Pagina 27 di 27 PrimaPrima ... 17252627
Risultati da 261 a 264 di 264
  1. #261
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    17/10/08
    Località
    Carnate 245mslm (MB)
    Messaggi
    762
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il vostro clima estivo preferito

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Credo che il successo della classificazione di Koppen si spieghi con la semplicità.In realtà, la sua applicazione porta a risultati francamente aberranti,come rilevi.
    Ce ne sono di ben più aderenti alla realtà,fermo restando che categorizzare i climi della Terra è un'operazione davvero complessa.
    Il clima della pianura padana è sicuramente atipico per la latitudine ma proprio per questo classificarlo come oceanico o peggio ancora come subtropicale è davvero fuorviante.
    infatti si stanno usando altre classificazioni meno spalmate e più precise.

  2. #262
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    14,233
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Il vostro clima estivo preferito

    Citazione Originariamente Scritto da meteobrianza Visualizza Messaggio
    infatti si stanno usando altre classificazioni meno spalmate e più precise.
    Meglio così
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  3. #263
    Bava di vento
    Data Registrazione
    28/02/17
    Località
    milano
    Età
    29
    Messaggi
    77
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il vostro clima estivo preferito

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Nessun medico aveva ordinato a Koppen di limitarsi a 4 fasce termiche e mi domando,in ogni caso, come si fosse definire "oceanico" il clima padano,se non forse per il profilo pluviometrico.
    Che poi la pianura padana sia un posto caldo/molto caldo per la sua latitudine,è ben noto a chiunque mastichi qualche nozione di climatologia.
    Anzi,l'Italia nel suo complesso è indubbiamente il luogo con le medie termiche più alte nell'emisfero nord,in rapporto alla latitudine(il discorso che abbiamo fatto con @Fenrir mille volte), attesa la vicinanze del continente africano, la posizione al centro di un mare caldissimo, la protezione offerta dalla catena alpina ecc.ecc. e tante altre cose che fanno la disperazione dei freddofili residenti nel Bel Paese e la gioia dei caldofili,cioè dell'80% della popolazione mondiale.
    Innanzitutto parto col contraddire ciò che hai scritto in grassetto: l'italia NON è il luogo che le medie termiche più alte in rapporto alla sua latitudine dell'emisfero nord.

    Questa è una caratteristica condivisa da tutta l'europa occidentale per la concomitanza del tiepido flusso oceanico sulla costa ovest di un continente e dell'ondulazione verso sud dei westerlies a causa dell'imponenza longitudinale delle montagne rocciose che causano la successiva risalità nell'atlantico di venti subtropicali da sud che appunto investono l'europa.
    Le cause che tu hai citato non sono preponderanti:

    la vicinanza dell'africa è moderata appunto dal mediterraneo di mezzo, il vero effetto peculiare provocato da questa conformazione è quello di avere alti livelli di umidità in estate;

    le alpi non hanno in realtà un ruolo incisivo nel mitigare il clima italiano, poichè il freddo d'inverno proviene da est e sovente le zone poste a nord delle alpi godono di aria più mite che a sud, d'estate regalano temperature maggiori in particolare alla pianura padana, ma il resto d'italia gode di medie estive simili a tanti altri luoghi alla stessa latitudine sprovvisti della protezione alpina.

    L'italia ha medie alte in rapporto alla sua latitudine come la francia, le isole britanniche e la scandinavia occidentale, ma non ha le più alte al mondo nella latitudine compresa tra i 37º ed i 43º, poichè la spagna ha spesso un gradiente termico a pari altitudine di circa 1 C, solo in calabria e sicilia questo gradiente è mediamente nullo, quindi nel complesso la spagna ha le medie piu alte al mondo per la latitudine corrispondente al centro sud italia, mentre nella latitudine compresa tra i 43º ed i 46º il
    nord italia ha medie annue molto simili mediamente a quelle del sud della francia.

    Per quanto riguarda la classificazione di koeppen, le 4 fasce termiche sono NECESSARIE per la SEMPLICITÀ.
    Costruire una classificazione con 15 fasce termiche cosicchè da descrivere minuziosamente ogni singolo clima, per la gioia dei tanti non sarebbe difficile, ma sarebbe una classificazione obsoleta ed inutilizzabile a scopi pratici, poichè solo noi super appassionati potremmo ricordare il centianio di categorie climatiche che ne nascerebbero.

    Nessuno al di fuori della climatologia potrebbe ricordare 100 categorie climatiche, a questo punto si farebbe prima a riportare l'intera tabella delle medie trentennali di una località, una classificazione deve saper trovare la differenzazione equilibrata e funzionale dei parametri in gioco.
    Difatti koeppen con una classificazione tanto scarna ed essenziale, nel dover considerare anche il regime pluviometrico e il calore dell'estate, ha creato più di 30 categorie climatiche differenti.
    La sua classificazione ha avuto successo perchè è riuscito a coniugare il bisogno di semplicità con la necessità di descrivere con tre lettere il clima di una località, considerando i parametri fondamentali che influenzano un clima, come ad esempio la presenza fissa di ghiaccio al suolo ( T< 0 C ), ma di sicuro non era felice nemmeno lui di dover considerare il clima di orlando uguale a quello di philadelphia.

    Detto questo la falla maggiore della classificazione è appunto la fascia C, quindi Trewartha ha provato ad aggiungere una nuova fascia, complicando leggermente le cose, e anche in questa fascia il clima PADANO E' TEMPERATO OCEANICO, grazie agli inverni superiori agli 0 C , ed alla presenza di più di 4 mesi con media superiore ai 10 C , ma questa complicazione gli ha conferito meno successo rispetto a quella di koeppen.

    Ora se due climatologhi le cui classificazione sono le piu famose al mondo considerano l'inverno padano oceanico, non vedo come qualcuno di noi possa avere la superbia di contraddire ciò, in base a luoghi comuni climatologici nei quali cresciamo in italia, dove a napoli il sole splende come nel deserto del mojave, in sicilia l'inverno è tropicale e appunto in padania l'inverno ha un non so che di siberiano.

    Le medie 81-00 del mese freddo di diverse località mondiali rinomate per il loro clima oceanico non sono molto dissimili dai 3 C circa per gennaio della bassa pianura padana:

    _seattle 4.6 C
    _manchester 4.5 C
    _edimburgo 4.1 C
    _vancouver 3.6 C
    _amsterdam 3.4 C

    Non vedo come una differenza di 1 C circa sul mese freddo rispetto ad inverni universalmente riconosciuti come oceanici, possa portare a considerare eresia la definizione dell'inverno padano come tale, oltretutto dopo che le due più usate classificazioni climatiche al mondo lo ribadiscono come tale.
    Ultima modifica di andreasonn; 05/11/2017 alle 23:33

  4. #264
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    14,233
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Il vostro clima estivo preferito

    Lo hai scritto tu mesi fa,eh!


    "media annua in C°:

    43° parallelo costiere
    A coruna 14.6 gijon 13.8 Livorno 15.4 (particolarmente mite nelle minime per la posizione marittima della stazione) pisa 14.4 ancona 13.7

    42° parallelo costiere
    vigo 14 Grosseto 14.6 pescara 14.3

    42°parallelo 700/900 m.s.l.m
    Leon 11.1 Burgos 10.7 L'aquila 11.9

    41° parallelo costiere
    Tarragona 16.1 napoli 15.9 bari 15.9

    41° parallelo 700/800 m.s.l.m
    Salamanca 12.2 Valladolid 12.7 Campobasso 12.3

    41° parallelo zone interne 0/200 m.s.l.m
    Zaragoza 15.5 foggia 15.5
    40° parallelo costiere
    castellon 17.5 salerno 15.4 (media 1951-1980, più bassa probabil. di 1°C di quelle odierne) taranto 16.6 brindisi 17.3 salonnico 15.1

    40° parallelo 600/800 m.s.l.m
    madrid 14.5 cuenca 13.1 (900 m.s.l.m) potenza 11.5 florina 12 kozani 12.9

    40° parallelo 400/500 m.s.l.m.
    Toledo 15.8 Macomer 13.8 matera 14.9

    39° parallelo costiere
    valencia 18.3 palma 18.2 cagliari 17.2 Lamezia 16.2 crotone 16.2 arta 17.2

    39° parallelo interne 0/200 m.s.l.m.
    Badajoz 17.1 cosenza 15.8 larissa 15.4


    39° parallelo 600/800 m.s.l.m.
    Albacete 14.3 Perdasdefogu 13.6 ioannina 14.2 ( 500 m.s.l.m.)

    38° parallelo costiere
    alicante 18.3 palermo 18.3 messina 18.8 atene 18.5 ( gravemente affetta da un'isola di calore urbana che ne innalza le medie di almeno 1 C°)

    37° parallelo 600/900 m.s.l.m
    granada 15.7 enna 13.7 (900 m.s.l.m.) ragusa 14.7 (posta a 500 m.s.l.m.) tripoli 14.1

    37° parallelo costiere
    Huelva 18.2 almeria 19.1 gela 17.6 siracusa 18.1 Kalamata 17.8

    37° parallelo interne 0/200 m.s.l.m.
    siviglia 19.2 murcia 18.6 catania 17.6 sparta 17.3


    36° parallelo costiere
    cadiz 18.6 Gibilterra 18.6 malaga 18.5 cozzo spadaro 18.5 kythira 17.6

    A latitudini superiori della 41° le località italiane hanno medie annue molto simili a quelle spagnole, se non superiori in alcuni casi.
    questo è dovuto ad estati generalmente più calde in italia al di sopra di questa latitudini, ed inverni simili.

    Solitamente al di sotto del 41° parallelo le località iberiche hanno medie annue superiori a quelle italiane e greche.

    Fanno eccezione alcune località siciliane che reggono il confronto grazie a minime particolarmente miti specie nel semestre freddo, come Messina, Palermo e capo passero.
    Le zone costiere godono di inverni generalmente più miti, mentre le zone interne spagnole di estati più calde".
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •