Pagina 11 di 14 PrimaPrima ... 910111213 ... UltimaUltima
Risultati da 101 a 110 di 139
  1. #101
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    12/08/14
    Località
    Verona (VR)
    Messaggi
    355
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Catenanuova/Sicilia...per approfondire

    Citazione Originariamente Scritto da alcantara Visualizza Messaggio
    La temperatura crolla ad una data ora anche da me, pure di 5-6 gradi come se nulla fosse, oggi sono passato da 34 gradi delle 17:30 a 23 gradi delle 19:30, ora ce ne sono 20. Non so perché, da me cambia il vento, neanche questo mi sembra strano.
    Comunque in genere le temperature massime, nelle pianure o fondivalle interni, quando il tempo è completamente anticiclonico (cielo sereno, venti deboli ecc.), si raggiungono verso le 15, 16 o 17, a volte persino più tardi, e in genere restano costanti fino a circa un'ora prima del tramonto; poi scendono costantemente fino circa all'alba. Guardate ad esempio le temperature orarie delle località della pianura padana, di Bolzano, di Aosta, di Perugia Sant'Egidio ecc., e troverete un comportamento molto simile.
    Completamente diverso è il discorso per le località relativamente vicine al mare (fino a 15/20 chilometri): qui le temperature spesso scendono bruscamente non appena la località viene raggiunta dalle brezze marine (seppur attenuate). Anche a Sigonella, per esempio, che dista solo 15 km dal mare, talvolta càpita che la temperatura scenda quasi bruscamente non appena il vento si orienta da est. Quindi il crollo precoce della stazione di jovi72 (Villagrazia di Palermo), che è a soli 5 o 6 km dal mare, o anche di quella di alcantara (Francavilla di Sicilia), che dista dal mare una quindicina di chilometri, si spiegano facilmente. Ma il picco precoce, e quindi il calo precoce, di Presa Dittaino, che dista dal mare oltre 50 km, quindi circa quanto Ferrara, sinceramente non riesco a spiegarmelo! Come mai si comporta così diversamente dalle stazioni di pianura interna di AM, anche a parità di condizioni meteorologiche? Discorso simile vale per Catenanuova, che dal mare dista circa 35 km.
    Chariamente, se una stazione è poco schermata, allora si spiega tutto, perché la temperatura avrà molta meno inerzia. Provate a mettere un termometro per terra, direttamente sotto il sole, e vedrete che alle 17 la temperatura sarà scesa già di una quindicina di gradi rispetto al picco massimo.

  2. #102
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    16,639
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Catenanuova/Sicilia...per approfondire

    se il frumento si può coltivare come sul Campidano e in gran parte delle campagne italiane, direi che il terreno siciliano

    presenta caratteristiche tali in cui la vegetazione mediterranea possa tranquillamente essere presente.

    Il fatto invece che si vada a misurare la temperatura in un punto non idoneo è un altro paio di maniche

    ed è un punto importante che non riguarda sicuramente solo Catenanuova.

  3. #103
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    20/05/04
    Località
    Colonia/Germania
    Messaggi
    583
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Catenanuova/Sicilia...per approfondire

    Citazione Originariamente Scritto da davide3 Visualizza Messaggio
    Comunque in genere le temperature massime, nelle pianure o fondivalle interni, quando il tempo è completamente anticiclonico (cielo sereno, venti deboli ecc.), si raggiungono verso le 15, 16 o 17, a volte persino più tardi, e in genere restano costanti fino a circa un'ora prima del tramonto; poi scendono costantemente fino circa all'alba. Guardate ad esempio le temperature orarie delle località della pianura padana, di Bolzano, di Aosta, di Perugia Sant'Egidio ecc., e troverete un comportamento molto simile.
    Completamente diverso è il discorso per le località relativamente vicine al mare (fino a 15/20 chilometri): qui le temperature spesso scendono bruscamente non appena la località viene raggiunta dalle brezze marine (seppur attenuate). Anche a Sigonella, per esempio, che dista solo 15 km dal mare, talvolta càpita che la temperatura scenda quasi bruscamente non appena il vento si orienta da est. Quindi il crollo precoce della stazione di jovi72 (Villagrazia di Palermo), che è a soli 5 o 6 km dal mare, o anche di quella di alcantara (Francavilla di Sicilia), che dista dal mare una quindicina di chilometri, si spiegano facilmente. Ma il picco precoce, e quindi il calo precoce, di Presa Dittaino, che dista dal mare oltre 50 km, quindi circa quanto Ferrara, sinceramente non riesco a spiegarmelo! Come mai si comporta così diversamente dalle stazioni di pianura interna di AM, anche a parità di condizioni meteorologiche? Discorso simile vale per Catenanuova, che dal mare dista circa 35 km.
    Chariamente, se una stazione è poco schermata, allora si spiega tutto, perché la temperatura avrà molta meno inerzia. Provate a mettere un termometro per terra, direttamente sotto il sole, e vedrete che alle 17 la temperatura sarà scesa già di una quindicina di gradi rispetto al picco massimo.

    Opure nelle vicinanze dello schermo ci sono fonti di calore artificiali come un muro...un parcheggio etc. come nella stazione di Catenanuova.... Non per caso la stazione di assoro e Libertinia sono scesi piu presto di catenanuova.

  4. #104
    Calma di vento
    Data Registrazione
    21/08/14
    Località
    TORRICE (FR)
    Messaggi
    42
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Catenanuova/Sicilia...per approfondire

    Scusate, ma sulle caratteristiche che una stazione deve avere per essere a norma si è discusso già nelle pagine iniziali.
    Quella di Catenanuova rispetta (con una percentuale di dubbio molto molto bassa) le regole di una stazione urbana o , per meglio dire, semi-urbana.

    Poi è chiaro, una stazione la si può collocare ovunque, in aperta campagna o nel cuore del Sahara distante centinaia di chilometri dal più vicino villaggio, ma non è questo che la rende più o meno a norma rispetto ad una posta a ridosso di un centro urbano.

    Fra l'altro chi lo dice che se posta più lontana dal centro abitato le temperature non sarebbero ancora più elevate ?

    Secondo me, a forza di far le pulci alla stazione, si trascura l'ubicazione di Catenanuova.
    Tutta quella zona ha massime roventi in presenza di correnti calde da ovest-sudovest (questo è dimostrato dai dati delle stazioni più vicine) ma Catenanuova è posta in una piccola conca trasversale alla Valdittaino (cioè dove si trova Libertinia, ad es.).
    Le temperature, io non lo escludo, potrebbero essere enfatizzate anche da questo fattore geografico; del resto tutti sappiamo come differenze di qualche grado possono registrarsi anche a qualche centinaio di metri di distanza se cambia la "geografia" dei luoghi .

  5. #105
    Calma di vento
    Data Registrazione
    21/08/14
    Località
    TORRICE (FR)
    Messaggi
    42
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Catenanuova/Sicilia...per approfondire

    Citazione Originariamente Scritto da davide3 Visualizza Messaggio
    Comunque in genere le temperature massime, nelle pianure o fondivalle interni, quando il tempo è completamente anticiclonico (cielo sereno, venti deboli ecc.), si raggiungono verso le 15, 16 o 17, a volte persino più tardi, e in genere restano costanti fino a circa un'ora prima del tramonto; poi scendono costantemente fino circa all'alba. Guardate ad esempio le temperature orarie delle località della pianura padana, di Bolzano, di Aosta, di Perugia Sant'Egidio ecc., e troverete un comportamento molto simile.
    Completamente diverso è il discorso per le località relativamente vicine al mare (fino a 15/20 chilometri): qui le temperature spesso scendono bruscamente non appena la località viene raggiunta dalle brezze marine (seppur attenuate). Anche a Sigonella, per esempio, che dista solo 15 km dal mare, talvolta càpita che la temperatura scenda quasi bruscamente non appena il vento si orienta da est. Quindi il crollo precoce della stazione di jovi72 (Villagrazia di Palermo), che è a soli 5 o 6 km dal mare, o anche di quella di alcantara (Francavilla di Sicilia), che dista dal mare una quindicina di chilometri, si spiegano facilmente. Ma il picco precoce, e quindi il calo precoce, di Presa Dittaino, che dista dal mare oltre 50 km, quindi circa quanto Ferrara, sinceramente non riesco a spiegarmelo! Come mai si comporta così diversamente dalle stazioni di pianura interna di AM, anche a parità di condizioni meteorologiche? Discorso simile vale per Catenanuova, che dal mare dista circa 35 km.
    Chariamente, se una stazione è poco schermata, allora si spiega tutto, perché la temperatura avrà molta meno inerzia. Provate a mettere un termometro per terra, direttamente sotto il sole, e vedrete che alle 17 la temperatura sarà scesa già di una quindicina di gradi rispetto al picco massimo.
    per quanto mi riguarda posso dirti che la scorsa estate ho seguito, per qualche settimana, l'andamento in parallelo di Sigonella e Catenanuova, riscontrando che si comportano in maniera molto simile.
    La differenza è che Sigonella non solo è molto più vicina al mare ma ha un potenziale adiabatico per nulla confrontabile con quello di Catenanuova, che ripeto, ha un'ubicazione particolare, diversa anche da quella della pur vicina Libertinia con la quale spesso viene messa a confronto.

    Basta pensare che pur trovandosi praticamente alla stessa altitudine Libertinia è ubicata nella valle del fiume Dittaino, mentre Catenanuova è in una sorta di conca perpendicolare alla stessa valle.
    La posizione e la geografia di Catenanuova (potrò sbagliare ma la vedo così) è più "chiusa" rispetto a Libertinia e fra l'altro (sempre da un indagine da me effettuata su un campione piccolo ma significativo di dati) la differenza delle max estive tra le due stazioni è stata, lo scorso agosto, di appena 1,2 gradi
    Ultima modifica di salvatore 1977; 08/05/2015 alle 20:19

  6. #106
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    20/05/04
    Località
    Colonia/Germania
    Messaggi
    583
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Catenanuova/Sicilia...per approfondire

    Citazione Originariamente Scritto da salvatore 1977 Visualizza Messaggio
    per quanto mi riguarda posso dirti che la scorsa estate ho seguito, per qualche settimana, l'andamento in parallelo di Sigonella e Catenanuova, riscontrando che si comportano in maniera molto simile.
    La differenza è che Sigonella non solo è molto più vicina al mare ma ha un potenziale adiabatico per nulla confrontabile con quello di Catenanuova, che ripeto, ha un'ubicazione particolare, diversa anche da quella della pur vicina Libertinia con la quale spesso viene messa a confronto.

    Basta pensare che pur trovandosi praticamente alla stessa altitudine Libertinia è ubicata nella valle del fiume Dittaino, mentre Catenanuova è in una sorta di conca perpendicolare alla stessa valle.
    La posizione e la geografia di Catenanuova (potrò sbagliare ma la vedo così) è più "chiusa" rispetto a Libertinia e fra l'altro (sempre da un indagine da me effettuata su un campione piccolo ma significativo di dati) la differenza delle max estive tra le due stazioni è stata, lo scorso agosto, di appena 1,2 gradi

    La stazione di Catenanuova e 201 mt. secondo google earth... e quella di Libertinia a 189 mt. secondo earth... con la differenza che Libertinia e ancora piu al interno. Allora qualcosa non quadra. Libertinia e piu bassa e piu interna ,ma lo stesso piu fredda? Posto una foto della stazione di Libertinia.... quella si che e a norma.... vedendo questa foto e le altre foto delle stazioni postate da me una pagina prima.... come si fa ancora a dire che Catenanuova non sovrastima? Non voglio dire che li non fa caldo anzi e chiaro che tutta quella zona e un forno... ma Catenanuova non e a norma.

    Catenanuova/Sicilia...per approfondire-l.jpg

  7. #107
    Calma di vento
    Data Registrazione
    21/08/14
    Località
    TORRICE (FR)
    Messaggi
    42
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Catenanuova/Sicilia...per approfondire

    Citazione Originariamente Scritto da EmilioCT Visualizza Messaggio
    Ecco le regole:

    Stazioni urbane;
    Termo/igrometro Da 1.70 a 9.50 di altezza, ad almeno 1.50 metri da un muro o 2.00 metri dal tetto. In caso di installazione al suolo su prato erboso con distanza minima di almeno 4 metri da ostacoli verticali, in caso di installazione su terrazzo/balcone, sporgente verso l'esterno del balcone o terrazzo, in caso di installazione su tetto ad almeno 2.00 metri dalle tegole.
    Esposizione verso la zona più soleggiata.

    Extraurbane
    Termo/igrometro da 1.70 a 2.00 metri Superficie erbosa obbligatoria, esposizione schermo solare a Sud, distanza da eventuali edifici, almeno 10 metri.
    Riprendo questo post di Emilio per evidenziare i requisiti che una stazione semi-urbana come quella di Catenanuova deve avere.
    Sono parametri che, approssimativamente, sembrano rispettati da Catenanuova (purtroppo solo andando sul luogo a fare ogni singola misurazione potremmo avere la certezza assoluta, ma in linea di massima sembra proprio che ci siamo).

    Premesso poi che altitudine e continentalità sono importanti ma non possono spiegare sempre tutto, io direi che Libertinia, essendo in aperta campagna, ha meno influenza di elementi antropici rispetto a Catenanuova, ma questo non è sinonimo di dire che Catenanuova non è a norma.

    Una stazione più è lontana da elementi antropici più rispetta la "purezza" della temperatura dell'aria ma questo non è utile alla discussione perchè può essere interessante e utile anche misurare la temperatura che c'è nel bel mezzo di una metropoli;anzi, a mio vedere, è anche più utile e interessante che misurarla in zone selvagge.

  8. #108
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    12/08/14
    Località
    Verona (VR)
    Messaggi
    355
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Catenanuova/Sicilia...per approfondire

    Citazione Originariamente Scritto da coloniamanfredonia Visualizza Messaggio
    Opure nelle vicinanze dello schermo ci sono fonti di calore artificiali come un muro...un parcheggio etc. come nella stazione di Catenanuova.... Non per caso la stazione di assoro e Libertinia sono scesi piu presto di catenanuova.
    Ma io dico proprio il contrario, e cioè che scendono tutte troppo presto!

    Citazione Originariamente Scritto da salvatore 1977 Visualizza Messaggio
    per quanto mi riguarda posso dirti che la scorsa estate ho seguito, per qualche settimana, l'andamento in parallelo di Sigonella e Catenanuova, riscontrando che si comportano in maniera molto simile.
    La differenza è che Sigonella non solo è molto più vicina al mare ma ha un potenziale adiabatico per nulla confrontabile con quello di Catenanuova, che ripeto, ha un'ubicazione particolare, diversa anche da quella della pur vicina Libertinia con la quale spesso viene messa a confronto.

    Basta pensare che pur trovandosi praticamente alla stessa altitudine Libertinia è ubicata nella valle del fiume Dittaino, mentre Catenanuova è in una sorta di conca perpendicolare alla stessa valle.
    La posizione e la geografia di Catenanuova (potrò sbagliare ma la vedo così) è più "chiusa" rispetto a Libertinia e fra l'altro (sempre da un indagine da me effettuata su un campione piccolo ma significativo di dati) la differenza delle max estive tra le due stazioni è stata, lo scorso agosto, di appena 1,2 gradi
    Ma proprio questo non capisco, cioè come mai Catenanuova, Presa Dittaino e quasi tutte le stazioni dell'osservatorio acque si comportino in stile "quasi mare", cioè come Sigonella, Amendola ecc, invece che come una stazione di pianura interna. Se Ferrara, Perugia, Aosta, Bolzano, Treviso, Arezzo e tantissime altre raggiungono la massima alle 17 e restano quasi uguali fino alle 19, perché Catenanuova, Presa Dittaino ecc raggiungono la massima tipo alle 14 mentre alle 19 hanno già 7/8 gradi di meno?

  9. #109
    Calma di vento
    Data Registrazione
    21/08/14
    Località
    TORRICE (FR)
    Messaggi
    42
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Catenanuova/Sicilia...per approfondire

    Citazione Originariamente Scritto da davide3 Visualizza Messaggio
    Ma proprio questo non capisco, cioè come mai Catenanuova, Presa Dittaino e quasi tutte le stazioni dell'osservatorio acque si comportino in stile "quasi mare", cioè come Sigonella, Amendola ecc, invece che come una stazione di pianura interna. Se Ferrara, Perugia, Aosta, Bolzano, Treviso, Arezzo e tantissime altre raggiungono la massima alle 17 e restano quasi uguali fino alle 19, perché Catenanuova, Presa Dittaino ecc raggiungono la massima tipo alle 14 mentre alle 19 hanno già 7/8 gradi di meno?
    Beh, questo non saprei spiegarlo..
    Premesso comunque che la posizione geografica della Sicilia nulla a che vedere con il nord Italia, posso solo ipotizzare che fino ad una certa ora prevalgono correnti da ovest-sud ovest più calde che ad un certo punto della giornata lasciano il campo a correnti più fresche da altri quadranti (ma il perchè non lo so).

    In ogni caso questo allontana il dubbio che le temperature di Catenanuova siano influenzate da elementi antropici quali case, parcheggi ecc.
    Se cosi fosse dovrebbe succedere il contrario perchè il cemento avrebbe assorbito più calore con più ore di sole e le temperature dovrebbero, appunto, essere più elevate intorno alle 17 che non alle 13-14.

  10. #110
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    12/08/14
    Località
    Verona (VR)
    Messaggi
    355
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Catenanuova/Sicilia...per approfondire

    Citazione Originariamente Scritto da salvatore 1977 Visualizza Messaggio
    Beh, questo non saprei spiegarlo..
    Premesso comunque che la posizione geografica della Sicilia nulla a che vedere con il nord Italia, posso solo ipotizzare che fino ad una certa ora prevalgono correnti da ovest-sud ovest più calde che ad un certo punto della giornata lasciano il campo a correnti più fresche da altri quadranti (ma il perchè non lo so).

    In ogni caso questo allontana il dubbio che le temperature di Catenanuova siano influenzate da elementi antropici quali case, parcheggi ecc.
    Se cosi fosse dovrebbe succedere il contrario perchè il cemento avrebbe assorbito più calore con più ore di sole e le temperature dovrebbero, appunto, essere più elevate intorno alle 17 che non alle 13-14.
    Ma infatti a me non sembra affatto che Catenanuova risenta di calore di tipo "urbano", come case e parcheggi: il calore di tipo urbano, infatti, si manifesta soprattutto nelle minime, che tendono ad essere molto più elevate, mentre le massime sono spesso addirittura più basse. Se paragoni le stazioni di Milano centro con quelle di Linate, infatti, noti che, nelle giornate assolate, le massime del centro tendono ad essere praticamente identiche a Linate (o addirittura leggermente più basse), mentre le minime sono di molti gradi più elevate. I fattori urbani, infatti, tendono ad aumentare l'inerzia, non a diminuirla. Invece Catenanuova, Presa Dittaino e le altre mi sembrano, al contrario, troppo POCO inerziali, con le massime che si raggiungono appena dopo il picco solare e le minime che, soprattutto nel caso di Presa Dittaino, sono veramente troppo basse; soprattutto, sono troppo basse nelle prime ore della sera, quando in tutte le zone interne che sono state riscaldate tutto il giorno c'è ancora un caldo terribile.
    Alessandro (Foiano) e coloniamanfredonia insistono molto sull'effetto antropico, mentre a me paiono semplicemente poco schermate (con l'effetto contrario). Se io, qui a Verona, metto un termometro su una sedia, in pieno sole e in un campo aperto, magari riparato giusto da un ombrellone, noterò che la temperatura raggiungerà un picco tipo di 40 gradi verso le 13/14, e poi scenderà velocemente; alle 17 sarà già calato di 10 gradi, mentre magari alle 19 sarà a 25. Le minime, poi, probabilmente saranno più basse di quelle effettive. Ma queste sono cose ovvie. Meno schermati sono i sensori e maggiore è l'escursione termica, perché l'aria ha un'inerzia nettamente maggiore degli oggetti direttamente scaldati dal sole.
    Possiamo anche immaginare che a Catenanuova, nel tardo pomeriggio, riesca ad arrivare una seppure attenuatissima brezza di mare che fa crollare la temperatura, ma a Presa Dittaino francamente no, perchè siamo veramente troppo all'interno.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •