Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20
  1. #1
    Brezza tesa L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    55
    Messaggi
    865
    Menzionato
    6 Post(s)

    neve Nuovo test di raffronto schermi

    Approfittando delle giornate particolarmente indicate che stiamo vivendo, caratterizzate da temperature elevate, ventilazione debole e radiazione solare attorno e spesso superiore ai 1000 w/mq, quindi condizioni ideali per testare le schermature, ho deciso di riprendere i test di raffronto con lo schermo Davis originale per verificare ancor meglio quanto a volte la progettazione possa sopperire a rendere valido un progetto scarso.

    La mia vp2, in versione 5 piatti passiva, si comporta piuttosto bene, complice anche il fatto che la mia postazione non soffre praticamente mai di assoluta mancanza di vento, e le sue sovrstime rispetto al Meteoshield di Barani si attestano mediamente sui +0,3° rispetto alla versione standard del Meteoshield, +0,4/0,5 rispetto al più performante Pro

    L'anno scorso feci un tentativo di esporre il 5 piatti direttamente al sole, disaccoppiato dal gruppo iss e i risultati furono tragici, con sovrastime di oltre 1/1,5°, ho pertanto preparato un clone dello schermo passivo della vp2 in versione migliorata portandolo ad 8 piatti come potete vedere in foto

    Nuovo test di raffronto schermi-photo_2018-06-06_08-24-26.jpg

    Il confronto quindi viene fatto tra vp2, 8 piatti realizzato con i piatti della vp2 e Meteoshield in versione standard, i sensori sono stati precedentemente testati e sono allineati con tolleranza massima di 0,1°

    il test è iniziato il 04/06 e durerà pochi giorni, l'ottica è quella di confermare la mia certezza che lo schermo della vp2 NON è all'altezza di essere utilizzato come schermo a se stante, se gli vengono tolti i vantaggi derivanti dall'ombreggiamento, garantito dal pluvio ma ancor più dal box trasmettitore, le prestazioni sono decisamente scarse.

    Il passo successivo sarà quello di creare un ombreggiamento artificiale di dimensioni simili a quelle del box trasmettitore dell'iss per eventualmente confermare le ipotesi

    intanto i primi due giorni di test

    Nuovo test di raffronto schermi-schermata-2018-06-06-08.52.30.jpeg
    Non rispondo a messaggi privati contenenti richieste tecniche su strumentazione meteo varia, consigli di installazione etc
    usiamo il forum, grazie!

  2. #2
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    16
    Messaggi
    660
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo test di raffronto schermi

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Approfittando delle giornate particolarmente indicate che stiamo vivendo, caratterizzate da temperature elevate, ventilazione debole e radiazione solare attorno e spesso superiore ai 1000 w/mq, quindi condizioni ideali per testare le schermature, ho deciso di riprendere i test di raffronto con lo schermo Davis originale per verificare ancor meglio quanto a volte la progettazione possa sopperire a rendere valido un progetto scarso.

    La mia vp2, in versione 5 piatti passiva, si comporta piuttosto bene, complice anche il fatto che la mia postazione non soffre praticamente mai di assoluta mancanza di vento, e le sue sovrstime rispetto al Meteoshield di Barani si attestano mediamente sui +0,3° rispetto alla versione standard del Meteoshield, +0,4/0,5 rispetto al più performante Pro

    L'anno scorso feci un tentativo di esporre il 5 piatti direttamente al sole, disaccoppiato dal gruppo iss e i risultati furono tragici, con sovrastime di oltre 1/1,5°, ho pertanto preparato un clone dello schermo passivo della vp2 in versione migliorata portandolo ad 8 piatti come potete vedere in foto

    Nuovo test di raffronto schermi-photo_2018-06-06_08-24-26.jpg

    Il confronto quindi viene fatto tra vp2, 8 piatti realizzato con i piatti della vp2 e Meteoshield in versione standard, i sensori sono stati precedentemente testati e sono allineati con tolleranza massima di 0,1°

    il test è iniziato il 04/06 e durerà pochi giorni, l'ottica è quella di confermare la mia certezza che lo schermo della vp2 NON è all'altezza di essere utilizzato come schermo a se stante, se gli vengono tolti i vantaggi derivanti dall'ombreggiamento, garantito dal pluvio ma ancor più dal box trasmettitore, le prestazioni sono decisamente scarse.

    Il passo successivo sarà quello di creare un ombreggiamento artificiale di dimensioni simili a quelle del box trasmettitore dell'iss per eventualmente confermare le ipotesi

    intanto i primi due giorni di test

    Nuovo test di raffronto schermi-schermata-2018-06-06-08.52.30.jpeg
    Ciao, come al solito i tuoi test sono ottimi e molto interessanti
    Guardando la tabella mi risultano le seguenti cose:
    1) per quanto riguarda le minime il passivo 5 piatti e il mtsh sono praticamente identici mentre l'8 piatti sovrastima un po'
    2) per le massime come dici tu la differenza media è di 0.2/0.3°, il che tenendo conto che lo confronti con una schermatura professionale è un sensore professionale mi sembra buono anche calcolando che 0.3° è la tolleranza del sensore Davis anche se in questo caso non sembra dato che hai allineato tutti i sensori. L'8 piatti risulta invece sovrastimare sia sul 5 piatti che sul mtsh
    3) guardando le medie noto che sono praticamente allineati il 5 piatti e il mtsh mentre è evidente una sovrastima costante dell'8 piatti

    Ora io sono arrivato a queste considerazioni:
    -nonostante il 5 piatti venga spesso denigrato rispetto all'8 piatti passivo a me sembra performante lo stesso, anche perché non si capisce come possano influire 3 piatti in più se il sensore si trova sotto il primo piatto
    -secondo me bisogna guardare complessivamente il quadro come viene costruito dagli ingegneri Davis, poiché notando una tale bontà di precisione nel caso lo schermo rimanga dov'è stato montato risulta veramente che le DVP2 possano, se ben posizionate, cominciare a entrare in un mondo un po' più imperante di quello amatoriale.
    -anche se smontato lo schermo 5 piatti da solo al Sole sovrastima, secondo me è il caso di cominciare a vedere gli osservatori meteorologici non più nel vecchio modo della capannina e del pluvio separato ecc ecc ma di guardarlo come un tutt'uno, così da essere molto più abbordabili come installazione e così da poter cominciare ad avere una buona copertura con queste stazioni di buon livello e non 20 stazioni con capannina ecc ecc (quelle dell'aeronautica) in tutta Italia (ci sono quasi solo negli aeroporti dei capoluoghi)

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  3. #3
    Brezza tesa L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    55
    Messaggi
    865
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo test di raffronto schermi

    Citazione Originariamente Scritto da Martin MB Visualizza Messaggio
    Ciao, come al solito i tuoi test sono ottimi e molto interessanti
    Guardando la tabella mi risultano le seguenti cose:
    1) per quanto riguarda le minime il passivo 5 piatti e il mtsh sono praticamente identici mentre l'8 piatti sovrastima un po'
    2) per le massime come dici tu la differenza media è di 0.2/0.3°, il che tenendo conto che lo confronti con una schermatura professionale è un sensore professionale mi sembra buono anche calcolando che 0.3° è la tolleranza del sensore Davis anche se in questo caso non sembra dato che hai allineato tutti i sensori. L'8 piatti risulta invece sovrastimare sia sul 5 piatti che sul mtsh
    3) guardando le medie noto che sono praticamente allineati il 5 piatti e il mtsh mentre è evidente una sovrastima costante dell'8 piatti

    Ora io sono arrivato a queste considerazioni:
    -nonostante il 5 piatti venga spesso denigrato rispetto all'8 piatti passivo a me sembra performante lo stesso, anche perché non si capisce come possano influire 3 piatti in più se il sensore si trova sotto il primo piatto
    -secondo me bisogna guardare complessivamente il quadro come viene costruito dagli ingegneri Davis, poiché notando una tale bontà di precisione nel caso lo schermo rimanga dov'è stato montato risulta veramente che le DVP2 possano, se ben posizionate, cominciare a entrare in un mondo un po' più imperante di quello amatoriale.
    -anche se smontato lo schermo 5 piatti da solo al Sole sovrastima, secondo me è il caso di cominciare a vedere gli osservatori meteorologici non più nel vecchio modo della capannina e del pluvio separato ecc ecc ma di guardarlo come un tutt'uno, così da essere molto più abbordabili come installazione e così da poter cominciare ad avere una buona copertura con queste stazioni di buon livello e non 20 stazioni con capannina ecc ecc (quelle dell'aeronautica) in tutta Italia (ci sono quasi solo negli aeroporti dei capoluoghi)
    Molto bene Martin, giuste sonsiderazioni
    il discorso è un poco complesso, diciamo che le soluzioni "all in one" che cioè raggruppano la sensoristica in un unico corpo consentono diversi vantaggi, in primis al costruttore per un evidente contenimento dei costi, risparmio che può essere utilizzato per un minor prezzo di vendita o per migliorare altri aspetti della stazione.
    Va da se che, nei casi estremi, vedi Davis Vue, tale scelta obbliga a non poter avere correttamente a norma tutti i sensori, il problema è minore sulla vp2 vista la possibilità di separare l'anemometro.

    Altro vantaggio delle all in one è che possono facilmente essere adottate "furbizie" in sede progettuale come Davis giustamente fa, alla fine è il risultato che conta, e ombreggiare artificialmente lo schermo, cosa che avviene sia su vp2 che vue, consente un'apprezzabile riduzione della sovrastima, ovviamente sulla vue solo in maniera parziale vista anche l'esigua dimensione dello schermo solare.

    Aggiungere piatti alla vp2 può avere un senso, è pur vero che il sensore è posto in alto ma l'aggiunta di piatti al di sotto di esso facilita la ventilazione "verticale" e riduce gli effetti dell'irraggiamento diretto abbassando la temperatura della camera interna.

    L'ombreggiamento in se non va visto come una pratica scorretta, furba certamente si, l'importante è che tale ombreggiatura riguardi solo ed esclusivamente lo schermo solare, non sia cioè talmente grande da creare ombreggiamento al terreno sottostante, di fatto si andrebbe a creare un microclima che non ha nulla a che vedere con il luogo di installazione, se l'ombreggiatura è effettuata in modo corretto, come Davis fa, si hanno indubbi vantaggi, partiamo sempre dal presupposto che non esiste schermo che sia in grado di rilevare una temperatura inferiore a quella dell'aria, è matematicamente e fisicamente impossibile, quindi, rispettando tali regole, temperatura più bassa=temperatura più vicina a quella reale dell'aria

    Lo schermo davis della vp2, che sia a 5 , a 8 o a 12 piatti non sarà mai in grado di competere con schermature professionali o ventilate, non nasce per quello se al di fuori del suo contesto, deve rimanere al di sotto del pluvio e "protetto" dall'ombra del box trasmettitore, ombreggiatura evidentissima in questa immagine

    Nuovo test di raffronto schermi-photo_2018-02-14_23-06-01.jpg

    La foto peraltro non rende come dovrebbe non è stata effettuata nel giusto orario ma risulta comunque evidente, e credimi, la piccola ombra che, guarda caso, si concentra proprio nella zona di installazione del sensore, è in grado di fare miracoli
    Non rispondo a messaggi privati contenenti richieste tecniche su strumentazione meteo varia, consigli di installazione etc
    usiamo il forum, grazie!

  4. #4
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    16
    Messaggi
    660
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo test di raffronto schermi

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Molto bene Martin, giuste sonsiderazioni
    il discorso è un poco complesso, diciamo che le soluzioni "all in one" che cioè raggruppano la sensoristica in un unico corpo consentono diversi vantaggi, in primis al costruttore per un evidente contenimento dei costi, risparmio che può essere utilizzato per un minor prezzo di vendita o per migliorare altri aspetti della stazione.
    Va da se che, nei casi estremi, vedi Davis Vue, tale scelta obbliga a non poter avere correttamente a norma tutti i sensori, il problema è minore sulla vp2 vista la possibilità di separare l'anemometro.

    Altro vantaggio delle all in one è che possono facilmente essere adottate "furbizie" in sede progettuale come Davis giustamente fa, alla fine è il risultato che conta, e ombreggiare artificialmente lo schermo, cosa che avviene sia su vp2 che vue, consente un'apprezzabile riduzione della sovrastima, ovviamente sulla vue solo in maniera parziale vista anche l'esigua dimensione dello schermo solare.

    Aggiungere piatti alla vp2 può avere un senso, è pur vero che il sensore è posto in alto ma l'aggiunta di piatti al di sotto di esso facilita la ventilazione "verticale" e riduce gli effetti dell'irraggiamento diretto abbassando la temperatura della camera interna.

    L'ombreggiamento in se non va visto come una pratica scorretta, furba certamente si, l'importante è che tale ombreggiatura riguardi solo ed esclusivamente lo schermo solare, non sia cioè talmente grande da creare ombreggiamento al terreno sottostante, di fatto si andrebbe a creare un microclima che non ha nulla a che vedere con il luogo di installazione, se l'ombreggiatura è effettuata in modo corretto, come Davis fa, si hanno indubbi vantaggi, partiamo sempre dal presupposto che non esiste schermo che sia in grado di rilevare una temperatura inferiore a quella dell'aria, è matematicamente e fisicamente impossibile, quindi, rispettando tali regole, temperatura più bassa=temperatura più vicina a quella reale dell'aria

    Lo schermo davis della vp2, che sia a 5 , a 8 o a 12 piatti non sarà mai in grado di competere con schermature professionali o ventilate, non nasce per quello se al di fuori del suo contesto, deve rimanere al di sotto del pluvio e "protetto" dall'ombra del box trasmettitore, ombreggiatura evidentissima in questa immagine

    Nuovo test di raffronto schermi-photo_2018-02-14_23-06-01.jpg

    La foto peraltro non rende come dovrebbe non è stata effettuata nel giusto orario ma risulta comunque evidente, e credimi, la piccola ombra che, guarda caso, si concentra proprio nella zona di installazione del sensore, è in grado di fare miracoli
    Però ammesso che rimanga dove è stato montato i risultati sono buoni no?
    P.S.: dove hai preso quel bellissimo sticker della NOAA?

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  5. #5
    Brezza tesa L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    55
    Messaggi
    865
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo test di raffronto schermi

    Citazione Originariamente Scritto da Martin MB Visualizza Messaggio
    Però ammesso che rimanga dove è stato montato i risultati sono buoni no?
    P.S.: dove hai preso quel bellissimo sticker della NOAA?
    Certo, la "furbizia" a cui accennavo è proprio questa, come schermo a se stante non vale un granchè, posizionato come mamma Davis ha progettato funziona bene
    penso che se mettessi il meteoshield subito sotto a ridosso del pluvio Davis (togliendo quindi lo schermo originale) sommerei la miglior qualità dello schermo e l'ombreggiatura e credo di poter raggiungere le prestazioni di un ventilato 24h
    ah, dimenticavo, lo sticker si trova anche su ebay
    NOAA Oceanic etichetta sticker 10cm x 10cm | eBay
    Non rispondo a messaggi privati contenenti richieste tecniche su strumentazione meteo varia, consigli di installazione etc
    usiamo il forum, grazie!

  6. #6
    Brezza tesa L'avatar di giusCB
    Data Registrazione
    06/09/15
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    833
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo test di raffronto schermi

    altra curiosità.
    Perché hai l'imbuto bianco ? Hai fatto altri test ?
    MeteoIsernia e Molise

    www.meteoisernia.net

  7. #7
    Brezza tesa L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    55
    Messaggi
    865
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo test di raffronto schermi

    Citazione Originariamente Scritto da giusCB Visualizza Messaggio
    altra curiosità.
    Perché hai l'imbuto bianco ? Hai fatto altri test ?
    No, ti dico la verità anche se riconosco sia ben poco professionale
    puro vezzo estetico, nulla più, inizialmente tentai dei test convinto che il colore del cono potesse in qualche modo influire, nulla di più falso, come vedi dalla termografia di seguito di una vp2 il calore accumulato dal cono del pluvio (nero in questo caso) non influenza minimamente la zona schermo/sensore

    Nuovo test di raffronto schermi-schermata-2018-06-07-21.04.32.jpeg
    Non rispondo a messaggi privati contenenti richieste tecniche su strumentazione meteo varia, consigli di installazione etc
    usiamo il forum, grazie!

  8. #8
    Brezza tesa L'avatar di giusCB
    Data Registrazione
    06/09/15
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    833
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo test di raffronto schermi

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    No, ti dico la verità anche se riconosco sia ben poco professionale
    puro vezzo estetico, nulla più, inizialmente tentai dei test convinto che il colore del cono potesse in qualche modo influire, nulla di più falso, come vedi dalla termografia di seguito di una vp2 il calore accumulato dal cono del pluvio (nero in questo caso) non influenza minimamente la zona schermo/sensore

    Nuovo test di raffronto schermi-schermata-2018-06-07-21.04.32.jpeg
    A tal proposito, ti consiglio di guardare, ma sicuramente già conosci, le stazioni di weatherstem. Nuovo test di raffronto schermiNuovo test di raffronto schermi
    MeteoIsernia e Molise

    www.meteoisernia.net

  9. #9
    Brezza tesa L'avatar di Martin MB
    Data Registrazione
    28/05/17
    Località
    Monte San Pietro (BO)
    Età
    16
    Messaggi
    660
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo test di raffronto schermi

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Certo, la "furbizia" a cui accennavo è proprio questa, come schermo a se stante non vale un granchè, posizionato come mamma Davis ha progettato funziona bene
    penso che se mettessi il meteoshield subito sotto a ridosso del pluvio Davis (togliendo quindi lo schermo originale) sommerei la miglior qualità dello schermo e l'ombreggiatura e credo di poter raggiungere le prestazioni di un ventilato 24h
    ah, dimenticavo, lo sticker si trova anche su ebay
    NOAA Oceanic etichetta sticker 10cm x 10cm | eBay
    Grazie molte Mauro, ti chiedevo due cosine
    Per quanto riguarda il dipingere il pluvio in bianco mi chiedevo se potesse essere utile, consigli di farlo o è indifferente?
    Poi, come vedi in foto, ho deciso di mettere dei puntelli di ferro attaccati al palo della stazione così che fosse FINALMENTE decisamente stabile, siccome con un insecchimento del terreno in questi giorni era diventato meno stabile il palo. Ho deciso di metterli anche perché in caso di nevicate si dissetava un po' il palo e anche perché stando via mesi filati quest'estate volevo prendere una precauzione a possibili (spero) temporali padani, solitamente forti e accompagnati da forti raffiche di vento. Ti sembra una buona installazione? C'è bisogno di dipingerli di bianco i pali o non sprigionano troppo calore? E infine chiedevo se è ottimale, nel mio caso, aver installato la stazione su un palo di legno invece che di ferro. Ciao ciao Nuovo test di raffronto schermi-img_20180606_190314.jpg
    Ultima modifica di Martin MB; 08/06/2018 alle 12:06

    "All truths are easy to understand once they're discovered. The point is to discover them." ~ Galileo Galilei / Monitoraggio climatico Bologna e provincia. ----> www.meteobolognaeprovincia.it

  10. #10
    Brezza tesa L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    55
    Messaggi
    865
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo test di raffronto schermi

    Citazione Originariamente Scritto da giusCB Visualizza Messaggio
    A tal proposito, ti consiglio di guardare, ma sicuramente già conosci, le stazioni di weatherstem. Nuovo test di raffronto schermiNuovo test di raffronto schermi
    si si conosco, infatti dalle immagini delle loro istallazioni mi ha preso la voglia diciamo di "spersonalizzare" l'estetica, fortunatamente mi sono fermato in tempo
    Non rispondo a messaggi privati contenenti richieste tecniche su strumentazione meteo varia, consigli di installazione etc
    usiamo il forum, grazie!

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •