Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 66
  1. #31
    Vento moderato L'avatar di Albert0
    Data Registrazione
    31/10/08
    Località
    Udine (UD)
    Età
    48
    Messaggi
    1,233
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Citazione Originariamente Scritto da Delvi83 Visualizza Messaggio
    Non sono esperto, ma una stazione meteo non deve esser controllata regolarmente? se ci sono valori sballati non si deve riparare?
    Appalti come quelli della Protezione Civile prevedono una certa manutenzione. Cioe' ogni tot controlli sul posto sensori pulisci ecc.
    Altra questione e' il monitoraggio dei dati, principalmente confrontando con stazioni vicine. Ed e' cosi che ti accorgi se un sensore umidita' si sta' deteriorando in anticipo, lo schermatura si e' sporcata, ecc. O problemi come la schermatura: compro la stazione, ma sono in grado di capire se e' schermata correttamente?
    I termini di manutenzione sono ben definibili, la qualita' del monitoraggio no solo chi conosce la meteorologia e' in grado di giudicare.
    Ecco dove sta' il problema, evidente in Friuli con il passaggio delle stazioni da ARPA a PC.
    Ultima modifica di Albert0; 08/11/2015 alle 21:48

  2. #32
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    16,426
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Citazione Originariamente Scritto da Climavariante Visualizza Messaggio
    Bè insomma il dato puntiforme al suolo non potrà mai dartelo un satellite che ha una lettura un po' diversa ed una lettura più di insieme.

    Io non credo che il satellite sappia leggere la T suolo con la stessa accuratezza della tua centralina.
    ma se la centralina deve archiviare un dato puntiforme per uso traffico aereo

    oppure per rendere conto di come si vive passeggiando in città tra asfalto e cemento,

    direi che siamo lontani dall'uso sinottico meteorologico.

  3. #33
    Brezza tesa L'avatar di Climavariante
    Data Registrazione
    20/02/08
    Località
    ROMA
    Messaggi
    801
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro(Foiano) Visualizza Messaggio
    ma se la centralina deve archiviare un dato puntiforme per uso traffico aereo

    oppure per rendere conto di come si vive passeggiando in città tra asfalto e cemento,

    direi che siamo lontani dall'uso sinottico meteorologico.

    Ma non dobbiamo confondere i piani....siccome la sanità non funziona....aboliamola!

    In linea di principio le centraline meteo a terra sono il top per lo studio della meteo e del clima. Magari quando verranno montate su droni in aperta campagna saranno misurazioni meno urbanizzate.
    Che ci siano trascuratezze è il problema centrale dovuto ovviamente al fatto che le stazioni sono tantissime e non tutte hanno la stessa possibilità di essere curate.

    Le centraline tra asfalto e cemento, sensori che stimano in più o in meno....sono aspetti collaterali di una copertura di stazioni che però è molto capillarizzata. Non tutte hanno visto cambiare l'ambiente intorno a loro.

    Dove abito io la stazione AM vigna di valle è uguale da 100 anni perché siamo in zona protetta. Tra l'altro questa vicinanza mi permette sempre di fare confronti con la mia stazione per valutare gli effetti di una collocazione domestica.

    e comunque...i satelliti fanno un'altra cosa.
    my web site: http://www.anguillara-meteo.com con webcam live streaming
    Socio della Società Italiana Scienze del Clima http://www.sisclima.it/

  4. #34
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    16,426
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Citazione Originariamente Scritto da Climavariante Visualizza Messaggio

    Che ci siano trascuratezze è il problema centrale dovuto ovviamente al fatto che le stazioni sono tantissime e non tutte hanno la stessa possibilità di essere curate.

    Le centraline tra asfalto e cemento, sensori che stimano in più o in meno....sono aspetti collaterali di una copertura di stazioni che però è molto capillarizzata. Non tutte hanno visto cambiare l'ambiente intorno a loro.

    Dove abito io la stazione AM vigna di valle è uguale da 100 anni perché siamo in zona protetta. Tra l'altro questa vicinanza mi permette sempre di fare confronti con la mia stazione per valutare gli effetti di una collocazione domestica.
    direi che sono aspetti tutt'altro che scontati.

  5. #35
    Bava di vento L'avatar di maft
    Data Registrazione
    28/07/15
    Località
    Grottaferrata (RM)
    Messaggi
    126
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Ciao Meteol, interessante ciò che dici, il problema non credo sia affermare che esista la possibilità di una sovra/sottostima in una stazione meteo del traffico aereo, quanto piuttosto rispetto a "chi" tale sovra/sottostima debba essere valutata.

    Lasciando perdere gli effetti dovuti a un particolare periodo climatico (che potremmo considerare alla stregua di un "errore sistematico" coinvolgente tutte le stazioni, non sono quelle del traffico aereo), se infatti affermiamo che la sovra/sottostima è valutata rispetto a una stazione esterna ad un aeroporto, allora ciò significa che stiamo affermando che c'è un valore VERO esterno (ma misurato da chi? e con quali procedure?), rispetto al quale i valori aeroportuali si discostano per eccesso o per difetto. Ma ciò contrasterebbe con la premessa che le stazioni aeroportuali hanno specifiche e finalità diverse da quelle esterne (sinottiche o non sinottiche), ovverosia che misurano parametri meteorologici che hanno incidentalmente lo stesso nome di quelli misurati all'esterno dalle stazioni non aeroportuali, ma che in realtà afferiscono a realtà meteorologiche diverse dai dati esterni.

    A rigor di logica, la sovrastima di una stazione aeroportuale dovrebbe essere valutata nel medesimo contesto, cioè ci dovrebbero essere almeno altre due stazioni poste nel medesimo contesto, cioè con istallazione rispondente alle medesime logiche, per poter affermare che una delle tre è in difetto rispetto alle altre due, nel qual caso allineate.

    Ma qui subentra anche il discorso della manutenzione: non è necessario disporre di così tante stazioni "di confronto", quando corrette procedure di manutenzione e calibrazione degli apparati possono già di per sé essere garanzia della correttezza dei valori riscontrati.

    Per il resto sono d'accordo con te sul discorso "passionale"... anche senza le "dovute cautele" (... ma quali? )

    Maft


    Citazione Originariamente Scritto da meteol Visualizza Messaggio
    Maft con le dovute cautele hai centrato l'obbiettivo le stazioni meteo AM ed ENAV sono sottoposte a cicli di manutenzione ma possono avere sovrastime o sottostime legate alla loro posizione e/o periodo climatico considerato. Un conto poi è fare un servizio come dicevi ad uso traffico aereo , un conto uno sinottico di meteorologia generale.Al momento molte stazioni fanno solo i riporti ad uso traffico aereo. Anche qui qualcosa sta cambiando ma ci vuole tempo. Poi situazioni fuori controllo ci sono e ci saranno sempre ma non facciamo di tutta l'erba un fascio e soprattutto non spariamo sempre nel mucchio in modo spesso leggo superficiale. Ai meteo-amatori dico usate la passione per curare la vostra stazione, per imparare e diffondere questo è bellissimo ed utilissimo , un valore immenso, come lo sono le tante professionalità che operano ogni giorno nel campo della meteorologia italiana con la vostra stessa passione e voglia nonostante i burocrati. Essere critici spesso vuol dire valutare bene e non urlare..
    Ultima modifica di maft; 09/11/2015 alle 09:57

  6. #36
    Presidente MeteoNetwork L'avatar di Jerry
    Data Registrazione
    13/06/02
    Località
    Mantova
    Età
    46
    Messaggi
    4,060
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Rinfresco l'argomento mettendo alla vostra attenzione il PDF presentato al festival della meteorologia di Rovereto dal Responsabile Funzione Meteorologia, il Dott. Marco Tadini.
    Il PDF è su questo link : Corsi di base e prendete quello titolato "Tempo per volare, il ruolo di ENAV nella meteorologia aeronautica"

    Marco Giazzi, coordinatore generale MeteoNetwork

    Esiste quindi la possibilità di creare una realtà completamente nuova partendo da zero ma con forze nuove che abbiano voglia di divertirsi e lavorare. (Marco Giazzi, 27 Marzo 2002)

    What you really desire?


  7. #37
    Bava di vento L'avatar di maft
    Data Registrazione
    28/07/15
    Località
    Grottaferrata (RM)
    Messaggi
    126
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Ciao Jerry,

    molto appropriato come post, in effetti la discussione stava languendo un po'...

    ...metterei un "mi piace" al post, se avessi capito come si fa, ehm....

    Ho dato un'occhiata alla presentazione, che in effetti è pure meglio di quella presentata a Rovereto: è più lunga, con maggiori dettagli e... diciamo così... "spunti di riflessione"....



    Maft

  8. #38
    Presidente MeteoNetwork L'avatar di Jerry
    Data Registrazione
    13/06/02
    Località
    Mantova
    Età
    46
    Messaggi
    4,060
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Ciao maft, per mettere il mi piace ad un post, basta clikkare sulla dicitura "mi piace questo post" posizionato a sinistra nella barra grigia sotto al post stesso Ciao!
    Marco Giazzi, coordinatore generale MeteoNetwork

    Esiste quindi la possibilità di creare una realtà completamente nuova partendo da zero ma con forze nuove che abbiano voglia di divertirsi e lavorare. (Marco Giazzi, 27 Marzo 2002)

    What you really desire?


  9. #39
    Bava di vento L'avatar di maft
    Data Registrazione
    28/07/15
    Località
    Grottaferrata (RM)
    Messaggi
    126
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Ciao Presidente.... ma io nella barra grigia sotto il post a sinistra vedo solo il segno il punto esclamativo per "segnalare il messaggio"...

    In effetti, io volevo "segnalare" il tuo messaggio, ma non con "quel" significato... ehm!

    Comunque, che ti pare della presentazione che hai "segnalato"?



    Maft

  10. #40
    Presidente MeteoNetwork L'avatar di Jerry
    Data Registrazione
    13/06/02
    Località
    Mantova
    Età
    46
    Messaggi
    4,060
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Citazione Originariamente Scritto da maft Visualizza Messaggio
    Ciao Presidente.... ma io nella barra grigia sotto il post a sinistra vedo solo il segno il punto esclamativo per "segnalare il messaggio"...

    In effetti, io volevo "segnalare" il tuo messaggio, ma non con "quel" significato... ehm!

    Comunque, che ti pare della presentazione che hai "segnalato"?



    Maft
    Probabilmente la funzione del "mi piace" si attiva dopo i 30 messaggi....
    Riguardo la presentazione, secondo me va ad individuare bene quella che è la funzione di una installazione meteorologica posta in aerea aeroportuale
    Marco Giazzi, coordinatore generale MeteoNetwork

    Esiste quindi la possibilità di creare una realtà completamente nuova partendo da zero ma con forze nuove che abbiano voglia di divertirsi e lavorare. (Marco Giazzi, 27 Marzo 2002)

    What you really desire?


Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •