Pagina 1 di 15 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 145
  1. #1
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    288
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Salve a tutti gli amici del forum di meteo network!
    Apro questo td per rendere fruibili le mie previsioni sun-based a livello europeo già presentate fino a poco fa sul forum del meteo giornale. Qualche problema legato alla presenza di malware (spero risolvibile di qui a breve) mi ha spinto a pubblicare qui i plot. Così può essere una buona occasione per render noto anche a voi queste che fino a questo momento penso possano essere considerate le migliori proiezioni oggi disponibili sul mercato!

    Per chi non fosse a conoscenza del lavoro statistico che sto conducendo a livello amatoriale, grazie alle competenze che ho acquisito a livello lavorativo… dico soltanto che da parecchi anni mi occupo di influenze dell’attività solare sul clima.

    Questi modelli sono anche un modo per cercare di comprendere, per quanto possibile, come lavora la macchina climatica…in pratica sono una sorta di mega-esperimento di tipo olistico, un cantiere a cielo aperto che cerca di integrare tutte le informazioni e le ipotesi, accertate e non accertate, e che il modello stesso ritiene più fondamentali, adattandole e ottimizzandole a fini predittivi. Con il tempo ho sviluppato modelli sempre più complessi che (mi auguro) consentiranno delle previsioni a livello mensile-stagionale, con una capacità predittiva paragonabile a quella dei GM sul medio termine (ovviamente però su scala mensile!).
    Qui mostro solo i modelli di “ultima generazione” e che per ora funzionano molto bene, anche se sono apparse due limitazioni fondamentali…una riguarda la capacità predittiva nel lungo termine (le previsioni sono molto buone a un mese di distanza, ma già a 3 o 4 mesi ci sono oggettivi problemi, dato che nel modello stesso ci sono molti effetti (solari e non) che non vanno oltre il mese di previsione. Questo comporta naturalmente una incapacità intrinseca del modello, che d’altro canto non potrà essere superata fino a quando non si sia in grado di fare delle previsioni adeguate sul tempo che farà sulla nostra stella!

    L’altro aspetto concerne il fatto che trattandosi di modello statistico, questo comporta un raffronto delle situazioni analoghe con periodi anche molto distanti tra loro temporalmente, ergo i cambiamenti climatici in atto, non consentono una taratura adeguata per quei mesi che maggiormente risentono del GW. A giudicare da quanto accaduto finora, direi che questo comporta un ritardo nella situazione reale di qualche settimana rispetto a quanto “previsto” dal modello… questo naturalmente è valido in particolare per i mesi tardo estivi o autunnali, in cui evidentemente le dinamiche sono “in ritardo” sulla tabella di marcia (minore estensione della banchisa e delle nevi sul continente, temperature oceaniche troppo alte ecc…).

    In questo post presento (anche se in ritardo) le proiezioni autunnali per i mesi di settembre (già trascorso!), ottobre e novembre.
    Posto anche settembre (in alto) perché trovo molto interessante le analogie con il clima attuale…

    ecco che in effetti, come già accennato, si vede la costituzione di un imponente struttura di blocking su isole britanniche e scandinavia, che in pratica finisce per coinvolgere gran parte d’europa. Notare che la “proiezione” è ancora buona per il mese in corso, tant’è che mi aspetto il miglior proprio tra il 10 settembre e il 10 ottobre, con un ritardo quindi di 10 giorni!

    Per il mese di ottobre (al centro) si nota la tendenza a una NAO negativa a cui però corrisponde una risalita piuttosto mite e calda in area italica e mediterranea. I centri di azione depressionari si concentreranno ad ovest di francia e portogallo e a nordest, verso l’area finno russa.

    Novembre (che già è distante nella previsione, i dati sono aggiornati ad agosto, ma ci si prova lo stesso!) vede un ingerenza anticiclonica più marcata sull’europa occidentale, con l’italia parzialmente interessata da correnti più fresche (ma solo per il sud!) dai quadranti settentrionali…Complessivamente non un bel vedere per gli amanti del freddo…ma speriamo che sia di auspicio per un inverno gelido, anzi su questo consiglio di consultare l’altro td sul miglior predittore autunnale…;-)

    ogni commento è ovviamente gradito!

    Ciao e a presto su questo td per eventuali aggiornamenti!
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-settembre.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-ottobre.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-novembre.jpg  

  2. #2
    Burrasca L'avatar di Cristian-Ostuni/Bologna
    Data Registrazione
    04/02/04
    Località
    Ostuni(BR)-Busca(CN)
    Messaggi
    5,049
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    scusami le mappe rappresentano il geopotenziale a 500 hPa?
    Cit. dal film Wanted:"... Voi che cazz0 avete fatto ultimamente?"
    Cit. da Colorado: "La neve scende a fiocchi perchè se scendesse a nodi non si scioglierebbe."

    viva la φγα

  3. #3
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    288
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da Cristian-Ostuni/Bologna Visualizza Messaggio
    scusami le mappe rappresentano il geopotenziale a 500 hPa?
    Rappresentano le anomalie di pressione al suolo...alla fine sembra che funzionino quasi meglio che le anomalie di gpt a 500 hpa. Comunque volendo potrei plottare anche quelle...

  4. #4
    Brezza tesa L'avatar di snoww
    Data Registrazione
    29/12/03
    Località
    molvena (vi) 225m
    Messaggi
    520
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Approfitto di questo intervento per esprimere un pensiero, (premetto che non voglio togliere nulla al tuo lavoro visto che sicuramente dietro a questo c'è passione altrimenti uno non lo farebbe), però permettetemi/permettetemi dire che ultimamente vedo troppo un "fai da te" su certi argomenti riguardanti modelli ultralong/stagionali, dico solo per esperienza diretta che anche chi ha mezzi nettamente superiore ai nostri sia tecnici che finanziari a loro volta con grosse difficoltà si avventurano in certi campi.

    Ciao da Snoww

  5. #5
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    288
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da snoww Visualizza Messaggio
    Approfitto di questo intervento per esprimere un pensiero, (premetto che non voglio togliere nulla al tuo lavoro visto che sicuramente dietro a questo c'è passione altrimenti uno non lo farebbe), però permettetemi/permettetemi dire che ultimamente vedo troppo un "fai da te" su certi argomenti riguardanti modelli ultralong/stagionali, dico solo per esperienza diretta che anche chi ha mezzi nettamente superiore ai nostri sia tecnici che finanziari a loro volta con grosse difficoltà si avventurano in certi campi.

    Ciao da Snoww
    Ciao Snoww, è per questo che li sto mostrando! ognuno può verificare la proiezione, e anzi presto metterò il confronto con i plot NOAA. Poi in base a quello ci si può fare un idea sull'attendibilità. Certamente comprendo benissimo lo scetticismo, ci mancherebbe. Io stesso sono scettico su quello che faccio e sono i primo a cercare di non farmi troppe illusioni e di vagliare continuamente i modelli. Considera che comunque l'approccio "olistico" (che non significa approssimazione o qualche approccio di tipo "new age") è stato molto poco esplorato in questo settore della scienza come in molti altri settori. In genere si considera "non-influente" un effetto osservato ma non capito, come anche una qualche relazione non ben spiegata fisicamente ma pure esistente come un non-fatto scientifico. Questo atteggiamento comporta che chi si occupa di clima per professione (ovvero i vari centri di calcolo e di gestione dati sparsi in tutto il mondo) sia refrattario a introdurre nei propri modelli degli elementi di cui non si abbia la perfetta comprensione a livello di meccanica e fisica. Siccome i vuoti di conoscenza in campo climatico sono notevoli (e aggiungo io, soprattutto nel campo dell'interazione sole-atmosfera), il fatto di ignorarli comporta una perdita notevolissima di capacità e di affidabilità del modello stesso. Quindi non cè da stupirsi che i modelli ufficiali funzionino alquanto poco! Dall'altro lato chi invece cerca di spiegare la variabilità climatica anche in base a ipotesi non ancora verificate con metodo scientifico galileiano, si espone a possibili grosse cantonate! \as\ In mia "discolpa" dico che mi sto occupando di queste cose dal 2000 e che comunque lo faccio con un minimo di cognizione di causa, visto che uso quotidianamente la statistica per lavoro.

  6. #6
    Vento fresco
    Data Registrazione
    08/10/11
    Località
    Firenze (FI)
    Età
    33
    Messaggi
    2,908
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Intanto a proposito di attività solare, segnalo la recente tempesta magnetica, che tra le conseguenze dirette che ha provocato sul nostro pianeta, una delle più spettacolari è risultata senza dubbio l'aurora boreale avvistata sui cieli del Minnesota.

  7. #7
    Burrasca L'avatar di Cristian-Ostuni/Bologna
    Data Registrazione
    04/02/04
    Località
    Ostuni(BR)-Busca(CN)
    Messaggi
    5,049
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Rappresentano le anomalie di pressione al suolo...alla fine sembra che funzionino quasi meglio che le anomalie di gpt a 500 hpa. Comunque volendo potrei plottare anche quelle...
    ok grazie. Altra domanda: per sun-based cosa intendi? cioè che parametri solari hai tenuto in considerazione? chiedo perchè nei modelli climatici, il sole c'è eccome, a livello di modello di trasferimento radiativo, e non sono proprio convinto che venga tenuto tutto costante per rendere le cose semplici (ad esempio la radiazione incidente al top dell'atmosfera , i famosi 1370 w/m2 , di solito si tiene costante, ma per simulazioni climatiche, magari la variabilità interdecennale viene tenuta in conto)
    Cit. dal film Wanted:"... Voi che cazz0 avete fatto ultimamente?"
    Cit. da Colorado: "La neve scende a fiocchi perchè se scendesse a nodi non si scioglierebbe."

    viva la φγα

  8. #8
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    288
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da Cristian-Ostuni/Bologna Visualizza Messaggio
    ok grazie. Altra domanda: per sun-based cosa intendi? cioè che parametri solari hai tenuto in considerazione? chiedo perchè nei modelli climatici, il sole c'è eccome, a livello di modello di trasferimento radiativo, e non sono proprio convinto che venga tenuto tutto costante per rendere le cose semplici (ad esempio la radiazione incidente al top dell'atmosfera , i famosi 1370 w/m2 , di solito si tiene costante, ma per simulazioni climatiche, magari la variabilità interdecennale viene tenuta in conto)
    No, diciamo che sun-based significa che l'attività solare è un po' "l'ossatura" del modello...ha un ruolo determinante per il funzionamento corretto del modello, dato che almeno la metà dei parametri sono derivati dal sole...senz'altro la maggior parte degli effetti nei modelli ufficiali (forse ti riferisci ai modelli deterministici o GM) non viene tenuta in considerazione, anche perché non si conoscono adeguatamente i meccanismi fisici, come i raggi cosmici per esempio. Altri effetti poi sono ancora totalmente inesplorati. In pratica mi baso su delle ipotesi presenti in letteratura cerco di verificarle con una serie di analisi e alla fine se reputo che l'effetto ha un qualche "peso" provo a introdurlo nel modello...Gli effetti per lo più non sono affatto decennali ma anzi, piuttosto immediati. Questo fatto ha come interessante corollario che un forte limite alla predicibilità atmosferica possa essere proprio determinato dai capricci dell'attività solare...cè un td divertente che avevo scritto tempo fa su MTG forum che parlava proprio degli "allerta" meteo per l'attendibilità dei GM in seguito a tempeste solari

  9. #9
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    288
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Salve a tutti! finalmente grazie allo scongiurato default americano, approfitto per fare il punto della situazione sui modelli copernicus autunnali (nel frattempo sto lavorando a quelli invernali che spero siano pronti per la fine di novembre).
    Come già accennato precedentemente i modelli di fine estate inizio autunno risentono forse del ritardo stagionale dovuto al GW, sicchè è facile in questa stagione che i pattern siano ritardati di qualche settimana rispetto alle attese del modello. Ecco qui il mese di settembre e il confronto con il pattern previsto.

    si vede come in realtà il pattern EUL realizzatosi a metà mese abbia influito negativamente sul risultato previsionale. Il pattern previsto per settembre è comunque letteralmente "esploso" nell'ultima decade dello stesso mese e si è protratto fino a tutta la prima decade di ottobre! nel plot successivo si vede appunto la somiglianza notevole con il pattern previsto per settembre (quello con la "firma") tra il 20 e il 10 ottobre a 850 hpa. Ora invece ecco che si inizia a delineare tale e quale la configurazione prevista per ottobre! A poco a poco direi che ci siamo...caldo mese...ancor più di settembre per il nostro "orticello"...vedremo se novembre confermerà il pattern atteso...anche se le cose nel frattempo sono cambiate e dovrei già ri-aggiornare i dati...

    un saluto!
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-sett.gif   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-20-sett-10-ott.gif   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-settembre.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-ottobre.jpg  


  10. #10
    Vento fresco L'avatar di Augustano DOC
    Data Registrazione
    09/04/08
    Località
    Augusta (SR)
    Età
    29
    Messaggi
    2,604
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da snoww Visualizza Messaggio
    Approfitto di questo intervento per esprimere un pensiero, (premetto che non voglio togliere nulla al tuo lavoro visto che sicuramente dietro a questo c'è passione altrimenti uno non lo farebbe), però permettetemi/permettetemi dire che ultimamente vedo troppo un "fai da te" su certi argomenti riguardanti modelli ultralong/stagionali, dico solo per esperienza diretta che anche chi ha mezzi nettamente superiore ai nostri sia tecnici che finanziari a loro volta con grosse difficoltà si avventurano in certi campi.

    Ciao da Snoww

    Le migliori scoperte al mondo se fai una maggiore ricerca sono state fatte da gente comune, non sempre la parola soldi è sinonimo di certezza. E' semplicissimo, un Pc non potrà mai paragonarsi minimamente alla mente umana, e pensare che usiamo solo il 10% del nostro potenziale.

    Stazione Meteo - Augusta (SR) - Zona Borgata Nord
    http://augustaborgatanord.altervista.org/

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •