Pagina 4 di 16 PrimaPrima ... 2345614 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 152
  1. #31
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    13,258
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Io l'ho usata fino a che non sono riuscito, dopo grande fatica, a ricavare medie più recenti per la mia zona...
    Il punto non è l'usare la media 61/90 o meno, il punto è che forse molti faticano a rendersi conto che a livello europeo ci sarebbe oggi da baciarsi tutti i gomiti per avere un altro Marzo 2013, altrochè fare gli schizzinosi con frasi del tipo "beh ma prima del 1988 ce ne sono tanti migliori" perchè a parte che non è del tutto vero, ma soprattutto è acqua passata e i nostalgici dei bei tempi andati farebbero solo bene a farsene una ragione.

    Posto che , ripeto, in questo angolo d'Italia il Marzo 2013 è fra i più freddi dal dopoguerra.
    La nostalgia fa parte della passione meteo.Un Albedo o un Giorgio1940,che hanno vissuto un marzo 1987 o un marzo 1971 in modo cosciente, sono l'equivalente di uno che abbia visto giocare Maradona o Pelé e poi debba esaltarsi nel vedere giocare Marchisio o Tevez.Ci sta.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  2. #32
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/12/16
    Località
    crodo(vb)
    Messaggi
    200
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Io l'ho usata fino a che non sono riuscito, dopo grande fatica, a ricavare medie più recenti per la mia zona...
    Il punto non è l'usare la media 61/90 o meno, il punto è che forse molti faticano a rendersi conto che a livello europeo ci sarebbe oggi da baciarsi tutti i gomiti per avere un altro Marzo 2013, altrochè fare gli schizzinosi con frasi del tipo "beh ma prima del 1988 ce ne sono tanti migliori" perchè a parte che non è del tutto vero, ma soprattutto è acqua passata e i nostalgici dei bei tempi andati farebbero solo bene a farsene una ragione.

    Posto che , ripeto, in questo angolo d'Italia il Marzo 2013 è fra i più freddi dal dopoguerra.
    Adesso dico la mia: andrebbe usata la media storica, a clima non mutato, non drogarsi con la 81/10; che senso ha usare una media falsata dal gw?
    La media è quella, non ce la si deve inventare, se no il confronto va a farsi benedire.
    Solo così si può avere un riscontro, ovvio che lo scarto sarà sempre positivo, mi spiace ma babbo natale non esiste

  3. #33
    Uragano L'avatar di baccaromichele
    Data Registrazione
    07/11/07
    Località
    Rimini (RN)
    Età
    21
    Messaggi
    15,260
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Giovanni78 Visualizza Messaggio
    Adesso dico la mia: andrebbe usata la media storica, a clima non mutato, non drogarsi con la 81/10; che senso ha usare una media falsata dal gw?
    La media è quella, non ce la si deve inventare, se no il confronto va a farsi benedire.
    Solo così si può avere un riscontro, ovvio che lo scarto sarà sempre positivo, mi spiace ma babbo natale non esiste
    In realtà dipende da cosa vuoi farci con quell'anomalia ricavata
    Se vuoi fare un confronto "meteorologico", ovvero capire se il mese (giorno, decade, anno o quello che volete) è stato caldo o freddo è bene usare il trentennio più recente disponibile, non per "drogarsi" con anomalie più basse, ma perché non ha senso usare una media vecchia per poi dire ha fatto freddo con un mese che ti chiude a +0.5.

    Come dice Federico la 61-90 (ma anche la 71-00 e ormai la 81-10) sono acqua passata. Nel senso che tenderai ad avere uno sbilanciamento verso anomalie positive che non ti permette di sapere cosa ha fatto la variabilità meteorologica in quel dato periodo. Purtroppo in un trend di aumento piuttosto costante diventa difficile avere un periodo ben rappresentativo del clima attuale perché a trentennio concluso sei già un po' sopra. Per esempio visto che il topic ha come argomento marzo prendiamo le anomalie di marzo dal 2011 al 2016 e confrontiamole con il recente 1981-2010.
    Si nota bene la prevalenza di colori caldi perché rispetto a quel trentennio ci siamo già scaldati.
    Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche-amaps.png

    Nonostante ciò usare il trentennio più vicino è la cosa migliore che si possa fare per avere un'anomalia rispetto al clima attuale (oppure uno scostamento dal trend, ma questo più che altro a livello globale dove il trend si è dimostrato tutto sommato costante dagli anni 70 in poi).

    Dal punto di vista climatico invece hai pienamente ragione, ovvero usare medie recenti è fuorviante, se vuoi calcolare il cambiamento del clima è bene usare una media che rappresenti il clima prima del cambiamento in atto. Quindi lì una 61-90 o 51-80 sarà buona anche fra 100 anni.

    Io per esempio uso la 61-90 perché non ne ho altre (attendo la 91-20 dell'arpa a trentennio finito), ma continuerò a riportare la 61-90 che è la media più vecchia a me disponibile proprio per mantenere un confronto climatico, oltre che meteorologico.
    Massima: +38,7°C 23/7/2009 e 8/8/2013
    Minima: -8,3°C 21/12/2009
    Neve: 2008=1.0cm 2009=6.5cm 2010=74.0cm 2011=1.5cm 2012=78.0cm 2013​=19.5cm 2014=5.0cm 2015=0.0cm 2016=0.0cm
    http://climarimini.altervista.org/index.html

  4. #34
    Brezza leggera L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (CH-TI)
    Età
    18
    Messaggi
    290
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da baccaromichele Visualizza Messaggio
    In realtà dipende da cosa vuoi farci con quell'anomalia ricavata
    Se vuoi fare un confronto "meteorologico", ovvero capire se il mese (giorno, decade, anno o quello che volete) è stato caldo o freddo è bene usare il trentennio più recente disponibile, non per "drogarsi" con anomalie più basse, ma perché non ha senso usare una media vecchia per poi dire ha fatto freddo con un mese che ti chiude a +0.5.

    Come dice Federico la 61-90 (ma anche la 71-00 e ormai la 81-10) sono acqua passata. Nel senso che tenderai ad avere uno sbilanciamento verso anomalie positive che non ti permette di sapere cosa ha fatto la variabilità meteorologica in quel dato periodo. Purtroppo in un trend di aumento piuttosto costante diventa difficile avere un periodo ben rappresentativo del clima attuale perché a trentennio concluso sei già un po' sopra. Per esempio visto che il topic ha come argomento marzo prendiamo le anomalie di marzo dal 2011 al 2016 e confrontiamole con il recente 1981-2010.
    Si nota bene la prevalenza di colori caldi perché rispetto a quel trentennio ci siamo già scaldati.
    Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche-amaps.png

    Nonostante ciò usare il trentennio più vicino è la cosa migliore che si possa fare per avere un'anomalia rispetto al clima attuale (oppure uno scostamento dal trend, ma questo più che altro a livello globale dove il trend si è dimostrato tutto sommato costante dagli anni 70 in poi).

    Dal punto di vista climatico invece hai pienamente ragione, ovvero usare medie recenti è fuorviante, se vuoi calcolare il cambiamento del clima è bene usare una media che rappresenti il clima prima del cambiamento in atto. Quindi lì una 61-90 o 51-80 sarà buona anche fra 100 anni.

    Io per esempio uso la 61-90 perché non ne ho altre (attendo la 91-20 dell'arpa a trentennio finito), ma continuerò a riportare la 61-90 che è la media più vecchia a me disponibile proprio per mantenere un confronto climatico, oltre che meteorologico.
    Porto l'esempio, che seguo, di MeteoSvizzera che per le analisi "meterologiche" attuali utilizza l'81-10, mentre per quelle "climatiche" storiche la 61-90. http://www.meteosvizzera.admin.ch/ho...osvizzera.html
    Sensore "storico": da gennaio 2014 - MIN -8.4°C (18/01/2017) - MAX +37.2°C (22/07/2015)
    Sensore a norma: da marzo 2016 - MIN -7.7°C (18/01/2017) - MAX +33.8°C (09/07/2016)

  5. #35
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Roma (Rm)
    Messaggi
    2,196
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da baccaromichele Visualizza Messaggio

    Dal punto di vista climatico invece hai pienamente ragione, ovvero usare medie recenti è fuorviante, se vuoi calcolare il cambiamento del clima è bene usare una media che rappresenti il clima prima del cambiamento in atto. Quindi lì una 61-90 o 51-80 sarà buona anche fra 100 anni.

    Io per esempio uso la 61-90 perché non ne ho altre (attendo la 91-20 dell'arpa a trentennio finito), ma continuerò a riportare la 61-90 che è la media più vecchia a me disponibile proprio per mantenere un confronto climatico, oltre che meteorologico.
    Sì, ma attenzione: la 61-90 serve appunto per raffrontare il clima attuale a quello passato. Non bisogna far passare l'idea che esista un clima "reale" rappresentato dalla 61-90 e che la 81-10 o qualsiasi altra media che venga dopo sia una distorsione causata dal GW che non descriva bene quel clima "reale"; è una tesi molto diffusa sui forum meteo, ma non ha alcun senso scientifico.
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  6. #36
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    13,258
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    Sì, ma attenzione: la 61-90 serve appunto per raffrontare il clima attuale a quello passato. Non bisogna far passare l'idea che esista un clima "reale" rappresentato dalla 61-90 e che la 81-10 o qualsiasi altra media che venga dopo sia una distorsione causata dal GW che non descriva bene quel clima "reale"; è una tesi molto diffusa sui forum meteo, ma non ha alcun senso scientifico.
    Sono perfettamente d'accordo.
    Personalmente,non uso la 81/10 per Grazzanise perché è una serie con troppi buchi: ci sono dentro il 2003 ed il 2005 che sono delle groviere per la stazione.
    Se fosse più affidabile,la userei volentieri.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  7. #37
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/12/16
    Località
    crodo(vb)
    Messaggi
    200
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    Sì, ma attenzione: la 61-90 serve appunto per raffrontare il clima attuale a quello passato. Non bisogna far passare l'idea che esista un clima "reale" rappresentato dalla 61-90 e che la 81-10 o qualsiasi altra media che venga dopo sia una distorsione causata dal GW che non descriva bene quel clima "reale"; è una tesi molto diffusa sui forum meteo, ma non ha alcun senso scientifico.
    infatti per avere un'idea del clima reale si dovrebbe usare una media di fine 800-inizio 900 , così si evita la piccola era glaciale che c'era prima e anche l'inizio del riscaldamento globale, così a spanne eh

  8. #38
    Uragano L'avatar di albedo
    Data Registrazione
    27/06/02
    Località
    Prato
    Età
    58
    Messaggi
    25,447
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Sono perfettamente d'accordo.
    Personalmente,non uso la 81/10 per Grazzanise perché è una serie con troppi buchi: ci sono dentro il 2003 ed il 2005 che sono delle groviere per la stazione.
    Se fosse più affidabile,la userei volentieri.
    Ci sono comunque degli accorgimenti statistici con cui puoi tappare quei buchi e sono perfettamente ammissibili dal punto di vista scientifico. C'è un minimo di valori disponibili consentito in una serie, se non si va sotto questo numero, la media puoi farla. Ma su questo qua dentro abbiamo gente esperta che ci lavora e ne sa sicuramente molto più di me.

    RECORD PRATO+PRATO EST 1921-2014: Anno + freddo: 13,4° (1940); Anno + caldo 16,4° (1943); Anno + piovoso 1788,1 mm (1937);
    Anno + asciutto 503,8 mm (1945); Min. assoluta - 13,8° (11 gen 1985); Max assoluta 41,0° (7 lug 1952); Mese + freddo 0,2° (feb 1929); Mese + caldo 28,9° (ago 2003)

  9. #39
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    13,258
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da albedo Visualizza Messaggio
    Ci sono comunque degli accorgimenti statistici con cui puoi tappare quei buchi e sono perfettamente ammissibili dal punto di vista scientifico. C'è un minimo di valori disponibili consentito in una serie, se non si va sotto questo numero, la media puoi farla. Ma su questo qua dentro abbiamo gente esperta che ci lavora e ne sa sicuramente molto più di me.
    Peraltro va detto che, anche se usassi la 81/10, di mesi sottomedia dal marzo 2012 in poi ne uscirebbero pochissimi lo stesso.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  10. #40
    Uragano L'avatar di albedo
    Data Registrazione
    27/06/02
    Località
    Prato
    Età
    58
    Messaggi
    25,447
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Marzo 2017:anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    La nostalgia fa parte della passione meteo.Un Albedo o un Giorgio1940,che hanno vissuto un marzo 1987 o un marzo 1971 in modo cosciente, sono l'equivalente di uno che abbia visto giocare Maradona o Pelé e poi debba esaltarsi nel vedere giocare Marchisio o Tevez.Ci sta.
    L'esempio è simpatico, però non mi attribuire pensieri che sono lontani dal mio modo di vivere la meteo. Ho scritto che il marzo 2013 qui non è stato poi così anomalo non per afflato nostalgico, ma perché lo dicono i dati rispetto a tutte le medie disponibili, non la la 61-90, ma anche se si prende, chessò, il solo periodo 2000-2017. Includendo nelle medie quella mensile finale, ma anche le medie delle decadi (cioè di periodi più ristretti e quindi più vicini al tempo reale e meno astratte), quella delle nevosità alle varie quote, le gelate ecc. In questo contesto, a parità di media finale, è stato migliore il 2005. Il 2013 forse lo collocherei al secondo posto insieme al 2006 che, pur essendo stato leggermente più freddo, è stato meno dinamico e precipitativo. Certamente i marzi "Maradona" del 1987 o del 1971 sono stati di un altro pianeta, ma questo lo davo per scontato.

    RECORD PRATO+PRATO EST 1921-2014: Anno + freddo: 13,4° (1940); Anno + caldo 16,4° (1943); Anno + piovoso 1788,1 mm (1937);
    Anno + asciutto 503,8 mm (1945); Min. assoluta - 13,8° (11 gen 1985); Max assoluta 41,0° (7 lug 1952); Mese + freddo 0,2° (feb 1929); Mese + caldo 28,9° (ago 2003)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •