Pagina 3 di 10 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 99
  1. #21
    Bava di vento
    Data Registrazione
    20/02/18
    Località
    Montecatini Terme
    Messaggi
    168
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2018

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    devi però anche valutare le condizioni che hanno generato una certa sinottica
    in questo caso il rinforzo altopressorio della seconda parte di aprile non ha nulla a che vedere con gli ingredienti tipici della stagione estiva, quali impostazione ssta, fasi mjo prevalenti, IOD, AMO ecc
    si è trattato paradossalmente proprio di un anomalo rinforzo del vp (toccato il valore più alto di tutto il suo decorso stagionale) che è stato immediatamente seguente a un effimera quanto potente saccatura in approfondimento in pieno atlantico che è stato l'innesco
    il rinforzo del getto polare ha poi rinforzato i gpt alle latitudini settentrionali
    non si tratta quindi a mio avvviso di una dinamica che possa dare alcuna indicazione in merito alla prossima stagione
    Grazie per il chiarimento.
    Però, alla fine, un grosso "problema" (dipende dai punti di vista ) delle estati non è proprio quello sprofondamento continuo delle perturbazioni a largo dell'iberia? Gira e rigira, nel caso si riproponesse lo schema ancora, potrebbe essere un input per l'estate, indipendentemente dall'altezza dell'ITCZ.
    Ho detto una fesseria?

  2. #22
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    3,653
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2018

    Citazione Originariamente Scritto da Giulian837 Visualizza Messaggio
    Grazie per il chiarimento.
    Però, alla fine, un grosso "problema" (dipende dai punti di vista ) delle estati non è proprio quello sprofondamento continuo delle perturbazioni a largo dell'iberia? Gira e rigira, nel caso si riproponesse lo schema ancora, potrebbe essere un input per l'estate, indipendentemente dall'altezza dell'ITCZ.
    Ho detto una fesseria?
    certo hai ragione
    ci possono essere infatti più opzioni per portare il grosso delle masse subtropicali
    un'estate come quella scorsa per esempio è stata fortemente condizionata dal WAM e non dalla disposizione del getto atlantico che altresì scorreva abbastaza spedito

  3. #23
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    29
    Messaggi
    1,381
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2018

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    certo hai ragione
    ci possono essere infatti più opzioni per portare il grosso delle masse subtropicali
    un'estate come quella scorsa per esempio è stata fortemente condizionata dal WAM e non dalla disposizione del getto atlantico che altresì scorreva abbastaza spedito
    Concordo al 100% con i tuoi ultimi messaggi Alessandro. Abbiamo visto l’estate scorsa che anche in assenza di situazioni bloccate con lp sull’iberia (questo schema nefasto lo abbiamo avuto solo per qualche giorno ad agosto), l’estate ha fatto la voce grossa ugualmente proprio a causa dell’itcz altissima e quindi una cella di Hadley che praticamente era sulla nostra testa . Altresì è vero anche quello che sostiene Giulian, può capitare di avere ondate di caldo con itcz bassa o in media se la configurazione è tale da richiamare intense correnti meridionali sull’Italia. Come già spiegato da Alessandro l’attuale fase nulla ha a che vedere con l’itcz, se ricordate una situazione analoga di è avuta anche a fine marzo ma allora la stagione ancora troppe prematura, con continente ancora più freddo rispetto all’oceano, ha consentito una risoluzione rapida, al contrario della situazione attuale, dove un continente già piuttosto caldo ha consentito la formazione del robusto hp di blocco.
    Per quanto riguarda la volatilità dell’itcz, non sono molto d’accordo, vero che può avere variazioni anche improvvise ma mediamente l’andamento dei monsoni segue un andamento per periodi anche abbastanza lunghi e sappiamo anche che sono influenzati dalle ssta di alcune zone chiave (TSA,TNA, IOD) e questo ci consente di abbozzare delle previsioni anche a lungo termine per l’andamento dell’itcz

  4. #24
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    3,855
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2018

    Ben ritrovati a tutti.
    Questo periodo comincia a diventare importante in chiave di modulazione del jet stream estivo.
    Le dinamiche riguardanti il getto moduleranno in maniera decisiva le ssta atlantiche che saranno uno dei parametri da guardare per l'andamento del getto estivo.
    L'anno passato usai una metafora riguardante il "torrente".
    Ora siamo nel periodo dove il torrente (jet stream) modula il suo letto, sassi, anse etc etc (SSTA)
    Quando la forza del jet stream verrà meno ci troveremo nella situazione opposta dove le SSTA (corso del torrente) modulerà il jet stream ( acqua)
    Poi come detto da Andrea, Alessandro, Daniele e gli altri dovremmo valutare le ITCZ con l'annesso WAM e l'estensione della cella di Hadley

    L'estate dell'anno passato pesa ancora.....e in effetti la stagione estiva sta diventando veramente uno spauracchio......
    #SAVETHEBEAR

  5. #25
    Bava di vento
    Data Registrazione
    20/02/18
    Località
    Montecatini Terme
    Messaggi
    168
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2018

    Alla fine, in estate, ci sono talmente tanti parametri che possono remare a favore della stabilità e della siccità che, se per caso fallisce uno (vedi mancanza di falla iberica lo scorso anno), ce ne è sempre un altro a compensare.

  6. #26
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    12,604
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2018

    Domanda, il WAM cosa è?

  7. #27
    Bava di vento
    Data Registrazione
    30/12/14
    Località
    volta mantovana(MN)
    Età
    27
    Messaggi
    223
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2018

    Dovrebbe esseri il monsone africano

  8. #28
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    29
    Messaggi
    1,381
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2018

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Domanda, il WAM cosa è?
    Il monsone dell’Africa occidentale

  9. #29
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    12,604
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2018

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Il monsone dell’Africa occidentale
    Ah ok, lo chiamavo il monsone del Golfo di Guinea non sapevo avesse questo nome

  10. #30
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di 4ecast
    Data Registrazione
    23/01/06
    Località
    Ansa dell'Arno
    Messaggi
    12,244
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2018

    L'ITCZ è stato l'indice più importante da considerare nelle reanalysis per l'estate 2017.
    Always looking at the sky

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •