Visualizza Risultati Sondaggio: Città/area più mite d'Italia (minore escursione termica media stagionale)

Partecipanti
29. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Golfo di Gaeta (Da Terracina a Formia)

    4 13.79%
  • Golfo di Napoli (Napoli)

    2 6.90%
  • Golfo di Salerno (Salerno)

    0 0%
  • Salento costiero (Lecce inclusa)

    1 3.45%
  • Costa sicula nord (Palermo)

    1 3.45%
  • Costa sicula est (Catania)

    1 3.45%
  • Stretto di Messina (Messina e Reggio)

    3 10.34%
  • Costa Ragusana-Trapanese

    4 13.79%
  • Calabria ionica

    0 0%
  • Ponente ligure

    8 27.59%
  • Costa sarda meridionale ( zonaCagliaritano)

    2 6.90%
  • Costa sarda occidentale ( zona Alghero)

    1 3.45%
  • Litorale romano (area romana più costiera inclusa)

    0 0%
  • Livornese-Versilia

    2 6.90%
  • Maremma toscolaziale (Viterbo-Piombino)

    0 0%
Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 36 di 36
  1. #31
    Tempesta violenta L'avatar di Dream Design
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli coll. 249 mt.
    Età
    30
    Messaggi
    14,038
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    la costa da Terracina fino a Castel Volturno è leggermente più calda di quella da Castel V. fino a Salerno perchè il Golfo di Napoli è più protetto

    ma parliamo di pochi decimi eh ...

    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!

    www.faceweather.it

  2. #32
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    14,920
    Menzionato
    32 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Citazione Originariamente Scritto da Giuffrey Visualizza Messaggio
    la costa da Terracina fino a Castel Volturno è leggermente più calda di quella da Castel V. fino a Salerno perchè il Golfo di Napoli è più protetto

    ma parliamo di pochi decimi eh ...
    Certo che la Campania come stazioni ufficiali è una desolazione...Capodichino sono anni che sclera nell'indifferenza degli addetti ai lavori,Pontecagnano ha una serie piena di buchi,Grazzanise fa minime da campagna uzbeka,Trevico è indicativa solo delle vette appenniniche...
    Scoraggiato,ormai pratico il fai-da-te,visto che non è che posso andare sempre in rete a cercare i dati,uno deve pur fare altro nella vita
    L'unica consolazione è il Televideo regionale,che ha potenziato il servizio da diversi anni.
    Meglio,cmq,quando vado in Abruzzo/Molise,c'è una buona rete di stazioni con dati facilmente reperibili,soprattutto nel vastese e nell'isernino(Isernia e Venafro).
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  3. #33
    Uragano L'avatar di albedo
    Data Registrazione
    27/06/02
    Località
    Prato
    Età
    59
    Messaggi
    28,271
    Menzionato
    23 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Certo che la Campania come stazioni ufficiali è una desolazione...Capodichino sono anni che sclera nell'indifferenza degli addetti ai lavori,Pontecagnano ha una serie piena di buchi,Grazzanise fa minime da campagna uzbeka,Trevico è indicativa solo delle vette appenniniche...
    Scoraggiato,ormai pratico il fai-da-te,visto che non è che posso andare sempre in rete a cercare i dati,uno deve pur fare altro nella vita
    L'unica consolazione è il Televideo regionale,che ha potenziato il servizio da diversi anni.
    Meglio,cmq,quando vado in Abruzzo/Molise,c'è una buona rete di stazioni con dati facilmente reperibili,soprattutto nel vastese e nell'isernino(Isernia e Venafro).
    Una volta c'erano anche Ponza Campo Inglese, Capri Semaforo, Pontecagnano aeronautica e Capo Palinuro aeronautica. Quando facevo le medie campane integravo con Avellino e Benevento ed ero a cavallo.

    RECORD PRATO+PRATO EST 1921-2014: Anno + freddo: 13,4° (1940); Anno + caldo 16,4° (1943); Anno + piovoso 1788,1 mm (1937);
    Anno + asciutto 503,8 mm (1945); Min. assoluta - 13,8° (11 gen 1985); Max assoluta 41,0° (7 lug 1952); Mese + freddo 0,2° (feb 1929); Mese + caldo 28,9° (ago 2003)

  4. #34
    Uragano L'avatar di Marco.Iannucci
    Data Registrazione
    02/09/06
    Località
    Formia/Napoli
    Età
    31
    Messaggi
    16,422
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Certo che la Campania come stazioni ufficiali è una desolazione...Capodichino sono anni che sclera nell'indifferenza degli addetti ai lavori,Pontecagnano ha una serie piena di buchi,Grazzanise fa minime da campagna uzbeka,Trevico è indicativa solo delle vette appenniniche...
    Scoraggiato,ormai pratico il fai-da-te,visto che non è che posso andare sempre in rete a cercare i dati,uno deve pur fare altro nella vita
    L'unica consolazione è il Televideo regionale,che ha potenziato il servizio da diversi anni.
    Meglio,cmq,quando vado in Abruzzo/Molise,c'è una buona rete di stazioni con dati facilmente reperibili,soprattutto nel vastese e nell'isernino(Isernia e Venafro).
    la Campania è piena invece di stazioni amatoriali, specie napoli. visto che ormai l'affidabilità è la stessa direi di considerare anche quelle.
    Io vorrei piazzare una bella stazione meteo a Napoli, purtroppo però non ho terrazze come qui a Formia

  5. #35
    Vento moderato
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,275
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Citazione Originariamente Scritto da Borat Visualizza Messaggio
    Questo vale per quasi tutte o tutte le regioni che abbiano una parte montana e una costiera, o una in una grande pianura come la Pianura Padana e una alpina, dove i pendii rialzati mitigano le escursioni e le medie invernali riducendo le escursioni stagionali.

    I risultati dati dipendono strettamente dalla composizione del pool di stazioni disponibili; trattandosi del database climatico dell'ENEA sono perlopiù stazioni urbane in centri abitati di un qualche rilievo. Quella roba può avere (forse) qualche pertinenza per la popolazione, ma penso proprio non per il territorio. La base regionale è troppo ampia per ricavarci qualcosa di buono perché poche regioni hanno un'orografia tanto semplice da rappresentarla con una manciata di stazioni urbane.
    Per avere risultati rappresentativi del territorio bisognerebbe che le coordinate delle stazioni fossero randomizzate sul territorio, oppure disporre di stazioni collocate con scelta ragionata in base a qualche criterio di rappresentatività, ma così non è: c'è quel che passa il convento.
    Condivido... però attenzione, la Liguria appartiene contemporaneamente al versante occidentale della Penisola (il 71% di territorio tributario del Mar Ligure) e al versante padano-orientale (il 29% tributario del Po e quini dell'Adriatico) e questo la rende una regione davvero difficile da "schematizzare"... se poi si prendono in esame territori amministrativi più piccoli si scoprono cose sconcertanti, ad esempio l'area metropolitana genovese (che comprende il capoluogo ligure e la maggior parte dei comuni del suo hinterland), insiste per circa il 54% della propria superficie nella Val Padana, mentre se il riferimento è quello provinciale allora il 41% è padano e il 59% ligure-marittimo (Savona rispettivamente il 43 e 57%)...

    Per cui credo che in questa discussione abbia più senso riferirsi alle località provviste di una stazione meteo attendibile e a norma, piuttosto che al loro contesto regionale...

  6. #36
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Citazione Originariamente Scritto da galinsoga Visualizza Messaggio
    Per cui credo che in questa discussione abbia più senso riferirsi alle località provviste di una stazione meteo attendibile e a norma, piuttosto che al loro contesto regionale...
    Ovviamente questo impedisce ogni forma di sintesi e di visione d'insieme; vedendo i dati regionali e provinciali si vede che trend provinciali e regionali ce n'è a iosa e rinunciare a guardarli perché a Passerano Marmorito c'è conoide e da una parte si va a est e dall'altra a ovest non mi sembra una gran idea. In un'immagine a video composta da molti punti o guardi i singoli punti o ti allontani un po' e guardi l'immagine complessiva. Si può scegliere di fare il passo indietro, non vedere più tanto bene i singoli punti (Passerano Marmorito, questa o quella città...) e vedere il paesaggio d'insieme. Si può anche preferire di concentrarsi sui singoli punti, materia di preferenze.
    Piuttosto è seria la questione delle stazioni attendibili e a norma; trattandosi del database ENEA, costituito perlopiù da vecchie stazioni Idrografico, ho serissimi dubbi su entrambi i parametri. Aggiungerei che vedendo i dati di certe aree vengono anche serissimi dubbi su manutenzione e taratura di molte stazioni di una volta. Ma ormai i dati sono lì e ce li teniamo così.
    Ultima modifica di Borat; 24/09/2011 alle 20:55

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •