Pagina 5 di 10 PrimaPrima ... 34567 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 97
  1. #41
    Banned
    Data Registrazione
    03/06/18
    Località
    Lecco
    Età
    38
    Messaggi
    6
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Eventi estremi degli anni '70

    Citazione Originariamente Scritto da Maximovich Visualizza Messaggio
    Comunque mi scuso se ho tirato o è sembrato il tono; nun me interessa piu', ciao.
    La coda di paglia brucia e allora ti sfili neh...
    Sotto la lana da agnellino non riesci a nascondere il tuo ispido pelo di lupo
    Ammetti di essere chi sei veramente e fai bella figura almeno una volta nella vita...

  2. #42
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    15,491
    Menzionato
    56 Post(s)

    Predefinito Re: Eventi estremi degli anni '70

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Onestamente non mi pare così estrema. A fine giugno 1982, RC minima di +32°C il 26; Catania-Fontanarossa 3 giorni con massime +43/+45/+45°C. Fu un'ondata breve, ma tra le più estreme: diciamo paragonabile a fine giugno 2007, @Josh mi correggerà se sbaglio.
    La maggiore ondata di caldo dell'estate 2003 al sud(estate comunque da record anche per la bassa Italia,anche se la 2012 non fu molto diversa e quindi se la giocano a seconda delle zone e la 1998 e la 2017 tallonano da dietro)fu quella della terza decade di agosto.In verità anche in seconda decade ci furono un sacco di quarantelli ma concentrati in Campania,dove favonizzò.
    Giugno cm fu atroce al sud,con medie finali sui 26°,cioè degne di un agosto sopra la 81/10 ma i picchi maggiori li fece nelle minime,più che nelle massime,con varie notti over 25/26 sulle coste e non solo.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  3. #43
    Banned
    Data Registrazione
    31/05/18
    Località
    Roma
    Età
    48
    Messaggi
    56
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Eventi estremi degli anni '70

    Citazione Originariamente Scritto da Fulvio Visualizza Messaggio
    La coda di paglia brucia e allora ti sfili neh...
    Sotto la lana da agnellino non riesci a nascondere il tuo ispido pelo di lupo
    Ammetti di essere chi sei veramente e fai bella figura almeno una volta nella vita...

    Posso risponderti alla Maurizio Battista: " non stai tanto bene..." di piu' non se po'...

  4. #44
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Ferrara (FE) 9 m s.l.m.
    Età
    26
    Messaggi
    31,851
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Eventi estremi degli anni '70

    Ma non si parlava di eventi estremi degli anni '70 scusate? Che c'entra l'Estate 2003? E' mai possibile che bisogna andare in vacca ogni thread?

    Tornando quindi in tema, partiamo da GENNAIO.

    Non si può dimenticare la favolosa ondata di freddo di Gennaio 1979.

    Ondata gelida la cui generazione partì in realtà già sul finire del Dicembre 1978. Schema da anti-zonalità esasperata ed altissima: flussi a getto continuo di basse pressioni dall'Atlantico verso l'Europa centrale, Italia sotto correnti umide e miti da W-SW, Europa settentrionale invece sotto avvezione gelida dalla Siberia.




    Notare in questa carta le termiche raggiunte con la colata gelida nel Nord Europa: parliamo di una -30 (meno trenta !) che arriva dritta fino alle coste del Baltico, punte di -36°C a 850 Hpa sulla Russia Europea.




    Valori FOLLI, inauditi, praticamente senza ne predecessori ne successori in tutto il periodo coperto da WZ (1871-oggi). Non a caso proprio a Mosca si raggiungerà in quei giorni il record di freddo assoluto: -55°C all'aeroporto!
    Il giorno 31 Dicembre l'Europa centrale viene investita in pieno dall'ondata di gelo ed in Germania le condizioni meteo diventano estremamente critiche. Nevicate copiose si abbattono sulle zone orientali del Paese, con oltre 1 metro in totale in diverse zone DI PIANURA.



    Lo Schleswig Holstein è stata la zona più colpita, in pratica hanno avuto un Baltic Effect Snow. La bassa pressione in entrata dall'Atlantico gli ha richiamato aria gelida da Est che passando sul Baltico si è umidificata e ha generato dei mostri nevosi

    Cadono record come noccioline su molte regioni d'Europa: Glasgow -14, Ostertsund in Svezia -37°C. Nel Nord-Est della Russia Europea si tocca la T più bassa mai registrata in Europa: -58.1°C.

    Questa la situazione a fine Dicembre 1978.




    L'Italia è in attesa, il flusso incessante di perturbazioni atlantiche che scorrono a medie latitudini da 2 settimane sta giungendo all'epilogo. L'ultima depressione, centrata sulla Baviera, il giorno 1 Gennaio richiama ancora correnti umide da WSW, e sull'Emilia-Romagna c'è il garbino. A Ferrara quel giorno massima sugli 8°C e minima 4°C, piuttosto mite per essere il 1 Gennaio.

    Nella serata però cambia tutto: il minimo si sposta più a Est, le correnti ruotano da N e l'aria fredda sfonda di gran carriera dalla porta della Bora. Rovesci nevosi intensi investono tutta l'Emilia centro-orientale e la Romagna: 20 cm a Ravenna, 12 cm a Ferrara, 26 cm a Reggio Emilia.




    Seguono nevicate su tutto il versante Adriatico fino in Puglia.
    Il giorno 4 è di nuovo neve su Emilia-Romagna e Toscana, questa volta per un impulso umido che scorre sopra al gelo affluito.




    Da notare gli estremi del giorno 3 Gennaio a Ferrara: -9.7/-1.7°C con sole pieno. Davvero una gran massa gelida quella affluita nel Gennaio 1979.
    Avatar: c'è chi ha CR7 e chi ha ANTE7.

  5. #45
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    15,491
    Menzionato
    56 Post(s)

    Predefinito Re: Eventi estremi degli anni '70

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Ma non si parlava di eventi estremi degli anni '70 scusate? Che c'entra l'Estate 2003? E' mai possibile che bisogna andare in vacca ogni thread?

    Tornando quindi in tema, partiamo da GENNAIO.

    Non si può dimenticare la favolosa ondata di freddo di Gennaio 1979.

    Ondata gelida la cui generazione partì in realtà già sul finire del Dicembre 1978. Schema da anti-zonalità esasperata ed altissima: flussi a getto continuo di basse pressioni dall'Atlantico verso l'Europa centrale, Italia sotto correnti umide e miti da W-SW, Europa settentrionale invece sotto avvezione gelida dalla Siberia.

    Immagine



    Notare in questa carta le termiche raggiunte con la colata gelida nel Nord Europa: parliamo di una -30 (meno trenta !) che arriva dritta fino alle coste del Baltico, punte di -36°C a 850 Hpa sulla Russia Europea.

    Immagine



    Valori FOLLI, inauditi, praticamente senza ne predecessori ne successori in tutto il periodo coperto da WZ (1871-oggi). Non a caso proprio a Mosca si raggiungerà in quei giorni il record di freddo assoluto: -55°C all'aeroporto!
    Il giorno 31 Dicembre l'Europa centrale viene investita in pieno dall'ondata di gelo ed in Germania le condizioni meteo diventano estremamente critiche. Nevicate copiose si abbattono sulle zone orientali del Paese, con oltre 1 metro in totale in diverse zone DI PIANURA.

    Immagine


    Lo Schleswig Holstein è stata la zona più colpita, in pratica hanno avuto un Baltic Effect Snow. La bassa pressione in entrata dall'Atlantico gli ha richiamato aria gelida da Est che passando sul Baltico si è umidificata e ha generato dei mostri nevosi

    Cadono record come noccioline su molte regioni d'Europa: Glasgow -14, Ostertsund in Svezia -37°C. Nel Nord-Est della Russia Europea si tocca la T più bassa mai registrata in Europa: -58.1°C.

    Questa la situazione a fine Dicembre 1978.

    Immagine



    L'Italia è in attesa, il flusso incessante di perturbazioni atlantiche che scorrono a medie latitudini da 2 settimane sta giungendo all'epilogo. L'ultima depressione, centrata sulla Baviera, il giorno 1 Gennaio richiama ancora correnti umide da WSW, e sull'Emilia-Romagna c'è il garbino. A Ferrara quel giorno massima sugli 8°C e minima 4°C, piuttosto mite per essere il 1 Gennaio.

    Nella serata però cambia tutto: il minimo si sposta più a Est, le correnti ruotano da N e l'aria fredda sfonda di gran carriera dalla porta della Bora. Rovesci nevosi intensi investono tutta l'Emilia centro-orientale e la Romagna: 20 cm a Ravenna, 12 cm a Ferrara, 26 cm a Reggio Emilia.

    Immagine



    Seguono nevicate su tutto il versante Adriatico fino in Puglia.
    Il giorno 4 è di nuovo neve su Emilia-Romagna e Toscana, questa volta per un impulso umido che scorre sopra al gelo affluito.

    Immagine



    Da notare gli estremi del giorno 3 Gennaio a Ferrara: -9.7/-1.7°C con sole pieno. Davvero una gran massa gelida quella affluita nel Gennaio 1979.
    Oltre -10° in quell'ondata nel leccese,in pianura
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  6. #46
    Banned
    Data Registrazione
    31/05/18
    Località
    Roma
    Età
    48
    Messaggi
    56
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Eventi estremi degli anni '70

    Sarebbero cambiati i tempi di ritorno nella fenomenologia estrema d'oggi raffrontata col passato recente degli ultimi decenni

    Ho trovato quest'interessante discussione di L.Angelini che intervisto' il professore V.Ferrara su questo tema lo scorso anno

    qui lo schema principale

  7. #47
    Banned
    Data Registrazione
    31/05/18
    Località
    Roma
    Età
    48
    Messaggi
    56
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Eventi estremi degli anni '70

    Allora oggi secondo quest'altro schema non sarebbero ben valutati questi eventi o la loro causa / effetto

  8. #48
    Vento fresco
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    2,220
    Menzionato
    61 Post(s)

    Predefinito Re: Eventi estremi degli anni '70

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Ma non si parlava di eventi estremi degli anni '70 scusate? Che c'entra l'Estate 2003? E' mai possibile che bisogna andare in vacca ogni thread?

    Tornando quindi in tema, partiamo da GENNAIO.

    Non si può dimenticare la favolosa ondata di freddo di Gennaio 1979.

    Ondata gelida la cui generazione partì in realtà già sul finire del Dicembre 1978. Schema da anti-zonalità esasperata ed altissima: flussi a getto continuo di basse pressioni dall'Atlantico verso l'Europa centrale, Italia sotto correnti umide e miti da W-SW, Europa settentrionale invece sotto avvezione gelida dalla Siberia.

    Immagine



    Notare in questa carta le termiche raggiunte con la colata gelida nel Nord Europa: parliamo di una -30 (meno trenta !) che arriva dritta fino alle coste del Baltico, punte di -36°C a 850 Hpa sulla Russia Europea.

    Immagine



    Valori FOLLI, inauditi, praticamente senza ne predecessori ne successori in tutto il periodo coperto da WZ (1871-oggi). Non a caso proprio a Mosca si raggiungerà in quei giorni il record di freddo assoluto: -55°C all'aeroporto!
    Il giorno 31 Dicembre l'Europa centrale viene investita in pieno dall'ondata di gelo ed in Germania le condizioni meteo diventano estremamente critiche. Nevicate copiose si abbattono sulle zone orientali del Paese, con oltre 1 metro in totale in diverse zone DI PIANURA.

    Immagine


    Lo Schleswig Holstein è stata la zona più colpita, in pratica hanno avuto un Baltic Effect Snow. La bassa pressione in entrata dall'Atlantico gli ha richiamato aria gelida da Est che passando sul Baltico si è umidificata e ha generato dei mostri nevosi

    Cadono record come noccioline su molte regioni d'Europa: Glasgow -14, Ostertsund in Svezia -37°C. Nel Nord-Est della Russia Europea si tocca la T più bassa mai registrata in Europa: -58.1°C.

    Questa la situazione a fine Dicembre 1978.

    Immagine



    L'Italia è in attesa, il flusso incessante di perturbazioni atlantiche che scorrono a medie latitudini da 2 settimane sta giungendo all'epilogo. L'ultima depressione, centrata sulla Baviera, il giorno 1 Gennaio richiama ancora correnti umide da WSW, e sull'Emilia-Romagna c'è il garbino. A Ferrara quel giorno massima sugli 8°C e minima 4°C, piuttosto mite per essere il 1 Gennaio.

    Nella serata però cambia tutto: il minimo si sposta più a Est, le correnti ruotano da N e l'aria fredda sfonda di gran carriera dalla porta della Bora. Rovesci nevosi intensi investono tutta l'Emilia centro-orientale e la Romagna: 20 cm a Ravenna, 12 cm a Ferrara, 26 cm a Reggio Emilia.

    Immagine



    Seguono nevicate su tutto il versante Adriatico fino in Puglia.
    Il giorno 4 è di nuovo neve su Emilia-Romagna e Toscana, questa volta per un impulso umido che scorre sopra al gelo affluito.

    Immagine



    Da notare gli estremi del giorno 3 Gennaio a Ferrara: -9.7/-1.7°C con sole pieno. Davvero una gran massa gelida quella affluita nel Gennaio 1979.
    In quella intensa ondata gelida gen 1979, allora , Edmondo Bernacca giorni prima aveva fatto notare sulle famose carte sinottiche di ' Che tempo fa ' un forte HP sull nord est Europa tra la Finlandia e la Russia e che avrebbe poi causato una intensa ondata gelida in Europa.

    In Italia eccezionale e' stato lo scarto termico tra il 2 e 3 gennaio 1979 quando impettuosi venti gelidi sferzano la Penisola con forte diminuzione della temperatura dal mite al gelo intenso accentuato dal vento in 24 h.

    come modalita' e forte scarto termico un po simile al burian di dic. 1996 , quando tra il 23 e 24 dic era mite poi tra il 25 e 26 Santo Stefano irrompe l aria gelida Siberiana.

    Anche negli States gennaio 1979 e' stato molto freddo .

  9. #49
    Vento fresco
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    2,220
    Menzionato
    61 Post(s)

    Predefinito Re: Eventi estremi degli anni '70

    Nel Sud America , luglio 1975 ( mese invernale per il sud Emisfero ) e' stato in assoluto tra i piu freddi ,
    concomitante fase ENSO negativa .

  10. #50
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    15,491
    Menzionato
    56 Post(s)

    Predefinito Re: Eventi estremi degli anni '70

    Citazione Originariamente Scritto da robertino Visualizza Messaggio
    In quella intensa ondata gelida gen 1979, allora , Edmondo Bernacca giorni prima aveva fatto notare sulle famose carte sinottiche di ' Che tempo fa ' un forte HP sull nord est Europa tra la Finlandia e la Russia e che avrebbe poi causato una intensa ondata gelida in Europa.

    In Italia eccezionale e' stato lo scarto termico tra il 2 e 3 gennaio 1979 quando impettuosi venti gelidi sferzano la Penisola con forte diminuzione della temperatura dal mite al gelo intenso accentuato dal vento in 24 h.

    come modalita' e forte scarto termico un po simile al burian di dic. 1996 , quando tra il 23 e 24 dic era mite poi tra il 25 e 26 Santo Stefano irrompe l aria gelida Siberiana.

    Anche negli States gennaio 1979 e' stato molto freddo .
    Però gennaio 1979 prese molto meglio il sud,anche estremo,di dicembre 1996.
    L'evento caldo più consistente di quel decennio fu sicuramente settembre 1975,con la +20 che arrivò fino a Praga.
    Tuttavia quel mese in Italia ebbe un'anomalia di +1° sulla 81/10,abbastanza ridicola rispetto ai +2,3° di settembre 2011.
    Sempre il solito discorso.Allora,un evento caldo e 5 freddi.Oggi,l'esatto contrario.Mettici la persistenza e i mesi caldi di allora oggi fanno sorridere.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •