Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 64
  1. #51
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    14,226
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    Beh, tecnicamente Porto ha un clima mediterraneo infatti, anche se prima l'avevo erroneamente definito come atlantico. Diciamo comunque che Genova è un po' al limite e non è l'esempio giusto a cui riferirsi per parlare del clima oggetto del thread.
    Porto ha un profilo termico molto influenzato dall'Oceano(d'estate è molto meno calda di Lisbona,ad esempio)ma pluviometricamente il regime è mediterraneo.
    Come disse Stefano De Carolis, è un poco un ibrido.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  2. #52
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    14,226
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da mik33017 Visualizza Messaggio
    Anche dal lato Adriatico al riparo dai venti di Bora, nel Golfo di Fiume e nell' arcipelago , il clima è eccezionalmente mite e gradevole.
    Abbazia probabilmente il posto migliore.
    L isola di Lussino viene considerata curativa come clima dai tempi degli Asburgo. T media annua 14.5, gennaio 7.5, agosto 24. 900 mm di acqua all' anno. Gelate rarissime, afa estiva anche.
    Ho sentito parlare di Lussino quando sono stato a Zagabria,è il luogo dove va d'estate l'alta borghesia della capitale.
    Oddio,la media estiva è alta ma probabilmente è un posto ben ventilato.
    La neve non è molto frequente ma ho visto le foto del nevone del febbraio 2009 in uno studio odontoiatrico di Zagabria.
    So che ne ha fatta un poco anche a gennaio 1995,ho visto un poster che risale ai tempi delle guerre jugoslave.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  3. #53
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    07/01/12
    Località
    Lombar-Emil-Laz-Campa-Abruz-Sicil
    Messaggi
    367
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da galinsoga Visualizza Messaggio
    Ma i climi "atlantici" quali? Perché se mi consenti tra la Coruna e Copenaghen (a rigore tutte e due atlantiche, Cfb se prendiamo Koeppen) in inverno c'è un bel po' di differenza, nella prima avere gelate è perfino meno probabile che a Sanremo o Bordighera, la seconda sarà poco fredda per essere oltre il 55° parallelo ma non è proprio il posto adatto per andarci a svernare... Poi scusami ma il Principato di Monaco è proprio l'esempio da NON prendere, la ricchezza pro-capite altissima è dovuta al fatto che si tratta di un paradiso fiscale e non come la Svizzera o il Lussemburgo, ma una roba degna degli Emirati o di Aruba in pieno continente europeo. Uno stato che è nato per attirare i soldi dei ricconi francesi e del resto del Mondo (tantissimi gli americani, i canadesi e ora i russi) e la cui principale attività imprenditoriale è il Casinò di Montecarlo. L'aspettativa di vita a Monaco (circa 89 anni e 7 mesi) è alta solo perché si tratta di un "Gerontocomio extralusso", dove i milionari ultravecchi del resto d'Europa e del Mondo vanno a terminare le loro esistenze (ma non ti preoccupare che i 90, i 95 o i 100 anni li raggiungerebbero anche se continuassero ad abitare in Canada o in Francia, perché a determinare la lunghezza della tua vita, oggi come e più di sempre, è il reddito, non la "gradevolezza" del clima dove vivi), senza considerare che se tali calcoli sono fatti partendo dalla popolazione "legalmente" domiciliata a Monaco... be'... lasciamo stare... ho il sospetto che tra i legalmente residenti ci sia pure gente nata negli anni '80 dell'Ottocento·
    Al di là delle considerazioni su Monte Carlo che trasbordano anche su elementi non strettamente climatici è chiaro che in generale la zona che a cavallo tra la Francia e l’Italia ha alti standard di vita anche se, ovviamente, le cause sono plurime. Per quanto riguarda i climi oceanici in realtà se rileggi bene ho escluso proprio le zone più fredde e settentrionali e ho fatto riferimento al tratto costiero tra Francia meridionale e penisola iberica.

  4. #54
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    07/01/12
    Località
    Lombar-Emil-Laz-Campa-Abruz-Sicil
    Messaggi
    367
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    io limiterei il tratto, per e. la Francia non la metterei se non la Languedoc ma con molti ma dovuti alle carcassonate che sono devastantAnche la Liguria la limiterei parecchio, tratto Imperia Sanremo (ma è troppo siccitoso) e l'altra parte della Liguria eccwtto Cinque Terre e val di Magra ha un clima poco sopportabile in estate.Seppure in un contesto simile ma più vivibile c'e tutto il tratto che va dalle 5 Terre fino alla foce dell'Arno, ci sarà un perché la Versilia è al top assoluto
    Infatti io ho specificato che non mi riferisco a tutto il tratto costiero tra Francia e Italia.

  5. #55
    Vento forte L'avatar di giesse59
    Data Registrazione
    23/07/03
    Località
    Migliarino P. (PI), Vernazza (SP)
    Età
    58
    Messaggi
    4,101
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    Vedi il tuo esempio calza a pennello per quella ristretta fascia ad ovest di Genova dove i passi appenninici sono talmente bassi che si crea il fenomeno della bora scura.
    Andando verso il levante,in concomitanza con l'elevazione dei crinali,non passa più nulla da nord e la quota neve si alza di parecchio:
    mi ricordo di un viaggio a Genova un giorno d'inverno con la neve addirittura sul porto,tornando a Chiavari giù a Sturla la neve non c'era, a Nervi era in collina a 300 m. a Rapallo a 500, sopra Chiavari ad oltre 600 .
    Capita anche che nevichi con accumulo a Genova centro e non riesca ad accumulare sul Fasce (visto con i miei occhi almeno un paio di volte, ma non ricordo le date e non ho riscontri precisi, parliamo di eventi osservati oltre 40 anni fa, quando vivevo a Genova e avevo 10-12 anni)
    Giovanni

    Avatar: la grande nevicata a Peio il 20 gennaio 2009

  6. #56
    Vento forte L'avatar di giesse59
    Data Registrazione
    23/07/03
    Località
    Migliarino P. (PI), Vernazza (SP)
    Età
    58
    Messaggi
    4,101
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    io limiterei il tratto, per e. la Francia non la metterei se non la Languedoc ma con molti ma dovuti alle carcassonate che sono devastantAnche la Liguria la limiterei parecchio, tratto Imperia Sanremo (ma è troppo siccitoso) e l'altra parte della Liguria eccwtto Cinque Terre e val di Magra ha un clima poco sopportabile in estate.Seppure in un contesto simile ma più vivibile c'e tutto il tratto che va dalle 5 Terre fino alla foce dell'Arno, ci sarà un perché la Versilia è al top assoluto
    Guarda Andrea, a proposito delle Cinque Terre posso confermarti che il "clima poco sopportabile in estate" non è, a mio avviso, una caratteristica di quel tratto di Riviera e che anzi lo stesso sia più piacevole di come appare dai nudi dati termo/igrometrici. Io alterno le mie estati tra Migliarino e Vernazza e la qualità del sonno notturno è immensamente migliore a Vernazza che nella umida piana pisana.
    Vero che a Vernazza le notti estive tipiche hanno minime sui 21-22°C (anche 24-25°C con le situazioni "africane") ma accompagnate sempre (o quasi) da vivace brezza di monte con ur spesso ben sotto il 50%, per cui intanto non si suda e soprattutto il pur modesto calo termico esterno si ripercuote rapidamente, grazie alla ventilazione, negli ambienti interni, cosa che praticamente non succede qui a Migliarino (ma ovviamente anche a Pisa) perchè i 18-19°C delle nostre notti non sono accompagnati da ventilazione e quindi il ricambio dell'aria interna è molto modesto.

    Vero anche che i frequenti 28°-29°C di massima diurna sono accompagnati da ur sul 65-70% (e a volte anche di più) e quindi sono parecchio sgradevoli, ma comunque in genere ventilati. In genere comunque le giornate peggiori sono nella seconda parte dell'estate, tra fine luglio e inizio settembre, quando il mare diventa bello caldo e le brezze si "ammosciano".
    Giovanni

    Avatar: la grande nevicata a Peio il 20 gennaio 2009

  7. #57
    Vento forte L'avatar di giesse59
    Data Registrazione
    23/07/03
    Località
    Migliarino P. (PI), Vernazza (SP)
    Età
    58
    Messaggi
    4,101
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    Allora piano piano stiamo eliminando i malintesi:"quel cosa ne pensate" io l'ho interpretato in modo estensivo .... ossia se incontra i nostri gusti,visto che ho dato per scontato che il clima di quelle parti è proprio come lo hai descritto tu (scontato per me che ci ho vissuto per tanti anni).

    Allora ti dico che la definizione di "clima mite" calza a pennello,nel senso che mancano gli eccessi sia in senso freddo che in senso caldo,e quando i tg lanciavano allarmi sul caldo in Italia, mi ricordo che da noi (Chiavari) si stava bene e si guardava il termometro con una massima accettabile di 27°,viceversa in inverno spesso si rimaneva con le finestre aperte a gennaio.
    Mia madre trasferitasi da Novara,per i primi due inverni a Chiavari, ha lasciato i cappotti negli armadi.
    Il mare subito profondo è un notevole volano termico sia in estate che in inverno (l'arco di monti a nord fa il resto).
    Unico neo le alluvioni,che vista l'orografia (Valli strette e corte,ripidi versanti di rocce impermeabili) sono spesso disastrose,ma questo dipende anche dalle infrastrutture antropiche (fiumi intubati).
    Per chi viene dalle brume padane,quando scollina in inverno e trova la riviera con un sole luminoso ed uno sbalzo di minimo 15° è chiaro che pensa sia un paradiso.
    Io peraltro,quando facevo il viaggio al contrario ero affascinato dalla nebbia.
    Però c'è anche lo sconcerto, quando i "padani" scendono in Riviera nelle giornate di macaja, nel passare dal sole e, se siamo già a primavera, dal caldo della pianura al fresco umido rivierasco.

    Nell'ondata di caldo dell'aprile 2011 ero a Vernazza e chi veniva dai 30°C o giù di lì della Lombardia e si ritrovava nei 18°C nuvolosi delle Cinque Terre era un filo confuso
    Giovanni

    Avatar: la grande nevicata a Peio il 20 gennaio 2009

  8. #58
    Vento forte L'avatar di giesse59
    Data Registrazione
    23/07/03
    Località
    Migliarino P. (PI), Vernazza (SP)
    Età
    58
    Messaggi
    4,101
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da paxo Visualizza Messaggio
    Però anche se le zone della costa ligure in estate non raggiungono picchi eccessivi hanno l'ur elevata e le minime sono alte, quindi non so fino a che punto siano vivibili le estati da quelle parti.
    Come già detto, spesso le minime notturne alte sono accompagnate da brezza di terra e ur bassa, il che rende le notti molto vivibili.

    Dove non c'è ventilazione, sicuramente invece tanto bene non si sta.
    Giovanni

    Avatar: la grande nevicata a Peio il 20 gennaio 2009

  9. #59
    Vento moderato
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,005
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da giesse59 Visualizza Messaggio
    Come già detto, spesso le minime notturne alte sono accompagnate da brezza di terra e ur bassa, il che rende le notti molto vivibili.

    Dove non c'è ventilazione, sicuramente invece tanto bene non si sta.
    E però dove non c'è ventilazione si scende ben sotto i +20°C di minima media, vedi Marinella di Sarzana che ha valori medi vicini a quelli di Pisa S. Giusto o a Ponente il caso di Albenga (minime medie di luglio e agosto sui +18°C in pieno centro urbano, sui +15/+16 nella campagna attorno). A tenere alte le minime alle Cinque Terre e in buona parte di quelle aree in cui la costa è molto acclive sono proprio le brezze di terra. Poi ci sono anche situazioni particolari (a Genova città un'estate media dell'ultimo decennio ha almeno 4 o 5 settimane di afa fastidiosa) dove alla ventilazione di pendio si somma l'isola di calore urbana...

  10. #60
    Vento forte L'avatar di giesse59
    Data Registrazione
    23/07/03
    Località
    Migliarino P. (PI), Vernazza (SP)
    Età
    58
    Messaggi
    4,101
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: E' corretto dire che una zona con clima più mite, vivibile d'Europa sta tra costa Francia e Tosc

    Citazione Originariamente Scritto da galinsoga Visualizza Messaggio
    E però dove non c'è ventilazione si scende ben sotto i +20°C di minima media, vedi Marinella di Sarzana che ha valori medi vicini a quelli di Pisa S. Giusto o a Ponente il caso di Albenga (minime medie di luglio e agosto sui +18°C in pieno centro urbano, sui +15/+16 nella campagna attorno). A tenere alte le minime alle Cinque Terre e in buona parte di quelle aree in cui la costa è molto acclive sono proprio le brezze di terra. Poi ci sono anche situazioni particolari (a Genova città un'estate media dell'ultimo decennio ha almeno 4 o 5 settimane di afa fastidiosa) dove alla ventilazione di pendio si somma l'isola di calore urbana...
    Però, sicuramente con un forte contributo dell'isola di calore urbana, già nel "vecchio clima" ovvero tra la fine degli anni '60 e l'inizio dei '70 del secolo scorso io ricordo tante nottate estive calde e allo stesso tempo afose e "ferme" nella mia infanzia genovese, nonostante abitassi in una zona in teoria ventosa (e infatti in inverno la tramontana fischiava a volte per settimane intere), ovvero al Lagaccio.

    A Vernazza la brezza di terra è molto più regolare e anche, mediamente, più asciutta.

    Sicuramente invece la piana sarzanese ha, nel bene (minima che scendono molto spesso sotto i 20°C) e nel male (umidità notturna >90%) caratteristiche molto più simili a quella pisana, come fai correttamente notare.
    Giovanni

    Avatar: la grande nevicata a Peio il 20 gennaio 2009

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •