Pagina 1 di 104 1231151101 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 1039
  1. #1
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    49
    Messaggi
    6,867
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Parto dalla semplice considerazione, avvalorata in dottrina, che riguarda l'importanza che riveste un attento monitoraggio degli eddy heat fluxes proprio nella fase di maturazione autunnale del vps e in particolare nel periodo che va dalla metà di ottobre alla metà di novembre.
    Una bassa attività delle onde di Rossby parimenti dovuto ad un vortice troposferico troppo forte o troppo debole è spesso correlata ad un successivo forte approfondimento del vps in media alta stratosfera con conseguente aumento di probabilità di incappare in un evento estremo.
    Il lag time medio tra 60/90 giorni dalla piena maturazione dell'inverno meteorologico ( e rispetto un eventuale evento stratosferico estremo) ci descrive la fase che si può designare quale predictor di buona parte della stagione invernale correlata in particolar modo al segno dell'Arctic Oscillation.

    Non è banale, benché datato, ricordare uno dei caposaldi di L. Polvani che a sua volta richiama quanto dimostrato statisticamente da Baldwin & Dunkerton:

    http://journals.ametsoc.org/doi/abs/...FAA%3E2.0.CO;2

    e sintetizzabile nella cromografia che segue:

    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-untitled.png

    nel ricordare che l'equilibrio termico verticale sia legato a fattori in parte stratosferici (Qbo) ma soprattutto troposferici.

    Nell'evidenziare l'importanza del monitoraggio quindi di tale fase stagionale vi posto l'evoluzione dello scorso inverno ribadendo il fatto che se si arriva, come spesso accaduto in questi ultimi anni, con una stratosfera troppo fredda al limite dello stratcooling, spesso tardivamente ci sono pochi rimedi.... anzi sovente è proprio un'ondulazione tardiva ad innescare l'approfondimento del vps sfociante nell'ESE cold.
    Sono anni ormai che dopo metà novembre si cominciano a vedere in alta stratosfera (2/5/7 hpa) dei fuori scalda cold e la dice lunga circa le difficoltà che sono intervenute nel dialogo tra i piani del vortice polare e in particolare tra troposfera e stratosfera.

    Dinamica dei flussi precedente all'inverno 2015/2016:

    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-flux_1.png

    Sempre a titolo dimostrativo l'inverno 2006/2007:

    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-immagine_2.png

    Flusso verticale quasi azzerato nel periodo cruciale e a nulla servì la tardiva ripresa dei flussi per evitare l'ese cold che arrivò a dicembre:

    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-gfs_nam_arc_web_60.png

    P.s. potete notare dal raffronto della carta del NAM con quella dei flussi come ottobre fosse stato un mese caratterizzato da un vortice troposferico molto disturbato (AO negativa) che si tradusse con un bassissimo trasferimento di calore verso la stratosfera.

    Anomalie di geopotenziale del mese di ottobre 2006:

    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-rea.gif
    Matteo

    Freelance

  2. #2
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,195
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    in tema con ciò che scrive Matteo, ecco i segnali del VP strong:
    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-time_pres_hgt_anom_ond_nh_2016.pngMonitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-time_pres_hgt_anom_all_nh_1980.gif

  3. #3
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    3,633
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Analisi più che chiara.
    Faccio una domanda.
    Il posizionamento delle anomalie di GPT troposferiche quanto riesce a determinare la potenza dei flussi anche in caso di VPT debole in ottobre-novembre???
    Il segnale chiaro ed evidente che hai sottolineato quanto è stato inficiato dalle dinamiche di PDO molto positiva degli ultimi 3 anni??

    Una struttura altopressoria posizionata in centro pacifico in modo stabile ha maggiore benzina per "costruirsi" verso l'alto anziché posizionata sull'ovest USA.......

    Una pulce nell'orecchio mi dice che, secondo il mio modesto avviso, la situazione in pacifico PDO - blob - Enso ha contribuito a spostare i centri di anomalia di GPT e contestualmente a inficiare sulla forza degli eddy heat fluxes.
    Che ne pensate a proposito???

  4. #4
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    49
    Messaggi
    6,867
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Analisi più che chiara.
    Faccio una domanda.
    Il posizionamento delle anomalie di GPT troposferiche quanto riesce a determinare la potenza dei flussi anche in caso di VPT debole in ottobre-novembre???
    Il segnale chiaro ed evidente che hai sottolineato quanto è stato inficiato dalle dinamiche di PDO molto positiva degli ultimi 3 anni??

    Una struttura altopressoria posizionata in centro pacifico in modo stabile ha maggiore benzina per "costruirsi" verso l'alto anziché posizionata sull'ovest USA.......

    Una pulce nell'orecchio mi dice che, secondo il mio modesto avviso, la situazione in pacifico PDO - blob - Enso ha contribuito a spostare i centri di anomalia di GPT e contestualmente a inficiare sulla forza degli eddy heat fluxes.
    Che ne pensate a proposito???
    Non saprei ad oggi quanta responsabilità attribuire alle singole forzanti troposferiche che hai citato e che verosimilmente (in quanto gli ESE ci sono sempre stati anche in tempi non sospetti! ) hanno il loro peso nel determinare anche una più o meno efficace ripartenza dei flussi e quanto invece imputare ad un generale "malessere" della troposfera per eccesso di calore latente negli oceani in particolare nel periodo di ripartenza del vpt e di rinascita del vps.
    L'impressione è che si sia persa o comunque faccia fatica a ritrovarsi quella sincronia nell'attivazione dei flussi che risponde ad un certo stato di maturazione del vortice polare in troposfera rispetto la stratosfera a causa della grande quantità di energia e di vapore acqueo che viene immesso in atmosfera specie durante l'estate e l'autunno.
    Un progressivo raffreddamento dovuto ad una sorta di "schermatura" dei flussi di calore verticale in bassa stratosfera che in qualche maniera ha favorito negli ultimi decenni un processo di maggiore approfondimento del vortice stratosferico.
    Alcuni aspetti sono affrontati in questo recente paper di A.C. Maycock nel quale, evidenziato l'elemento perturbatore dell'equilibrio nell'eccesso di CO2, si fa riferimento ad crescente incremento di Ozono stratosferico che funge da antagonista nei confronti di un processo di raffreddamento che negli ultimi anni è stato in qualche modo contenuto...
    Matteo

    Freelance

  5. #5
    Vento forte L'avatar di enricoaltatensione
    Data Registrazione
    08/01/10
    Località
    Grugliasco(TO) e Calosso(AT)
    Età
    25
    Messaggi
    3,520
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Non sono molto ferrato su quest'argomento ma vedo molto improbabile un VP forte quest'inverno, a mio avviso andiamo verso condizioni di AO debolmente negativa. Gli effetti del marzo scorso secondo me ce li porteremo dietro per molto tempo. Nel 2008 successe la stessa cosa a marzo e gli effetti ce li siamo portati avanti fino al dicembre 2010
    Visitate www.calossometeo.altervista.org
    Avatar: passaggio di uno dei primi Irisbus Citelis di GTT in via Villa della Regina a Torino, nella giornata invernale del 26 gennaio 2010

  6. #6
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    3,633
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-gfs_nam_arc_web_28.png
    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-gfs_nam_arc_web_34.png
    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-gfs_nam_arc_web_35.png
    Qualche hanno con partenza del Vp come negli ultimi anni...................

  7. #7
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,195
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    Bassa stratosfera che si sta raffreddando come mai accaduto dal 1979 ad oggi:
    http://www.nsstc.uah.edu/data/msu/t4/uahncdc_ls_5.6.txt

  8. #8
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    22/08/13
    Località
    +- Verbania 310mt
    Età
    30
    Messaggi
    950
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    intanto a 10hpa nella fascia polare balliamo con i minimi degli ultimi 30 anni..
    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-10mb9065.png

    mentre piu in alto a 5hpa i minimi li abbiamo gia toccati
    Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)-05mb9065.png

  9. #9
    Tempesta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    26
    Messaggi
    11,097
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    quindi ancora una volta partiamo con una stratosfera freddissima. ma a cosa è dovuta questa cosa? si sa? e una stratosfera così fredda sin dagli inizi di ottobre a cosa può portare?
    Si vis pacem, para bellum.

  10. #10
    Vento forte L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    21
    Messaggi
    4,663
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio e analisi della stratosfera (2016-2017)

    propongo la costruzioni di areodotti verticali per trasferire un po' di aria calda sopra la troposfera
    prospetticamente le carte mostrano una potenziale tendenza verso alte potenzialità di prospettiva....

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •