Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 43
  1. #31
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Vignolo(CN) 660m.
    Età
    29
    Messaggi
    18,361
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Le calde estati degli anni 40'-50'

    Citazione Originariamente Scritto da zione Visualizza Messaggio
    1° giugno 2006 (quindi meteorologicamente e' gia' il primo giorno d'estate):





    Qui da me, in quota, +5.0° di Tmin, mentre qui vicino Piateda a 2 m. scese a +3.9° !


    Il giorno prima,il 31 maggio 2006,ACQUANEVE a casa mia e neve oltre i 900-1000 metri.. in Valle Grana buttò giù 20cm di neve sui 1100-1150 metri di quota
    Matìn de prìmo passàt a-pensar pantai,paratge e libertàd!

  2. #32
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di steph
    Data Registrazione
    23/08/06
    Località
    Lugano (Svizzera ita
    Messaggi
    5,917
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Le calde estati degli anni 40'-50'

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Ecco qui casca l'asino...scusa, ma sono ingegnere: confrontare i dati attuali presi con migliaia di stazioni (a norma e non...) con le ricostruzioni fatte sui dati dei tronchi, o simili...e pretendere di avere un errore così basso, ed una sensibilità comparabile...scusa ma esce da qualsiasi cosa mi abbiano insegnato, e da qualunque cosa nel mio piccolo (e breve, sono ancora motlo giovane) io abbia visto di realmente tecnico e fatto con rigore.
    La temperatura varia sicuramente, e ci vuol poco a dimostrare che la PEG era più fredda: ma fare confronti su queste basi e su questi particolari è semplicemente assurdo. E non mi dilungo sulla teoria dell'errore ed altre quisquilie legate a quanto sia fattibile questa misura, o a quanto valgano record basati su differenze inferiori all'incertezza strumentale, o anomalie inferiori all'errore della misura assoluta.
    La meteorologia, come la climatologia, se fosse un'altra branca scientifica o tecnologica (dalla medicina all'aerospaziale), avrebbe già dovuto mettersi in riga e rivedere tutte le proprie procedure ed i propri dati da tempo, fidati.

    Ora lo so che mi dirai tutto e il contrario di tutto...ma sono anni che mi interesso di queste cose, e non cambio idea nemmeno se arrivasse Rubbia in persona a dirmi certe cose.
    E poi ora è tardissimo e nei prossimi giorni avrò molto da lavorare: anche sabato e domenica. E se potrò...un po' di vacanza me la meriterò
    Quindi perdona la mia ignobile fuga dinanzi ad una discussione tanto lunga quanto interessante (ma già affrontata fino al reciproco stremo con altre persone in altri forum negli anni e mesi passati).

    Buonanotte
    Ma vedi, il fatto è che tu sei ingegnere e questi qua, per es., sono climatologi che lavorano da anni sul tema, conoscono senz'altro la metodologia atta ad omogeneizzare dati strumentali e proxy e ne mettono bene il luce pregi e difetti. Nero su bianco, no problem.

    Homepage Jan Esper
    WSL > Personal Homepages > Ulf Büntgen
    WSL > Personal Homepages > David Frank


    Non ti dico tutto e il suo contrario, non ho il vizio (o la virtù) della tuttologia: ma se può interessare (anche se non la leggerai)....

    BUENTGEN, Ulf, Frank, David C., Nievergelt, Daniel, and Esper, Jan. 2006. SummerTemperature Variations in the European Alps, AD 755-2004. Journal of Climate 19: 5606-5623.

    Figure 6a shows the reconstructed Alpine temperature for the 755–2004 period, with its mean being 0.73°C colder than the 1901–2000 instrumental reference period. Warmest summers are in 2003 (+1.9°C), 970, and 1928 (both +1.7°C). Coldest summers are in 1816 (-4.5°C) and 1046 (-3.9°C). We emphasize that these results are derived from the proxy data without instrumental extension into the twenty-first century.
    ~~~ Always looking at the sky~~~








  3. #33
    Calma di vento
    Data Registrazione
    31/07/07
    Località
    Forlì (FC)
    Messaggi
    26
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Le calde estati degli anni 40'-50'

    Mi sembra molto interessante anche questo link:

    http://www.zamg.ac.at/histalp/downlo...tal-2005-F.pdf

  4. #34
    Vento teso L'avatar di Sandro58
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    1,853
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Le calde estati degli anni 40'-50'

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro58 Visualizza Messaggio
    Non li ho, devo prenderli e plottarli, domattina.
    Ecco i dati di un quadrato che comprende gran parte del nord Italia 45N (vuol dire tra 43,75 e 46,25N) e tra 7.5 e 12,5E (vuol dire tra 6,25 e 13,75E), quasi tutto e abbastanza bene.

    L'andamento tra minime e massime e' simile ai dati italiani, + basse le minime nel passato e + alte le massime.

    Annuale
    Le calde estati degli anni 40'-50'-ni.jpg

    Estate, ecalatanti le massime estive 30-40-primi 50 ! Ma le minime erano notevolmente + basse di adesso, solo l'estate 2003 e' stata in grado di surclassare le estati di quegli anni con massime notevolissime.

    Ci sarebbe da indagare molto bene questa cosa, l'effetto "continentale" che si mostra in quegli anni rispetto agli ultimi 30-40 anni puo' essere dettato da:

    - maggiore serenita' del cielo in quegli anni
    - minore umidita'
    - effetto urbanizzazione che alza le minime e relativamente poco le massime
    - effetto serra aumentato, alza le minime e un po meno le massime
    - sensibilita' diversa degli strumenti di misurazione e/o diversa disposizione in altezza rispetto al suolo (+ vicino al suolo diminuiscono le minime e aumentano le massime).

    Le calde estati degli anni 40'-50'-ni-estate.jpg

  5. #35
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di steph
    Data Registrazione
    23/08/06
    Località
    Lugano (Svizzera ita
    Messaggi
    5,917
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Le calde estati degli anni 40'-50'

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro58 Visualizza Messaggio
    Ecco i dati di un quadrato che comprende gran parte del nord Italia 45N (vuol dire tra 43,75 e 46,25N) e tra 7.5 e 12,5E (vuol dire tra 6,25 e 13,75E), quasi tutto e abbastanza bene.

    L'andamento tra minime e massime e' simile ai dati italiani, + basse le minime nel passato e + alte le massime.

    Annuale
    Le calde estati degli anni 40'-50'-ni.jpg

    Estate, ecalatanti le massime estive 30-40-primi 50 ! Ma le minime erano notevolmente + basse di adesso, solo l'estate 2003 e' stata in grado di surclassare le estati di quegli anni con massime notevolissime.

    Ci sarebbe da indagare molto bene questa cosa, l'effetto "continentale" che si mostra in quegli anni rispetto agli ultimi 30-40 anni puo' essere dettato da:

    - maggiore serenita' del cielo in quegli anni
    - minore umidita'
    - effetto urbanizzazione che alza le minime e relativamente poco le massime
    - effetto serra aumentato, alza le minime e un po meno le massime
    - sensibilita' diversa degli strumenti di misurazione e/o diversa disposizione in altezza rispetto al suolo (+ vicino al suolo diminuiscono le minime e aumentano le massime).

    Le calde estati degli anni 40'-50'-ni-estate.jpg
    Citazione Originariamente Scritto da Sandro58 Visualizza Messaggio
    Ecco i dati di un quadrato che comprende gran parte del nord Italia 45N (vuol dire tra 43,75 e 46,25N) e tra 7.5 e 12,5E (vuol dire tra 6,25 e 13,75E), quasi tutto e abbastanza bene.

    L'andamento tra minime e massime e' simile ai dati italiani, + basse le minime nel passato e + alte le massime.

    Annuale
    Le calde estati degli anni 40'-50'-ni.jpg

    Estate, ecalatanti le massime estive 30-40-primi 50 ! Ma le minime erano notevolmente + basse di adesso, solo l'estate 2003 e' stata in grado di surclassare le estati di quegli anni con massime notevolissime.

    Ci sarebbe da indagare molto bene questa cosa, l'effetto "continentale" che si mostra in quegli anni rispetto agli ultimi 30-40 anni puo' essere dettato da:

    - maggiore serenita' del cielo in quegli anni
    - minore umidita'
    - effetto urbanizzazione che alza le minime e relativamente poco le massime
    - effetto serra aumentato, alza le minime e un po meno le massime
    - sensibilita' diversa degli strumenti di misurazione e/o diversa disposizione in altezza rispetto al suolo (+ vicino al suolo diminuiscono le minime e aumentano le massime).

    Le calde estati degli anni 40'-50'-ni-estate.jpg
    Quoto! E aggiungo: effetto dimming che entra in gioco proprio da metà XX secolo e che solamente negli ultimi tempi, in Europa, sembra essersi affievolito. Ne avevo già parlato qui.

    Occhio, poi, che l'aumentato effetto serra agisce sì in primis e direttamente sulle minime, ma indirettamente anche sulle massime (frequenza dei picchi alti e bassi), mediente espansione verso le alte latitudini dell'HP subtropicale e aumento dei GPT/della quota della tropopausa.

    Sull'ultimo punto (sensibilità diversa...), forse può essere utile ricorrere a dati resi omogenei, come la serie del progetto HISTALP o quelli in uso nelle 12 stazioni con serie pluriennale di Meteosvizzera. facenti capo al programma THOMAS.

    In quest'ultimo senso, per chi interessa, segnalo la comparazione fra le caldi estati dei 40-50 e le ultime nella mia località, partendo dalle top 12 da inizio XX secolo (che comprendono 3 estati dei 40, 3 dei 90, 3 dei 2000, 1 dei 20, 1 dei 50 e 1 degli 80):


    yyyy / TmediaJJA / n.di gg tropicali (>30) / n. di gg non estivi (<25)

    2003 / 24.2 / 57 / 2
    1994 / 22.3 / 26 / 20
    1928 / 22.2 / 20 / 21
    1991 / 22.0 / 22 / 26
    2006 / 21.9 / 26 / 33
    2005 / 21.7 / 14 / 29
    1947 / 21.7 / 16 / 15
    1950 / 21.7 / 8 / 18
    1945 / 21.6 / 19 / 21
    1998 / 21.4 / 10 / 23
    1983 / 21.3 / 16 / 35
    1952 / 21.2 / 8 / 27
    Ultima modifica di steph; 30/05/2009 alle 23:51
    ~~~ Always looking at the sky~~~








  6. #36
    Calma di vento
    Data Registrazione
    31/07/07
    Località
    Forlì (FC)
    Messaggi
    26
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Le calde estati degli anni 40'-50'

    Una delle tante possibili correlazioni/spiegazioni
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Le calde estati degli anni 40'-50'-graph1.jpg  

  7. #37
    Vento teso L'avatar di Sandro58
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    1,853
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Le calde estati degli anni 40'-50'

    Citazione Originariamente Scritto da Telegraph Cove Visualizza Messaggio
    Una delle tante possibili correlazioni/spiegazioni
    Questa è correlata bene anch'essa, ma + al GW in generale, il vapore acqueo in atmosfera:

    http://forum.meteonetwork.it/2477146-post590.html

  8. #38
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    13,240
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Le calde estati degli anni 40'-50'

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Konrad, scusa ma hai detto un'enormità di errori: alcune estati degli anni '40 furono mediamente ben più calde delle ultime, tranne la 2003.
    Le estati 1943, 1945, 1947 e 1950 furono tutte caldissime, con medie termiche calcolate sui 3 mesi di circa +25°C per Milano.
    I mesi di luglio 1945-1946-1947 furono un filotto tremendo, come avere 3 luglio 2006 di fila, e tu l'hai completamente omesso. E in questa top10 ci vanno anche il luglio 1950, 1928 e 1923, tutti al livello o superiori del 1983 o 2006; e, prima ancora, non dimentichiamoci i mesi di luglio roventi del 1904, 1905 e 1911 (e tralascio per pietà almeno una decina di mesi di luglio molto caldi dal 1900 al 1960, più di qualsiasi luglio 1961-'90 salvo il 1983, ma non ai livelli di quest'ultimo per pochi decimi).
    Anzi, peggio ancora: la media estiva 1921-'50 fu ben superiore alla 1961-'90, e per il Veneto anche leggermente superiore all'attuale 1992-2008: basta che guardi uno dei vecchi atlanti Touring, con la Pianura Padana praticamente tutta entro l'isoterma dei +24°C di media giornaliera a luglio, con picchi di +25°C (Bologna, Verona); mentre medie lievemente inferiori si trovavano solo in Piemonte e nella Pianura Veneta.

    Dal 1951 in poi ci fu un netto cambiamento: che, localmente, significò estati a volte anomalamente fresche.
    Come dal 1989 in poi ci fu il cambiamento inverso.

    Uscendo di poco dall'estate, basti pensare che, dal 1951 al 1985, nessun mese di maggio ebbe un'anomalia >=+2°C dalla media: e se ne ebbe solo 1 a Milano, il 1986, nel trentennio 1961-'90. Cioè 0.33 a decennio.
    Contro almeno 16 mesi di maggio molto caldi dal 1861 al 1960: 1.6 (minimo) a decennio. Di cui il 1868 ed il 1920 non sono stati battuti nemmeno nel 2003, con i loro +4°C di anomalia mensile. E con filotti come 1862-1865-1868-1870, 1920-1922-1924 e 1943-1945-1947-1950, tutti mesi di maggio molto caldi (anomalie tra +2°C e +4°C dalla media). E, come si vede, nell'ultimo caso tutti seguiti da estati tra le più calde degli ultimi secoli (altro caso simile, oltre all'imbattibile 2003, fu il 1904).
    In questo decennio, abbiamo il nostro piccolo record, 5 su 9 (2001-2003-2005-2007-2009), ma in compenso al Nord solo l'estate 2003 ed il luglio 2006 hanno raggiunto o superato certe medie.
    Si dirà che abbiamo mesi di giugno piuttosto caldi mediamente: anche con ondate di freddo notevoli, ma pure con caldi feroci (il top fu il 2006, freddo record e caldo record assieme). Non sono tuttavia una novità assoluta, vedesi sempre i soliti anni '40; mentre abbiamo avuto 2 mesi di agosto molto freschi (2005 e 2006) in queste torride estati.

    Lasciamo perdere le temperature globali: come medie annuali locali, il 1961-'90 nelle pianure e sulle coste del Nord Italia fu piuttosto fresco (in stazioni come Asiago, già gli anni '80 ebbero medie simili a quelle attuali), e decisamente fresco nel quadrimestre maggio-agosto.
    Si individuano inoltre ciclici riscaldamenti e raffreddamenti della stagione estiva negli ultimi 150 anni, probabilmente molto più direttamente legati ai cicli AMO che alle anomalie globali di temperatura.

    Comunque gli anni '40, delle 10 più calde estati del XX secolo, ne ebbero 5 a livello europeo ed italiano; le medie annuali furono a volte compensate dal freddo invernale, 5 inverni freddissimi nella top10, ma a volte no (primavera calda, come naturale in un ciclo AMO positivo).

    (le medie di luglio 1961-'90 sono circa 1-2°C più fresche di quelle 1921-'50, la differenza più sensibile è proprio con Milano, Bolgona o Verona, la minore con Venezia)
    L'anomalia media delle estati anni 40' sulla 71/00 sul quadro Italia purtroppo non è ricostruibile con precisione,essendo situate nel periodo bellico.
    Va detto però che un'estate simil-1948 noi non l'abbiamo avuta né negli anni Duemila,né negli anni 10',senza contare che la 1942 tanto calda non fu(la 1940 non la metto perché va negli anni 30') e anche negli anni 50' qualche stagione sotto la 71/00 in Italia c'è stata(la stessa 1956 è cm nel complesso più fresca della 2014,che noi giustamente osanniamo).
    E' che sono scomparse le estati sottomedia(almeno sotto l'obsoleta 71/00),che non sono mancate né negli anni 40' né,a maggior ragione,né negli anni 50' del secolo scorso,in alternanza con stagioni-forno che ricordano quelle estive attuali.
    Ultima modifica di Josh; 19/04/2017 alle 15:03
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  9. #39
    Vento moderato
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,226
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Le calde estati degli anni 40'-50'

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    L'anomalia media delle estati anni 40' sulla 71/00 sul quadro Italia purtroppo non è ricostruibile con precisione,essendo situate nel periodo bellico.
    Va detto però che un'estate simil-1948 noi non l'abbiamo avuta né negli anni Duemila,né negli anni 10',senza contare che la 1942 tanto calda non fu(la 1940 non la metto perché va negli anni 30') e anche negli anni 50' qualche stagione sotto la 71/00 in Italia c'è stata(la stessa 1956 è cm nel complesso più fresca della 2014,che noi giustamente osanniamo).
    E' che sono scomparse le estati sottomedia(almeno sotto l'obsoleta 71/00),che non sono mancate né negli anni 40' né,a maggior ragione,né negli anni 50' del secolo scorso,in alternanza con stagioni-forno che ricordano quelle estive attuali.
    ma la serie Estati dal 1943 al 1947 sono nettamente piu calde , alcune in assoluto tra le piu calde dal 1860 , dopo il 2003 , come l estate del 1945 , 1947 , caldissima anche l estate del 1950 , piuttosto calda anche nel 1952.

  10. #40
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    13,240
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Le calde estati degli anni 40'-50'

    Citazione Originariamente Scritto da robertino Visualizza Messaggio
    ma la serie Estati dal 1943 al 1947 sono nettamente piu calde , alcune in assoluto tra le piu calde dal 1860 , dopo il 2003 , come l estate del 1945 , 1947 , caldissima anche l estate del 1950 , piuttosto calda anche nel 1952.
    L'estate del 1945 è stata calda ma non come la 2012 e la 2015.Agosto non fu caldissimo,luglio sì.
    La 1950 già più calda ma,se guardi il grafico integrato nella mia firma,è tipo la 1994,non certo la 2003...
    La 1952 più o meno è come la 1950.
    Cm vedo che la 1948 non la nomini mai...guarda che chiuse almeno a -1,8° in Italia.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •