Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 18 di 18
  1. #11
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: quanto dev'essere grande un lago per poter influenzare il clima limitrofo?

    Pare che nel Fucino il prosciugamento del lago abbia introdotto una bella variazione climatica

    http://digilander.libero.it/krystis/...nto_Fucino.pdf

    Ma quello era un lago grande.

  2. #12
    Uragano L'avatar di Marco.Iannucci
    Data Registrazione
    02/09/06
    Località
    Formia/Napoli
    Età
    30
    Messaggi
    16,323
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: quanto dev'essere grande un lago per poter influenzare il clima limitrofo?

    In sardegna so che un paesino interno da quando si è visto allagare la piana sottostante con un bacino artificiale si è visto aumentare la t minima invernale e l'umidità, con frequenti nebbioline e foschie prima quasi assenti del tutto

  3. #13
    Bava di vento
    Data Registrazione
    06/11/16
    Località
    Palmi (RC)
    Età
    35
    Messaggi
    106
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: quanto dev'essere grande un lago per poter influenzare il clima limitrofo?

    Ciao un laghetto artificiale normale mitiga in qualche modo il clima? Ad esempio mitiga le alte temperature estive o non permette l'inversione termica?

  4. #14
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,031
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: quanto dev'essere grande un lago per poter influenzare il clima limitrofo?

    Citazione Originariamente Scritto da Cristian Calabria Visualizza Messaggio
    Ciao un laghetto artificiale normale mitiga in qualche modo il clima? Ad esempio mitiga le alte temperature estive o non permette l'inversione termica?
    laghetto "artificiale normale" cosa significa?di quale estensione si parla? Le misure di temperatura per definire la mitigazione quanto sono distanti dall'acqua?

  5. #15
    Bava di vento
    Data Registrazione
    06/11/16
    Località
    Palmi (RC)
    Età
    35
    Messaggi
    106
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: quanto dev'essere grande un lago per poter influenzare il clima limitrofo?

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro(Foiano) Visualizza Messaggio
    laghetto "artificiale normale" cosa significa?di quale estensione si parla? Le misure di temperatura per definire la mitigazione quanto sono distanti dall'acqua?
    circa 1-1,50 m di profondità, e 3-5 m di larghezza. Distanza dall'acqua tra la 'riva' del laghetto e 5 m di distanza.

  6. #16
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,031
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: quanto dev'essere grande un lago per poter influenzare il clima limitrofo?

    Citazione Originariamente Scritto da Cristian Calabria Visualizza Messaggio
    circa 1-1,50 m di profondità, e 3-5 m di larghezza. Distanza dall'acqua tra la 'riva' del laghetto e 5 m di distanza.
    si credo che in questo caso se la ventilazione sul sensore proviene dallo specchio d'acqua può influire sull'andamento termico anche se il sensore è a 5 metri piani di distanza.
    Ci sono un sacco di esempi di sensori termometrici sopra i fiumi o laghi in cui l'effetto dell'acqua è evidente visto che si tratta di una superficie con capacità termica differente dal terreno erboso.
    Ultima modifica di Alessandro(Foiano); 13/03/2017 alle 18:32

  7. #17
    Vento forte
    Data Registrazione
    29/01/14
    Località
    Alpignano(TO)
    Età
    22
    Messaggi
    4,205
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: quanto dev'essere grande un lago per poter influenzare il clima limitrofo?

    Un altro esempio di lago (ma sarebbe meglio dire laghi....) è quello di Avigliana che mitiga pesantemente la zona circostrante e infatti non è raro che ad Avigliana sfiocchetti e già da me a 15 km di distanza abbia fatto 2-3 cm con temperature che differiscono anche di 2-3°

  8. #18
    Calma di vento
    Data Registrazione
    30/03/17
    Località
    RM
    Messaggi
    14
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: quanto dev'essere grande un lago per poter influenzare il clima limitrofo?

    Citazione Originariamente Scritto da carlo cantoni Visualizza Messaggio
    Vorrei aggiungere la mia esperienza.
    Io vivo a Viterbo, capoluogo di provincia più settentrionale del Lazio. Circa 20 km a Nord della mia città si estende il lago di Bolsena, quinto lago italiano per estensione, bacino di origine vulcanica di 114 kmq e quasi 150 mt di profondità.
    Devo dire Viterbo a 20 km non risente della vicinanza del lago, ma i paesi circostanti che sorgono sulle rive (Marta, Capodimonte, Bolsena) ne sono influenzati decisamente.
    Marta (305 mt slm) ad esempio, pur essendo più o meno alla stessa altitudine della mia città (Viterbo) in inverno è mediamente almeno un paio di gradi più calda ed in estate più fresca.
    Quindi personalmente posso dire che l'influenza del lago si fa sentire notevolmente nelle immediate vicinanze, ma, nonostante l'estensione, gli effetti non si propagano molto lontano anche perchè il bacino è cinto quasi interamente da una corona collinare (ben visibile dall'immagine) che costituisce barriera naturale.

    Immagine


    Inserisco anche delle immagini suggestive di Marta prese alla fine del famigerato dicembre 1996 (foto Guerrini e Petroselli)
    Mi scuso se questa non è la sezione fotografica. Se necessario toglierò subito le immagini.

    Immagine


    Immagine



    Immagine



    Immagine


    Immagine



    Sono cresciuto a Capodimonte e confermo quanto hai scritto sull'influenza del lago. C'è anche differenza tra versante nord del lago (Bolsena) e sud (Capodimonte), poca roba ma abbastanza per far depositare la neve al suolo soltanto a nord in caso di forti rodanate (ti puoi immaginare quanto rosicavo da piccolo!).

    Uno dei più bei ricordi della mia infanzia, è una passeggiata a Marta più o meno nelle stesse condizioni delle foto che hai postato ma era un altro inverno degli anni '80.

    Lo spettacolo più bello in assoluto la zona del porto a Capodimonte nel Gennaio '85. Porto totalmente sommerso da uno spesso strato di ghiaccio, con la forte tramontana era una roulette russa camminarci (qualcuno lo faceva...) i ciuffi dei campi in erba adiacenti erano ricoperti da ghiaccio durissimo, sembravano più sottovetro che sotto ghiacchio...che ricordi

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •