Pagina 8 di 34 PrimaPrima ... 67891018 ... UltimaUltima
Risultati da 71 a 80 di 336

Discussione: Test fra schermi

  1. #71
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Blackfox
    Data Registrazione
    14/12/03
    LocalitÓ
    Rignano S/Arno (FI)
    Messaggi
    13,974
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: Test fra schermi

    Si torna al passivo !!! Dopo qualche prova ( sicuramente positiva ) con l’uso della ventolina, ho deciso ( anche perch├ę il nastro si stava staccando ) di fare qualche altra modifica. Sfruttando le dimensioni non eccessive del THGR 228N Oregon ( sembra fatto apposto per questo schermo, mentre il LaCrosse…… ), ho posizionato il sensore inserendo degli spessori in sughero ( il sensore ├Ę a 15 mm dal piatto ) in modo tale che le parti in contatto fra sensore e piatto siano ridotte al minimo.
    Sar├* quindi sar├* possibile vedere se vi saranno differenze apprezzabili rispetto al posizionamento precedente.
    La ventolina non ├Ę stata rimessa al momento, sia perch├ę volevo fare questa prova, sia perch├ę il posizionamento ( e fissaggio ) sarebbe pi├╣ complesso. Come si pu├▓ intuire dalle foto allegate, lo spazio esistente fra sensore e ventola ( l’estremit├* pi├╣ vicina ) potrebbe variare da circa 10 mm fino al max 20 - 25 mm in base al metodo di montaggio scelto.
    Per arrivare ai 20 – 25 mm sarebbe per├▓ necessario ancorare la ventola sul penultimo piatto pieno e in tal modo, l’aria aspirata dal basso sarebbe pochissima , e ci├▓ forse andrebbe a scapito dell’efficacia della ventilazione.
    Vi sarebbe la possibilit├* di usare una ventola pi├╣ piccola e quindi pi├╣ sottile, ma anche meno efficace…….
    Le idee sono ben accette, comprese quelle per fissare la ventola ai piatti, in modo tale per├▓ da non danneggiare in alcun modo lo schermo, quindi niente fori o viti se non dove predisposto per tale uso.

    Ciao !!
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Test fra schermi-pos.sensore.jpg   Test fra schermi-spessori.jpg   Test fra schermi-spazio-rimanente.jpg   Test fra schermi-visione-dal-basso.jpg  

    Test fra schermi-posiz.ventola.jpg  
    Area di osservazione: Rignano Sull'Arno, area urbana (quota 110-200 m slm); stazione meteo (Davis Vantage Vue) cod. tsc009 rete MNW-CEM; quota strumentaz. 160 m slm, installazione urbana su copertura. Il sito meteo: **Rignano meteo**





  2. #72
    Vento teso L'avatar di Burian&Rodan
    Data Registrazione
    16/01/06
    LocalitÓ
    Roma e Citt├ Sant'Angelo (PE) 320 mt slm
    Messaggi
    1,567
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Test fra schermi

    Bella l'idea di fissare il sensore termo-igro della Oregon in quel modo sul piatto pieno Davis....

    Penso sia il migliore...
    Buona la trovata dei sugheri....

    D'altro canto nelle istruzioni del montaggio dello schermo Davis, in effetti, c'├Ę scritto che il sensore andrebbe fissato il tal modo.....

  3. #73
    Uragano L'avatar di Conte
    Data Registrazione
    06/03/04
    LocalitÓ
    Grottammare (AP) 0-170 mt slm
    EtÓ
    56
    Messaggi
    15,651
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Test fra schermi

    Dopo aver fatto la prova col sensore Oregon in modalit├* passiva vedi se puoi costruirti un piatto (ormai hai esperienza) sfruttando o la melmanima o un sottovaso opportunamente verniciato tale che esso venga posto come ultimo piatto in basso e sul quale fare un foro del diametro della ventilina. Al limite, visto che ├Ę solo una prova, potresti farlo con quei vassoietti di polistirolo che sembrano quasi dei piatti Davis. L'unica cosa ├Ę la forma che potrebbe essere piutosto diversa. Cmq, visto che va in basso e che supporter├* la ventolina anche una forma leggermente diversa non incider├* sull'efficacia della modifica. Ovviamente avresti bisogni di tre spessorini distanziatori dove far scorrere dentro le barrette filettate ma quelli te li puoi fare di sughero o con un tubicino bianco. Nel caso adottassi un vassoietto di polistirolo puoi ricoprire il lato rivolto verso l'alto di carta alluminata. Ci├▓ lo render├* perfettamente opaco e riflettente alla luce. Visto che ├Ę una semplice prova penso che una soluzione del genere possa andare pi├╣ che bene. La ventolina naturalmente sprarer├* l'aria verso l'alto pescandola dal basso senza passare sopra la superficie dei piatti. Ricordo sempre che l'unica controindicazione potrebbe essere il calore sviluppato dal motorino della ventolina stessa. Quindi, una volta montato il tutto, io direi di porsi in un ambiente a temp. costante con la ventolina spenta, attendere un p├▓ per la termostatazione, leggere il valore della temp. rilevata e poi far partire la ventolina per vedere se il sensore misura una temp. leggermente maggiore.
    Davis Vantage Pro2 wireless. LaCrosse WS 2300 cablata con schermo artigianale autoventilabile.
    "L'uomo non ha avuto il mondo in regalo dai suoi genitori, lo ha avuto in prestito dai propri figli"


  4. #74
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Blackfox
    Data Registrazione
    14/12/03
    LocalitÓ
    Rignano S/Arno (FI)
    Messaggi
    13,974
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: Test fra schermi

    Citazione Originariamente Scritto da Conte
    Dopo aver fatto la prova col sensore Oregon in modalit├* passiva vedi se puoi costruirti un piatto (ormai hai esperienza) sfruttando o la melmanima o un sottovaso opportunamente verniciato tale che esso venga posto come ultimo piatto in basso e sul quale fare un foro del diametro della ventilina. Al limite, visto che ├Ę solo una prova, potresti farlo con quei vassoietti di polistirolo che sembrano quasi dei piatti Davis. L'unica cosa ├Ę la forma che potrebbe essere piutosto diversa. Cmq, visto che va in basso e che supporter├* la ventolina anche una forma leggermente diversa non incider├* sull'efficacia della modifica. Ovviamente avresti bisogni di tre spessorini distanziatori dove far scorrere dentro le barrette filettate ma quelli te li puoi fare di sughero o con un tubicino bianco. Nel caso adottassi un vassoietto di polistirolo puoi ricoprire il lato rivolto verso l'alto di carta alluminata. Ci├▓ lo render├* perfettamente opaco e riflettente alla luce. Visto che ├Ę una semplice prova penso che una soluzione del genere possa andare pi├╣ che bene. La ventolina naturalmente sprarer├* l'aria verso l'alto pescandola dal basso senza passare sopra la superficie dei piatti. Ricordo sempre che l'unica controindicazione potrebbe essere il calore sviluppato dal motorino della ventolina stessa. Quindi, una volta montato il tutto, io direi di porsi in un ambiente a temp. costante con la ventolina spenta, attendere un p├▓ per la termostatazione, leggere il valore della temp. rilevata e poi far partire la ventolina per vedere se il sensore misura una temp. leggermente maggiore.

    Beh, la prova che proponi te potrebbe dimostrare che uno schermo nato come passivo, potrebbe
    forse diventare un ventilato a tutti gli effetti, eseguendo su di esso opportune ( e notevoli ) modifiche.
    Fatto sta che il mio filone di idee era volto a non effettuare “stravolgimenti” sullo schema originario
    dello schermo, ,ma soltanto a migliorarlo il pi├╣ possibile per adattarlo anche a situazioni ambientali non propriamente ottimali.
    Quindi l’idea sarebbe di mantenere tutti i piatti come sono adesso e di cercare la miglior soluzione possibile per posizionare una ventola, visto che dalle prove fatte comporta sicuramente dei benefici.
    Riguardo al riscaldamento dato dall’energia dissipata dalle ventole, a parer mio ├Ę cosa trascurabile, tanto pi├╣ se la si pilota a 4.5 Volt.
    Io ho svolto qualche test di raffronto lo scorso inverno, fra il mio ventilato ( a 2 ventole pilotate normalmente a 4.5 V ) e un passivo autocostruito. Nello schermo autoventilato utilizzato per il test, la ventola inferiore sta a circa 8-10 cm dal sensore termo-igrometrico ( che sta nella parte alta della basetta ) e teoricamente potrebbe portare aria leggermente pi├╣ calda verso di esso. Ho anche provato a pilotarle a 12 V, per├▓ aumentando la velocit├* di rotazione, si aumenta anche la velocit├* del flusso d’aria che “lava” il sensore.
    Ebbene, in giornate con cielo coperto, le differenze di lettura fornite dai sensori posti nei 2 schermi erano pressoch├ę nulle ( sempre quei +0,4-0,3┬░C in pi├╣ per l’Oregon ) e certamente se errori ci fossero stati, non sarebbero stati misurabili con sicurezza tramite i nostri strumenti.
    L’unica variante nel progetto attuale, potrebbe essere la distanza (significativamente pi├╣ ridotta rispetto alle prove fatte ) fra ventola ( teoricamente generatrice di calore ) e sensore e questo mi porterebbe a pensare che pi├╣ distanza riusciamo a lasciare fra i due elementi e meglio sia.
    Per├▓ sono tutte teorie e nulla di pi├╣…..Anzi, visto che ci siamo, ci sarebbe qualche elettronico volenteroso che ci possa fornire un’idea di quanto calore possa sviluppare ( in decimi di grado) una ventola da Pc tipo da 0,15 -0,20 A a 12 V ?? E poi magari la stessa pilotata a 4,5 V ??

    Grazie per la collaborazione !!


    Area di osservazione: Rignano Sull'Arno, area urbana (quota 110-200 m slm); stazione meteo (Davis Vantage Vue) cod. tsc009 rete MNW-CEM; quota strumentaz. 160 m slm, installazione urbana su copertura. Il sito meteo: **Rignano meteo**





  5. #75
    Uragano L'avatar di Conte
    Data Registrazione
    06/03/04
    LocalitÓ
    Grottammare (AP) 0-170 mt slm
    EtÓ
    56
    Messaggi
    15,651
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Test fra schermi

    Non credo sia molto facile ricavare il calore sviluppato visto che esso dipende dal rendimento del motorino. L'energia totale assorbita dalla ventolina sar├* data dall'energia trasformata in lavoro pi├╣ quella dispersa sottoforma di calore. Quindi non tutte le ventoline (hanno anche eliche diverse, dimensioni diverse....) produrranno la stesso calore a parit├* di voltaggio applicato. Indubbiamente sono quantit├* minime.
    Capisco il tentativo di non stravolgere il passivo Davis per├▓ avrei preferito che l'aria fosse pescata dal basso direttamente senza che essa possa venire riscaldata dalle superfici dei piatti e per far s├Č che ci sia il minor attrito nel risucchiare l'aria esterna. Inoltre, visto com'├Ę fatto lo schermo Davis, non vorrei che la ventolina interna ricircoli parte dell'aria espulsa (in assenza di vento).
    Io non ho uno schermo Davis quindi i miei sono solo ragionamenti di fantasia basati sulle foto. Mi limito a buttare l├* degli spunti di riflessione.
    Davis Vantage Pro2 wireless. LaCrosse WS 2300 cablata con schermo artigianale autoventilabile.
    "L'uomo non ha avuto il mondo in regalo dai suoi genitori, lo ha avuto in prestito dai propri figli"


  6. #76
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Blackfox
    Data Registrazione
    14/12/03
    LocalitÓ
    Rignano S/Arno (FI)
    Messaggi
    13,974
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: Test fra schermi

    Spunti e riflessioni comunque interessanti
    A parer mio, per arrivare a buone soluzioni sono indispensabili anche queste cose.
    Si, sapevo che non sarebbe affatto facile calcolare il calore prodotto, ma infatti chiedevo se qualcuno potesse fornire "un 'idea" della cosa . Se anche te comunque confermi la mia ipotesi ( sul fatto che si tratti di quantit├* infinitesime ) dirrei di non preoccuparsi troppo di questo fattore.

    Area di osservazione: Rignano Sull'Arno, area urbana (quota 110-200 m slm); stazione meteo (Davis Vantage Vue) cod. tsc009 rete MNW-CEM; quota strumentaz. 160 m slm, installazione urbana su copertura. Il sito meteo: **Rignano meteo**





  7. #77
    Uragano L'avatar di Conte
    Data Registrazione
    06/03/04
    LocalitÓ
    Grottammare (AP) 0-170 mt slm
    EtÓ
    56
    Messaggi
    15,651
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Test fra schermi

    Infatti, come ho scritto sopra, basta fare un semplice test senza scervellarsi per ricavare teoricamente gli effetti termici della ventolina.
    Davis Vantage Pro2 wireless. LaCrosse WS 2300 cablata con schermo artigianale autoventilabile.
    "L'uomo non ha avuto il mondo in regalo dai suoi genitori, lo ha avuto in prestito dai propri figli"


  8. #78
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Blackfox
    Data Registrazione
    14/12/03
    LocalitÓ
    Rignano S/Arno (FI)
    Messaggi
    13,974
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: Test fra schermi

    Cavolo che differenza di T adesso !!!

    Il vento si ├Ę calmato del tutto e la temperatura ├Ę in crollo.

    Sar├* che forse il sensore Oregon ├Ę un po' pi├╣ lento del LaCrosse,ma adesso riporto una differenza di ben +1.6┬░C in pi├╣ per il passivo Davis !!

    Che sia tutto un discorso di differenza di sensori ?? Oppure il mio ventilato auto-costruito ├Ę MOLTO pi├╣ sensibile alle variazioni di temperatura rispetto al passivo Davis ??

    Area di osservazione: Rignano Sull'Arno, area urbana (quota 110-200 m slm); stazione meteo (Davis Vantage Vue) cod. tsc009 rete MNW-CEM; quota strumentaz. 160 m slm, installazione urbana su copertura. Il sito meteo: **Rignano meteo**





  9. #79
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    16/11/05
    LocalitÓ
    Colline fanesi {PU}
    Messaggi
    611
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Test fra schermi

    Citazione Originariamente Scritto da Blackfox
    Cavolo che differenza di T adesso !!!

    Il vento si ├Ę calmato del tutto e la temperatura ├Ę in crollo.

    Sar├* che forse il sensore Oregon ├Ę un po' pi├╣ lento del LaCrosse,ma adesso riporto una differenza di ben +1.6┬░C in pi├╣ per il passivo Davis !!

    Che sia tutto un discorso di differenza di sensori ?? Oppure il mio ventilato auto-costruito ├Ę MOLTO pi├╣ sensibile alle variazioni di temperatura rispetto al passivo Davis ??

    secondo me ├Ę decisamente la seconda ipotesi ad essere la pi├╣ plausibile

  10. #80
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Blackfox
    Data Registrazione
    14/12/03
    LocalitÓ
    Rignano S/Arno (FI)
    Messaggi
    13,974
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: Test fra schermi

    Citazione Originariamente Scritto da Gauss
    secondo me ├Ę decisamente la seconda ipotesi ad essere la pi├╣ plausibile
    Anche secondo me....

    Comunque adesso il sensore dentro il Davis si sta adeguando alla temperatura che scende.......adesso siamo + 0,9┬░C, pian piano il divario si sta colmando.

    Area di osservazione: Rignano Sull'Arno, area urbana (quota 110-200 m slm); stazione meteo (Davis Vantage Vue) cod. tsc009 rete MNW-CEM; quota strumentaz. 160 m slm, installazione urbana su copertura. Il sito meteo: **Rignano meteo**





Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •