Pagina 2 di 7 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 61
  1. #11
    Brezza leggera L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est
    Messaggi
    299
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Alberi tipici delle regioni italiane

    Per l'Emilia Romagna secondo me se la giocano il cerro e l'ostrya, anche se vedo molto ben piazzato anche il terribile olmo campestre.

  2. #12
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    15
    Messaggi
    532
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Alberi tipici delle regioni italiane

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Interessante questo censimento in Lombardia del 2012!
    Sì, in effetti per ettari vince il faggio (si può capire con le valli bergamasche), però per metri cubi di legname vince il peccio e per numero d'individui, come personalmente credo anche in tutta Italia, vince l'ostrya.
    Ehi Martin, ho visto che hai scritto su Wikipedia nel faggio, che presso Bologna arriva a 155 metri. Ma non ti sembra che sia una piantagione, dato che poi lo si ritrova solo dai 700 metri in su?
    Ciao Alnus! Ma quindi, quale è da ritenere l'albero più comunque in Lombardia? Sai, dato che sto cercando di trovare l'albero tipico per ogni regione...
    Mi fa piacere che tu abbia letto la mia modifica su Wikipedia. Il faggio è il mio albero preferito e perciò sono molto informato soprattutto su distribuzione ed ecologia di quest'albero. Ebbene, è proprio spontaneo il nucleo di faggi che c'è dietro a Bologna; esso si trova nel Contraffatte Pliocenico. Praticamente ci sono fiumi che scorrono per questo parco che nei loro tratti settentrionali creano ambienti di forra. Molti possono pensare che sia strano che il faggio si spinga quasi in pianura, ebbene sono stato anche a visitarli i faggi del contraffatte questa primavera...non ho visto quelli che arrivano fino a 150 Mt, che dicono essere belli grandi, però ne ho visti sui 300 mt sempre nello stesso parco. Se ti interessa ti allego questo pdf dove ho trovato qualche informazione su questa popolazione eteropica nelle nostre colline: Il popolamento eterotopico di faggio (Fagus sylvatica) nella Riserva Naturale Contrafforte Pliocenico (Appennino settentrionale, Emilia Romagna) | Alessandro Alessandrini and Ornella De Curtis - Academia.edu

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  3. #13
    Vento forte L'avatar di paxo
    Data Registrazione
    13/11/15
    Località
    Caramanico Terme (PE) 550m.
    Messaggi
    3,525
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Alberi tipici delle regioni italiane

    Faggi presso il lago di Campotosto lo scorso autunno, poco sopra i 1300 metri di altitudine Alberi tipici delle regioni italiane-img_20171020_145618_hdr.jpg Alberi tipici delle regioni italiane-img_20171020_143444_hdr.jpg Alberi tipici delle regioni italiane-img_20171020_144021_hdr.jpg Alberi tipici delle regioni italiane-img_20171020_145437_hdr.jpg

  4. #14
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    15
    Messaggi
    532
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Alberi tipici delle regioni italiane

    Citazione Originariamente Scritto da paxo Visualizza Messaggio
    Faggi presso il lago di Campotosto lo scorso autunno, poco sopra i 1300 metri di altitudine Alberi tipici delle regioni italiane-img_20171020_145618_hdr.jpg Alberi tipici delle regioni italiane-img_20171020_143444_hdr.jpg Alberi tipici delle regioni italiane-img_20171020_144021_hdr.jpg Alberi tipici delle regioni italiane-img_20171020_145437_hdr.jpg
    Bellissimi, qual è il limite dei faggi in Abruzzo? 1000-2000?
    Comunque davvero, chiunque abbia l'inventario forestale dell'emilia Romagna lo alleghi qua perché l'ho trovato per praticamente tutti le regioni ma non lo trovo per la mia

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  5. #15
    Vento forte L'avatar di paxo
    Data Registrazione
    13/11/15
    Località
    Caramanico Terme (PE) 550m.
    Messaggi
    3,525
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Alberi tipici delle regioni italiane

    Citazione Originariamente Scritto da Martin MB Visualizza Messaggio
    Bellissimi, qual è il limite dei faggi in Abruzzo? 1000-2000?
    Comunque davvero, chiunque abbia l'inventario forestale dell'emilia Romagna lo alleghi qua perché l'ho trovato per praticamente tutti le regioni ma non lo trovo per la mia
    Localmente può scendere più in basso dei 1000 metri e di solito restano sotto i 2000 metri, dai 1700-1800 metri tendono a diventare spoglie le montagne.

  6. #16
    Meteorologo Centro Epson Meteo L'avatar di ldanieli
    Data Registrazione
    25/10/05
    Località
    centro epson meteo
    Messaggi
    247
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Alberi tipici delle regioni italiane

    sono anche io un faggista convinto ... e in giardino crescono due begli esemplari di 45 anni che non mi stanco di ammirare, in tutte le stagioni.

    Sugli alberi della Lombardia avete sicuramente scritto i dati giusti, però va detto che a basse quote esiste anche un numero impressionante di robinie.

  7. #17
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    15
    Messaggi
    532
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Alberi tipici delle regioni italiane

    Citazione Originariamente Scritto da ldanieli Visualizza Messaggio
    sono anche io un faggista convinto ... e in giardino crescono due begli esemplari di 45 anni che non mi stanco di ammirare, in tutte le stagioni.

    Sugli alberi della Lombardia avete sicuramente scritto i dati giusti, però va detto che a basse quote esiste anche un numero impressionante di robinie.
    Verissimo, un po' in tutta la pp. Sono infestanti, ma meglio degli alianti. Ma dunque l'albero più rappresentativo della Lombardia è da considerare il faggio il peccio o il carpino nero?

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  8. #18
    Tempesta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    12,424
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Alberi tipici delle regioni italiane

    Citazione Originariamente Scritto da Martin MB Visualizza Messaggio
    Verissimo, un po' in tutta la pp. Sono infestanti, ma meglio degli alianti. Ma dunque l'albero più rappresentativo della Lombardia è da considerare il faggio il peccio o il carpino nero?
    La robinia e l'ailanto sono ormai alberi anche nostrani dato che sono naturalizzati in Europa da tempo.
    La robinia fa bellissimi fiori, è ricercata dalle api e non puzza.
    Per il Lazio, non saprei dire qual è l'albero più comune dato che abbiamo una zona costiera dove prevale il Pinus pinea e il leccio (Quercus ilex) e uno di alta collina e montagna, dove ci sono querce e faggi in quota

  9. #19
    Vento forte L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    4,365
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Alberi tipici delle regioni italiane

    Se in Abruzzo prevale il faggio complessivamente, a bassa quota (da 0 a 600) prevalgono le quercie a foglia caduca (roverella e cerro) insieme a frassini, carpini neri e olmi.
    Tantissime robinie anche qui dal mare alle colline.
    La vera vegetazione mediterranea naturale è invece assolutamente marginale mentre quella coltivata (ulivi) è importante da Pescara in giù da 0 a 350-400 m.

  10. #20
    Vento fresco
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Mantova - Padova
    Messaggi
    2,398
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Alberi tipici delle regioni italiane

    Per il Veneto non è di sicuro facile trovare un albero. Infatti avendo una regione che comprende (quasi) di tutto e di più, e soprattutto che ha diversi tipi di bosco composti da diversi tipi di alberi, secondo me è un po' fuorviante oltre che difficile da trovare. Tuttavia qualche dato (qualche = 335 pagine ) c'è:

    https://www.regione.veneto.it/static...ste/Biodiv.pdf

    A pagina 287 c'è una tabella riassuntiva. A sorpresa ma non troppo, dato il carattere agricolo-urbano della pianura, dominano i boschi di collina e montagna. E quindi i tipi più diffusi sono:

    - come bosco "misto", orniella, carpino, roverella, quercia 21.79%;

    - come bosco "monotematico" l'abete rosso (peccio) anche in Veneto 19.47%, seguito dal faggio 15.15%.

    Quindi in teoria...vince l'abete rosso anche in Veneto

    Ovviamente le condizioni possono variare localmente, anche di molto. Non parliamo poi di città come es. Padova o Treviso, dove troviamo molto diffusi i tigli, poi altri alberi tipici della pianura padana come olmi o robinie o platani, poi i salici dati i numerosi fiumi/canali, poi piante "importate" tipo il cedro himalayano, poi le betulle o i pini o gli abeti ecc.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •