Pagina 9 di 1458 PrimaPrima ... 789101119591095091009 ... UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 14575
  1. #81
    Poranese457
    Ospite

    Predefinito Re: Il tempo a Tromsø, Norvegia del nord

    Fen!!!

    Ecco dov'eri finito... iniziavo a preoccuparmi che non ti vedevo più "dilà"!!

    Cmq felice di ritrovarti, ottima idea per questo splendido topic!

    Ciao Dan

  2. #82
    Tempesta L'avatar di Fenrir
    Data Registrazione
    05/09/03
    Località
    Tromsø (Nor)
    Età
    40
    Messaggi
    10,963
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo a Tromsø, Norvegia del nord

    Ciao Pora purtroppo da quando sono tornato a casa non ho più troppo tempo e ho dovuto compiere delle scelte... ma a leggere leggo tutti, non abbandono nessuno!

    Oggi una giornata di "rivelazioni" per il povero Fenrir. Cielo sereno o per lo più velato, T che è passata dai +4,1 °C di stamattina ai -1,3 °C di adesso.

    Poco dopo cena, alle 20, noto che il termometro si è assestato su 0 °C. Prima gelata effettiva dopo 23 giorni! Verso le 23 lo vedo sceso a -1,3 °C e penso che quasi quasi, prima di andare a letto, una passeggiata male non fa, per sentire nuovamente il gelo mordere la faccia come un tempo.

    Per cui prendo la giacca-pecora, l'ipod e decido di incamminarmi verso il vicino lago di Prestvatnet. La terra è coperta di brina e le foglie, umide da giorni, scricchiolano come pezzi di vetro sotto le scarpe.

    Giunto dopo 10 minuti di camminata in vista del lago, buio pesto come al solito, decido di scendere lungo la sponda e di togliermi le cuffie quando improvvisamente... il silenzio.
    Non si sente nulla. Nè una macchina, nè un animale. Il ronzio dei lampioni, qualcuno che passa... oppure lo sciabordio del lago. Niente.
    Pensavo fosse lo shock dovuto al passaggio dalla musica (non molto leggera, lo ammetto ) all'ambiente ma.. niente.
    La cosa mi lascia un po' interdetto, per cui mi dirigo verso uno dei tanti pontili. Il legno gelato scricchiola sotto le mie scarpe, mi affaccio sul lago, fisso delle luci che si riflettono dall'altra sponda sulla sua superficie... e capisco perché non sentivo più nulla.
    Il lago è completamente ghiacciato fino al centro. Una lastra unica di ghiaccio. La cosa non mi quadra, ditemi voi se con temperature del genere in tutto ottobre



    ovvero con una sola minima sottozero e T oscillanti tra i 3 e i 10 gradi può ghiacciare un intero lago. Io me lo aspettavo completamente liquido, anche negli altri anni ricordo che pure quando iniziava a fine ottobre la stagione delle nevi, il lago al centro rimaneva liquido almeno fino a dicembre, con T più basse di quelle attuali.
    Non convinto raccolgo dei sassi e li tiro verso l'acqua. Magari ho le allucinazioni o lo strato è di 1 mm... e invece i sassi, anche i più grossi, battono violentemente contro il ghiaccio producendo quel tipico "cinguettio" inquietante dovuto alla propagazione delle onde al di sotto dello strato gelato.

    Non lo so io la butto qui: non ho mai visto Prestvatnet ghiacciato completamente a fine ottobre. Specie con le T che ci sono. Non so che pensare. O meglio, forse lo so, ho due soluzioni, nessuna delle due soddisfacenti. Facciamo un miniquiz tromsiano: secondo voi perché è ghiacciato?
    Ultima modifica di Fenrir; 28/10/2008 alle 02:27
    "You are not entitled to your opinion. You are entitled to your informed opinion. No one is entitled to be ignorant." (Harlan Ellison)

  3. #83
    Vento fresco L'avatar di strauch67
    Data Registrazione
    06/01/03
    Località
    Canoves-CAT
    Età
    49
    Messaggi
    2,920
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo a Tromsø, Norvegia del nord

    Citazione Originariamente Scritto da Fenrir Visualizza Messaggio
    Ciao Pora purtroppo da quando sono tornato a casa non ho più troppo tempo e ho dovuto compiere delle scelte... ma a leggere leggo tutti, non abbandono nessuno!

    Oggi una giornata di "rivelazioni" per il povero Fenrir. Cielo sereno o per lo più velato, T che è passata dai +4,1 °C di stamattina ai -1,3 °C di adesso.

    Poco dopo cena, alle 20, noto che il termometro si è assestato su 0 °C. Prima gelata effettiva dopo 23 giorni! Verso le 23 lo vedo sceso a -1,3 °C e penso che quasi quasi, prima di andare a letto, una passeggiata male non fa, per sentire nuovamente il gelo mordere la faccia come un tempo.

    Per cui prendo la giacca-pecora, l'ipod e decido di incamminarmi verso il vicino lago di Prestvatnet. La terra è coperta di brina e le foglie, umide da giorni, scricchiolano come pezzi di vetro sotto le scarpe.

    Giunto dopo 10 minuti di camminata in vista del lago, buio pesto come al solito, decido di scendere lungo la sponda e di togliermi le cuffie quando improvvisamente... il silenzio.
    Non si sente nulla. Nè una macchina, nè un animale. Il ronzio dei lampioni, qualcuno che passa... oppure lo sciabordio del lago. Niente.
    Pensavo fosse lo shock dovuto al passaggio dalla musica (non molto leggera, lo ammetto ) all'ambiente ma.. niente.
    La cosa mi lascia un po' interdetto, per cui mi dirigo verso uno dei tanti pontili. Il legno gelato scricchiola sotto le mie scarpe, mi affaccio sul lago, fisso delle luci che si riflettono dall'altra sponda sulla sua superficie... e capisco perché non sentivo più nulla.
    Il lago è completamente ghiacciato fino al centro. Una lastra unica di ghiaccio. La cosa non mi quadra, ditemi voi se con temperature del genere in tutto ottobre



    ovvero con una sola minima sottozero e T oscillanti tra i 3 e i 10 gradi può ghiacciare un intero lago. Io me lo aspettavo completamente liquido, anche negli altri anni ricordo che pure quando iniziava a fine ottobre la stagione delle nevi, il lago al centro rimaneva liquido almeno fino a dicembre, con T più basse di quelle attuali.
    Non convinto raccolgo dei sassi e li tiro verso l'acqua. Magari ho le allucinazioni o lo strato è di 1 mm... e invece i sassi, anche i più grossi, battono violentemente contro il ghiaccio producendo quel tipico "cinguettio" inquietante dovuto alla propagazione delle onde al di sotto dello strato gelato.

    Non lo so io la butto qui: non ho mai visto Prestvatnet ghiacciato completamente a fine ottobre. Specie con le T che ci sono. Non so che pensare. O meglio, forse lo so, ho due soluzioni, nessuna delle due soddisfacenti. Facciamo un miniquiz tromsiano: secondo voi perché è ghiacciato?
    E' , per caso, una freddura? Magari io non l'ho capita e il lago si



    ps: mi hai incuriosito...perche' e' ghiacciato?
    io ho vomitato sul sedile di un 737 AF (per chi non è pratico af=air france). figo, no? (Fedex dixit)

  4. #84
    Vento moderato L'avatar di ginghe
    Data Registrazione
    16/01/04
    Località
    Arezzo 296 m
    Età
    46
    Messaggi
    1,034
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo a Tromsø, Norvegia del nord

    Citazione Originariamente Scritto da Fenrir Visualizza Messaggio
    Ciao Pora purtroppo da quando sono tornato a casa non ho più troppo tempo e ho dovuto compiere delle scelte... ma a leggere leggo tutti, non abbandono nessuno!

    ?


    fa nulla, tanto io ti seguo anche di qua ..
    co-fondatore del Centro Meteo Toscana CMT www.centrometeotoscana.it
    previsore di Arezzo Meteo www.arezzometeo.com



  5. #85
    Bava di vento
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Ab.Firenze Rifredi Lavoro: Casellina(Scandicci)
    Messaggi
    144
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo a Tromsø, Norvegia del nord

    Citazione Originariamente Scritto da ginghe Visualizza Messaggio
    fa nulla, tanto io ti seguo anche di qua ..
    Ma guarda te che mi tocca fare x seguire il Fenrir...e si ci sono anche io

    Complimenti per questo post...

    una mezza idea io ce l'ho...inversione termica a manetta nella zona del lago?

    Fammi sapere.

    PS che vinco un soggiorno da te?

    Ciao grande.

    Marco

  6. #86
    Burrasca forte L'avatar di alb
    Data Registrazione
    03/01/08
    Località
    Milano Famagosta
    Età
    29
    Messaggi
    8,350
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo a Tromsø, Norvegia del nord

    Citazione Originariamente Scritto da Fenrir Visualizza Messaggio
    Ciao Pora purtroppo da quando sono tornato a casa non ho più troppo tempo e ho dovuto compiere delle scelte... ma a leggere leggo tutti, non abbandono nessuno!

    Oggi una giornata di "rivelazioni" per il povero Fenrir. Cielo sereno o per lo più velato, T che è passata dai +4,1 °C di stamattina ai -1,3 °C di adesso.

    Poco dopo cena, alle 20, noto che il termometro si è assestato su 0 °C. Prima gelata effettiva dopo 23 giorni! Verso le 23 lo vedo sceso a -1,3 °C e penso che quasi quasi, prima di andare a letto, una passeggiata male non fa, per sentire nuovamente il gelo mordere la faccia come un tempo.

    Per cui prendo la giacca-pecora, l'ipod e decido di incamminarmi verso il vicino lago di Prestvatnet. La terra è coperta di brina e le foglie, umide da giorni, scricchiolano come pezzi di vetro sotto le scarpe.

    Giunto dopo 10 minuti di camminata in vista del lago, buio pesto come al solito, decido di scendere lungo la sponda e di togliermi le cuffie quando improvvisamente... il silenzio.
    Non si sente nulla. Nè una macchina, nè un animale. Il ronzio dei lampioni, qualcuno che passa... oppure lo sciabordio del lago. Niente.
    Pensavo fosse lo shock dovuto al passaggio dalla musica (non molto leggera, lo ammetto ) all'ambiente ma.. niente.
    La cosa mi lascia un po' interdetto, per cui mi dirigo verso uno dei tanti pontili. Il legno gelato scricchiola sotto le mie scarpe, mi affaccio sul lago, fisso delle luci che si riflettono dall'altra sponda sulla sua superficie... e capisco perché non sentivo più nulla.
    Il lago è completamente ghiacciato fino al centro. Una lastra unica di ghiaccio. La cosa non mi quadra, ditemi voi se con temperature del genere in tutto ottobre



    ovvero con una sola minima sottozero e T oscillanti tra i 3 e i 10 gradi può ghiacciare un intero lago. Io me lo aspettavo completamente liquido, anche negli altri anni ricordo che pure quando iniziava a fine ottobre la stagione delle nevi, il lago al centro rimaneva liquido almeno fino a dicembre, con T più basse di quelle attuali.
    Non convinto raccolgo dei sassi e li tiro verso l'acqua. Magari ho le allucinazioni o lo strato è di 1 mm... e invece i sassi, anche i più grossi, battono violentemente contro il ghiaccio producendo quel tipico "cinguettio" inquietante dovuto alla propagazione delle onde al di sotto dello strato gelato.

    Non lo so io la butto qui: non ho mai visto Prestvatnet ghiacciato completamente a fine ottobre. Specie con le T che ci sono. Non so che pensare. O meglio, forse lo so, ho due soluzioni, nessuna delle due soddisfacenti. Facciamo un miniquiz tromsiano: secondo voi perché è ghiacciato?
    Me lo chiedo anche io: ma come è possibile?? Che sia una zona più fredda quella del lago? (però dovrebbe essere molto più fredda )
    Berbenno (BG) - 630 m slm (45°81' N, 9°57' E)
    Milano Famagosta - 115 m slm (45°26' N, 9°10' E)

  7. #87
    Banned L'avatar di alex74
    Data Registrazione
    28/10/03
    Località
    Roma Nord(Olgiata)
    Età
    42
    Messaggi
    2,490
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo a Tromsø, Norvegia del nord

    Citazione Originariamente Scritto da Fenrir Visualizza Messaggio
    Ciao Pora purtroppo da quando sono tornato a casa non ho più troppo tempo e ho dovuto compiere delle scelte... ma a leggere leggo tutti, non abbandono nessuno!

    Oggi una giornata di "rivelazioni" per il povero Fenrir. Cielo sereno o per lo più velato, T che è passata dai +4,1 °C di stamattina ai -1,3 °C di adesso.

    Poco dopo cena, alle 20, noto che il termometro si è assestato su 0 °C. Prima gelata effettiva dopo 23 giorni! Verso le 23 lo vedo sceso a -1,3 °C e penso che quasi quasi, prima di andare a letto, una passeggiata male non fa, per sentire nuovamente il gelo mordere la faccia come un tempo.

    Per cui prendo la giacca-pecora, l'ipod e decido di incamminarmi verso il vicino lago di Prestvatnet. La terra è coperta di brina e le foglie, umide da giorni, scricchiolano come pezzi di vetro sotto le scarpe.

    Giunto dopo 10 minuti di camminata in vista del lago, buio pesto come al solito, decido di scendere lungo la sponda e di togliermi le cuffie quando improvvisamente... il silenzio.
    Non si sente nulla. Nè una macchina, nè un animale. Il ronzio dei lampioni, qualcuno che passa... oppure lo sciabordio del lago. Niente.
    Pensavo fosse lo shock dovuto al passaggio dalla musica (non molto leggera, lo ammetto ) all'ambiente ma.. niente.
    La cosa mi lascia un po' interdetto, per cui mi dirigo verso uno dei tanti pontili. Il legno gelato scricchiola sotto le mie scarpe, mi affaccio sul lago, fisso delle luci che si riflettono dall'altra sponda sulla sua superficie... e capisco perché non sentivo più nulla.
    Il lago è completamente ghiacciato fino al centro. Una lastra unica di ghiaccio. La cosa non mi quadra, ditemi voi se con temperature del genere in tutto ottobre



    ovvero con una sola minima sottozero e T oscillanti tra i 3 e i 10 gradi può ghiacciare un intero lago. Io me lo aspettavo completamente liquido, anche negli altri anni ricordo che pure quando iniziava a fine ottobre la stagione delle nevi, il lago al centro rimaneva liquido almeno fino a dicembre, con T più basse di quelle attuali.
    Non convinto raccolgo dei sassi e li tiro verso l'acqua. Magari ho le allucinazioni o lo strato è di 1 mm... e invece i sassi, anche i più grossi, battono violentemente contro il ghiaccio producendo quel tipico "cinguettio" inquietante dovuto alla propagazione delle onde al di sotto dello strato gelato.

    Non lo so io la butto qui: non ho mai visto Prestvatnet ghiacciato completamente a fine ottobre. Specie con le T che ci sono. Non so che pensare. O meglio, forse lo so, ho due soluzioni, nessuna delle due soddisfacenti. Facciamo un miniquiz tromsiano: secondo voi perché è ghiacciato?
    evidentemente dove si trova il lago gela mentre dove è posizionata la stazione meteo no...non ci sono altre soluzioni se non quella della particolarità microclimatica.
    Probabilmente una differenza di 3-4° come spesso capita nelle conche,oppure i dati della stazione meteo sono tutti sballati

  8. #88
    Poranese457
    Ospite

    Predefinito Re: Il tempo a Tromsø, Norvegia del nord

    Citazione Originariamente Scritto da Firenze3 Visualizza Messaggio
    Ma guarda te che mi tocca fare x seguire il Fenrir...e si ci sono anche io

    Complimenti per questo post...

    una mezza idea io ce l'ho...inversione termica a manetta nella zona del lago?

    Fammi sapere.

    PS che vinco un soggiorno da te?

    Ciao grande.

    Marco
    Mettiamo su un fan club di Fen????

    Sempre fantastici i suoi racconti, c'è poco da fare!!!

    Un saluto anche a te Firenze3

  9. #89
    Bava di vento
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Ab.Firenze Rifredi Lavoro: Casellina(Scandicci)
    Messaggi
    144
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo a Tromsø, Norvegia del nord

    Citazione Originariamente Scritto da Poranese457 Visualizza Messaggio
    Mettiamo su un fan club di Fen????

    Sempre fantastici i suoi racconti, c'è poco da fare!!!

    Un saluto anche a te Firenze3
    Grazie.

    Marco

  10. #90
    Uragano L'avatar di Marco.Iannucci
    Data Registrazione
    02/09/06
    Località
    Formia/Napoli
    Età
    30
    Messaggi
    16,319
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo a Tromsø, Norvegia del nord

    Bellissimo modo di raccontare. Mi ha fatto venire voglia di uscire a passeggiare di sera tarda verso qualche laghetto gelato nel silenzio. Qui è pura utopia

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •