Pagina 3 di 7 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 69
  1. #21
    Burrasca L'avatar di Gangi
    Data Registrazione
    08/12/09
    Località
    Gangi(pa) 1011 m.l.m
    Età
    32
    Messaggi
    6,991
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Quali sono i vostri 3 inverni "da sogno" dal dopoguerra?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Il 1963/64 è poco citato perché è oscurato da quello dell'anno prima ma al nord dicembre è stato il migliore del dopoguerra,altro che dicembre 2009 o 2010...(e cm anche al sud ci fu la nevicata pugliese e lucana,sebbene effimera ma copiosa,mi pare a metà mese).
    Forse il limite fu febbraio 1964 piuttosto anonimo e mite.
    Al sud,come giustamente diceva Gangi, dopo il 1962/63 il 1961/62 è l'inverno probabilmente migliore di tutto il periodo compreso fra il 1956/57 ed il 1979/80 perché ebbe tre episodi tosti.
    Il 1967/68 ebbe sì l'azione di gennaio con record di freddo a valanga e l'Appennino sepolto dalla nave ma anche periodi miti,mentre il 1964/65 ebbe un febbraio freddissimo(una specie di febbraio 2012 del sud)ma gli altri mesi furono normalissimi.
    Nel 1961/62 oltre ai 3 grandi eventi invernali ci fu questo a metà marzo:

    Quali sono i vostri 3 inverni "da sogno" dal dopoguerra?-rrea00219620316.gif
    Ogni mese una colata gelida...per par condicio.

  2. #22
    Vento forte L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    20
    Messaggi
    3,817
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Quali sono i vostri 3 inverni "da sogno" dal dopoguerra?

    1946-1947
    1977-1978
    1984-1985

    nel primo dopoguerra ci sarebbe il 1938-1939. vacanze di natale di PURA FOLLIA.

    cioè...

    entrata rapidissima di gelo continentale:






    dal 20 al 24 interazione PERFETTA col mediterraneo, neve in continuo da addolcimento sopra un cuscino che definire assurdo è poco:






    non ho dati precisi per trento, però a riva del garda caddero 75cm di neve, a Sondrio sui 120 mi pare, quindi immaginoun accumulo analogo per qui (situazione che porta a accumuli simili tra le due città).

    poi però... cala il gelo, nuova irruzione fredda:



    giorni e giorni con la -6/-7 e calma di vento, non so le minime fin dove son arrivate

    una spolverata di contorno...


    e poi fronte SPETTACOLARE atlantico, di quelli da una 30ina di cm facili. isoterme più alte, ma comunque da neve asciutta vista l' abbondate neve al suolo, i giorni con minime pazzesche precedenti:

    una veloce fohnata da asciugare, entra la -5 e poi? piccolo fronte atlantico:



    cioè, queste cose fisicamente non possono accadere, dai...
    prospetticamente le carte mostrano una potenziale tendenza verso alte potenzialità di prospettiva....

  3. #23
    Vento fresco L'avatar di Federico Ogino
    Data Registrazione
    05/12/15
    Località
    Carmagnola (TO)
    Messaggi
    2,283
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Quali sono i vostri 3 inverni "da sogno" dal dopoguerra?

    Citazione Originariamente Scritto da NoSync Visualizza Messaggio
    La temperatura fa impressione, ma davvero con soli 54 cm di neve è al decimo posto su 70 anni? Considerato che la 61-90 di Carmagnola sarà superiore ai 40 cm...

    Io comunque di questi tempi mi accontenterei di un 2005-0Q6 bis.
    'Spetta 'n'attimo, però I 54 cm del 1946/47 sono riferiti alla stazione di Torino Centro, non di Carmagnola. Qui ne saranno caduti (vado completamente "a naso") circa 70-80 cm. Per quanto riguarda la media nivo 61-90 stimo sui 35 cm circa (ma dato che la mia zona non ha rilevamenti nivometrici "storici" non posso dire nulla di certo.

  4. #24
    Bava di vento
    Data Registrazione
    06/11/16
    Località
    Palmi (RC)
    Età
    35
    Messaggi
    83
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Quali sono i vostri 3 inverni "da sogno" dal dopoguerra?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Per carità...la valutazione è soggettiva ed è anche comprensibile che in un posto come Oppido Mamertina,dove nevica con accumulo una volta ogni 30 anni, un inverno freddino con un paio di nevicate coreografiche(sicuramente maggiore quella di inizio febbraio 2015) passi per l'apocalisse nevosa...
    Qui però non stiamo considerando l'episodio ma una stagione,che per definizione dura 3 mesi.
    E mi riesce difficile,spulciando gli archivi meteo,ipotizzare che un 1962/63 o un 1980/81 nell'alto reggino siano stati da meno di questo benedetto 2014/15...
    Il 30 dicembre 2014 qui c'è stata la principale avvenzione nevosa dal febbraio 1986. Ma sul bilancio trimestrale un episodio simile va a compensare i primi 20 giorni di dicembre con un'anomalia positiva prossima ai 4° sulla 71/00 ed un gennaio mediamente anonimo,tolta la giornata del 1 gennaio 2015 che è stata ancora freddissimo.E poi:febbraio 2015 discreto,leggermente sottomedia e piovosissimo ma non solo i ben più rigidi febbraio 2003-2005-2012 lo staccano di molte spanne ma anche i pur mediamente freddi febbraio 1993-1999-2009 gliene fanno mangiare di polvere...Alla fin fine parliamo di un mese che ha la media finale di febbraio onesti come quello del 1996,non di un mesone da legenda.
    Scusa Josh, io sono della Taureana di Palmi. Nonostante Oppido Mamertina è a 300 m qui, come la maggior parte della piana (tranne Gioia Tauro), ho una nevosità poco superiore perchè a differenza di Oppido tutta la piana è molto soggetta ai venti e alle precipitazioni da quadranti settentrionali.
    Comunque hai ragione il 2014/2015 secondo le medie, qui a Palmi, ma del resto credo che in tutta la piana (tranne forse nelle aree molto soggette ad inversione termica) non risulta più freddo del 1980/1981 o del 1962/1963.

  5. #25
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Montesilvano PE - Padova
    Messaggi
    1,601
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Quali sono i vostri 3 inverni "da sogno" dal dopoguerra?

    Citazione Originariamente Scritto da wtrentino Visualizza Messaggio
    1946-1947
    1977-1978
    1984-1985

    nel primo dopoguerra ci sarebbe il 1938-1939. vacanze di natale di PURA FOLLIA.

    cioè...

    entrata rapidissima di gelo continentale:

    dal 20 al 24 interazione PERFETTA col mediterraneo, neve in continuo da addolcimento sopra un cuscino che definire assurdo è poco
    non ho dati precisi per trento, però a riva del garda caddero 75cm di neve, a Sondrio sui 120 mi pare, quindi immaginoun accumulo analogo per qui (situazione che porta a accumuli simili tra le due città).

    poi però... cala il gelo, nuova irruzione fredda:



    giorni e giorni con la -6/-7 e calma di vento, non so le minime fin dove son arrivate

    una spolverata di contorno...


    e poi fronte SPETTACOLARE atlantico, di quelli da una 30ina di cm facili. isoterme più alte, ma comunque da neve asciutta vista l' abbondate neve al suolo, i giorni con minime pazzesche precedenti:


    una veloce fohnata da asciugare, entra la -5 e poi? piccolo fronte atlantico:



    cioè, queste cose fisicamente non possono accadere, dai...
    Guarda, no: i 3 inverni citati all'inizio, col 1938/'39 non ci azzeccano quasi nulla Fu un inverno mitissimo e per lunghi tratti atlantico, con sopra-media prolungati e a tratti pesanti in pianura (es. gennaio a Padova minime anche >+5°C con pioggia), interrotto solo dall'episodio di gelo continentale (con medie in effetti abbastanza basse) sotto le festività natalizie, che comunque durò pochi giorni. Fu praticamente un 1996/'97 dell'anteguerra

  6. #26
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Montesilvano PE - Padova
    Messaggi
    1,601
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Quali sono i vostri 3 inverni "da sogno" dal dopoguerra?

    Se parliamo di super-inverni post-maggio 1945 (dopoguerra!) direi per Padova:
    - 1962/'63;
    - 1953/'54;
    - 1946/'47.
    Medaglia "di legno" ex aequo a 1955/'56, 1963/'64 e 1984/'85, col dubbio di includere anche il 1968/'69. Altri inverni furono o freddi o nevosi o un mix, ma non a quei livelli, altrimenti bisogna includerne anche di recenti (2002, 2004, 2005, 2009, 2010, 2012, 2013) che battono una gran parte degli inverni anni '70-'80-'90 (ovviamente non i "mostri sacri").

  7. #27
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Ferrara (FE) 9 m s.l.m.
    Età
    25
    Messaggi
    30,292
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Quali sono i vostri 3 inverni "da sogno" dal dopoguerra?

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Se parliamo di super-inverni post-maggio 1945 (dopoguerra!) direi per Padova:
    - 1962/'63;
    - 1953/'54;
    - 1946/'47.
    Medaglia "di legno" ex aequo a 1955/'56, 1963/'64 e 1984/'85, col dubbio di includere anche il 1968/'69. Altri inverni furono o freddi o nevosi o un mix, ma non a quei livelli, altrimenti bisogna includerne anche di recenti (2002, 2004, 2005, 2009, 2010, 2012, 2013) che battono una gran parte degli inverni anni '70-'80-'90 (ovviamente non i "mostri sacri").
    Ecco, io il 1955/56 non riesco personalmente a metterlo nei primi posti perchè è vero che il Febbraio 1956 è stato pure qui qualcosa di mostruoso, forse perfino troppo....del resto un Febbraio con media di -2,8, chiuso a -4,4 dalla 61-90 di GENNAIO e con circa mezzo metro di neve totale è ovviamente qualcosa di folle.

    Tuttavia per me nell'inverno contano molto Dicembre e Gennaio e faccio fatica ad ignorare il fatto che in quei due mesi il 1955/56 ha prodotto un nulla assoluto, decisamente peggio del corrispettivo del 2011/12...a Dicembre 1955 la prima minima negativa per intenderci è arrivata solo il 27 ed entrambi i mesi hanno chiuso a circa +2 rispetto alla 1961-90.

    Insomma, io privilegio molto di più la continuità nell'inverno, avere buoni episodi spalmati nei tre mesi piuttosto che avere 20 giorni di gioia disumana e altri 70 giorni da vomito...per questo motivo un 1955/56 non potrà mai superare il 2009/10 nella mia classifica di gradimento personale...ma neppure un 1980/81, che benchè meno nevoso è stato comunque ben più continuo e anche più freddo del 1955/56.
    "La beffa più grande che il Diavolo abbia mai fatto è stato convincere il mondo che lui non esiste. E come niente, puf: sparisce !" (dal film "I soliti sospetti")

  8. #28
    Vento teso L'avatar di paxo
    Data Registrazione
    13/11/15
    Località
    Caramanico Terme (PE)
    Messaggi
    1,932
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Quali sono i vostri 3 inverni "da sogno" dal dopoguerra?

    A parte Febbraio 1956, so per certo che fece molta neve qui da me anche l'anno dopo, nel Gennaio del 1957.

  9. #29
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Montesilvano PE - Padova
    Messaggi
    1,601
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Quali sono i vostri 3 inverni "da sogno" dal dopoguerra?

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Ecco, io il 1955/56 non riesco personalmente a metterlo nei primi posti perchè è vero che il Febbraio 1956 è stato pure qui qualcosa di mostruoso, forse perfino troppo....del resto un Febbraio con media di -2,8, chiuso a -4,4 dalla 61-90 di GENNAIO e con circa mezzo metro di neve totale è ovviamente qualcosa di folle.

    Tuttavia per me nell'inverno contano molto Dicembre e Gennaio e faccio fatica ad ignorare il fatto che in quei due mesi il 1955/56 ha prodotto un nulla assoluto, decisamente peggio del corrispettivo del 2011/12...a Dicembre 1955 la prima minima negativa per intenderci è arrivata solo il 27 ed entrambi i mesi hanno chiuso a circa +2 rispetto alla 1961-90.

    Insomma, io privilegio molto di più la continuità nell'inverno, avere buoni episodi spalmati nei tre mesi piuttosto che avere 20 giorni di gioia disumana e altri 70 giorni da vomito...per questo motivo un 1955/56 non potrà mai superare il 2009/10 nella mia classifica di gradimento personale...ma neppure un 1980/81, che benchè meno nevoso è stato comunque ben più continuo e anche più freddo del 1955/56.
    Infatti per quello non l'ho incluso nel podio invernale: ma il febbraio 1956 (con colpi di coda da marzo fino a giugno) rimane qualcosa di ancora ineguagliato post-1929. Avesse avuto almeno un gennaio discreto, anche solo per inversione...

  10. #30
    Vento fresco L'avatar di Federico Ogino
    Data Registrazione
    05/12/15
    Località
    Carmagnola (TO)
    Messaggi
    2,283
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Quali sono i vostri 3 inverni "da sogno" dal dopoguerra?

    Ecco, almeno qui, complessivamente, il 1955/56 citato sa voi, anche guardando il trimestre intero, non rientra per pochissimo nella Top 3 (nella Top 5 però sì ). Tant'e' che per il '55/'56 mi risulta uso scarto complessivo di -2.5 dalla 61-90 (T media di +1.4 il 55/56 contro i +3.9 della 61-90 [rif. Torino-Centro]) e ben 82 cm di neve totali (5^ inverno più nevoso dal dopoguerra, dietro al 1945/46, 1953/54, 1959/60, 1985/86).

    Un inverno che, anche visto nel complesso, e' da 10/10 e lode.

    Concordo però sul fatto che abbia avuto il difetto di essere troppo concentrato in quel febbraio che conosciamo tutti.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •