Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 64
  1. #31
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Roma (Rm)
    Messaggi
    2,341
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da ovestest Visualizza Messaggio

    oh almeno qualcuno che hai capito il senso del mio thread. Albedo infatti io ho precisato che ci sono alcuni tratti soggetti ad alluvioni Per quanto riguarda ciò che ha scritto neveroma in parte ha ragione ma come scrive lui ci sono altri fattori che non rendono mite i climi di località come Shanghai e Brescia. Non c'è paragone con quelli decisamente più gradevoli e vivibili di luoghi come la Riviera.
    Se dobbiamo parlare di gradevole e vivibile a livello fisiologico, e allo stesso tempo di favorevole, penso che sia meglio il clima oceanico al di sotto di una certa latitudine. Confronta l'estate di Nizza o Sanremo con quella della Galizia, per esempio.
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  2. #32
    Vento moderato
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,005
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Le zone costiere sono paragonabili? Come fai a paragonare Mentone, che ha +10,8°C di media di gennaio (più o meno come Crotone) e poco più di 600 mm annui di precipitazioni, con zone che hanno medie anche di 4°C più basse (Genova Voltri dal 2001 ad oggi ha registrato valori medi giornalieri per lo stesso mese di +6,8°C o Marinella di Sarzana che ha valori medi, sempre per gennaio, di +7,4°C) oppure fare paragoni con aree che hanno piovosità più che doppia, come quelle centro-orientali del Golfo di Genova? Senza considerare della variabilità esagerata che possono assumere stagioni invernali o estive in annate diverse sotto un profilo squisitamente termico. Qualche esempio: Genova Aeroporto, se prendiamo solo i dati posteriori al 2000, ha registrato nel mese di gennaio più freddo della serie (2010) un valore medio giornaliero di +5,3°C (2010) e nel gennaio più tiepido (2007) un valore medio giornaliero di +11,8°C, al di là di un clima invernale sicuramente molto mite per la latitudine (media di gennaio 1981/2010 +8,5°C, media 2001/2017 +8,7°C) credo che sia difficile trovare una città costiera in tutta Italia ad aver avuto, dall'inizio del presente millennio (2001/2017), un range tra mese invernale più caldo e mese invernale più freddo di 6,5°C negli ultimi 16 anni.

    Se poi prendiamo lo scarto tra mese invernale più freddo e mese invernale più mite abbiamo quasi 11°C di range (dai +2,3°C del febbraio 1956 ai +13,2°C del dicembre 2013) e non si tratta di un caso isolato, perché Savona ha range simili (+1,8°C/+12,5°C). Perfino in estate, considerando solo gli ultimi 16 anni abbiamo +21,9°C nell'agosto 2006 e +27,8°C in quello 2003. Secondo me se vogliamo trovare aree con climi davvero costanti le dobbiamo cercare sulle coste atlantiche della Penisola iberica, in posti tipo la Coruna...
    Ultima modifica di galinsoga; 13/11/2017 alle 11:25

  3. #33
    Vento forte L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    4,056
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da ovestest Visualizza Messaggio
    Continui a spostare l'argomento. Io non ho chiesto quali sono i vostri gusti (l'ho anche specificato che noi meteo appassionati guardiamo soprattutto ai climi freddi e nevosi) ma se secondo voi quella fascia geografica da me indicata, almeno alcuni suoi tratti, possa essere considerata come quella con il clima più mite secondo i parametri da me specificati.
    Allora piano piano stiamo eliminando i malintesi:"quel cosa ne pensate" io l'ho interpretato in modo estensivo .... ossia se incontra i nostri gusti,visto che ho dato per scontato che il clima di quelle parti è proprio come lo hai descritto tu (scontato per me che ci ho vissuto per tanti anni).

    Allora ti dico che la definizione di "clima mite" calza a pennello,nel senso che mancano gli eccessi sia in senso freddo che in senso caldo,e quando i tg lanciavano allarmi sul caldo in Italia, mi ricordo che da noi (Chiavari) si stava bene e si guardava il termometro con una massima accettabile di 27°,viceversa in inverno spesso si rimaneva con le finestre aperte a gennaio.
    Mia madre trasferitasi da Novara,per i primi due inverni a Chiavari, ha lasciato i cappotti negli armadi.
    Il mare subito profondo è un notevole volano termico sia in estate che in inverno (l'arco di monti a nord fa il resto).
    Unico neo le alluvioni,che vista l'orografia (Valli strette e corte,ripidi versanti di rocce impermeabili) sono spesso disastrose,ma questo dipende anche dalle infrastrutture antropiche (fiumi intubati).
    Per chi viene dalle brume padane,quando scollina in inverno e trova la riviera con un sole luminoso ed uno sbalzo di minimo 15° è chiaro che pensa sia un paradiso.
    Io peraltro,quando facevo il viaggio al contrario ero affascinato dalla nebbia.

  4. #34
    Vento moderato
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,005
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da Jack_ Visualizza Messaggio
    Mitezza si ma attenzione!!! Il tratto costiero compreso tra savona e genova, nella seconda parte d'autunno, d'inverno e durante la primissima parte di primavera, risente spesso del vento da nord in discesa dai valichi appenninici e la sensazione di caldo è proprio lontana anni luce . Non a caso su queste aree, a parte gli ultimi tre inverni (eccezion fatta per le coreografie che è riuscito a farle lo stesso), la neve d'inverno si vede fino in spiaggia. La cosa rarissima sono le giornate di ghiaccio ma ribadisco che i 6-7° con tramontana sono tutt'altro che piacevoli. Discorso a parte invece per la riviera di levante (da nervi a spezia ) e a ponente (da alassio a ventimiglia), li si che è un altro mondo. Non è raro assistere a temperature prossime allo zero sulle aree soggette a tramontana scura mentre sulle riviere se la passano tranquillamente sui 12-14°.
    Quindi, non è comunque un clima molto freddo, assolutamente, però attenzione a generalizzare tutta la costa dalla francia alla Toscana
    In caso di dominio alto pressorio, con gradiente molto debole e correnti sud-occidentali in quota, la fascia costiera tra Genova e Savona è talvolta la più tiepida dell'intera area mediterranea nel periodo invernale, sia per l'inibizione dell'irraggiamento (banchi di nubi basse che impediscono alle temperature di scendere dopo il tramonto e appiattiscono l'escursione termica tra notte e dì) sia per eventuali effetti compressivi quando abbiamo massimi di pressione tra Francia settentrionale e Germania). Sono situazioni in cui le coste liguri centrali riescono a competere con le coste sud-occidentali della Sardegna e con quelle settentrionali della Sicilia. Ovviamente si tratta di situazioni transitorie, che possono essere frequenti in alcuni inverni (caso limite il 2006/2007), per converso ci sono le situazioni che descrivi tu, in cui l'attivazione di correnti da Nord in regime ciclonico può portare alla tracimazione di aria molto più fredda stazionante sulla pianura padana, in queste situazioni puoi avere giornate molto ventose con massime inferiori ai 5°C e in casi eccezionali (gennaio 1985, febbraio 1986, febbraio 1991 e localmente anche dicembre 1996 e febbraio 2012) anche giornate di ghiaccio... Il febbraio 2012 è "paradigmatico" in cui ci furono due giornate in cui sulla costa le massime restarono comprese tra -1° e +1°C con cielo sereno o poco nuvoloso e una terza decade in cui con venti compressi da Nord si raggiunsero i +20/+21°C... Raramente si arriva a questi estremi, ma in un mese invernale normale a Genova o a Savona puoi tranquillamente registrare una massima di +3 e una di +17°C, una minima attorno o appena sotto lo 0°C e una di +12°C... le medie giornaliere vengono fuori anche da questi scarti e più in un inverno tende a prevalere un tipo di circolazione, più lo scarto dai valori medi storici sarà accentuato in positivo o in negativo...

  5. #35
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    07/01/12
    Località
    Lombar-Emil-Laz-Campa-Abruz-Sicil
    Messaggi
    370
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    Allora piano piano stiamo eliminando i malintesi:"quel cosa ne pensate" io l'ho interpretato in modo estensivo .... ossia se incontra i nostri gusti,visto che ho dato per scontato che il clima di quelle parti è proprio come lo hai descritto tu (scontato per me che ci ho vissuto per tanti anni).

    Allora ti dico che la definizione di "clima mite" calza a pennello,nel senso che mancano gli eccessi sia in senso freddo che in senso caldo,e quando i tg lanciavano allarmi sul caldo in Italia, mi ricordo che da noi (Chiavari) si stava bene e si guardava il termometro con una massima accettabile di 27°,viceversa in inverno spesso si rimaneva con le finestre aperte a gennaio.
    Mia madre trasferitasi da Novara,per i primi due inverni a Chiavari, ha lasciato i cappotti negli armadi.
    Il mare subito profondo è un notevole volano termico sia in estate che in inverno (l'arco di monti a nord fa il resto).
    Unico neo le alluvioni,che vista l'orografia (Valli strette e corte,ripidi versanti di rocce impermeabili) sono spesso disastrose,ma questo dipende anche dalle infrastrutture antropiche (fiumi intubati).
    Per chi viene dalle brume padane,quando scollina in inverno e trova la riviera con un sole luminoso ed uno sbalzo di minimo 15° è chiaro che pensa sia un paradiso.
    Io peraltro,quando facevo il viaggio al contrario ero affascinato dalla nebbia.
    Ohhhh!! Finalmente ci siamo capiti. Pienamente d'accordo su tutto

  6. #36
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    17/10/08
    Località
    Carnate 245mslm (MB)
    Messaggi
    764
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    ATTENZIONE
    Il topic è il clima della Riviera ,non si parla del versante padano della Liguria.
    e si parla anche di vivibile! quindi non vuol dire neve e freddo vivibile per il 99% della popolazione....

  7. #37
    Vento moderato
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,005
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da meteobrianza Visualizza Messaggio
    e si parla anche di vivibile! quindi non vuol dire neve e freddo vivibile per il 99% della popolazione....
    Se prendiamo il 99% della popolazione, ossia quella parte che si lamenta perché piove sempre anche quando hai un deficit pluvio dell'80% che dura da mesi o che 30°C non è abbastanza caldo o che mugugna perché dopo la più forte ondata di calore degli ultimi 35 anni (quella di questo agosto) stanno per arrivare i temporali... be', forse il posto d'Europa con il clima ideale è questo qua...Cartagena, Spain - Wikipedia

    In realtà non si può mai sfuggire alla dimensione "soggettiva" quando si parla di "clima ideale"...

  8. #38
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,271
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    In base a cosa il clima descritto sarebbe più vivibile di quello di posti come Porto o A Coruña?
    Alessio Re
    Xpitality

    Milano Isola - 130 m slm 45.49° N 9.19° E
    Valle Mosso (BI) - 430 m slm 45.65° N 8.15° E

  9. #39
    Vento moderato
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,005
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da ovestest Visualizza Messaggio
    Ricordo che tempo fa fu aperto un thread sulla mitezza del clima ligure e in effetti spulciando qualcuno sui climi europei e mondiali credo di non sbagliarmi nell'affermare che una delle zone (una delle zone e non la migliore in assoluto!) con il clima più vivibile e moderato d'Europa, e forse dell'intero pianeta, si trovi tra la costa francese, quella ligure e toscana. Cosa intendo per clima mite e vivibile e perché penso che quel tratto d'Europa sia uno dei più salutari e favorevoli alla vita umana, all'agricoltura e quindi anche allo sviluppo economico e sociale? Se studiamo bene il clima di quel tratto di costa che dalla Francia mediterranea prosegue fino alla Liguria e la Toscana si nota che non ci sono eccessi termici e pluviometrici. In realtà non è così ovunque perché conosciamo le alluvioni che ogni anno o quasi interessano alcuni tratti costieri di quell’area (ad esempio il genovese o la zona di Massa Carrara) ma fatte le dovute eccezioni possiamo sostenere che in linea generale in quella fascia costiera dell’Europa il clima è di una mitezza quasi perfetta (non certo per chi come noi meteo appassionati siamo sempre alla ricerca continua di estremi, neve e freddo): se, infatti, in inverno le temperature non scendono mai, o raramente, sottozero come in gran parte del centro nord Italia e delle zone interne-montane-collinari del sud, allo stesso tempo le estati non registrano la calura del resto d’Italia escluso le zone montane. Forse una pecca è l’umidità eccessiva di alcuni tratti costieri con consequenziale afa ma non è così ovunque. Le nevicate sono rare o rarissime, idem per le giornate di gelo e ghiaccio e le piogge se pur concentrate soprattutto nel semestre invernale non sono mai così scarse come nelle estati del nostro meridione con la consequenziale siccità che tanti problemi porta all’agricoltura. Come ho scritto sopra il neo, se così si può dire per chi non ama gli eccessi (non per noi), più grande di quest’area sono le alluvioni che colpiscono alcuni suoi tratti ma anche in questo caso non tutta questa zona costiera soffre di questo estremo pluviometrico. Non è un caso che in questa zona si trovi Monte Carlo ossia uno degli stati più ricchi del mondo e l'unico dove la speranza media di vita supera i 90 anni!!!! Il confronto si può fare anche con il resto d’Europa divisa tra i climi del Mediterraneo con la loro siccità e i loro picchi di calore e quelli del centro, dell’est e nord Europa con i suoi eccessi invernali. Una via di mezzo sono i climi atlantici che non hanno gli estremi termici del sud e del nord-centro Europa e hanno precipitazioni distribuite durante tutto l’anno ma qui non sono esenti forti ondate di gelo, le estati possono essere troppo perturbate e non sono rare le tempeste oceaniche. Forse le zone che in Europa come mitezza possono avvicinarsi al clima costiero mediterraneo franco-ligure-toscano potrebbero essere alcune fasce costiere atlantiche della Spagna e del sud della Francia e qualche breve tratto costiero balcanico che non soffre di siccità estiva e che è protetto dalle irruzioni gelide dell’est Europa. E nel resto del mondo? Ad esempio qualche zona costiera del Cile e del Nord della California (non dove c’è la siccità). Che ne pensate?
    Ma i climi "atlantici" quali? Perché se mi consenti tra la Coruna e Copenaghen (a rigore tutte e due atlantiche, Cfb se prendiamo Koeppen) in inverno c'è un bel po' di differenza, nella prima avere gelate è perfino meno probabile che a Sanremo o Bordighera, la seconda sarà poco fredda per essere oltre il 55° parallelo ma non è proprio il posto adatto per andarci a svernare... Poi scusami ma il Principato di Monaco è proprio l'esempio da NON prendere, la ricchezza pro-capite altissima è dovuta al fatto che si tratta di un paradiso fiscale e non come la Svizzera o il Lussemburgo, ma una roba degna degli Emirati o di Aruba in pieno continente europeo. Uno stato che è nato per attirare i soldi dei ricconi francesi e del resto del Mondo (tantissimi gli americani, i canadesi e ora i russi) e la cui principale attività imprenditoriale è il Casinò di Montecarlo. L'aspettativa di vita a Monaco (circa 89 anni e 7 mesi) è alta solo perché si tratta di un "Gerontocomio extralusso", dove i milionari ultravecchi del resto d'Europa e del Mondo vanno a terminare le loro esistenze (ma non ti preoccupare che i 90, i 95 o i 100 anni li raggiungerebbero anche se continuassero ad abitare in Canada o in Francia, perché a determinare la lunghezza della tua vita, oggi come e più di sempre, è il reddito, non la "gradevolezza" del clima dove vivi), senza considerare che se tali calcoli sono fatti partendo dalla popolazione "legalmente" domiciliata a Monaco... be'... lasciamo stare... ho il sospetto che tra i legalmente residenti ci sia pure gente nata negli anni '80 dell'Ottocento·
    Ultima modifica di galinsoga; 13/11/2017 alle 15:28

  10. #40
    Vento moderato
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,005
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    Anche a Genova hanno fatto 50 cm di neve in una botta sola in passato (es. gennaio 1981).


    Bisogna intendersi sul significato di mite, che non è lo stesso di "favorevole".
    Poi favorevole per cosa? Ad esempio il clima della riviera ligure e della Costa Azzurra non è particolarmente favorevole all'agricoltura, perché la stagione secca coincide con quella calda (anche se non in maniera spinta come in Sicilia) e nel resto dell'anno le precipitazioni sono troppo concentrate.
    Per la verità in 43 anni di vita in Liguria centrale di annate con estati siccitose tali da essere "sfavorevoli" all'agricoltura, ossia da comportate estesi problemi di approvvigionamento idrico abbinato ad inaridimento del suolo ne ho vissuto solo 2, la presente e quella del 1990...

    Non so come si possa parlare di stagione "secca" laddove il trimestre estivo (J/L/A) abbia medie tra 100 e 130 mm come a Savona, La Spezia o Chiavari o perfino di oltre 160 mm come a Genova (termine di confronto? Pavia e Piacenza stanno tra i 100 e i 110). Anche la concentrazione in pochi giorni è un falso mito, Genova ha 84 giornate piovose all'anno, Chiavari e la Spezia sono vicine o poco sopra alle 100 giornate anno, l'"arida" Savona ne ha 75 (facciamo un altro confronto? A Fiumicino le giornate piovose nell'arco dell'anno sono 63)...

    Ripeto: per fare confronti e classifiche occorre partire dai dati, non dalle impressioni soggettive e nemmeno da dati indiretti? La produzione agricola ligure è bassa? Dipenderà dall'aridità estiva o dal fatto che è una regione che ha il 64,9% di territorio montuoso e il rimanente 34,1% collinare?
    Ultima modifica di galinsoga; 13/11/2017 alle 16:10

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •