Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Vento fresco L'avatar di Giovanni78
    Data Registrazione
    19/12/16
    Località
    crodo(vb) 480-490m
    Messaggi
    2,232
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Gradiente pluviometrico verticale

    è un argomento del quale so veramente molto poco... se da un lato si sa che in quota la pioggia compresa della neve fusa è maggiore di quella del fondovalle a me non è chiaro quale sia l'andamento di questa variazione, e soprattutto se da una certa quota in poi diventi negativo...
    Se avete informazioni illuminatemi grazie

  2. #2
    Tempesta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    27
    Messaggi
    11,590
    Menzionato
    48 Post(s)

    Predefinito Re: Gradiente pluviometrico verticale

    sì, domanda interessante, forse da farsi nella stanza della didattica meteo, però sono interessato molto anche io alla risposta. il buon Lorenzo Catania sicuramente saprebbe aiutarci
    Si vis pacem, para bellum.

  3. #3
    Meteorologo Centro Epson Meteo L'avatar di ldanieli
    Data Registrazione
    25/10/05
    Località
    centro epson meteo
    Messaggi
    255
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gradiente pluviometrico verticale

    in merito alla tua domanda ho trovato questo breve e illuminante articolo che riassume anche alcuni risultati ottenuti sul campo come nel MAP:

    OROGRAPHIC ENHANCEMENT OF PRECIPITATION IN MIDLATITUDES:RESULTS FROM MAP AND IMPROVE II

    https://ams.confex.com/ams/pdfpapers/62593.pdf

    riporto qualche breve estratto:
    "When midlatitude baroclinic systems move over amountain range, the precipitation from the systemintensifies over and sometimes upwind of the slope ofthe mountain barrier. The maximum precipitation occurson the lower windward slopes in almost immediateresponse to the orographically induced lifting of the airsuch that the maximum precipitation may occur wellbelow the summit of the range".

    In seguito vengono esaminati i meccanismi per cui avviene questo enhancement e si scopre che non si verifica solo in corrispondenza di flussi potenzialmente instabili, ma anche in condizioni stabili e qui entra in campo la turbolenza.

    "Thus, recent results from MAP and IMPROVE IIindicate that strong, sheared flow over the rough terrainof the windward slope of a major mountain range has theability to enhance baroclinic precipitation via cellularmotions (as suggested by Smith 1979) even if the flow ispotentially stable and buoyant motions are absent."

    buona lettura


  4. #4
    Vento fresco L'avatar di Giovanni78
    Data Registrazione
    19/12/16
    Località
    crodo(vb) 480-490m
    Messaggi
    2,232
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: Gradiente pluviometrico verticale

    Citazione Originariamente Scritto da ldanieli Visualizza Messaggio
    in merito alla tua domanda ho trovato questo breve e illuminante articolo che riassume anche alcuni risultati ottenuti sul campo come nel MAP:

    OROGRAPHIC ENHANCEMENT OF PRECIPITATION IN MIDLATITUDES:RESULTS FROM MAP AND IMPROVE II

    https://ams.confex.com/ams/pdfpapers/62593.pdf

    riporto qualche breve estratto:
    "When midlatitude baroclinic systems move over amountain range, the precipitation from the systemintensifies over and sometimes upwind of the slope ofthe mountain barrier. The maximum precipitation occurson the lower windward slopes in almost immediateresponse to the orographically induced lifting of the airsuch that the maximum precipitation may occur wellbelow the summit of the range".

    In seguito vengono esaminati i meccanismi per cui avviene questo enhancement e si scopre che non si verifica solo in corrispondenza di flussi potenzialmente instabili, ma anche in condizioni stabili e qui entra in campo la turbolenza.

    "Thus, recent results from MAP and IMPROVE IIindicate that strong, sheared flow over the rough terrainof the windward slope of a major mountain range has theability to enhance baroclinic precipitation via cellularmotions (as suggested by Smith 1979) even if the flow ispotentially stable and buoyant motions are absent."

    buona lettura

    Volendo sintetizzare avremmo il massimo in concomitanza di pendii sopravento alla quota circa dello zero termico giusto?
    Si giustificherebbero così anche i numerosi pluviometri totalizzatori che alla quota di circa 2500 mostrano valori più alti che sulle vette, essendo la quota più favorita perché la sua t media annua è di circa 0° ( succede soprattutto in vda).

  5. #5
    Meteorologo Centro Epson Meteo L'avatar di ldanieli
    Data Registrazione
    25/10/05
    Località
    centro epson meteo
    Messaggi
    255
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gradiente pluviometrico verticale

    Citazione Originariamente Scritto da Giovanni78 Visualizza Messaggio
    Volendo sintetizzare avremmo il massimo in concomitanza di pendii sopravento alla quota circa dello zero termico giusto?
    Si giustificherebbero così anche i numerosi pluviometri totalizzatori che alla quota di circa 2500 mostrano valori più alti che sulle vette, essendo la quota più favorita perché la sua t media annua è di circa 0° ( succede soprattutto in vda).
    Se leggi con attenzione, l'articolo non dice esattamente quello che hai scritto tu, ma la tua osservazione potrebbe avere qualche senso. I processi che avvengono sopra il livello dello zero termico sono infatti molto importanti, (crescita per "accretion" tra cristalli o fiocchi e soprattutto per "riming").
    Gli autori si concentrano ancora di più sui meccanismi dinamici (che possono dipendere anche dalla presenza di neve in fusione "It is possible that cooling of the air by melting may cause some convective overturning in the melting layer, and this process could enhance other turbulent motions, ma non è la cosa principale).
    Il fatto più significativo è che la presenza dei monti, per le cause esaminate, aumenta di molto l'efficienza di conversione del condensato in precipitazione e come conseguenza "the maximum precipitation may occur well below the summit of the range".

    La quota che tu citi (2500 m) rappresenta in effetti un altezza interessante trovandosi di alcune centinaia di metri al di sotto della quota media massima della dorsale, e incidentalmente, anche una quota dove spesso si hanno temperature negative.


  6. #6
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    3,643
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Gradiente pluviometrico verticale

    ottimo approfondimento!

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •