Pagina 2394 di 2394 PrimaPrima ... 13941894229423442384239223932394
Risultati da 23,931 a 23,938 di 23938
  1. #23931
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,482
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    In Ucraina la minoranza di lingua e cultura russa non hanno preso molto bene la linea politica antirussa promossa dai gruppi che piacevano tanto agli occidentali, Putin ha avuto gioco facile a fomentare le divisioni interne per questo motivo..
    Questa è propaganda filo-russa. Se in Crimea se ne può discutere, nel Donbas è la minoranza ad avere sollevato problemi.


  2. #23932
    Bava di vento
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    31
    Messaggi
    207
    Menzionato
    35 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da NoSync Visualizza Messaggio
    Questa è propaganda filo-russa. Se in Crimea se ne può discutere, nel Donbas è la minoranza ad avere sollevato problemi.
    Anche la legge per abolire il riconoscimento ufficiale delle lingue delle minoranze è una invenzione di Putin? In un territorio dove 3/4 della popolazione parla russo è stato percepito come una provocazione.
    Così come la rimozione di Yanukovyich che aveva molto consenso nella zona e in generale i tentativi di aderire alla NATO che come si è detto qui è una alleanza anti-russa.
    Parlo di dissenso politico, sia chiaro, non di violenze o repressione.
    I russi non avrebbero mai potuto fare quello che hanno fatto senza una buona base di consenso della popolazione, soprattutto in Crimea ma vale anche per il Donbass.

  3. #23933
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,482
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Anche la legge per abolire il riconoscimento ufficiale delle lingue delle minoranze è una invenzione di Putin?
    Non è stato abolito un bel niente: la stai mettendo giù esattamente come la propaganda filo-russa.

    La pagina Wikipedia spiega tutto molto bene: https://en.wikipedia.org/wiki/Language_policy_in_Ukraine#Bill_"On_the_principles_of_the_st ate_language_policy"

    1) Nel 2012 è stata approvata (con difficoltà) dal governo una nuova legge, opposta praticamente da chiunque sia in Ucraina che fuori, a livello sia politico che accademico, in particolare per la bassa soglia (10%) richiesta per il bilinguismo perfetto di una regione;
    2) Due anni dopo tale (controversa) legge è stata eliminata, ritornando alla legislazione che è stata in piedi senza nessun problema tra il 1991 e il 2014, che protegge tutte le lingue di minoranza incluso il russo.

    Che l'abolizione della legge sia avvenuta come provocazione è probabilmente vero, ma parliamo dell'abolizione di una legge esistita per meno di due anni e che a sua volta era stata approvata tra mille polemiche e solamente come lip service a Putin da parte del delinquente che era al governo prima, ritornando alla legislazione precedente che *tutela* il russo come lingua di minoranza qual è, altro che abolizione del riconoscimento ufficiale. Tra la realtà e l'interpretazione filo-russa che stai fornendo mi sembra che ci passi un bel po' di strada.

    I tentativi di adesione ad un'alleanza anti-russa da parte di un paese la cui prima minaccia è la Russia mi sembrano quantomeno giustificati. Non ho capito perché l'Ucraina in nome della realpolitik non dovrebbe essere autorizzata a fare quel che desidera, last I checked era un paese indipendente. Se lo Zar si arrabbia, pazienza.

    Sulla Crimea concordo sul consenso della popolazione, lì la questione verte non tanto su quello che è stato fatto ma sul *come* sia stato fatto. Sul Donbas invece proprio no, si tratta di un'occupazione militare in piena regola, con supporto popolare certo non inesistente ma tutt'altro che maggioritario.
    Ultima modifica di NoSync; 18/07/2018 alle 16:44


  4. #23934
    Bava di vento
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    31
    Messaggi
    207
    Menzionato
    35 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da NoSync Visualizza Messaggio
    Non è stato abolito un bel niente: la stai mettendo giù esattamente come la propaganda filo-russa.

    La pagina Wikipedia spiega tutto molto bene: https://en.wikipedia.org/wiki/Language_policy_in_Ukraine#Bill_"On_the_principles_of_the_st ate_language_policy"

    1) Nel 2012 è stata approvata (con difficoltà) dal governo una nuova legge, opposta praticamente da chiunque sia in Ucraina che fuori, a livello sia politico che accademico, in particolare per la bassa soglia (10%) richiesta per il bilinguismo perfetto di una regione;
    2) Due anni dopo tale (controversa) legge è stata eliminata, ritornando alla legislazione che è stata in piedi senza nessun problema tra il 1991 e il 2014, che protegge tutte le lingue di minoranza incluso il russo.

    Che l'abolizione della legge sia avvenuta come provocazione è probabilmente vero, ma parliamo dell'abolizione di una legge esistita per meno di due anni e che a sua volta era stata approvata tra mille polemiche e solamente come lip service a Putin da parte del delinquente che era al governo prima, ritornando alla legislazione precedente che *tutela* il russo come lingua di minoranza qual è, altro che abolizione del riconoscimento ufficiale. Tra la realtà e l'interpretazione filo-russa che stai fornendo mi sembra che ci passi un bel po' di strada.

    I tentativi di adesione ad un'alleanza anti-russa da parte di un paese la cui prima minaccia è la Russia mi sembrano quantomeno giustificati. Non ho capito perché l'Ucraina in nome della realpolitik non dovrebbe essere autorizzata a fare quel che desidera, last I checked era un paese indipendente. Se lo Zar si arrabbia, pazienza.

    Sulla Crimea concordo sul consenso della popolazione, lì la questione verte non tanto su quello che è stato fatto ma sul *come* sia stato fatto. Sul Donbas invece proprio no, si tratta di un'occupazione militare in piena regola, con supporto popolare certo non inesistente ma tutt'altro che maggioritario.
    L'abolizione della legge del 2012 è stata considerata inopportuna da tutti e il presidente ha messo il veto, alla fine ci ha pensato la corte costituzionale. Ma di fatto è diventata un argomento forte nel dibattito interno, indipendentemente dal merito.

    Il delinquente che era al governo aveva comunque vinto le elezioni con punte dell'80-90% nelle zone del Donbass, quindi evidentemente l'opinione pubblica non era ostile alla Russia, secondo sondaggi locali come questo una consistente minoranza avrebbe voluto addirittura una unione politica e una ampia maggioranza voleva mantenere buoni rapporti.
    Il Paese era spaccato in due anche politicamente, era evidentissimo già nelle elezioni del 2010, bastava guardare una mappa dei risultati.
    Mantenere una neutralità era innanzitutto nel loro interesse, visto che la Russia era il primo partner commerciale e tutt'ora ne sono molto dipendenti a partire dal settore energetico. Se una consistente minoranza considerava la Russia un paese fratello e gran parte dell'opinione pubblica voleva mantenere buoni rapporti, che senso aveva entrare in una alleanza militare antirussa? Chi spingeva verso questo esito, con una interferenza politica del tutto speculare a quella che i russi praticano adesso in Europa (e allora praticavano in Ucraina), erano gli USA e alcuni stati europei.

    Per gli ucraini era un azzardo tremendo, dai costi economici enormi, visto che avrebbero perso il trattamento di favore che ricevevano da Mosca, e lacerante per la stessa società ucraina. Ma in particolare a Washington questo non interessava a nessuno, tanto se lo zar si arrabbia ci rimettono i poveracci che stanno là mentre noi facciamo la partita a scacchi sulla loro pelle. Li volevi fare entrare nella NATO? Promettevi decine di miliardi di aiuti economici e militari prendendoti il rischio di una guerra aperta con la Russia, altrimenti era solo una promessa vuota sperando che i russi non reagissero troppo male. Se Putin abbozzava ti ritrovavi con uno stato amico in più ai loro confini e sfrattavi la marina russa dal Mar Nero, se reagiva in maniera scomposta come poi ha fatto lo isolavi a livello internazionale. Win-win per gli USA, per l'Ucraina un rischio enorme con pochi vantaggi.

  5. #23935
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    15,119
    Menzionato
    39 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  6. #23936
    Vento forte L'avatar di Stefano83
    Data Registrazione
    08/11/07
    Località
    Galàtone (LE)
    Età
    34
    Messaggi
    3,702
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    interessante il progetto DiscoverEU, però:

    Eppure anche questa iniziativa tende a privilegiare la minoranza di giovani che già di suo è propensa a visitare i paesi stranieri, dato che i criteri di assegnazione dei biglietti disponibili guardano al grado di familiarità dei candidati con l'UE

    "grado di familiarità con l'UE" cosa sottintende? Un certo grado di istruzione riguardo l'UE? Perchè letta cosi non sembrerebbe un incentivo per coloro che non viaggiano/viaggiano raramente, visto che molto probabilmente ne saprebbero ben poco.

    Il mio sito: Meteosts

    Reti: MNW - WU - Sup.

    Webcams


    "Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato" ​(Albert Einstein)

  7. #23937
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,631
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

  8. #23938
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,631
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    articolo sulla Cina, situazione economica interna, geopolitica, dazi americani...

    Sindrome cinese - Difesa Online
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •