Pagina 72 di 104 PrimaPrima ... 2262707172737482 ... UltimaUltima
Risultati da 711 a 720 di 1039
  1. #711
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    16,639
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    JMA a 10 hPa a 180 ore:
    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-jn180-5.gif

  2. #712
    Brezza tesa L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    31
    Messaggi
    729
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    ed ecco come da copione:
    ripartenza dei flussi previsto ora anche da reading dopo il calo legato all'attenuazione dell'azione di onda 2 verso l'europa



    la nuova pulsazione dovrebbe essere nuovamente legata all'attivita della prima onda come accennato dallo stesso reading e come conferma gfs





    questo primo punto sembra piuttosto probabile nonostante la distanza ancora rilevante, in quanto legato alla fase di rotazione e compressione anomala imposta dal forcing in atto
    ancora da valutare le modalità di riassorbimento della seconda onda che nel lasso temporale già ampio delle 240h rimane ancora forte




    certo al momento sembra difficile ipotizzare una dinamica a tenaglia quanto piuttosto una staffetta con flussi che avranno sempre più agio a risultare convergenti su un vortice che ormai ha perso la compattezza caratterizzante buona parte di dicembre
    convergenza che sarebbe ben esemplificata dal primo deciso crollo della zonalità verso la media strato

    Ultima modifica di Alessandro1985; 11/01/2017 alle 12:50

  3. #713
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    47
    Messaggi
    6,334
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Quando si parla di MMW si tendono sovente a creare, sul piano degli effetti desiderati, delle aspettative che spesso sono andate molto al di là degli effettivi risultati.
    Non è certo un caso che ancora a distanza di più di 30 anni, dopo n. MMW tipo split succedutisi, si tende a ricordare sempre prevalentemente tale evento.
    Sono le premesse iniziali a poter rendere occasionalmente di grande rilievo un evento del genere ovvero i presupposti preparatori in troposfera e specie al suolo nell'Eurasia.
    La % di probabilità che possano crearsi i presupposti per un evento strato Major di tipo split ad oggi ritengo non sia del tutto trascurabile sia per la potenziale reattività dimostrata dalla troposfera sia per il fatto che l'inversione del processo radiativo (che ormai ha avuto già inizio) con l'incremento dell'irraggiamento solare troverà verosimilmente una situazione sotto il profilo della presenza di O3 in media stratosfera molto più assimilabile a quella di una Qbo orientale che non occidentale a causa del blocco della fase (eredità del Nino strong e della quale si è qui diffusamente discusso) che ha inciso sulla sua evoluzione fino in autunno confinando in stratosfera fino a 40 hpa un perdurante momento orientale e quindi propizio al trasferimento delle molecole dalle regioni tropico - equatoriali a quelle artiche.
    Indi: alta % di Ozono, incremento dell'irraggiamento, buona ripresa dell'heat flux potrebbero costituire una somma di elementi da valutare con attenzione e in grado di mettere in seria difficoltà l'attività del vps...direi soprattutto a partire da inizio febbraio.

    Matteo

    Freelance

  4. #714
    Brezza leggera L'avatar di Berto80
    Data Registrazione
    23/11/06
    Località
    Castelnovo ne' Monti (RE)
    Età
    36
    Messaggi
    381
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Ucci ucci...
    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-aoindex_170111.png
    Arctic Oscillation, ultimi 4 run GFS, linea nera GFS12z odierno

    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-10hpa_north_pole_zanomaly_170111.png
    Anomalia di altezza geopotenziale a 10hPa (65-90°N), ultimi 4 run GFS

    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-north_pole_zanomaly_170111.png
    Anomalia di altezza geopotenziale a 10, 30, 50, 100 e 200hPa (65-90°N), dati GFS12z.

    In pratica dal 22-25 gennaio possibile muro rosso sul seguente grafico:
    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-time_pres_hgt_anom_jfm_nh_2017.png

    Ovviamente servono un po' di run di conferma.

    Indici: Indici climatici | Previsione AO, EA, SCAND |Reggio Emilia Meteo
    Stratosfera: Stratosfera | Previsioni | Reggio Emilia Meteo
    www.reggioemiliameteo.it
    Previsioni meteo, dati e webcam per Reggio Emilia e provincia

  5. #715
    Burrasca L'avatar di Cristian-Ostuni/Bologna
    Data Registrazione
    04/02/04
    Località
    Ostuni(BR)-Busca(CN)
    Messaggi
    5,043
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    non so se l'avete già segnalato, ma questa irruzione è avvenuta con NAO e AO positivi, roba penso mai vista prima. stavolta credo (mia pura opinione personale) che la stratosfera abbia aiutato in senso opposto, con quel massimo di geopotenziali a tutte le quote su Atlantico che ha frenato "localmente" sull'Europa le correnti zonali. e che si riproporrà nei prossimi giorni ancora più accentuato.
    Cit. dal film Wanted:"... Voi che cazz0 avete fatto ultimamente?"
    Cit. da Colorado: "La neve scende a fiocchi perchè se scendesse a nodi non si scioglierebbe."

    viva la φγα

  6. #716
    Burrasca forte L'avatar di Mario85
    Data Registrazione
    30/12/08
    Località
    LUCERA
    Età
    31
    Messaggi
    9,707
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Citazione Originariamente Scritto da Cristian-Ostuni/Bologna Visualizza Messaggio
    non so se l'avete già segnalato, ma questa irruzione è avvenuta con NAO e AO positivi, roba penso mai vista prima. stavolta credo (mia pura opinione personale) che la stratosfera abbia aiutato in senso opposto, con quel massimo di geopotenziali a tutte le quote su Atlantico che ha frenato "localmente" sull'Europa le correnti zonali. e che si riproporrà nei prossimi giorni ancora più accentuato.
    AO positiva,la nao non era inizialmente negativa,tendente al positvo?

  7. #717
    Burrasca L'avatar di Cristian-Ostuni/Bologna
    Data Registrazione
    04/02/04
    Località
    Ostuni(BR)-Busca(CN)
    Messaggi
    5,043
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Citazione Originariamente Scritto da Mario85 Visualizza Messaggio
    AO positiva,la nao non era inizialmente negativa,tendente al positvo?
    si ma al momento dell'irruzione era positivo ( negativo all'inizio con valori bassi) e il più delle volte in puglia ao+ e nao+ significa libeccio caldo e secco.
    Cit. dal film Wanted:"... Voi che cazz0 avete fatto ultimamente?"
    Cit. da Colorado: "La neve scende a fiocchi perchè se scendesse a nodi non si scioglierebbe."

    viva la φγα

  8. #718
    Vento fresco L'avatar di Dago
    Data Registrazione
    02/05/07
    Località
    Milano Chiesa Rossa
    Età
    50
    Messaggi
    2,646
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Citazione Originariamente Scritto da Cristian-Ostuni/Bologna Visualizza Messaggio
    si ma al momento dell'irruzione era positivo ( negativo all'inizio con valori bassi) e il più delle volte in puglia ao+ e nao+ significa libeccio caldo e secco.
    Su questi indici ne sappiamo ancora troppo poco
    le nuvole alte non portano la pioggia. Papa Luciani

  9. #719
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    285
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Citazione Originariamente Scritto da Cristian-Ostuni/Bologna Visualizza Messaggio
    non so se l'avete già segnalato, ma questa irruzione è avvenuta con NAO e AO positivi, roba penso mai vista prima. stavolta credo (mia pura opinione personale) che la stratosfera abbia aiutato in senso opposto, con quel massimo di geopotenziali a tutte le quote su Atlantico che ha frenato "localmente" sull'Europa le correnti zonali. e che si riproporrà nei prossimi giorni ancora più accentuato.
    E' anche il mio "sentore". d'altronde è riportato in bibliografia che SSW di una certa portata hanno ripercussioni in troposfera abbastanza immediate.

    In particolare credo che un "travaso" di aria più fredda dalla media troposfera al suolo sia avvenuto e stia tuttora avvenendo, specie in area centroeuropea e mediterranea. Questo avviene perchè a fronte di un espansione dell'aria in stratosfera segue di norma un assottigliamento degli isospessori in troposfera nelle zone limitrofe al SSW. Il contrario, ahimè, temo potrebbe accadere nelle prossime 2 settimane, con un progressivo quanto "dannoso" riavvicinamento del vp stratosferico verso l'Europa...

  10. #720
    Brezza leggera L'avatar di pubblico
    Data Registrazione
    22/05/08
    Località
    Torricella S. (Ri)
    Età
    32
    Messaggi
    423
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Quando si parla di MMW si tendono sovente a creare, sul piano degli effetti desiderati, delle aspettative che spesso sono andate molto al di là degli effettivi risultati.
    Non è certo un caso che ancora a distanza di più di 30 anni, dopo n. MMW tipo split succedutisi, si tende a ricordare sempre prevalentemente tale evento.
    Sono le premesse iniziali a poter rendere occasionalmente di grande rilievo un evento del genere ovvero i presupposti preparatori in troposfera e specie al suolo nell'Eurasia.
    La % di probabilità che possano crearsi i presupposti per un evento strato Major di tipo split ad oggi ritengo non sia del tutto trascurabile sia per la potenziale reattività dimostrata dalla troposfera sia per il fatto che l'inversione del processo radiativo (che ormai ha avuto già inizio) con l'incremento dell'irraggiamento solare troverà verosimilmente una situazione sotto il profilo della presenza di O3 in media stratosfera molto più assimilabile a quella di una Qbo orientale che non occidentale a causa del blocco della fase (eredità del Nino strong e della quale si è qui diffusamente discusso) che ha inciso sulla sua evoluzione fino in autunno confinando in stratosfera fino a 40 hpa un perdurante momento orientale e quindi propizio al trasferimento delle molecole dalle regioni tropico - equatoriali a quelle artiche.
    Indi: alta % di Ozono, incremento dell'irraggiamento, buona ripresa dell'heat flux potrebbero costituire una somma di elementi da valutare con attenzione e in grado di mettere in seria difficoltà l'attività del vps...direi soprattutto a partire da inizio febbraio.

    Immagine
    condivido pienamente, anche se il pericolo desplacement è sempre dietro l'angolo

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •