Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 32

Discussione: 2014/15 vs. 2016/17

  1. #1
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    15,485
    Menzionato
    56 Post(s)

    Predefinito 2014/15 vs. 2016/17

    Gli inverni in questione sono generalmente odiati al nord(non senza motivo) ma vediamo di tracciare un quadro un poco più generale dello scacchiere europeo in quei trimestri.
    Partiamo dall'inverno 2014/15. Dicembre 2014 fino a Natale fu eccezionalmente mite praticamente in 4/5 d'Europa,particolarmente nel centro e nel sud Europa.A Roma e Madrid,ancora il giorno 20,quel mese era probabilmente fra i 2/3 più caldi del dopoguerra. Dal 26 cominciò ad affluire aria più fredda su Balcani e l'Italia centromeridionale. Nulla di che ma quel il preludio di una possente ondata di gelo,che arrivò repentina nella giornata del 30 dicembre in Italia(ma già il 29 fu una giornata freddissima nei Balcani occidentali),con l'apice nella notte fra il 30 ed il 31.Il giorno 30 fece freddissimo dalla Germania meridionale e dalla Svizzera fino all'estremo sud Italia,andando in latitudine.Nella notte fra il 30 ed il 31 dicembre 2014 nevicò in zone che non vedevano la neve dal febbraio 1956 o addirittura dal marzo 1949,segnatamente sulle coste del reggino ed ancor più della Sicilia,specie orientale.E anche dove non nevicò fino al mare(Barletta fu sepolta dalla neve,nevicata non disprezzabile anche nell'ostica Caserta,nulla da fare per Latina),si ebbero valori inusuali fino alle spiagge(incredibili i -1/-2 fra siracusano e costa sud della Sicilia). Il 31 mattina grandinata a Gozo City(Malta) con 5 gradi. Ma il tutto si esaurì presto,lasciandoci le foto delle spiagge imbiancate. Gennaio fu sopramedia un poco ovunque in Europa.La zona più sfortunata fu il nord Italia,specie il NW. Le aree al freddo,nella seconda metà del mese,furono circoscritte alla Spagna(soprattutto centrale),al Portogallo orientale e soprattutto al Nordafrica.Dal 18/20,infatti,iniziò un insistito flusso artico-marittimo sul Mediterraneo centro-occidentale e la Meseta vide le maggiori nevicate dal gennaio 2005. Anche al CS fece freddo nei giorni della merla ma nulla di particolare.
    Invece febbraio iniziò bene.Prima in Iberia ma dal 7 il gelo prese una direttrice più orientale,incastrandosi fra il sud dei Balcani ed il sud Italia.Neve nel reggino fra l'8 ed il 9,anche in zone risparmiate dall'ondata di dicembre.
    La seconda parte del mese fu molto piovosa in 2/3 d'Italia ma il gelo non si rivide,anche se tornò ai primi di marzo,con target spiccatamente adriatico.
    Un inverno non freddo nel complesso(se non fra Iberia,qualche spicchio del sudovest della Francia e soprattutto Nordafrica),anzi ma "ad eventi",sparpagliati nel trimestre.La gioia dei forumisti giovani,molto eventofili ed avvezzi al sopramedia standard del clima attuale.
    L'inverno 2016/17 iniziò invece con un dicembre molto,molto anticiclonico ma diverso da quello dell'anno prima,quando fece ben più caldo a tutte le quote.Invece dicembre 2016 fu il regno delle inversioni,con una scaldata antipatica al NW il giorno 26 ed una sfreddata di media entità al CS dal 28. Fu la premessa di un'ondata di gelo possente al CS,che arrivò fra il 4 ed il 5 gennaio 2017.Ma stavolta non se ne andò facilmente.Il gelo prese gran parte del centrosud europeo.Inizialmente soprattutto Italia meridionale e sud dei Balcani ma dal 10 anche Germania,Francia e Iberia finirono nella morsa.Non ci furono record ma il quadro europeo rimase improntato al freddo fino a fine mese,lasciando però ai margini lo sfortunato nord Italia.
    Il tutto si esaurì a fine mese,aprendo la strada,com'era già successo nell'inverno 2001/02,ad un febbraio primaverile doc,anomalo dalla Germania alla Sicilia,anticiclonico,quasi la copia del dicembre 2015.
    Le cartucce erano state sparate tutte dal 28 dicembre 2016 al 30 gennaio 2017,la mitezza si riprendeva la scena ed apriva la strada ad un periodo di temperature costantemente sopramedia dalla Svizzera fino ai Balcani,che sarebbe durato fino a fine agosto.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  2. #2
    Vento forte L'avatar di paxo
    Data Registrazione
    13/11/15
    Località
    Caramanico Terme (PE) 550m.
    Messaggi
    3,686
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: 2014/15 vs. 2016/17

    Orticellisticamente parlando il 2014/15 è stato nettamente migliore come inverno, parlo di eventi e non di medie termiche.

  3. #3
    Brezza leggera L'avatar di Hertz
    Data Registrazione
    27/01/18
    Località
    Taranto (TA)~La Spezia (SP)
    Messaggi
    420
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: 2014/15 vs. 2016/17

    Bella lotta non c'è che dire, qui dove la neve è un evento piuttosto raro nell'inverno 2014/15 abbiamo visto ben 2 nevicate una la notte fra il 30 e il 31 Dicembre con accumulo di 7/8 cm e un altra il 9 febbraio che è durata tutta la mattina ma senza accumuli.
    Nell'Inverno 2016/17 abbiamo avuto una leggera sfiocchettata il 29 Dicembre senza accumuli ovviamente e poi nevicate il 6, il 7 e il 9 Gennaio con accumuli trascurabili ma temperature glaciali addirittura il 9 gennaio arrivammo a -4 c° mentre molti comuni collinari toccarono i -9C° , temperature che per 10 giorni non hanno superato i 3 c° e massime di gennaio mai superiori ai 12C°.
    Che dire entrambi ottimi inverni per la mia zona, preferisco il 2016/17 per quell'ondata di gelo a dir poco storica anche se il 2014/15 non è stato per niente male.

  4. #4
    Brezza tesa L'avatar di SnowBurian
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Sfigolandia(TE),TE sta per terranov
    Età
    21
    Messaggi
    730
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: 2014/15 vs. 2016/17

    Il 2014/15 non mi è piaciuto affatto, tutto fumo e niente arrosto, tanti piccoli eventi che hanno portato solo nevicate coreografiche senza accumulo, solo il 30 dicembre ci fu accumulo, ma molto molto misero rispetto a quello che decantavano i lamma. Tanta tanta sfiga, ma ho visto tanta coreografia (che male non fa) e temperature incredibili, voto 7, considerando l'insieme.
    Il 2016/17 fu un'inverno molto particolare, dicembre non vide alcun evento dalle mie parti, solo tanto sole e pochissime precipitazioni, ma ci furono inversioni clamorose, il giorno 28 dicembre alle ore 18:20, sul fondovalle salinello, la temperatura si attestava sui -2 gradi, il giorno dopo, ho scoperto che la minima, nella stessa zona, si attestò sui -5 gradi, ovviamente le minime del fondovalle sono molto più basse della mia zona in cui si andava tra i -1 e -2 gradi. Per l'ondata quasi major di quel gennaio, ci fu una possente ondata di gelo che fece vedere neve sopra i 10-15 cm dappertutto, tranne per un buco dimenticato da dio, in quel buco, ovviamente, c'ero io, per l'ennesima volta LA sfiga più totale e crudele vide si accanì su di me portandomi alla quasi disperazione, la salvezza e la consolazione furono le temperature quasi da record, che competevano tranquillamente con il monstre febbraio 2012, poi, la famosissima ritornante mi diede molte più gioie, e alla fine, ci furono le continue nevicate (dal 14 al 17) che sotterrarono gli appennini e le zone di alta collina, io, per via della corrente che non c'era, non capivo cosa stava succedendo se non guardando fuori dalla finestra, il 17 gennaio mi risvegliai, con mia assoluta sorpresa, con 35 cm di neve al suolo, ma era estremamente bagnata e quindi molto pesante, ben diversa dalla neve soffice e farinosa del febbraio 2012, il metro che piegò le piante ma non le distrusse, la situazione non fece che peggiorare quando la pioggia prese il posto della neve, e da li, pioggia incessante e battente, causò alluvioni e vari problemi, aggravati dal terremoto. Superiore di gran lunga agli eventi del 2014-15 ed in generale a tutto quell'inverno.

  5. #5
    Vento forte L'avatar di paxo
    Data Registrazione
    13/11/15
    Località
    Caramanico Terme (PE) 550m.
    Messaggi
    3,686
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: 2014/15 vs. 2016/17

    Citazione Originariamente Scritto da paxo Visualizza Messaggio
    Orticellisticamente parlando il 2014/15 è stato nettamente migliore come inverno, parlo di eventi e non di medie termiche.
    Mi sono accorto solo ora che si parla dell'inverno 2016/17, convinto si parlasse del 2015/16

  6. #6
    Vento forte L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    21
    Messaggi
    4,076
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: 2014/15 vs. 2016/17

    Qui il 2014/2015 chiuse quasi in media, per queste zone fra piovosità e nevicate, con la possente di fine dicembre e la sfiocchettata di febbraio, per non parlare della fiocchettata aprilina, la più tardiva dal 2003, risulta al momento il migliore vissuto da queste parti. Ciò non toglie che il gennaio 2017 sia stato il migliore da 30 anni, ma è mancata la neve in parte del foggiano, in parte del barese sud-orientale, valle d'Itria e alto brindisino (a dispetto di chi dice che in Puglia abbia nevicato ovunque )
    "Nella meteo diffida di ottimisti e pessimisti: non sono mai obiettivi."

  7. #7
    Vento teso L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    1,731
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: 2014/15 vs. 2016/17

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Gli inverni in questione sono generalmente odiati al nord(non senza motivo) ma vediamo di tracciare un quadro un poco più generale dello scacchiere europeo in quei trimestri.
    Partiamo dall'inverno 2014/15. Dicembre 2014 fino a Natale fu eccezionalmente mite praticamente in 4/5 d'Europa,particolarmente nel centro e nel sud Europa.A Roma e Madrid,ancora il giorno 20,quel mese era probabilmente fra i 2/3 più caldi del dopoguerra. Dal 26 cominciò ad affluire aria più fredda su Balcani e l'Italia centromeridionale. Nulla di che ma quel il preludio di una possente ondata di gelo,che arrivò repentina nella giornata del 30 dicembre in Italia(ma già il 29 fu una giornata freddissima nei Balcani occidentali),con l'apice nella notte fra il 30 ed il 31.Il giorno 30 fece freddissimo dalla Germania meridionale e dalla Svizzera fino all'estremo sud Italia,andando in latitudine.Nella notte fra il 30 ed il 31 dicembre 2014 nevicò in zone che non vedevano la neve dal febbraio 1956 o addirittura dal marzo 1949,segnatamente sulle coste del reggino ed ancor più della Sicilia,specie orientale.E anche dove non nevicò fino al mare(Barletta fu sepolta dalla neve,nevicata non disprezzabile anche nell'ostica Caserta,nulla da fare per Latina),si ebbero valori inusuali fino alle spiagge(incredibili i -1/-2 fra siracusano e costa sud della Sicilia). Il 31 mattina grandinata a Gozo City(Malta) con 5 gradi. Ma il tutto si esaurì presto,lasciandoci le foto delle spiagge imbiancate. Gennaio fu sopramedia un poco ovunque in Europa.La zona più sfortunata fu il nord Italia,specie il NW. Le aree al freddo,nella seconda metà del mese,furono circoscritte alla Spagna(soprattutto centrale),al Portogallo orientale e soprattutto al Nordafrica.Dal 18/20,infatti,iniziò un insistito flusso artico-marittimo sul Mediterraneo centro-occidentale e la Meseta vide le maggiori nevicate dal gennaio 2005. Anche al CS fece freddo nei giorni della merla ma nulla di particolare.
    Invece febbraio iniziò bene.Prima in Iberia ma dal 7 il gelo prese una direttrice più orientale,incastrandosi fra il sud dei Balcani ed il sud Italia.Neve nel reggino fra l'8 ed il 9,anche in zone risparmiate dall'ondata di dicembre.
    La seconda parte del mese fu molto piovosa in 2/3 d'Italia ma il gelo non si rivide,anche se tornò ai primi di marzo,con target spiccatamente adriatico.
    Un inverno non freddo nel complesso(se non fra Iberia,qualche spicchio del sudovest della Francia e soprattutto Nordafrica),anzi ma "ad eventi",sparpagliati nel trimestre.La gioia dei forumisti giovani,molto eventofili ed avvezzi al sopramedia standard del clima attuale.
    L'inverno 2016/17 iniziò invece con un dicembre molto,molto anticiclonico ma diverso da quello dell'anno prima,quando fece ben più caldo a tutte le quote.Invece dicembre 2016 fu il regno delle inversioni,con una scaldata antipatica al NW il giorno 26 ed una sfreddata di media entità al CS dal 28. Fu la premessa di un'ondata di gelo possente al CS,che arrivò fra il 4 ed il 5 gennaio 2017.Ma stavolta non se ne andò facilmente.Il gelo prese gran parte del centrosud europeo.Inizialmente soprattutto Italia meridionale e sud dei Balcani ma dal 10 anche Germania,Francia e Iberia finirono nella morsa.Non ci furono record ma il quadro europeo rimase improntato al freddo fino a fine mese,lasciando però ai margini lo sfortunato nord Italia.
    Il tutto si esaurì a fine mese,aprendo la strada,com'era già successo nell'inverno 2001/02,ad un febbraio primaverile doc,anomalo dalla Germania alla Sicilia,anticiclonico,quasi la copia del dicembre 2015.
    Le cartucce erano state sparate tutte dal 28 dicembre 2016 al 30 gennaio 2017,la mitezza si riprendeva la scena ed apriva la strada ad un periodo di temperature costantemente sopramedia dalla Svizzera fino ai Balcani,che sarebbe durato fino a fine agosto.
    Sono entrambi due inverni dalle lacune imbarazzanti al NW italiano, ma del resto è un discorso che vale per molte invernate recenti.

    2014-15
    Come ben dici dicembre 2014 fu di una mitezza eccezionale per quasi tutto il mese. Qui al pendio sudalpino svizzero alle basse quote è il più caldo di tutti. Era ancora autunno in tutti i sensi, nessun accenno di freddo. Per dare un idea del contesto particolare di fine 2014 noi inoltre venivamo dall'ottobre più caldo e dal novembre più caldo e tra i più piovosi (su serie plurisecolari ovviamente).

    A fine anno c'era stata la famosa irruzione che ha portato temperature interessanti in buona parte della Svizzera (nord delle Alpi), ma noi (sud delle Alpi) assieme al NW italiano siamo rimasti sotto favonio.
    Non siamo nemmeno andati sottomedia termica sulle singole giornate (meglio forse in montagna), dunque ondata non pervenuta. Queste sono pure le zone della Svizzera che a conti fatti hanno visto il dicembre più caldo della serie, perché altrove l'irruzione è riuscita a rimediare il bilancio.

    Gennaio 2015 non è riuscito a far vedere freddo da nessuna parte, ma in compenso il bilancio pluviometrico (nivometrico in quota) è risultato ben sopramedia dopo un dicembre piuttosto secco.

    Invece con febbraio gran parte della Svizzera è tornata sottomedia termica, ma senza fare chissà che freddo. Sul nostro pendio (assieme al NW) invece siamo riusciti nell'impresa di chiudere quel mese in norma/leggero sopramedia termico . A parte quello, durante febbraio ci sono state due nevicate con buoni quantitativi fino a basse quote.
    Globalmente l'inverno 2014-15 è stato in parte estremamente mite ma ha fatto vedere cose interessanti come l'evento di fine dicembre e il mese di febbraio.
    Al Nord Italia però è stato un inverno ciofeca, in cui le configurazioni non erano favorevoli e inoltre le nevicate a basse quote sono arrivate in zona Cesarini. L'innevamento alpino in fin dei conti non è risultato scarsissimo, e questo gioca a favore.

    2016-17
    L'inverno parte con un dicembre anticiclonico e senza nessuna precipitazione. Da un lato è diverso rispetto la follia dell'anno precedente (dicembre 2015) per la presenza di maggiori inversioni termiche e meno anomalie, ma nella pratica molto simile. Naturalmente al NW la scaldata non contribuisce a migliorare il bilancio.

    Poi si arriva al famoso gennaio 2017 che conosciamo tutti. Al nord delle Alpi è il mese più freddo dal 1987, da noi invece ben più ridimensionato (sui livelli del 2010). Dove vuole andare un inverno del genere dopo due mesi quasi a 0 mm? In seguito febbraio è già più orientato alla primavera. Presenta uno degli innevamenti più scarsi delle serie, e questa la vediamo come una lacuna molto importante.

    Se però avesse fatto un dicembre 2017 seguito da un gennaio 2017 ecco che allora non sarebbe la stessa cosa.

    Riassumendo, sono entrambe due invernate che non hanno per nulla premiato il NW.
    Da noi semplificando si tratta di confrontare discrete precipitazioni e temperature inesistenti (inverno 2014-15) con discrete temperature e precipitazioni inesistenti (inverno 2016-17).

    Da gennaio 2014 - MIN -9.1°C (28/02/2018) - MAX +37.2°C (22/07/2015)

  8. #8
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    07/01/12
    Località
    Lombar-Emil-Laz-Campa-Abruz-Sicil
    Messaggi
    726
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: 2014/15 vs. 2016/17

    Josh
    Nella notte fra il 30 ed il 31 dicembre 2014 nevicò in zone che non vedevano la neve dal febbraio 1956 o addirittura dal marzo 1949,segnatamente sulle coste del reggino ed ancor più della Sicilia,specie orientale.
    In realtà il 30 e il 31 è nevicato sì in diverse zone costiere della Sicilia orientale, nord-orientale, settentrionale, occidentale e sud-occidentale (Siracusa, Augusta, Giarre, Messina, Milazzo, Capo d'Orlando, Cefalù, Termini Imerese, Palermo, Castellammare del Golfo, Trapani, Marsala, Mazara, Sciacca ecc) e sicuramente zone come il siracusano nord non vedevano la neve da decenni. La neve arrivò anche sulle spiagge delle isole Eolie come ad esempio a Lipari. Ma la nevicata che ha interessato le zone costiere che non vedevano neve dal 1949-56, cioè le coste e le pianure della punta sud-occidentale della Sicilia tra ragusano e siracusano (città come Pachino, Ispica bassa, Pozzallo ecc), è arrivata la notte del 1 gennaio 2015.

    Pachino

  9. #9
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    07/01/12
    Località
    Lombar-Emil-Laz-Campa-Abruz-Sicil
    Messaggi
    726
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: 2014/15 vs. 2016/17

    Marzamemi-Pachino

  10. #10
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    07/01/12
    Località
    Lombar-Emil-Laz-Campa-Abruz-Sicil
    Messaggi
    726
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: 2014/15 vs. 2016/17

    Pozzallo

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •