Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Calma di vento
    Data Registrazione
    10/10/09
    Località
    Roveredo in P. (PN)
    Età
    64
    Messaggi
    36
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Batterie ricaricabili in tampone per l’unita interna

    Non ho capito cosa sia successo prima comunque ci riprovo.

    Stanco di cambiare batterie dell’unità interna, che in qualche caso hanno anche perso elettrolita intaccando i contatti del porta batterie, tempo fa, ho deciso di modificare i porta batterie in modo da poter installare batterie ricaricabili con mantenimento della carica in tampone.
    A distanza di due anni utilizzando batterie Ni Mh da 800 mA/h la modifica ha sempre funzionato perfettamente.
    Se può essere utile a qualcuno di seguito le foto che illustrano la modifica.

    -ss100123.jpg
    -ss100124.jpg

    Togliere il coperchietto posteriore del porta batteriefacendo attenzione ai due gancetti che sono molto fragili.

    -ss100134.jpg
    -ss100126.jpg
    -ss100127.jpg

    Sfilare il piccolo circuito stampato porta contatti e
    dissaldare il filo rosso.

    -ss100128.jpg

    I materiali necessari per modificare un porta-batteriesono:
    2 spezzoni di filo sottile
    1 resistenza da 56 ohm 1/4 watt
    1 diodo si dovrebbe usare uno shottky che ha una caduta di tensione di 0.15-0.45 volt contro gli 0.6-0.7 volt dei normali diodi al silicio.
    Io ho usato con successo un 1N4007 ma vanno bene anche l'1N4148 o l'1N4004

    -ss100136.jpg
    -ss100137a.jpg
    Collegare insieme diodo e resistenza come in foto.

    -ss100138a.jpg

    Saldare alle due estremità i due spezzoni di filo comein foto.

    -ss100140a.jpg

    Sistemare diodo, resistenza e fili come in foto.

    -ss100141.jpg

    Saldare alla linguetta del contatto batteria il filoproveniente dl lato negativo del diodo.

    -ss100142.jpg

    Saldare il filo proveniente dal positivo del diodo sulcircuito stampato dove era saldato il filo rosso originale.

    -ss100144.jpg

    Sistemare come in foto e rimontare.

    La resistenza limiterà la corrente dicarica in modo che le batterie possano restare sempre sotto tensione senza rovinarsi.
    In mancanza di alimentazione, attraverso il diodo circolerà la corrente necessaria a mantenere alimentato
    lo strumento seppure con una tensione di 2,4 volt meno gli 0,7 di caduta sul diodo comunque sufficienti.

    Sperando di aver fatto qualcosa diutile un saluto a tutti.
    Roberto





  2. #2
    Calma di vento
    Data Registrazione
    26/09/10
    Località
    Forni di Sotto (UD)
    Età
    41
    Messaggi
    7
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Batterie ricaricabili in tampone per l’unita interna

    Buongiorno Roberto. Ti chiedo una cortesia, visto che hai anche tu la stazione de agostini.
    Potresti gentilmente, se ce l'hai, inviarmi la copia via mail del software per la radiazione solare "Solar Kit". Ho perso il cd e non trovo nessuno che ce l'ha..
    Grazie mille.
    Roberto

  3. #3
    Calma di vento
    Data Registrazione
    10/10/09
    Località
    Roveredo in P. (PN)
    Età
    64
    Messaggi
    36
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Batterie ricaricabili in tampone per l’unita interna

    Ciao Roberto Baldovin,
    Si il software "Solar Kit" cè l'ho e telo posso inviare se mi mandi l'indirizzo.
    Te lo invio, anche se Io, con tutte le prove fatte, sono riuscito a far funzionare il sensore di radiazioni solari solo saltuariamente e sempre per breve tempo.
    Infatti in questo momento non sta funzionando.
    Saluti
    Roberto

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •