Pagina 4 di 16 PrimaPrima ... 2345614 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 155
  1. #31
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Pescara - Padova
    Messaggi
    1,704
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale anno 2017

    Citazione Originariamente Scritto da alexeia Visualizza Messaggio
    Sul Garda si vede, ma nelle limonaie, cioè, lo proteggono ben bene dal freddo in inverno, in modo che ce la faccia.
    In certi posti (molto ridotti) del Garda anche fuori dalle limonaie, credo, sia possibile coltivare i limoni. Le limonaie in sé vogliono dire poco, dato che esistono anche in quasi tutte le ville venete, in posti dove è impossibile coltivare limoni oggi, figuriamoci nella PEG Alla fine sono delle serre dove, d'inverno, venivano spostati dall'esterno e tenuti al caldo i limoni in vaso. Coltivazione che oggi sarebbe molto di nicchia e molto antieconomica nella Pianura Veneta.

  2. #32
    Vento teso
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Pescara - Padova
    Messaggi
    1,704
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale anno 2017

    Citazione Originariamente Scritto da galinsoga Visualizza Messaggio
    Considera che l'arancio dolce in Liguria non è mai stato storicamente coltivato, se non in qualche giardino od orto, nemmeno nelle zone più privilegiate delle due riviere e parlo di territori come la fascia litoranea tra Imperia e Ventimiglia, dove i limoni sopravvivono all'inverno senza problemi in piena terra e senza nessuna protezione, invece nel Genovesato costiero è meglio proteggerli, perché se va davvero bene, i limoni sopravvivono a 2-3 stagioni invernali con poco/nessun danno, ma la botta che defoglia le piante mature e uccide quelle giovani prima o poi arriva, considera tra l'altro che le foglie del limone, perlomeno quelle all'apice dei rami, ingialliscono e cadono anche dopo poche ore di esposizione a temperature di appena -1/-2°C. Comunque, nonostante sia un po' più resistente al gelo, i frutti dell'arancio dolce sulle riviere liguri spesso non giungono a completa maturazione e sono decisamente insipidi, causa le temperature piuttosto fresche nelle stagioni intermedie e le giornate, poco calde nel periodo di maturazione dei frutti, vale a dire nel periodo tardo-estivo e nella prima parte dell'autunno.

    Invece l'arancio amaro, che ha una resistenza paragonabile a quella del mandarino, era stato introdotto già nel XVI secolo e viene tuttora coltivato nel Ponente savonese, dove una sua varietà, viene utilizzata per produrre il chinotto, recentemente divenuto un presidio slow-food.

    Il mandarino è probabilmente l'agrume "nostrano" più resistente al gelo. In zone della costa vicino a dove abito, che possiedono comunque con un microclima più caldo e sono più prossime al litorale, ad esempio le colline subito alle spalle di Genova Pra' (parliamo di zone a 1,5/2 Km in linea d'aria dal mare e a 100-200 m di altitudine), l'ho visto superare indenne punte di gelo sui -5/-6°C reiterate per un paio di giorni (febbraio 2012) ma con tempo molto asciutto e completa assenza di brinate... certamente con freddo umido o neve e temperature negative il discorso cambia...
    A Nervi, estremo levante del comune di Genova e zona (con Quinto e Sant'Ilario) notoriamente riparata dalla tramontana e con un clima quasi a parte, hai gli alberi di mandarino lungo le vie cittadine Ma in un giardino semi-abbandonato dietro la stazione, notavo giusto sabato una pianta di limoni con frutti

  3. #33
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    895
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale anno 2017

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    A Nervi, estremo levante del comune di Genova e zona (con Quinto e Sant'Ilario) notoriamente riparata dalla tramontana e con un clima quasi a parte, hai gli alberi di mandarino lungo le vie cittadine Ma in un giardino semi-abbandonato dietro la stazione, notavo giusto sabato una pianta di limoni con frutti
    La stazione OMIRL/ARPAL di Genova S. Ilario ha chiuso lo scorso mese di gennaio con una media giornaliera di +8,2°C, se consideri che è collocata a quasi 200 m s.l.m., che praticamente è in aperta campagna e, pur vicinissima, non si trova direttamente sul mare, ti spieghi molte cose di quella zona...

    Comunque anche nel resto della fascia costiera genovese puoi coltivare i limoni in piena terra, ma con l'accortezza di non piantarli in esposizione Nord e di coprirli d'inverno.
    Ultima modifica di galinsoga; 15/02/2017 alle 14:22

  4. #34
    Uragano L'avatar di baccaromichele
    Data Registrazione
    07/11/07
    Località
    Rimini (RN)
    Età
    21
    Messaggi
    15,381
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale anno 2017

    Completata la raccolta dei limoni del 2016 dell'albero in vaso ben 170 a dicembre + 60 oggi = 230 limoni

    Questi quelli di inizio estate raccolti a dicembre (manca una scatola nella foto)
    Nowcasting vegetale anno 2017-img_20161223_162845.jpg

    E questi quelli di fine estate/inizio autunno raccolti oggi
    Nowcasting vegetale anno 2017-img_20170215_171435.jpg

    E' mancata la fioritura invernale avvenuta invece negli inverni 2013/14 e 2015/16 ma che ha portato poca roba (una decina di frutti raccolti a luglio).
    Nessun danno particolare per il freddo dato che le temperature non sono mai scese troppo quest'inverno (minima assoluta -1.8°C, praticamente identica ai -1.7°C del 2015/16). Per sicurezza lo abbiamo coperto un po' in quei giorni quando è entrato parecchio freddo in quota, ma in terra nel giardino del vicino c'è un limone (non innestato) nato per caso che non ha avuto danni, quindi credo che anche senza copertura alla peggio avrebbe perso qualche foglia vecchia.

    Qui i limoni non muoiono, anzi negli ultimi anni stanno veramente bene, ma in inverni con ondate particolarmente intense (2009/10, 2010/11 e 2011/12) perdono parte o tutte le foglie (febbraio 2012) per poi riprendersi bene solo dall'anno successivo.
    Fino al 2012 quello che fa i frutti delle foto sopra lo mettevamo in garage, poi è diventato troppo grande ma fortunatamente da allora le temperature non sono più scese sotto i -2°C.
    Massima: +38,7°C 23/7/2009 e 8/8/2013
    Minima: -8,3°C 21/12/2009
    Neve: 2008=1.0cm 2009=6.5cm 2010=74.0cm 2011=1.5cm 2012=78.0cm 2013​=19.5cm 2014=5.0cm 2015=0.0cm 2016=0.0cm
    http://climarimini.altervista.org/index.html

  5. #35
    Meteorologo Centro Epson Meteo L'avatar di ldanieli
    Data Registrazione
    25/10/05
    Località
    centro epson meteo
    Messaggi
    213
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale anno 2017

    metà febbraio primaverile nel Comasco: api indaffarate attorno ai fiori del calicanto, attirate dal profumo inebriante degli unici fiori presenti sul mercato... un po' presto forse, ma vedere le api intente nel loro prezioso e fondamentale lavoro è sempre un evento rassicurante

  6. #36
    Vento forte L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    3,899
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale anno 2017

    Oggi ho visto il primo mandorlo in fiore nei pressi di Lanciano a circa 300 m. di quota; è anche l'unico per ora,non ce ne sono altri anche a quote più basse(dove è più facile che geli ancora di notte)
    Nowcasting vegetale anno 2017-img_20170216_100324.jpg

  7. #37
    Vento moderato L'avatar di Welfl
    Data Registrazione
    15/09/13
    Località
    Selva Gardena(BZ); Pineta(BZ)
    Età
    25
    Messaggi
    1,355
    Menzionato
    23 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale anno 2017

    In tutto l'Alto Adige ancora tutto fermo natura e prati completamente marroni... nelle zone più riparate e assolate della valle dell'Adige inizia a fiorire il Gelsomino Invernale e la Bergenia inizia a muoversi...
    Da poco mi sono trasferito per lavoro a Selva in val Gardena e qui a 1600 il profumo di primavera è ancora molto lontano!

  8. #38
    Vento forte L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    3,899
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale anno 2017

    Citazione Originariamente Scritto da Welfl Visualizza Messaggio
    In tutto l'Alto Adige ancora tutto fermo natura e prati completamente marroni... nelle zone più riparate e assolate della valle dell'Adige inizia a fiorire il Gelsomino Invernale e la Bergenia inizia a muoversi...
    Da poco mi sono trasferito per lavoro a Selva in val Gardena e qui a 1600 il profumo di primavera è ancora molto lontano!
    beh a 1600 la primavera la vedrai a fine maggio

    da me a 1600 ora 3-4 metri di neve

  9. #39
    Vento moderato L'avatar di Welfl
    Data Registrazione
    15/09/13
    Località
    Selva Gardena(BZ); Pineta(BZ)
    Età
    25
    Messaggi
    1,355
    Menzionato
    23 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale anno 2017

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    beh a 1600 la primavera la vedrai a fine maggio

    da me a 1600 ora 3-4 metri di neve
    Magariii tutti quei metri! qui 10cm all'ombra al sole prati brulli. Entro sera spero in un paio di cm


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  10. #40
    Vento forte L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    3,899
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nowcasting vegetale anno 2017

    camelia a fioritura invernale adesso dul terrazzo
    (ha superato senza danni la neve di gennaio con una copertura di tessuto non tessuto)

    Nowcasting vegetale anno 2017-20170219_093053.jpg

    Nowcasting vegetale anno 2017-20170219_093035.jpg

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •