Pagina 1 di 11 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 106

Discussione: I microclimi pugliesi

  1. #1
    Uragano L'avatar di Alex_87
    Data Registrazione
    17/02/04
    Località
    Valenzano (BA)
    Età
    29
    Messaggi
    16,695
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito I microclimi pugliesi

    Visto il clamore e l'interesse suscitato,proviamo a descrivere, in maniera civile e senza trascendere in inutili provocazioni e senza clima da stadio, quelli che sono i microclimi pugliesi cercando di analizzare medie climatiche utilizzando dati oggettivi.

    Ai primi post fuori luogo chiudo la discussione.




    Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

  2. #2
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    22
    Messaggi
    290
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Climi della Puglia

    Allora,visto che la discussione era stata chiusa (a buona ragione) volevo continuare qui il discorso,chiedendo a tutti di evitare provocazioni,voglio solo parlare e confrontarci.
    Non si discute solo di Salento,ma un po' di tutti i climi della regione,volendo si possono fare anche comparazioni per capire meglio le nostre differenze climatiche.

    Io,per rispondere alla domanda di Julio sulle isoterme necessarie per la neve,mi riferisco a Brindisi,che per altro ha i radiosondaggi a rendermi più semplice il lavoro.
    Per curiosità personale,ho esaminato numerosi radiosondaggi per capire con quali condizioni nevichi da me.
    Posso dire che con il malefico sono necessari per fioccare i -7/-8,ma l'accumulo si ha soltanto con -8,5/-9,meglio per stare al sicuro -10.
    Con vento dall'interno sono sufficienti -6,meglio -7.Cito ad esempio Aprile 2003,quando nevicò con -7 in quota,anche se vi fu un temporale.Tuttavia,la temperatura era di 4 gradi al suolo prima dell'inizio del temporale.O ancora Dicembre 2007,con vento da ovest e -8 in quota.
    Con -6,7 ricordo una nevicata,forse nell'86.Ma dovrei controllare,non sono sicuro.

    Penso che lo stesso valga per gli altri costieri di Bari e BAT,dopotutto lì inizia a nevicare prima di Brindisi,perchè arrivano prima le isoterme adeguate.
    Per Lecce penso valga -6/-7,fermo restando che il problema lì sono le nubi,spesso sterili.Il più lo scarica in Salento,spesse volte,tra Brindisi,Mesagne e Latiano o giù di lì.

    Invito tutti coloro che lo vogliono a partecipare,senza diatribe o guerre inutili.Non sono nell'obiettivo del topic.Voglio solo analizzare meglio i mesoclimi (o come si dice) della Puglia.Inizio col Salento,potete introdurne altri se volete!

  3. #3
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    22
    Messaggi
    290
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: I microclimi pugliesi

    Ops,scusate ho aperto la discussione identica,chiedo alla moderazione se si può unire,avevo fatto il mio intervento.

    EDIT:Ringrazio la moderazione,scusate ancora

  4. #4
    Bava di vento L'avatar di mynameistanino
    Data Registrazione
    31/01/15
    Località
    Minervino di Lecce 98 mslm
    Messaggi
    83
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: I microclimi pugliesi

    I microclimi pugliesi-rrea00119980323.gifI microclimi pugliesi-rrea00219980323.gif
    Questa è la situazione, da quando seguo la meteo, con le isoterme più basse con cui ho fatto accumulo(1-2 cm), a occhio e croce direi ci fosse una -7/-7,5. Avevo vento da NW ovviamente (sono ottimi in queste occasioni tutti i venti occidentali), coi venti orientali ci vogliono isoterme più alte, a meno che non ci sia calma o quasi di vento. Non ricordo se a Marzo 87 riuscimmo a fare di meglio, perchè non saprei collocare le nevicate seguite a quelle del 6/7/8. Cmq da me se voglio avere speranza di vedere qualcosa di bianco, sono ovviamente da evitare le varie Ionio/Tirreno Low.

  5. #5
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    22
    Messaggi
    290
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: I microclimi pugliesi

    Citazione Originariamente Scritto da mynameistanino Visualizza Messaggio
    I microclimi pugliesi-rrea00119980323.gifI microclimi pugliesi-rrea00219980323.gif
    Questa è la situazione, da quando seguo la meteo, con le isoterme più basse con cui ho fatto accumulo(1-2 cm), a occhio e croce direi ci fosse una -7/-7,5. Avevo vento da NW ovviamente (sono ottimi in queste occasioni tutti i venti occidentali), coi venti orientali ci vogliono isoterme più alte, a meno che non ci sia calma o quasi di vento. Non ricordo se a Marzo 87 riuscimmo a fare di meglio, perchè non saprei collocare le nevicate seguite a quelle del 6/7/8. Cmq da me se voglio avere speranza di vedere qualcosa di bianco, sono ovviamente da evitare le varie Ionio/Tirreno Low.
    Anche da me a Brindisi valgono le stesse tue considerazioni.In effetti,con vento da NE non ha mai nevicato,solo da N o NW.Meglio quest'ultimo.
    Premetto però che non ricordo accumuli a Brindisi prima del 2001,essendo del 94.

  6. #6
    Bava di vento L'avatar di mynameistanino
    Data Registrazione
    31/01/15
    Località
    Minervino di Lecce 98 mslm
    Messaggi
    83
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: I microclimi pugliesi

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Anche da me a Brindisi valgono le stesse tue considerazioni.In effetti,con vento da NE non ha mai nevicato,solo da N o NW.Meglio quest'ultimo.
    Premetto però che non ricordo accumuli a Brindisi prima del 2001,essendo del 94.
    Da me invece è nevicato anche con vento da NE, nel Febbraio 2006 se ricordo bene, ma senza accumuli degni di nota vista la temperatura che si mantenne positiva.

  7. #7
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    22
    Messaggi
    290
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: I microclimi pugliesi

    Aggiungo,a titolo di curiosità,che tempo addietro trovai su internet nel dataset della NOAA i radiosondaggi di Brindisi,dal 1954 ad oggi.Quindi compensano anche il gap precedente al 73,essendo dopo il 73 disponibili sul sito dell'università del Wyoming.
    E visto che ci siamo,ho notato una cosa sorprendente:il 25 e 26 gennaio 1954 Brindisi registrò -3,2 e -3,4 di minima.
    E seguendo i dati di infoclimat,nevicò di pomeriggio alle 14 con -2°,cosa che nemmeno l'altro giorno successe.Il vento,tuttavia era da W.Ho controllato i radiosondaggi del 54,con immenso stupore c'erano in quota solo -8,5°,ma poche ore prima solo -7,5°

    Sarei curioso di sapere le temperature di Bari a proposito,o di Lecce.Purtroppo non ho questi dati.

  8. #8
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    22
    Messaggi
    290
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: I microclimi pugliesi

    Vorrei far notare una cosa:cercando le medie climatiche di Lecce Galatina AM ho notato che tutte le medie minime si sono abbasate,più evidentemente in inverno rispetto all'estate (in questa stagione non è cambiato nulla).Cosìcchhè alla fine le medie minme di Gennaio 71-00 sono più basse di 1,5° rispetto alle medie minime 51-80.

    Volevo chiedere:tutto ciò è spiegabile con un cambiamento delle configurazioni meteorologiche nel corso di quei trentenni?

    Ad esempio,consideriamo Dicembre:13,9/7,0 (51-80)
    14,0/5,3 (71-00)

    Stazione meteorologica di Lecce Galatina - Wikipedia

    Ho cercato anche le medie di Brindisi e Foggia.

    Foggia non è cambiata molto tra 61-90 e 71-00:
    Stazione meteorologica di Foggia Amendola - Wikipedia

    Brindisi,invece,si è notevolmente riscaldata se confrontiamo le medie 51-80 con quelle 81-10,l'unico mese che si è raffreddato (seppure di soli 0,1°)è Dicembre.

    Stazione meteorologica di Brindisi Casale - Wikipedia

    Ho anche notato una cosa,cui volevo chiedere conferma anche ad altri,per comprendere se è un fenomeno locale o esteso a tutta la regione.
    Brindisi ha notevolemente aumentato il numero di gelate dal 2014 in poi.Basta che sappiate che tra Dicembre 1994 e Dicembre 2007 non è mai stata rilevata una gelata,sebbene la stazione meteo riporti 0,2° nel Gennaio 2002 e due minime di 0,4° nel Gennaio 2000.
    Poi,Dicembre 2007 due gelate;Febbraio 2009 due gelate;Dicembre 2009 1 gelata,Dicembre 2010 una gelata,Gennaio 2011 una gelata.Poi nulla fino al 2014,sebbene nel 2013 ricordi una minima a Dicembre di 0,8°e a Febbraio 2013 (se non erro) una di 0,6°

    Contandole,si tratta di sole 7 gelate in 20 anni (94-14).Poi,dal Dicembre 2014 si sono registrate 13 gelate.In appena due anni,un numero maggiore di quante fatte in 20 anni!
    Anche voi osservate una simile tendenza?Sia ai salentini che agli altri pugliesi.
    Ultima modifica di burian br; 17/01/2017 alle 10:25

  9. #9
    Burrasca forte L'avatar di Mario85
    Data Registrazione
    30/12/08
    Località
    LUCERA
    Età
    31
    Messaggi
    9,709
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: I microclimi pugliesi

    Il Tavoliere è la zona più debole quando il maltempo viene dall'Adriatico,sia per l'ombra del Gargano e sia per la disposizione delle correnti non favorevole;viceversa la configurazione che stiamo vivendo in queste ore è la più consona.
    Purtroppo però a questo giro siamo stati molto sfortunati,in quanto il freddo è entrato solo dalla porta del Rodano,con una doppia entrata rischiavamo l'evento...
    Nonostante ciò Domenica ho visto 2 ore di neve "Bagnata" con un leggero accumulo su macchine e prati più dell'ondata storica dell'Epifania,a dimostrazione che il Tirreno è sempre benevolo per noi,ma è mancato un pò di freddo in più...

  10. #10
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    22
    Messaggi
    290
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: I microclimi pugliesi

    Citazione Originariamente Scritto da Mario85 Visualizza Messaggio
    Il Tavoliere è la zona più debole quando il maltempo viene dall'Adriatico,sia per l'ombra del Gargano e sia per la disposizione delle correnti non favorevole;viceversa la configurazione che stiamo vivendo in queste ore è la più consona.
    Purtroppo però a questo giro siamo stati molto sfortunati,in quanto il freddo è entrato solo dalla porta del Rodano,con una doppia entrata rischiavamo l'evento...
    Nonostante ciò Domenica ho visto 2 ore di neve "Bagnata" con un leggero accumulo su macchine e prati più dell'ondata storica dell'Epifania,a dimostrazione che il Tirreno è sempre benevolo per noi,ma è mancato un pò di freddo in più...
    Perchè una doppia entrata vi favorisce?Per le termiche più basse dall'Adriatico?

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •