Pagina 3 di 15 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 145
  1. #21
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    288
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da L'inetto Visualizza Messaggio
    Domanda di curiosità. Per le previsioni prettamente invernali tieni conto del livello di ozono in zona polare? Se si, siamo messi bene o sbaglio?
    L'ozono è sicuramente importante, ma per una questione di serie temporali (troppo brevi) finora ho evitato di usarlo....

  2. #22
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    22/08/13
    Località
    +- Verbania 310mt
    Età
    29
    Messaggi
    894
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    L'ozono è sicuramente importante, ma per una questione di serie temporali (troppo brevi) finora ho evitato di usarlo....
    In pratica correli SF e SN all'andamento delle TLC, magari con un lag negativo di qualche mese?

  3. #23
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    288
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da L'inetto Visualizza Messaggio
    In pratica correli SF e SN all'andamento delle TLC, magari con un lag negativo di qualche mese?
    è un po' più complicato, sono modelli in cui ci sono varie componenti sia dell'attività solare sia climatiche.

  4. #24
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    22/08/13
    Località
    +- Verbania 310mt
    Età
    29
    Messaggi
    894
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    è un po' più complicato, sono modelli in cui ci sono varie componenti sia dell'attività solare sia climatiche.
    Li fai direttamente te?

  5. #25
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    288
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da L'inetto Visualizza Messaggio
    Li fai direttamente te?
    si, "tutto fatto in casa"!

  6. #26
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    288
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Eccoci qua per gli aggiornamenti relativi al mese di novembre! Ci sono state alcune novità tra cui la più importante il solar flux, che è aumentato considerevolmente. Qui riporto la proiezione aggiornata e oltre a questa un interessante variante, che spero possa aggiungere qualche dettaglio in più alla previsione (sperando che la realtà stia nel mezzo! \as\).

    Questa seconda proiezione dovrebbe essere più tarata sulle caratteristiche del mese, dunque dovrebbe avere una maggiore sensibilità per quel che succede negli strati bassi dell'atmosfera, che risentono molto di più dei cambiamenti radiativi propri del normale decorso stagionale.

    Come si vede, per quanto riguarda il primo plot (quello canonico), ci sono alcune variazioni significative rispetto al plot iniziale postato a inizio ottobre. Soprattutto rispetto alla proiezione precedente si nota una minor ingerenza anticiclonica sull'Europa occidentale, che risulta essere un pò in "terra di nessuno". In realtà, è facile che invece su intervalli di tempo minori ci siano situazioni piuttosto movimentate e di segno opposto. Quindi in questo caso, non mi farei trarre in inganno dalla apparente "stasi" in area mediterranea. Complessivamente però, non siamo ancora di fronte a un cambio di marcia deciso verso l'inverno. Notare sempre l'area depressionaria su scandinavia e l'ancora presente anticiclone in area groenlandese. L'Italia dovrebbe beneficiare di maggiori influenze fresche rispetto ad ottobre (come dicevo, occhio ai pattern opposti in successione, quindi con possibili discese fredde e a tratti perturbate seguite da rimonte anticicloniche anche decise.

    Veniamo ora al secondo plot...qui si nota come in area europea s'inizi a risentire del raffreddamento autunnale e rispetto all'altro plot cè una possibile maggior continentalizzazione, con l'Italia comunque ai margini. Notare che in questo caso ci sono 2 centri depressionari, il più importante sul mare del nord, e un secondario a nord del mar nero. Quindi situazione per il momento interlocutoria, che speriamo apra la strada ad un inverno degno di questo nome!
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-nov2013a.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-nov2013b.jpg  

  7. #27
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    288
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Salve a tutti! Ed eccoci finalmente alle proiezioni invernali!

    C’è stato nell’ultimo mese un notevole incremento dell’attività solare con numerose solar flares e con balzo in avanti del solar flux che ha sfiorato i massimi del ciclo 24 toccati nel 2011. Ora il sole è tornato di nuovo in fase di dormiveglia e ci avviamo ormai verso il secondo massimo (in effetti non ha senso parlare di un unico massimo), ovvero quello determinato dalle macchie solari nella parte sud dell’emisfero …dopodiché aspettiamoci un lento declino di diversi anni che ci porterà nel prossimo minimo e direi, con ottime probabilità nel vivo del prossimo grande minimo di Gleissberg…

    Malgrado ciò, ora gli assetti dinamici sembrano fortemente cambiati rispetto agli scorsi inverni e le connotazioni circolatorie assomigliano a quelle tipiche dei periodi di elevata attività solare. Una delle caratteristiche tipiche è la maggiore vivacità delle pulsazioni azzorriane annesse alle onde di Rossby, cosa che renderà (anzi usiamo il presente! ) senz’altro più felici i meridionali e gli adriatici e farà forse rimpiangere i grandi inverni nevosi degli anni scorsi a molti padani e settentrionali…

    In ogni caso sembra probabile che quest’inverno possa trascorrere senza grosse sorprese in termini di sfracelli nevosi e geli artico siberiani! In questo mi trovo aimè abbastanza in linea con gli ideatori dell’indice OPI. La AO “copernicana” però, è piuttosto incerta per il mese di dicembre e anzi potrebbe risultare anche negativa. E’ su questo incipiente mese a mio avviso che potremmo giocarci le carte migliori.
    Ma veniamo ai nostri plot…

    In sequenza presento il “mutimodel” quindi quello del solo modello 2013 e infine quello 2013 (outlook 3) corretto per l’effetto mensile (ovvero più tarato sui possibili influssi stagionali legati alla situazione al suolo), che comunque sembra non cambiare nella sostanza la previsione invernale. La stessa cosa per gli altri mesi. In tutto sono 9 plot, 3 per ogni mese.

    Inutile dire che quando li ho visti non ho esultato di gioia…in sostanza sarebbe soprattutto la semipermanente a farla da padrone per tutti e tre i mesi. L’unica nota positiva è il possibile sbilanciamento del vp sul nord Europa nel mese di dicembre.

    E’ in questo mese che ho trovato le discrepanze maggiori tra le diverse varianti dei modelli sviluppati. Non ci sono differenze abissali tuttavia, e gli ultimi modelli (versione 2013) che sono maggiormente sensibili agli effetti non-lineari, descriverebbero una evidente componente nordoccidentale per il mese venturo che dovrebbe consentire una maggiore afflusso di correnti fredde (a tratti gelide se di estrazione artica) dai quadranti settentrionali. Notare come il nocciolo depressionario si situerebbe sulla scandinavia, piuttosto basso in latitudine grazie appunto ad una AO tendente al negativo per questo mese…i modelli cop del 2012 invece, non vedono granché questo contributo ma piuttosto un vp “a manetta” con Italia presa da possibili rimonte anticicloniche a matrice oceanica. In medio stat virtus? Non è detto, nel prossimo post approfondirò l’argomento relativamente al mese di dicembre…

    Veniamo brevemente ai mesi successivi…

    gennaio si trascinerebbe con lo stesso schema ma con un pattern di anomalia meno pronunciato, e con episodi anticiclonici più probabili sul mediterraneo, qualche breve episodio a matrice continentale non è comunque da escludere. Nel caso della previsione con effetto mensile più marcato, si noterebbe una maggior componente nordoccidentale, un po’ come dicembre…

    febbraio infine appare con la semipermanente che ormai detta legge e l’Italia si presenta sotto il mite influsso di correnti atlantiche a tratti umide e piovose e con componente sudoccidentale che ci regalerebbero (o “rifilerebbero”, a seconda dei punti di vista) anticipi di primavera. Questo, purtroppo va detto, è il mese con minori “sfarfallamenti”.

    Rimaniamo comunque con il beneficio del dubbio a causa della maggior distanza temporale che ci separa dall’ultimo mese dell’inverno. Occhio soprattutto alle virate solari, che potrebbero non poco reindirizzare la previsione verso altri binari! Occhio infine alle repentine inversioni di pattern che potrebbero nascondersi dietro le apparenti “normalità” di questi plot, mi riferisco a dicembre e gennaio. Infatti la situazione appare alquanto dinamica e il vp almeno in una prima fase potrebbe essere assai disturbato, prima di raggiungere la velocità di “pialla” prevista per febbraio.

    A breve le verifiche per il mese di novembre e ulteriori approfondimenti per le proiezioni di dicembre…
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-dicembre-multim.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-dicembre.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-dicembre-m.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-gennaio-multim.jpg  

    Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-gennaio.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-gennaio-m.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-febbraio-multim.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-febbraio.jpg  

    Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-febbraio-m.jpg  

  8. #28
    Vento teso L'avatar di Alessandro669
    Data Registrazione
    21/01/12
    Località
    Roma
    Età
    30
    Messaggi
    1,700
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Dubito sergio in un vp a palla nel mese di febbraio

  9. #29
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    30/11/12
    Località
    Matino (LE)
    Età
    36
    Messaggi
    398
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Praticamente Dicembre "dovrebbe" relegare qualche maggiore afflusso d'aria fredda...

  10. #30
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    288
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro669 Visualizza Messaggio
    Dubito sergio in un vp a palla nel mese di febbraio
    Ciao Alessandro! Cè qualche "stratosferica" considerazione su questa tua perplessità? Indubbiamente anch'io non avrei immaginato una conclusione così brutta, ma proprio su quel mese cè abbastanza uniformità tra le diverse varianti dei modelli.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •