Pagina 3 di 10 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 97
  1. #21
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,195
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Amplificazione Artica (AA)

    Seppälä et al.(2013) nello studio “Geomagnetic activity signatures in wintertime stratosphere wind,temperature, and wave response” mostra come durante il periodo invernale in stratosfera la ridotta variazione di temperatura, la ridotta variazione dei venti zonali e la ridotta variazione dei flussi d’onda siano correlati ad una bassa attività geomagnetica. Queste caratteristiche atmosferiche risulterebbero particolarmente spiccate quando il VPS ad inizio inverno risulta particolarmente disturbato o meglio quando il VPS è influenzato dall’Amplificazione Artica (AA).

    Geomagnetic activity signatures in wintertime stratosphere wind, temperature, and wave response - NERC Open Research Archive

    Amplificazione Artica (AA)-seppala_sparc2014_poster-1-.pdf

    Dal database del Noaa possiamo facilmente individuare dei periodi pluriannuali coincidenti con un alta o una bassa attività geomagnetica; recentemente stiamo vivendo un periodo con bassa attività geomagnetica iniziata nel 2006 ed oggi ancora in corso.

    ftp://ftp.ngdc.noaa.gov/STP/GEOMAGNE...AP/MONTHLY.DAT

    Il condizionamento in questi termini delle dinamiche atmosferiche è risultata essere favorita nel caso in cui la Total Solar Irradiance (TSI) risulta più intensa .

    http://lasp.colorado.edu/data/sorce/...nstruction.txt

    Infatti notiamo come la TSI nel periodo di bassa attività magnetica 2007-2014 abbia accentuato gli effetti dell’AA,

    la variazione del JS a parità di scala è ben visibile:

    -nel periodo 2007-2010 con debole TSI il nastro trasportatore atmosferico riusciva ad agganciare il Jet Stream (JS) delle latitudini subtropicali pacifiche e atlantiche

    Amplificazione Artica (AA)-legrpxlq0q.png

    -nel periodo 2011-2014 con forte TSI la corrente a getto pacifica tende a rimanere alta di latitudine, come del resto quella in ingresso sull’Atlantico a 250 hPa

    Amplificazione Artica (AA)-p9tpjmz1gv.png

    Tengo a precisare che questa breve analisi sull’AA è stata possibile grazie al raro periodo di bassa attività geomagnetica

    trascorsa (8 stagioni invernali)

    Amplificazione Artica (AA)-ap-index.jpg

    che ci ricorda come il sistema atmosferico sia influenzato da molti fattori ancora poco conosciuti

    e ancora oggi oggetto di studio.

    All'attuale nona stagione invernale con debole Ap index e forte TSI, l'AA sembra consolidarsi:

    Amplificazione Artica (AA)-aa_2015.gif

    Ultima modifica di Alessandro(Foiano); 09/02/2015 alle 16:22

  2. #22
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    3,631
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Amplificazione Artica (AA)

    Ben fatto Alessandro.
    Insomma le considerazioni fatte nei giorni scorsi con il buon Mat e Remigio avevano motivo di essere.
    Parlaremo di estrema sensibilità in condizioni di AA al variare di forzanti esogene il sistema climatico che oggi si sta rivelando ancor più forzanti per determinare cambi di pattern.
    Insomma il mini ciclo PDO+ potrebbe essere dato dal connubio TSI + AA....

  3. #23
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    49
    Messaggi
    6,867
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Amplificazione Artica (AA)

    Mi pare un buon argomento di partenza.
    Potrebbe essere interessante reperire dati maggiormente aggiornati sia per quanto concerne l'Ap index che il TSI in quanto sembrerebbe non peregrino ritenere piuttosto rapido l'impatto di questi fattori (soprattutto l'Ap) su U, T ed E.P. flux.
    Se gli studi pregressi di M.Lockwood e ss. fossero confermati (correlazione diretta tra Ap e NAO) dovrei aspettarmi per gli ultimi 2 inverni (compreso questo) un Ap in discreto incremento.
    Matteo

    Freelance

  4. #24
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    49
    Messaggi
    6,867
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Amplificazione Artica (AA)

    "rispolvero" molto volentieri questo studio

    http://marine.rutgers.edu/~francis/p...051000_pub.pdf

    che a suo tempo aveva portato in auge Steph.

    ove vorrei citare in particolar modo questi passi:

    Arctic amplification (AA) – the observed enhanced
    warming in high northern latitudes relative to the northern
    hemisphere – is evident in lower-tropospheric temperatures
    and in 1000-to-500 hPa thicknesses. Daily fields of 500 hPa
    heights from the National Centers for Environmental Prediction
    Reanalysis are analyzed over N. America and the
    N. Atlantic to assess changes in north-south (Rossby) wave
    characteristics associated with AA and the relaxation of poleward
    thickness gradients. Two effects are identified that
    each contribute to a slower eastward progression of Rossby
    waves in the upper-level flow: 1) weakened zonal winds,
    and 2) increased wave amplitude. These effects are particularly
    evident in autumn and winter consistent with sea-ice
    loss, but are also apparent in summer, possibly related to
    earlier snow melt on high-latitude land. Slower progression
    of upper-level waves would cause associated weather patterns
    in mid-latitudes to be more persistent, which may lead
    to an increased probability of extreme weather events that
    result from prolonged conditions, such as drought, flooding,
    cold spells, and heat waves.

    One effect is a reduced poleward gradient
    in 1000-500 hPa thicknesses, which weakens the zonal
    upper-level flow. According to Rossby wave theory, a
    weaker flow slows the eastward wave progression and tends
    to follow a higher amplitude trajectory, resulting in slower
    moving circulation systems.


    In fondo dinamiche che stiamo ripercorrendo proprio ultimamente attraverso formazione di Rossby waves molto ampie ma poco profonde giusto il ridotto gradiente.
    In sostanza un problema di gradiente "incastrato" soprattutto in media - bassa troposfera.

    In merito poi non solo al TSI in incremento (moderato) negli ultimi 2 anni ma all'incremento della NAO che pare essere collegata più direttamente all'elettromagnetismo solare (Ap),
    questo potrebbe aver inciso sull'Arctic dipole (AD) portando da una polarità negativa (vpt concentrato su Eurasia) ad una positiva(Vpt incentrato su Canada) vista la correlazione che pareva sussistere tra i 2 indici.
    Occorrerebbe disporre di un dbase aggiornato dell'Ap index e se tanto mi dà tanto (vd. M.Lockwood) dovrebbe aver avuto anch'esso un moderato incremento.

    Matteo

    Freelance

  5. #25
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,195
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Amplificazione Artica (AA)

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio

    Occorrerebbe disporre di un dbase aggiornato dell'Ap index e se tanto mi dà tanto (vd. M.Lockwood) dovrebbe aver avuto anch'esso un moderato incremento.

    nel mio excel ho catalogato l'anno 2014 con debole Ap index:

    Amplificazione Artica (AA)-solar-cycle-planetary-index.gif


    ftp://ftp.ngdc.noaa.gov/STP/GEOMAGNE...CES/KP_AP/2014

    il 2015 probabilmente a differenza di ciò che ci si potrebbe aspettare, potrebbe dare inizio ad un periodo con forte Ap index.

    ftp://ftp.ngdc.noaa.gov/STP/GEOMAGNE...CES/KP_AP/2015

  6. #26
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    49
    Messaggi
    6,867
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Amplificazione Artica (AA)

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro(Foiano) Visualizza Messaggio
    nel mio excel ho catalogato l'anno 2014 con debole Ap index:

    Amplificazione Artica (AA)-solar-cycle-planetary-index.gif


    ftp://ftp.ngdc.noaa.gov/STP/GEOMAGNE...CES/KP_AP/2014

    il 2015 probabilmente a differenza di ciò che ci si potrebbe aspettare, potrebbe dare inizio ad un periodo con forte Ap index.

    ftp://ftp.ngdc.noaa.gov/STP/GEOMAGNE...CES/KP_AP/2015
    Mah, non ci troverei in fondo granché di strano ( e quindi concordo con te) dal momento che in genere la fase più alta dell'Ap index viene raggiunta all'inizio della fase calante del TSI....
    Ci potremo attendere ancora NAO+ nel prosieguo?
    Matteo

    Freelance

  7. #27
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,195
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Amplificazione Artica (AA)

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    dal momento che in genere la fase più alta dell'Ap index viene raggiunta all'inizio della fase calante del TSI....
    da quello che posso osservare mancano questi legami tra Ap index e TSI..quindi sono a mio avviso indipendenti.

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Ci potremo attendere ancora NAO+ nel prosieguo?
    da monitorare con l'NPGO

    Emanuele Di Lorenzo - North Pacific Gyre Oscillation - NPGO Index

    ma a me pare un film già visto...ne riparleremo più avanti,

    più interessante vedere a fine estate quale sarà il comportamento della circolazione di Beaufort..
    Ultima modifica di Alessandro(Foiano); 16/02/2015 alle 20:28

  8. #28
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    28
    Messaggi
    1,337
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Amplificazione Artica (AA)

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro(Foiano) Visualizza Messaggio
    da quello che posso osservare mancano questi legami tra Ap index e TSI..quindi sono a mio avviso indipendenti.
    In effetti quello che dice mat sembra esatto guardando questi grafici (da considerare lo scarso periodo preso in considerazione per il TSI)
    Amplificazione Artica (AA)-ap-index-1932-2008.pngAmplificazione Artica (AA)-composite-total-solar-irradiance.gif
    Il picco dell'AP index coincide con l'inizio della fase calante del TSI

  9. #29
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,195
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Amplificazione Artica (AA)

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro(Foiano) Visualizza Messaggio

    da monitorare con l'NPGO

    ma a me pare un film già visto...ne riparleremo più avanti,
    in fase negativa...in tutti i sensi per gli italici freddofili visto l'importanza della sua lettura con la NAO :

    http://www.o3d.org/npgo/npgo.php

    una fase NAO invernale positiva abbinata con la fase negativa dell'NPGO
    Ultima modifica di Alessandro(Foiano); 16/02/2015 alle 21:23

  10. #30
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,195
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Amplificazione Artica (AA)

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    In effetti quello che dice mat sembra esatto guardando questi grafici (da considerare lo scarso periodo preso in considerazione per il TSI)
    Amplificazione Artica (AA)-ap-index-1932-2008.pngAmplificazione Artica (AA)-composite-total-solar-irradiance.gif
    Il picco dell'AP index coincide con l'inizio della fase calante del TSI
    dal 1975 in poi vedo tanti picchi dell'Ap index...insomma non ne vedo solo tre..no?

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •