Pagina 29 di 47 PrimaPrima ... 19272829303139 ... UltimaUltima
Risultati da 281 a 290 di 468
  1. #281
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    48
    Messaggi
    6,570
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    In base alle isoipse strato by ecmwf, dovremmo passare dagli attuali 29.040 m con core del vps sostanzialmente baricentrico al polo a 28.720 m. tra 10 giorni riferibili al valore di 10 hpa (ove si misura il NAM) con passaggio dei valori di t. dagli attuali -77°C a -80°C, indicatore di probabile ulteriore approfondimento del vps e quindi calo di quota dell'altezza del valore di pressione di 10 hpa.
    Questo andrebbe indubbiamente ad incidere sull'organizzazione delle Epv a meno di ripresa dei flussi bilaterali di calore. (quindi prevalentemente wave 2 o wave 1 e 2 in quanto il solo rinforzo del flusso a carico della wave 1 potrebbe accelerare il processo di approfondimento del vortice benché disassandolo rispetto al polo).

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-ecmwf10a12.gif Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-ecmwf10f240.gif
    Ultima modifica di mat69; 13/11/2017 alle 14:14
    Matteo

    Freelance

  2. #282
    Vento moderato L'avatar di Sneg
    Data Registrazione
    04/09/16
    Località
    Provincia di Chieti (Abruzzo)
    Messaggi
    1,058
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da bugimeteo Visualizza Messaggio
    Per ora parliamo di sc previsto da un modello a 10gg.
    Quanto alla soglia rimane valido ciò che ho scritto gg fa. Da quello che si vede nel mappame andremo a sfiorarla entro una settimana(ricordo abbiamo grafici non aggiornati) e poi forse a superarla
    Grazie mille! Chiaro
    Beh, se sfondiamo, si entra in regime di ao+...

  3. #283
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    3,189
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Buona domenica a tutti.
    Stavo riflettendo tra me e me come, al netto delle forzanti che determinano l'assetto invernale del VP, sarebbe stato interessante andare a vedere quale setting aveva avuto il VP in annate con VP forte e vp debole.
    Sono andato a prendere un trittico non a caso.
    2014-2015-2016

    Allegato 469865
    2008-2009-2010
    Allegato 469866

    Premetto che le anomalie in area pacifica relative al primo plot sono dopate dagli esiti del famigerato Nino e delle sue implicazioni.
    Notiamo un getto che in area atlantica si presenta molto più basso nelle annate 08-09-10 diversamente dall'altro periodo di esame.
    Ma la cosa che mi preme andare a sottolineare è lì nel centro est della Siberia dove le anomalie di GPT negative hanno generato poi quell'attività d'onda arretrata che è riuscita a modulare il getto nel pacifico.
    Nel triennio più recente non ce n'è traccia.

    E allora al netto dell'implicazioni ampiamente discusse dell'ENSO positivo che ha caratterizzato gli ultimi anni, il campo d'indagine relativo alle dislocazioni delle vorticità nel periodo invernale nel continente Euroasiatico è motivo di attenzione nel determinare il posizionamento dell'onda troposferica pacifica.


    Un altro spunto di riflessione, forse banale ma tant'è, a mio avviso, motivo di attenzione.
    E ora andiamo ai mesi di Novembre relativi alle annate che hanno visto un vp disturbato.
    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-qrnw4ttboa.png
    e ora alle anomalie di questi primi 11 giorni di Novembre
    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-compday.fbxjahw8ml.gif
    e le proiezioni di anomalie a 500 hpa a 7 gg.
    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-edh101-168.gif.png
    e 10 gg.
    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-edh101-240.gif.png
    e bando alle ciance a 15 gg. by GEFS

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-gensnh-21-5-384.png


    Situazione quantomai ingarbugliata......
    Diciamo che i primi 11 gg. potrebbero anche andare....
    Vedremo come proseguirà.
    Sono graditi commenti

  4. #284
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    32
    Messaggi
    1,622
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    come avete detto valgono le stesse considerazioni di ieri per la strato
    abbiamo già visto nei plot di ottobre e di questo scorcio di novembre la disposizione delle anomalie sta ricalcando quelle degli anni "buoni"

    per la tropo aggiungo solo che rispetto alla situazione di ottobre l'impostazione nel pacifico settentrionale sta avendo un comportamento in linea con una transizione in pdo-
    e di questo troviamo conferma anche nel segnale EA
    vediamo se il resto di novembre come sembra dalle proiezioni avvicinerà ulteriormente tale disposizione

    Allegato 469716


    Allegato 469717

    Allegato 469718
    riporto su questo vecchio post per risponderti Giuseppe senza ribadire nulla di nuovo ma per rinforzare alcuni concetti
    posto che è ormai assodata la fase di transizione pacifica il punto è proprio la predisposizione della wave 2 la cui importanza è sottolineata anche da Matteo nell'ultimo post
    quanto saranno ficcanti e durature le fasi di convergenza, da quello dipenderà l'avvicinamento del plot alla disposizione delle annate favorevoli
    resta comunque il fatto che, questo a mio parere personale, il confronto con annate caratterizzate da una chiara impronta in un senso o nell'altro stavolta può essere fuorivante perchè stiamo parlando di un anno di transizione sotto vari punti ragion per cui non dovremmo aspettarci una circolazione "fossilizzata" ma piuttosto mutevole (lo sottolinei tu stesso del resto quando parli di situazione ingarbugliata)
    gli indici da soli non ci diranno molto ma saranno le tempistiche delle dinamiche a (s)favore a incastrare i tasselli
    a costo di sembrar democristiano diciamo che se a fine trimestre non avremmo una impronta forte ne dell'ao ne della nao non ne sarei troppo stupito, ecco

  5. #285
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    3,189
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    riporto su questo vecchio post per risponderti Giuseppe senza ribadire nulla di nuovo ma per rinforzare alcuni concetti
    posto che è ormai assodata la fase di transizione pacifica il punto è proprio la predisposizione della wave 2 la cui importanza è sottolineata anche da Matteo nell'ultimo post
    quanto saranno ficcanti e durature le fasi di convergenza, da quello dipenderà l'avvicinamento del plot alla disposizione delle annate favorevoli
    resta comunque il fatto che, questo a mio parere personale, il confronto con annate caratterizzate da una chiara impronta in un senso o nell'altro stavolta può essere fuorivante perchè stiamo parlando di un anno di transizione sotto vari punti ragion per cui non dovremmo aspettarci una circolazione "fossilizzata" ma piuttosto mutevole (lo sottolinei tu stesso del resto quando parli di situazione ingarbugliata)
    gli indici da soli non ci diranno molto ma saranno le tempistiche delle dinamiche a (s)favore a incastrare i tasselli
    a costo di sembrar democristiano diciamo che se a fine trimestre non avremmo una impronta forte ne dell'ao ne della nao non ne sarei troppo stupito, ecco
    E neanche mi dispiacerebbe.
    Certo è che se la fase di transizione si chiamasse GW dovremmo ri-comprendere molte dinamiche.....
    P.s.: Nei miei quasi 20 anni di meteo e maggiormente negli ultimi 10 ho capito che non mi devo più sorprendere.....in tutti i sensi

  6. #286
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    32
    Messaggi
    1,622
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    E neanche mi dispiacerebbe.
    Certo è che se la fase di transizione si chiamasse GW dovremmo ri-comprendere molte dinamiche.....
    P.s.: Nei miei quasi 20 anni di meteo e maggiormente negli ultimi 10 ho capito che non mi devo più sorprendere.....in tutti i sensi
    non solo qui alziamo la posta
    transizione forte nel bilancio termico da verificare se assorbita in relazione al passaggio di fase di alcune variabili tlc di fondamentale importanza, nonchè in rapporto all'imminente minimo solare
    chi offre di più?

  7. #287
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    3,189
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    non solo qui alziamo la posta
    transizione forte nel bilancio termico da verificare se assorbita in relazione al passaggio di fase di alcune variabili tlc di fondamentale importanza, nonchè in rapporto all'imminente minimo solare
    chi offre di più?
    Bene così....stiamo in campana.

  8. #288
    Burrasca L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    5,458
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Comunque i forecast odierni danno una AO in risalita su valori neutri e una NAO che invece continuerebbe a permanere in territori negativi.

  9. #289
    Vento forte L'avatar di enricoaltatensione
    Data Registrazione
    08/01/10
    Località
    Grugliasco(TO) e Calosso(AT)
    Età
    25
    Messaggi
    3,475
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Avrei una domanda da porre, spero sia la sezione giusta ma riguarda il VP. Spesso si sente dire che occorre che i flussi di calore siano convergenti ma di preciso cosa si intende? Che le waves puntino il più possibile verso il polo e non verso altre direzioni? Questa carta potrebbe essere da flussi di calore convergenti?
    Visitate www.calossometeo.altervista.org
    Avatar: passaggio di uno dei primi Irisbus Citelis di GTT in via Villa della Regina a Torino, nella giornata invernale del 26 gennaio 2010

  10. #290
    Vento fresco L'avatar di Iceman84
    Data Registrazione
    24/10/12
    Località
    Modena SW
    Età
    33
    Messaggi
    2,916
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da enricoaltatensione Visualizza Messaggio
    Avrei una domanda da porre, spero sia la sezione giusta ma riguarda il VP. Spesso si sente dire che occorre che i flussi di calore siano convergenti ma di preciso cosa si intende? Che le waves puntino il più possibile verso il polo e non verso altre direzioni? Questa carta potrebbe essere da flussi di calore convergenti?
    Immagine
    Ho trovato queste due carte in altri lidi, spero di non fare un torto a nessuno a postarle!

    Praticamente quando la wave1, pacifica, è addossata alle coste canadesi si ha una divergenza di onde ovvero la wave 2, la nostra, in parole povere tende a piallare e distendersi praticamente sui paralleli facendo girare il VP come una trottola a latitudini alte......quando invece la wave1 si trova circa a ridosso tra Siberia e Alaska allora riesce a modulare il getto in uscita dagli USA e crea i presupposti per una salita dell'azzorriano.

    Quella che hai messo tu è una dinamica convergente, il problema semmai è dopo.....

    La divergenza di onde può portare a dei Canadian Warming e più facilmente a dei displacement, mentre con una convergenza si hanno più possibilità di split

    Scusa la spiegazione terra terra, attendo altri luminari per spiegazioni più approfondite.

    A mio modo di vedere quest'anno siamo in una situazione ibrida, ovvero dopo la prossima fase di convergenza e di tracollo dell'AO avremo un riaccorpamento del VP, poi ci sarà da valutare il discorso NAM ma questa è un'altra storia, ed in seguito dopo questa fase di riaccorpamento bisognerà vedere come si disporrà nuovamente la wave1 e se la ripartenza dei flussi sarà a carico di una o due onde e in che posizione...
    Ultima modifica di Iceman84; 14/11/2017 alle 11:42

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •