Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 46
  1. #1
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    23/02/12
    Località
    Prato (PO)
    Messaggi
    753
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Intensa siccità in corso in Maremma e sull'Arcipelago Toscano

    Apro questo TD in stanza nazionale visto che, seppur essendo un fenomeno limitato ad una determinata area, sta iniziando ad assumere caratteri di eccezionalità.

    Premettendo che le medie pluviometriche annue delle aree in questione sono generalmente comprese tra i 550 e i 650 mm per la pianura maremmana e che per le isole meridionali dell'Arcipelago Toscano e per il Monte Argentario si attestano attorno ai 400 mm, inizia ad essere molto grave la situazione che si sta delineando in vista dell'imminente inizio della stagione estiva che statisticamente su queste aree apporta accumuli pluviometrici bassissimi e talvolta anche nulli.

    Dal 1° dicembre 2016 ad oggi la stazione meteorologica presente sull'isola di Montecristo, gestita dal Consorzio LaMMA e facente parte della rete del Servizio Idrologico Regionale, ha fatto registrare soltanto 53,2 mm di pioggia, dei quali soltanto 10,2 mm caduti dal 1° febbraio in poi.

    Non va meglio sulla terraferma dove la stazione AM di Grosseto Aeroporto è ferma a 85,2 mm dal 1° dicembre 2016, con serie conseguenze per l'agricoltura nell'intera zona e con prospettive non certo rosee (se la situazione dovesse persistere) anche per l'approvigionamento idrico estivo in vista della stagione turistica.
    http://climaintoscana.altervista.org/
    Temperature estreme in Toscana finora validate: +43,1 °C Antella (FI) il 06/08/2003; -26,0 °C Firenzuola (FI) l'08/01/1985.

  2. #2
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,195
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Intensa siccità in corso in Maremma e sull'Arcipelago Toscano

    Citazione Originariamente Scritto da Vinmat Visualizza Messaggio
    Apro questo TD in stanza nazionale visto che, seppur essendo un fenomeno limitato ad una determinata area, sta iniziando ad assumere caratteri di eccezionalità.

    Premettendo che le medie pluviometriche annue delle aree in questione sono generalmente comprese tra i 550 e i 650 mm per la pianura maremmana e che per le isole meridionali dell'Arcipelago Toscano e per il Monte Argentario si attestano attorno ai 400 mm, inizia ad essere molto grave la situazione che si sta delineando in vista dell'imminente inizio della stagione estiva che statisticamente su queste aree apporta accumuli pluviometrici bassissimi e talvolta anche nulli.

    Dal 1° dicembre 2016 ad oggi la stazione meteorologica presente sull'isola di Montecristo, gestita dal Consorzio LaMMA e facente parte della rete del Servizio Idrologico Regionale, ha fatto registrare soltanto 53,2 mm di pioggia, dei quali soltanto 10,2 mm caduti dal 1° febbraio in poi.

    Non va meglio sulla terraferma dove la stazione AM di Grosseto Aeroporto è ferma a 85,2 mm dal 1° dicembre 2016, con serie conseguenze per l'agricoltura nell'intera zona e con prospettive non certo rosee (se la situazione dovesse persistere) anche per l'approvigionamento idrico estivo in vista della stagione turistica.
    Anche qui a Foiano della Chiana l'accumulo che va dal 1°dicembre 2016 al 30 aprile 2017 è il minore dal 1916
    2017 - DJFMA 124,3 mm
    1990 - DJFMA 134,6 mm
    1967 - DJFMA 137,0 mm
    2000 - DJFMA 146,4 mm
    1946 - DJFMA 150,5 mm
    1989 - DJFMA 152,6 mm
    1993 - DJFMA 157,4 mm
    1994 - DJFMA 171,6 mm
    1992 - DJFMA 172,6 mm
    2012 - DJFMA 173,4 mm
    2002 - DJFMA 180,0 mm
    1952 - DJFMA 185,8 mm
    1975 - DJFMA 188,8 mm
    1999 - DJFMA 192,8 mm
    1987 - DJFMA 193,6 mm
    1981 e 1995 - DJFMA 198,2 mm
    2007 - DJFMA 199,3 mm
    Dal 1916 al 1945 l'accumulo non era mai sceso sotto i 200 mm nei 5 mesi presi in considerazione.
    Ultima modifica di Alessandro(Foiano); 12/05/2017 alle 12:52 Motivo: aggiunto altri dati

  3. #3
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    3,377
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Intensa siccità in corso in Maremma e sull'Arcipelago Toscano

    Le testimonianze dirette dei miei genitori in Maremma, visto che io sono nato e cresciuto a Grosseto, mi dicono di una situazione profondamente drammatica.
    le falde acquifere della zona sono già in regime estivo (per la verità non si sono mai riprese) e di acqua dal cielo ne è caduta pochissima.
    A questo punto, salvo una seconda parte del mese di Maggio e Giugno diversa, tutta la pianura Maremmana riesco un default del settore agricolo sia per le coltivazioni di grano, girasole sia per quelle ad irrigazione.
    Sicuramente all'abbassamento delle falde della pianura Maremmana ha contribuito l'irrigazione per le piantagioni delle innumerevoli centrali a biomassa della zona.
    Comunque sia, a parte questa ulteriore problematica, la siccità Maremmana è un dato di fatto.
    E andiamo incontro all'estate.
    Aggiungo che se in tutto il 2016 molte zone della Toscana interna hanno avuto ottime precipitazioni ( se non eccezionali) da Follonica in giù gli accumuli sono stati leggermente al di sotto della media.
    Poi i dati impietosi degli ultimi 5 mesi stanno facendo il resto

  4. #4
    Tempesta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    12,141
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Intensa siccità in corso in Maremma e sull'Arcipelago Toscano

    Anche se e' un fattore locale e' stato giusto aprirne un 3d anche in stanza nazionale.
    Pensavo comunque avesse piovuto di piu'

  5. #5
    Bava di vento
    Data Registrazione
    20/01/08
    Località
    sanremo
    Età
    51
    Messaggi
    58
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Intensa siccità in corso in Maremma e sull'Arcipelago Toscano

    E' una situazione che si estende anche nel ponente ligure: quì a Sanremo da inizio anno sono caduti poco più di 150 mm a fronte di una media che ne prevede 340.
    Questo è inoltre il terzo anno consecutivo fortemente siccitoso: il 2015 e il 2016 si sono chiusi con deficit fra il 30% e 40%.

  6. #6
    Vento forte L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    20
    Messaggi
    4,409
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: Intensa siccità in corso in Maremma e sull'Arcipelago Toscano

    L' inverno totalmente secco e la prima parte della primavera calda e asciutta hanno dato non pochi problemi anche qui. La neve in quota era pressoché nulla e gli invasi erano a livelli imbarazzanti, mai visti così bassi. Le falde inoltre erano ai livelli più bassi almeno dal 2003.

    Il momento più critico si è avuto a fine aprile, prima dell' inizio di qualche evento piovoso.
    Qualcosa si è recuperato dopo il 26, comunque il deficit non è stato ancora recuperato.



    Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk
    prospetticamente le carte mostrano una potenziale tendenza verso alte potenzialità di prospettiva....

  7. #7
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    23/02/12
    Località
    Prato (PO)
    Messaggi
    753
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Intensa siccità in corso in Maremma e sull'Arcipelago Toscano

    Sempre tra la Maremma e l'Arcipelago Toscano, segnalo questi accumuli pluviometrici per le stazioni delle reti regionali dal 1° dicembre 2016 ad oggi.

    Orbetello Laguna 50,8 mm
    Isola di Gorgona 63,4 mm
    Capalbio Selva Nera 78,8 mm
    Alberese Casello Idraulico 79,4 mm
    Rispescia Enaoli 81,6 mm
    http://climaintoscana.altervista.org/
    Temperature estreme in Toscana finora validate: +43,1 °C Antella (FI) il 06/08/2003; -26,0 °C Firenzuola (FI) l'08/01/1985.

  8. #8
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    3,377
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Intensa siccità in corso in Maremma e sull'Arcipelago Toscano

    Leggermente meglio le aree subcostiere e interne.
    Ma sempre su valori di siccità visto le medie più alte.
    da Dicembre 2016......
    Poggio Perotto : 128 mm
    Pitigliano: 168 mm
    Sono comunque 6 mesi

  9. #9
    Uragano L'avatar di Heinrich
    Data Registrazione
    21/04/08
    Località
    Bolzano
    Età
    27
    Messaggi
    16,119
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Intensa siccità in corso in Maremma e sull'Arcipelago Toscano

    Se gli entroterra e le medie coste tirreniche hanno tutti i segni di una perdurante fase siccitosa in inverno, qui nel mezzo delle Alpi la cosa è ancora più accentuata.

    In media Val Venosta, la prima fondovalle dell'Adige fra massicci >3500mt. a Nord e Sud, dal'1.12 al 30.04 erano caduti soltanto 20mm.

    L'approvvigionamento idrico lì è garantito dai ghiacci in quota, sebbene pochissimi visti gli ultimi 3 inverni pessimi.
    Con maggio la situazione, particolarmente grave per le falde, l'agricoltura e i boschi infestati di processionaria, è rapidamente migliorata grazie alle piogge. Ma siamo appena in una situazione di sufficienza.
    Il deficit è enorme. In alta quota lo si vede nel tracollo dei bilanci dei ghiacciai avviato già dall'inv. 2014-2015, almeno qui lungo le Alpi centro-orientali.
    Parlo di cose scomode: tipo ciglia negli occhi, vecchine alla guida o quando sbagli col sale...



  10. #10
    Uragano L'avatar di Heinrich
    Data Registrazione
    21/04/08
    Località
    Bolzano
    Età
    27
    Messaggi
    16,119
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Intensa siccità in corso in Maremma e sull'Arcipelago Toscano

    Citazione Originariamente Scritto da Heinrich Visualizza Messaggio
    Il deficit è enorme. In alta quota lo si vede nel tracollo dei bilanci dei ghiacciai avviato già dall'inv. 2014-2015, almeno qui lungo le Alpi centro-orientali.
    Ah, per precisare: parlo proprio di 'tracollo' perché è quel che i dati raccolti descrivono: l'estate 2015 ha mangiato via un biennio di surplus o bilanci in pari (2013+2014), togliendo pure grossi strati nevosi generati proprio da certe annate recenti piovose.
    Da quell'estate immonda sono seguiti solo inverni secchi e caldi ed autunni con ZT spesso >3400mt.
    Parlo di cose scomode: tipo ciglia negli occhi, vecchine alla guida o quando sbagli col sale...



Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •