o di sfottò.
    più tardi metto il link perchè ora il server fitri è down

  6. #36
    Tempesta violenta L'avatar di Tex
    Data Registrazione
    04/02/04
    Località
    Laima (TY)
    Messaggi
    12,589
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Podisti o simil-podisti....tutti qui!

    Oggi sono andato leggermente più forte del ritmo defaticante.
    6km senza sforzare, a 4'50/4'53''(insomma una media di 4'52'' va..)
    con gli ultimi 500m in 1'50''.
    Poi leggera corsetta per 3'-4' e qualche allungo.
    ...when the night has come
    and the land is dark
    and the moon is the only light we'll see...

  7. #37
    Responsabile Rete MeteoNetwork L'avatar di Gio
    Data Registrazione
    13/06/02
    Località
    Intimiano (CO)
    Età
    37
    Messaggi
    14,162
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Podisti o simil-podisti....tutti qui!

    Corro da circa un anno e mezzo, 1500 km fino ad ora. Adesso vado 3 volte la settimana in palestra e 3 volte corsa. I ritmi sono quello che sono, visto che il mio fisico è sempre stato più propenso alla velocità e alla forza esplosiva che alla resistenza. Ho un primato sui 5 km di 21 minuti, stasera mi sono fatto un 7 km a 5'05"/km.
    Giovanni Tesauro
    Responsabile Rete Stazioni Meteorologiche MeteoNetwork-Meteo.it


    Dati in diretta da Capiago Intimiano (CO, 375 m s.l.m.) http://www.dropedia.it/stazioni/intimiano_sud/index.htm

  8. #38
    Vento forte L'avatar di inocs
    Data Registrazione
    11/07/03
    Località
    Caposele - 480 m
    Età
    41
    Messaggi
    3,878
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Podisti o simil-podisti....tutti qui!

    Corro quando posso, senza un criterio preciso e profonda abnegazione. Questa primavera-estate 2-3 volte a settimana. Al momento una volta sola, purtroppo.

    Il mio primato sui 5000 m, per quel che ho provato, è di 22'15''. Sui 10000 48'50''. Quando ho fatto qualche ripetuta sui 1000 m sono arrivato a 3'20''.Difficilmente vado oltre un'ora di corsa.

    Visti gli orari di lavoro, per evitare di correre solo sabato o domenica, dovrei prendere l'abitudine di andare la mattina prestissimo, ma la vedo proprio dura...
    I modelli fanno, i modelli disfanno.

    *
    Always looking at the sky

    *

  9. #39
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/11/06
    Località
    Roma Tor de Schiavi/Cave
    Età
    42
    Messaggi
    878
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Podisti o simil-podisti....tutti qui!

    Domenica mi sono fatto 14Km. in 1:07'02", percorso misto ( stradale e sterrato )
    [URL="http://www.associazionebernacca.com"]www.associazionebernacca.com[/URL]
    [URL]http://80.67.219.5/axis-cgi/jpg/image.cgi?resolution=320x240&dummy=1193161100815[/URL]

  10. #40
    Tempesta violenta L'avatar di Tex
    Data Registrazione
    04/02/04
    Località
    Laima (TY)
    Messaggi
    12,589
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Podisti o simil-podisti....tutti qui!

    Oggi riposo.
    Mi sento ancora mezzo influenzato...le gambe sono un pò stanche...
    Ho percorso sicuro 30km in 3 giorni(lun-mart-merc).

    Non mi va proprio....poi cò sto tempo..umidiccio...bleah...
    Mi faccio un pò di isometria e qualche esercizietto a casa....
    ...when the night has come
    and the land is dark
    and the moon is the only light we'll see...

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •