Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16

Discussione: Note sulle waves

  1. #1
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di steph
    Data Registrazione
    23/08/06
    Località
    Lugano (Svizzera ita
    Messaggi
    6,006
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Note sulle waves

    Trovo che ci sia una diffusa confusione nel panorama forumistico (ma anche su alcuni blog) circa la rappresentazione e il significato delle onde emisferiche.
    La associazione che si legge di più è la seguente:
    wave1 = onda pacifica
    wave2 = onda atlantica

    Non so perché e da quando si sia diffusa questa equazione, ma va ricordato che è sbagliata fin dalla base.

    Metto solo alcune note essenziali, onde evitare ulteriori futuri fraintendimenti.

    Le waves sono onde planetarie calcolate a partire dal campo del geopotenziale tramite analisi di Fourier: ne possiamo trovare quante ne vogliamo (1,2,3,4,5 etc etc) ma in genere in troposfera si troncano a 4 perché i numeri d'onda superiori contribuiscono ben poco. Nella parte medio-alta della stratosfera ancora meno (tipicamente sono troncate a 2, ma in bassa stratosfera possono anche essere 3).

    Ecco un bel lavoro pionieristico (Van Loon, Jenne, Labitzke 1973) di analisi che parla proprio delle onde armoniche zonali nel cuore della stagione invernale (gennaio):

    Zonal harmonic standing waves - Loon - 2012 - Journal of Geophysical Research - Wiley Online Library

    Ed ecco, da quel lavoro, un'immagine esplicativa che mostra il profilo longitudinale dell'altezza della superficie isobarica di 500 hPa a gennaio a 50 gradi N in cui con le R sono indicate le creste d'onda o promontori (Ridge) e con le T i ventri d'onda o saccature (Troughs) delle prime 4 onde armoniche zonali, come si vede la massima deviazione del geopotenziale a 500 hPa dalla media zonale si osserva in Atlantico vicino alle coste occidentali europee ed è dovuto alla co-presenza di 3 creste d'onda e e all'assenza di ventri d'onda.

    Note sulle waves-wavest.png

    La wave 1, dunque, non è l'alta aleutinica ma un'onda planetaria con una singola cresta d'onda che da climatologia a 500 hPa si trova centrata sull'europa occidentale e si sposta rapidamente verso ovest salendo di quota in stratosfera; la posizione non è fissa ma può variare lungo l'intera circonferenza terrestre.

    La wave 2, a sua volta, non è l'alta atlantica ma è un'onda planetaria con 2 creste d'onda la cui fase (posizione di una delle due creste d'onda tra 0 e 180E) si trova da climatologia a 500 hPa sulla Russia e la seconda cresta d'onda è sfasata di 180° e si trova nel nord del Pacifico fra il Golfo d'Alaska e la costa nordamericana, e di nuovo il tutto si sposta rapidamente verso ovest salendo di quota in stratosfera.
    Da notare anzi come sul Nordatlantico si trovi una delle due saccature, da climatologia centrata a 50W (l'altra è sull'est asiatico), vedi immagine sotto (in rosso: ridges e in blu troughs della wave 2).

    Note sulle waves-schermata-2014-01-14-10.33.34.jpg

    La wave 3 è un'onda planetaria con 3 creste d'onda la cui fase (posizione di una delle 3 creste d'onda tra 0 e 120E) si trova da climatologia a 500 hPa a 100E e le altre 2 creste d'onda sono sfasate di 120° tra di loro (quindi si trovano a 140W e 20W, quindi in pieno Nordatlantico al largo delle isole britanniche, mentre da climatologia una delle 3 saccature giace sull'Europa orientale).
    Quindi, semmai, per avere il ridge nordatlantico tanto spesso auspicato, occorre sperare in pattern emisferico caratterizzato da 3 onde planetarie, con questo la probabilità aumenta.

    Note sulle waves-schermata-2012-11-17-15.19.23.pngNote sulle waves-wav.png
    Ultima modifica di steph; 14/01/2014 alle 21:28
    ~~~ Always looking at the sky~~~








  2. #2
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    37
    Messaggi
    1,590
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Note sulle waves

    Ma infatti si vede bene dall'analisi del gruppo di berlino che specie tra il 20 dicembre e inizio gennaio abbiamo avuto appunto una wave2 piuttosto attiva nel campo del geopotenziale, tra l'altro grossomodo nella sua posizione climatologica ed il tutto mentre in atlantico c'erano profonde depressioni...


    Anche se bisognerebbe guardare alla deviazione dalla media zonale piuttosto che alle anomalie si vede bene il pattern della wave2:

    Note sulle waves-compday.6ugyyx2lmr.gif
    Ultima modifica di elz; 14/01/2014 alle 11:53

  3. #3
    Burrasca forte L'avatar di Lorenzo Catania
    Data Registrazione
    16/07/06
    Località
    Livorno
    Età
    39
    Messaggi
    9,841
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Note sulle waves

    Oooh, finalmente capisco che cosa cavolo si intende con 'ste waWes!
    Grazie
    "La meteorologia è una scienza inesatta, che elabora dati incompleti, con metodi discutibili per fornire previsioni inaffidabili" (A. Baroni)

  4. #4
    Bava di vento
    Data Registrazione
    14/08/10
    Località
    Cosenza
    Età
    35
    Messaggi
    62
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Note sulle waves

    Mi unisco ai ringraziamenti. Siete grandi!

  5. #5
    Bava di vento
    Data Registrazione
    14/08/10
    Località
    Cosenza
    Età
    35
    Messaggi
    62
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Note sulle waves

    Una domanda: nell'ultima immagine del post di steph la figura d) corrisponde alle anomalie legate ad un pattern corrispondente all'azione forzante delle 3 onde, o soltanto della prima e della seconda onda?

  6. #6
    Burrasca L'avatar di Ciccio Scozzese
    Data Registrazione
    26/07/08
    Località
    Berlino - Crevacuore
    Età
    28
    Messaggi
    5,608
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Note sulle waves

    Ottimo spunto, Steph. C'e' in giro parecchia confusione in giro a riguardo. Stai facendo contenti i miei vicini di ufficio.
    "Se le sciocchezze fossero materia imponibile, alcuni personaggi subirebbero aliquote confiscatorie"

    Ciao Tub.

  7. #7
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di steph
    Data Registrazione
    23/08/06
    Località
    Lugano (Svizzera ita
    Messaggi
    6,006
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Note sulle waves

    Citazione Originariamente Scritto da luposilano Visualizza Messaggio
    Una domanda: nell'ultima immagine del post di steph la figura d) corrisponde alle anomalie legate ad un pattern corrispondente all'azione forzante delle 3 onde, o soltanto della prima e della seconda onda?
    Solo della prima e della seconda onda.
    ~~~ Always looking at the sky~~~








  8. #8
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di steph
    Data Registrazione
    23/08/06
    Località
    Lugano (Svizzera ita
    Messaggi
    6,006
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Note sulle waves

    Citazione Originariamente Scritto da Ciccio Scozzese Visualizza Messaggio
    Ottimo spunto, Steph. C'e' in giro parecchia confusione in giro a riguardo. Stai facendo contenti i miei vicini di ufficio.
    Thanks. E chi sono questi tuoi vicini?
    ~~~ Always looking at the sky~~~








  9. #9
    Burrasca L'avatar di Ciccio Scozzese
    Data Registrazione
    26/07/08
    Località
    Berlino - Crevacuore
    Età
    28
    Messaggi
    5,608
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Note sulle waves

    Citazione Originariamente Scritto da steph Visualizza Messaggio
    Thanks. E chi sono questi tuoi vicini?
    Karin Labitzke e il gruppo di Mittelere Atmosphäre.
    "Se le sciocchezze fossero materia imponibile, alcuni personaggi subirebbero aliquote confiscatorie"

    Ciao Tub.

  10. #10
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    37
    Messaggi
    1,590
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Note sulle waves

    Citazione Originariamente Scritto da luposilano Visualizza Messaggio
    Una domanda: nell'ultima immagine del post di steph la figura d) corrisponde alle anomalie legate ad un pattern corrispondente all'azione forzante delle 3 onde, o soltanto della prima e della seconda onda?
    d) rappresenta la deviazione climatologica(NDJFM) del geopotenziale dalla media zonale che poi si scompone nelle varie waves, ed è diverso dalle anomalie specie in area polare, ad esempio se c'è una profonda anomalia negativa centrata sul polo ci sarà una grossa anomalia negativa dei gpt ma la deviazione dalla media zonale è nulla.
    Comunque proviene da qui:
    https://ams.confex.com/ams/19Fluid17...LI_inpress.pdf

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •