Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 28
  1. #1
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Pescara - Padova
    Messaggi
    1,894
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Previsioni (enti ufficiali) di neve in pianura - Inverno 2017/'18

    Quest'anno Babbo Natale arriva presto per i meteofili veneti, già domattina lunedì 13 novembre ARPAV prevede neve a quote collinari ed occasionalmente di pianura (sottolineatura mia):

    ARPAV - METEO PIANURA

    lunedì 13. Tempo perturbato con cielo in prevalenza molto nuvoloso o coperto.
    Precipitazioni. Nella prima parte della giornata probabilità alta (75-100%) di precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio od occasionale temporale; dalle ore centrali fenomeni in diradamento ed esaurimento. Il limite della neve sarà in calo almeno fino a quote collinari e durante i rovesci non si esclude qualche episodio di pioggia mista a neve anche in pianura.

    Che dicono gli altri enti regionali specie OSMER e ARPA-ER?

  2. #2
    Vento moderato L'avatar di LucaTs
    Data Registrazione
    19/03/13
    Località
    Trieste
    Età
    21
    Messaggi
    1,206
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Previsioni (enti ufficiali) di neve in pianura - Inverno 2017/'18

    OSMER





    lunedì 13 novembre
    emissione: 12-11-2017 13:01 CET
    Nella notte e primo mattino precipitazioni da abbondanti a intense con quota neve attorno ai 500 m circa sulle Alpi e 700 m sulle Prealpi; possibili temporali su pianura e costa, venti sostenuti da nord-est. In giornata coperto con precipitazioni moderate e ancora neve sui monti ma possibile anche sulle zone più alte del Carso. Vento forte da nord-est in quota e di Bora sulla costa.







  3. #3
    Tempesta violenta L'avatar di SIMOdena
    Data Registrazione
    01/02/08
    Località
    Saliceta San Giuliano (fraz.MO)
    Messaggi
    14,221
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Previsioni (enti ufficiali) di neve in pianura - Inverno 2017/'18

    Molto simile la previsione anche per ARPAER
    Stato del tempo: coperto con precipitazioni diffuse e persistenti sui settori centro orientali, a carattere intermittente su quelli occidentali. I fenomeni assumeranno carattere nevoso al di sopra dei 200-300 metri sui settori centrali della regione dove saranno possibili fenomeni temporanei di pioggia mista a neve fino in pianura. Sui settori occidentali e riminese la quota neve si attesterà sopra 700-800 metri. Non si escludono inoltre anche fenomeni temporaleschi sui settori costieri. Tendenza ad innalzamento dello zero termico nel corso della sera con nevicate solo al di sopra dei 700-900 metri.



    Avatar: Modena dopo una nevicata
    http://salicetameteo.altervista.org/


  4. #4
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Pescara - Padova
    Messaggi
    1,894
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Previsioni (enti ufficiali) di neve in pianura - Inverno 2017/'18

    P.S. Non è una previsione in sé, ma sull'A13 Bologna-Padova "in seguito alle previsioni" è stato anticipato l'inizio dell'obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo, quindi già in vigore dalle h20 di ieri sabato 11:

    Anticipato l'obbligo di gomme invernali sull'A13 - Regione - Il Mattino di Padova

  5. #5
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Pescara - Padova
    Messaggi
    1,894
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Previsioni (enti ufficiali) di neve in pianura - Inverno 2017/'18

    Alla fine, direi ARPAV e OSMER quasi chirurgiche; ARPAER invece ha sottovalutato l'evento sull'alta pianura tra Modena e Cesena. ARPAV forse ha sottovalutato la pioggia mista a neve nel Polesine (non ho salvato la figura allegata alla previsione) e invece ha un po' sopravvalutato le chance nevose della Pedemontana Veneta, ma nel Veneto Centrale è stata precisissima.

  6. #6
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Pescara - Padova
    Messaggi
    1,894
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Previsioni (enti ufficiali) di neve in pianura - Inverno 2017/'18

    A dispetto della posizione del minimo vista più sudoccidentale stamattina (ma è più GFS che ECMWF ad escludere il Triveneto), ARPAV ci crede e vede neve tra venerdì e sabato in pianura sul Veneto e pure con accumuli significativi:

    ARPAV - METEO PIANURA

    venerdì 1. In genere molto nuvoloso o coperto, salvo qualche parziale schiarita nelle prime ore, quando saranno probabili delle nebbie sulle zone meridionali.
    Precipitazioni. Probabilità nel complesso medio-alta (50-75%) sulle zone meridionali ed alta (75-100%) altrove; i fenomeni diverranno comunque più diffusi nel pomeriggio, a partire dalle zone centro-occidentali; crescente probabilità di neve, in particolare sull'entroterra, con accumuli che potranno anche risultare significativi specie sulle zone centro-orientali.
    Temperature. Prevarrà un calo, specie riguardo ai valori massimi sull'entroterra; d'altra parte le minime potranno localmente risultare stazionarie o in contenuto aumento sulle zone pedemontane, come pure le massime in prossimità della costa.
    Venti. Perlopiù da nord-est, nelle prime ore da deboli a moderati e poi da moderati a localmente anche tesi, specie sulla costa verso fine giornata.
    Mare. Mosso.
    Previsione Altezza Onde

    Tendenza

    sabato 2. Cielo da molto nuvoloso a irregolarmente nuvoloso, con crescenti schiarite da nord soprattutto dal pomeriggio/sera; precipitazioni sparse e prevalentemente modeste nella prima parte della giornata soprattutto sulle zone occidentali, con episodi di neve mista a pioggia; per le temperature massime prevarrà un contenuto aumento, le minime subiranno contenute variazioni di carattere locale e saranno raggiunte alla sera con gelate abbastanza diffuse.

    Previsioni (enti ufficiali) di neve in pianura - Inverno 2017/'18-map_mp_4.png.jpg

    io credo che si stia un po' sottostimando l'episodio, almeno in stanza nazionale, guardando fin troppo al lungo termine invece che a quanto avremo entro 3-7 giorni in termini di fenomeni e temperature

  7. #7
    Vento fresco L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    36
    Messaggi
    2,741
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Previsioni (enti ufficiali) di neve in pianura - Inverno 2017/'18

    Mai visto Arpav sbilanciarsi così, per di più a 2 giorni di distanza.
    Rischio cantonata dietro l'angolo, vediamo domani se confermano o correggono il tiro.
    Residenza: Altavilla Vicentina (VI) Lavoro: Brendola - casello di Montecchio Maggiore (VI)
    http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

  8. #8
    Burrasca L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    5,530
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Previsioni (enti ufficiali) di neve in pianura - Inverno 2017/'18

    A sto punto aspettiamo domani ma comincio a sperarci...

  9. #9
    Vento teso L'avatar di Albert0
    Data Registrazione
    31/10/08
    Località
    Udine (UD)
    Età
    49
    Messaggi
    1,688
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Previsioni (enti ufficiali) di neve in pianura - Inverno 2017/'18

    Riporto un articolo di Corigliano, come sempre approfondito ma comprensibile

    PERCHÈ È COMPLESSO PREVEDERE LA NEVE IN PIANURA? ECCO QUALI SONO I PRINCIPALI FATTORI CHE ENTRANO IN GIOCO IN QUESTA PREVISIONE

    Domani sera daremo alcune indicazioni relative a dove potrebbe nevicare tra venerdì e sabato. Eccone una breve presentazione

    1) Bisogna tenere presente che si tratta di aria artica, cioè di una massa d’aria che è particolarmente fredda soprattutto in quota, mentre nei bassi strati si scalda man mano che viaggia verso latitudini sempre più meridionali.

    2) Bisogna tenere conto che il raffreddamento della colonna atmosferica dipende dall’intensità della precipitazione, per cui solo dove quest’ultima sarà continua e almeno moderata è più probabile che si verifichi un trasporto più organizzato dell’aria fredda presente in quota verso i bassi strati, tale da determinare condizioni di omeotermia intorno allo zero gradi affinché le condizioni ambientali diventino ideali per mantenere integro il fiocco di neve fino al piano

    3) Bisogna tenere conto della secchezza iniziale dell’aria all’interno della colonna perché, se anche nella fase di avvio della precipitazione la temperatura dei bassi strati atmosferici dovesse essere anche di pochi gradi al di sopra dello zero, l’iniziale fusione dei fiocchi in ambiente con temperatura positiva abbasserebbe la temperatura stessa fino a portarla intorno allo 0 °C: in pratica, il fiocco di neve per fondere ha bisogno di calore e questo calore viene sottratto all’aria, con conseguente diminuzione della temperatura. Questo parametro di chiama “temperatura di bulbo umido”: se è minore o uguale a zero, allora la precipitazione assume carattere nevoso, altrimenti è pioggia.

    4) Bisogna tenere conto della tempistica relativa al sopraggiungere della copertura nuvolosa: se il cielo si copre al mattino, dopo una notte serena che ha agevolato il raffreddamento dei bassi strati, allora lo stato termico dei bassi strati è certamente più favorevole al mantenimento di condizioni “pro neve al piano”; al contrario se l’aumento delle nubi si ha in serata o durante la notte la perdita di calore verso lo spazio viene schermato dalle nubi stesse e quindi l’aria si raffredda di meno: bastano allora anche 1-2 °C in più per... rompere l’incantesimo.

    5) Bisognerebbe anche considerare una certa “imprevedibilità” connessa alle condizioni instabili che si possono creare in condizioni di irruzione di aria artica e che possono sfuggire alla modellistica numerica: vale a dire che la localizzazione spazio-temporale dei fenomeni è realistica, ma è meno realistica rispetto ad una situazione che i modelli stessi riuscirebbero a inquadrare con maggior facilità. Insomma, ci sarebbe da giocare anche una sorta di “carta jolly”.

  10. #10
    Uragano L'avatar di albedo
    Data Registrazione
    27/06/02
    Località
    Prato
    Età
    58
    Messaggi
    26,466
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Previsioni (enti ufficiali) di neve in pianura - Inverno 2017/'18

    Lamma Toscana venerdì mattina...



    ... e sabato



    A vedere dagli aggiornamenti modellistici di stasera, caldi e poco precipitativi con minimi che si allontanano, si prenderanno le briciole. Fino a stamani le prospettive erano decisamente più promettenti.

    In particolare tutta sta pioggia (e neve) di sabato non so dove la vedono: sarà grecale furioso e secco, a parte l'Appennino.

    RECORD PRATO+PRATO EST 1921-2014: Anno + freddo: 13,4° (1940); Anno + caldo 16,4° (1943); Anno + piovoso 1788,1 mm (1937);
    Anno + asciutto 503,8 mm (1945); Min. assoluta - 13,8° (11 gen 1985); Max assoluta 41,0° (7 lug 1952); Mese + freddo 0,2° (feb 1929); Mese + caldo 28,9° (ago 2003)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •