Pagina 4 di 27 PrimaPrima ... 2345614 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 268
  1. #31
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,385
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Siamo così sicuri di non vivere più il clima dei nostri nonni? Di vivere in un clima sconvolto?

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    secondo me è falsa sta cosa Ale. prima non creava problemi e pulivano le strade perché
    a- c'era un terzo della popolazione di adesso
    b- conseguenza di a, c'era un decimo delle strade di adesso
    c- sempre conseguenza, c'erano esigenze TOTALMENTE diverse. prima la gente lavorava sotto casa e non aveva la macchina molto spesso, adesso anche chi abita a Crodo deve fare 30km per lavorare
    d- come si evince da sopra, prima c'erano un decimo delle macchine di adesso, forse anche meno. va da se che la viabilità nei paesini del biellese era giusto un pelo più semplificata
    Jacopo, ma ho scritto rispetto a 20 anni fa, mica 200.
    Alessio Re
    Xpitality

    Milano Isola - 130 m slm 45.49° N 9.19° E
    Valle Mosso (BI) - 430 m slm 45.65° N 8.15° E

  2. #32
    Tempesta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    26
    Messaggi
    10,358
    Menzionato
    39 Post(s)

    Predefinito Re: Siamo così sicuri di non vivere più il clima dei nostri nonni? Di vivere in un clima sconvolto?

    Citazione Originariamente Scritto da NoSync Visualizza Messaggio
    Jacopo, ma ho scritto rispetto a 20 anni fa, mica 200.
    sì difatti ho appena modificato distrattamente ho fatto mente locale pensando ci stessimo tutti riferendo al pre GW (anni 40/50/60, per dire, l'epoca dei nostri nonni appunto).
    Si vis pacem, para bellum.

  3. #33
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,385
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Siamo così sicuri di non vivere più il clima dei nostri nonni? Di vivere in un clima sconvolto?

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    sì difatti ho appena modificato distrattamente ho fatto mente locale pensando ci stessimo tutti riferendo al pre GW (anni 40/50/60, per dire, l'epoca dei nostri nonni appunto).
    Sono certamente d'accordo, il mio punto è semplicemente che i disagi o meno sono un benchmark non particolarmente rilevante, esattamente per i motivi che hai descritto.
    Alessio Re
    Xpitality

    Milano Isola - 130 m slm 45.49° N 9.19° E
    Valle Mosso (BI) - 430 m slm 45.65° N 8.15° E

  4. #34
    Bava di vento L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV) 65 m s.l.m.
    Messaggi
    203
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Siamo così sicuri di non vivere più il clima dei nostri nonni? Di vivere in un clima sconvolto?

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    I ricordi dei tuoi nonni sono perfetti, sei tu che non ne cogli le differenze col clima attuale. è ovvio che anche prima facesse inverni ciofeca del tutto simili ai nostri, ad esempio, ma lo faceva semplicemente con quel paio di gradi in meno che fa tramutare un inverno stabile e freddo/fresco in uno stabile ma mite/caldo. Questo fa TUTTA la differenza del mondo. fortunatamente i ricordi cmq sono fuffa, ciò che conta nella scienza sono i dati perché come si può ben vedere in questo topic, banalmente, ci sono pareri e ricordi totalmente opposti.

    chiedi, visto che hanno una memoria così lucida, di come stavano i ghiacciai quando erano giovani loro e come stanno adesso. chissà come mai quando si parla di cose simili a quelle del topic nessuno lo prende come esempio a me sembrano differenze per nulla normali in 40/60 anni. si parla di ghiacciai che hanno perso pressoché tutta la loro massa in pochi decenni... dov'è la normalità in questo?
    ed io non sono un sostenitore dell AGW, per nulla, ho sempre precisato e sostenuto che l'attività antropica ha influito (questo è certo, i grafici sono palesi) ma in percentuale piuttosto moderata (quanto? boh, 5,10,15? non ci è dato ancora saperlo).

    la nebbia, cmq, la portava l'inquinante di natura diversa (dimensione) che adesso si è ridotto notevolmente sostituito da quello più piccolo. l'hp è ben presente anche adesso come allora, gli ultimi inverni ne sono la riprova. ah, per allora parlo del clima dei nostri nonni e non genitori. quello dei nostri genitori (o almeno i miei) era già inficiato dal GW.

    secondo me la fai un po' troppo semplice, ancor di più con l'ultima frase del tuo post.
    Non sarai un sostenitore accanito dell'AGW, ma ancora non riesco a trovare righe del mio commento in cui nego il cambiamento, che invece menziono tra undicesima e dodicesima riga

    Ma poi che c'entrano i ghiacciai con la percezione delle stagioni e del clima? Nelle vite quotidiane dei nostri nonni cosa contavano i ghiacciai? Da 1 a 10 secondo te quanto se ne sbattevano i nostri avi dei ghiacciai? Non li ho menzionati apposta, perché mi sembra un discorso fuorviante in questo 3d.

    Al di là del tuo discorso sull'AGW, che per quanto ricalchi posizioni analoghe alle mie, non capisco cosa c'entri nel contesto del tuo commento, parlando della nebbia (presente anche adesso come allora) mi dai ragione su quell'aspetto, ovvero che i periodi di hp c'erano eccome anche allora-perché per avere i nebbioni non bastano 3 giorni di hp e i solfati, ma anche qualche giorno in più di persistenza, quasi come ai giorni nostri probabilmente.
    Che poi 'inficiati dal GW', come se fosse iniziato negli anni 70-80, e non 100 anni prima.

    Per cui boh, non capisco certe 'critiche' che hai scritto se siano tali né dove vogliano andare a parare.
    La mia stazione: http://coneglianometeo.altervista.org/
    Stazione installata il 13 luglio 2015, sito attivo dal 28 agosto 2015.
    Estremi assoluti: -10.4° (7.1.2017); 38.8° (22.7.2015).

  5. #35
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    19/12/16
    Località
    crodo(vb) 480-490m
    Messaggi
    892
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Siamo così sicuri di non vivere più il clima dei nostri nonni? Di vivere in un clima sconvolto?

    secondo me sì, il clima è cambiato, a causa dell'aumento delle temperature.
    Ovviamente non quanto ci vogliano far credere i mass media, non così. Saremmo finiti a coltivare arance in Russia se fosse così...
    In estate direi che sono parecchi anni che si nota la differenza, dal famigerato 2003, la prima carezza del "male"(meteo)
    L'autunno direi che è rimasto all'incirca uguale, mentre la primavera è cambiata, ma non granchè.
    L'inverno...
    l'inverno dipende più dagli eventi che possono capitare da un anno con l'altro.
    I 40 cm di neve del natale 2013, o la scaldata mostruosa del 26 dicembre 2016.
    Poi secondo me a partire dal 2015 per il nord Italia si è innescata tutta una serie di eventi sfigati che ci hanno portato ad avere (in questi ultimi quasi 3 anni) davvero le lacrime agli occhi per quanto riguarda la meteo. L'unica stagione che si salva è l'estate 2016, per il resto abominio infinito (se vogliamo escludere fine aprile 2017 e ottobre 2016)
    Non sto qui a tediarvi con i ricordi di mio padre, o mio nonno, sui 2 metri del 1986 o sui 4 metri del 1888.
    Sono ricordi e come tali appartengono al passato, stiamo gloriosamente marciando verso lo zt a 6000 metri( in inverno off course)

  6. #36
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,385
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Siamo così sicuri di non vivere più il clima dei nostri nonni? Di vivere in un clima sconvolto?

    Citazione Originariamente Scritto da Giovanni78 Visualizza Messaggio
    In estate direi che sono parecchi anni che si nota la differenza, dal famigerato 2003, la prima carezza del "male"(meteo)
    Ben prima.

    -neutrino-2017-09-27-at-11.53.12.jpg
    Alessio Re
    Xpitality

    Milano Isola - 130 m slm 45.49° N 9.19° E
    Valle Mosso (BI) - 430 m slm 45.65° N 8.15° E

  7. #37
    Vento fresco L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    21
    Messaggi
    2,942
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Siamo così sicuri di non vivere più il clima dei nostri nonni? Di vivere in un clima sconvolto?

    Parlando con i nonni ho notato che i cambiamenti si sono avuti soprattutto in estate (così dicono) perché "le ondate di caldo che ci sono ora non sono paragonabili a quelle di prima". Vero è che invecchiando si diventa molto più sensibili al caldo e al freddo, quindi cambia la percezione. Le ondate di caldo comunque più che in intensità sono aumentate in frequenza, almeno da queste parti, i picchi (tralasciando il luglio 2007) sono più o meno quelli di sempre. Il fatto che sia cambiata solo la frequenza e non l'intensità, sempre vedendo i dati, ha fatto credere loro che sia aumentata la quantità di caldo.
    Se mi chiedi se il clima nostro è quello dei nostri nonni ti rispondo no dunque, si è riscaldato e sono i dati a dirlo. Se mi chiedi se la situazione ormai è caotica e irreversibile credo e spero di no perché non mi piacciono gli allarmismi ingiustificati. Un esempio banale: le "bombe d'acqua". Qui ci son stati un bel po' di episodi alluvionali negli ultimi anni.
    Ora, ok il clima che cambia e sono d'accordo, ma non puoi dare la colpa al clima se mi asfalti ciò che prima era una lama, normale che poi succedono disastri
    L'antropizzazione ha fatto molto, cambiando radicalmente gli effetti degli eventi estremi sulle nostre città.

  8. #38
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    32
    Messaggi
    1,938
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Siamo così sicuri di non vivere più il clima dei nostri nonni? Di vivere in un clima sconvolto?

    e anche questa considerazione non è fatto solo di impressioni
    infatti negli ultimi 20 anni circa in estate abbiamo un incremento decisamente superiore rispetto all'inverno




  9. #39
    Vento forte
    Data Registrazione
    06/02/12
    Località
    Bernalda (MT) - 130 mslm
    Messaggi
    3,289
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Siamo così sicuri di non vivere più il clima dei nostri nonni? Di vivere in un clima sconvolto?

    "Strane" molte delle vostre considerazioni, i miei nonni (classe 1929-1933) mi raccontano di estati che allora come oggi erano insopportabilmente calde, tanto da costringere la gente a dormire sul pavimento per trovare un po' di frescura. Mio nonno mi racconta anche una serie di inverni degli anni '40 in cui ci si faceva il bagno a mare, e che l'acqua fosse addirittura "tiepida"; presumo che ci siano state settimane intere a dicembre con massime oltre i 20°C. Mica poco eh!
    Per onestà intellettuale bisogna scrivere anche queste cose, non solo quello che fa comodo.

  10. #40
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    32
    Messaggi
    1,938
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Siamo così sicuri di non vivere più il clima dei nostri nonni? Di vivere in un clima sconvolto?

    Citazione Originariamente Scritto da Julio Visualizza Messaggio
    "Strane" molte delle vostre considerazioni, i miei nonni (classe 1929-1933) mi raccontano di estati che allora come oggi erano insopportabilmente calde, tanto da costringere la gente a dormire sul pavimento per trovare un po' di frescura. Mio nonno mi racconta anche una serie di inverni degli anni '40 in cui ci si faceva il bagno a mare, e che l'acqua fosse addirittura "tiepida"; presumo che ci siano state settimane intere a dicembre con massime oltre i 20°C. Mica poco eh!
    Per onestà intellettuale bisogna scrivere anche queste cose, non solo quello che fa comodo.
    verissimo
    ma come detto i picchi ci sono sempre stati, a prescindere che siano più o meno estremi di quelli odierni, sono pur sempre picchi e vengono percepiti come lontani dal clima medio a cui si è abituati
    quello che fa la grossa differenza non è la settimana il mese se non il singolo giorno eccezionale ma le giornate apparentemente per nulla eclatanti, con scarti di 1-2-3, non 10-12, che però accumulate su periodi continui e regolari producono quelle differenze che poi si riscontrano alla resa matematica dei conti

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •