Pagina 63 di 86 PrimaPrima ... 1353616263646573 ... UltimaUltima
Risultati da 621 a 630 di 857
  1. #621
    Vento forte L'avatar di Sneg
    Data Registrazione
    04/09/16
    Località
    Chiusa di Pesio (CN)
    Età
    34
    Messaggi
    4,508
    Menzionato
    55 Post(s)

    Predefinito Re: Strani nomi di cose dialettali

    Un proverbietto in dialetto stavolta inglese, dai
    Vediamo: "Rwein-an samwuans pareidj"
    Che sarà mai sta roba?
    I don't know what's 'round the corner way, I feel right now...

  2. #622
    Burrasca L'avatar di meteo_vda_82
    Data Registrazione
    01/10/05
    Località
    Torgnon VdA 1350mt
    Età
    38
    Messaggi
    6,758
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Strani nomi di cose dialettali

    Citazione Originariamente Scritto da Meteo65 Visualizza Messaggio
    Lo so che in Puglia c'è una tale varietà di dialetti, dal Gargano al Salento, che è veramente sorprendente anche per noi pugliesi.
    Si passa dal francese antico (il provenzale come dici tu, giustamente) di Faeto, al tedesco (nel barese in particolare) fino al greco (o griko come lo chiamano in Salento), per finire all'albanese (sempre in Salento) e ad altri dialetti particolari
    A Faeto sono stato a soggiornare tanti anni fa, con amici; andammo a passare un weekend in un bel agriturismo del posto.
    La domenica mattina, ricordo che uscimmo a spasso per il paese, ed entrammo in un panificio di Faeto per comprare dei taralli locali (ottimi), e poi, mi pare di ricordare anche per il prosciutto, altrettanto famoso.
    Questi, tra loro praticamente parlavano francese, , con noi poi parlarono italiano, ma io rimasi davvero sbalordito.
    Anccora più sbalordito rimasi quando chiesi alla proprietaria: " ma voi, parlate francese come dialetto, oppure è proprio il vostro idioma?
    Risposta: No, non è dialetto, è proprio la nostra lingua che usiamo ogni giorno nel parlare, ovvio che a scuola studiamo italiano, ma a casa parliamo praticamente francese
    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    A Faeto e Celle S. Vito, sulla Daunia, c'è un'isola franco-provenzale
    Ciao Meteo 65, Ciao Stefano.... si infatti in questi paesi parlano un dialetto molto simile al mio! quelle due isole linguistiche, lontane più di 1000 km dall'area franco-provenzale, sono un po' un mistero in realtà....pare che ci sia stata un immigrazione mediovale (forse soldati?) e la cosa strana è che questi dialetti si siano mantenuti fino ai giorni nostri considerando che i parlanti non sono tantissimi e non ci sia stata un assimilazione da parte dei dialetti pugliesi...
    Comunque loro partecipano regolarmente al "Concours Cerlogne" qua in Valle d'Aosta, una "festa del patois" dei bambini e ragazzi dell'infanzia, primaria e secondaria (dove vengono presentati i lavori di ricerca in patois - su tematiche relative alla vita quotidiana- che viene svolto da ogni classe).
    Ricordo di averli sentiti parlare in patois, quelli della mia generazione probabilmente lo parlano ancora tra di loro.
    Ultima modifica di meteo_vda_82; 09/04/2020 alle 00:38
    Residenza: Torgnon (AO) 1350 mt
    Lavoro: Saint-Christophe (AO) 550 mt

  3. #623
    Vento teso L'avatar di paroplapi
    Data Registrazione
    18/08/08
    Località
    Yenne (Francia)
    Età
    51
    Messaggi
    1,558
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Strani nomi di cose dialettali

    Qui una bella mappa dei dialetti (forse già segnalata nella prima parte del 3d):
    Mappa delle lingue e dei dialetti italiani : italy

  4. #624
    Bava di vento L'avatar di Andreas94
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    25
    Messaggi
    227
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Strani nomi di cose dialettali

    Citazione Originariamente Scritto da paroplapi Visualizza Messaggio
    Qui una bella mappa dei dialetti (forse già segnalata nella prima parte del 3d):
    Mappa delle lingue e dei dialetti italiani : italy
    Mappa molto ben fatta, e parla esplicitamente di "lingue" e ne distingue le varianti, la mia è quella veneta dell'alto vicentino.
    Nel caso di quella veneta, mostra anche le isole linguistiche venete nella bassa friulana.
    In teoria esistono isole linguistiche venete anche in alcune zone del Lazio (se non sbaglio nell'Agro Pontino) e nella zona di Arborea in Sardegna.

  5. #625
    Vento teso L'avatar di paroplapi
    Data Registrazione
    18/08/08
    Località
    Yenne (Francia)
    Età
    51
    Messaggi
    1,558
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Strani nomi di cose dialettali

    Citazione Originariamente Scritto da meteo_vda_82 Visualizza Messaggio
    .pare che ci sia stata un immigrazione mediovale (forse soldati?)
    Trovato sul web:
    "Il Francoprovenzale, oltre che nei 42 Comuni della provincia di Torino ed altre località del Piemonte, Valle d’Aosta, Alta Savoia e parte della Svizzera, viene parlato anche nei Comuni di Celle di San Vito e Faeto, in provincia di Foggia. I due Comuni distano tra loro circa 2 chilometri in linea d’aria e sono situati ai piedi del Monte Cornacchia (m. 1151 s.l.m.) considerato il tetto della Puglia. Una caratteristica di Celle e Faeto, che li contraddistingue dagli altri centri meridionali, è che, quasi come se l’idioma si fosse ibernato, si continua a parlare il Francoprovenzale. La maggior parte delle ipotesi più accreditate è quella di far risalire l’origine della parlata alla venuta di 200 soldati francesi nelle Puglie al seguito di Carlo I d’Angiò intorno all’anno 1.300 per combattere i Saraceni lì assediati."

  6. #626
    Vento moderato L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    59
    Messaggi
    1,172
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Strani nomi di cose dialettali

    Citazione Originariamente Scritto da Sneg Visualizza Messaggio
    Benissimo, abbiamo fatto chiarezza
    Ricordavo che l'islandese fosse un po' a sé, ma evidentemente non è così.
    Perdonami, ma non ho studiato linguistica
    Ricordavi bene, è sempre una lingua germanica, ma ben diversa dalle altre.
    Io che so il Danese, uno svedese o norvegese li capisco, ma un islandese mica tanto.

  7. #627
    Vento moderato L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    59
    Messaggi
    1,172
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Strani nomi di cose dialettali

    Citazione Originariamente Scritto da simo89 Visualizza Messaggio
    Grande! Di dov'è erano i tuoi?
    Novellara e Correggio, mia mamma di Reggio città, e parla ancora con le e aperte dopo sessant'anni a Modena

  8. #628
    Uragano L'avatar di simo89
    Data Registrazione
    31/08/05
    Località
    Rivalta (RE) 96 mslm
    Età
    31
    Messaggi
    21,346
    Menzionato
    35 Post(s)

    Predefinito Re: Strani nomi di cose dialettali

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Novellara e Correggio, mia mamma di Reggio città, e parla ancora con le e aperte dopo sessant'anni a Modena
    Ah bein mo t'è un piansan!

    Beh, considerando che a Modena parlano con le vocali ancora più aperte che a Reggio, ci sta...

  9. #629
    Vento moderato L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    59
    Messaggi
    1,172
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Strani nomi di cose dialettali

    Citazione Originariamente Scritto da simo89 Visualizza Messaggio
    Ah bein mo t'è un piansan!

    Beh, considerando che a Modena parlano con le vocali ancora più aperte che a Reggio, ci sta...
    Tu sei originario della montagna? Un mio caro parente sta a Vetto.

    Le e aperte intendevo nel pronunciare l'Italiano.

  10. #630
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/10
    Località
    Tarcento (UD) - 230 mslm
    Età
    43
    Messaggi
    815
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Strani nomi di cose dialettali

    Citazione Originariamente Scritto da Andreas94 Visualizza Messaggio
    Mappa molto ben fatta, e parla esplicitamente di "lingue" e ne distingue le varianti, la mia è quella veneta dell'alto vicentino.
    Nel caso di quella veneta, mostra anche le isole linguistiche venete nella bassa friulana.
    In teoria esistono isole linguistiche venete anche in alcune zone del Lazio (se non sbaglio nell'Agro Pontino) e nella zona di Arborea in Sardegna.
    Sicuramente
    deriva dal fatto che il Duce, dovendo bonificare l'Agro Pontino aveva bisogno di creare dal nulla appezzamenti terrieri e grandi fattorie
    Vennero quindi prelevate intere famiglie di contadini friulani, del Basso veneto e Ferraresi e portati in questo "inferno" malarico, un deserto all'epoca in quanto non c'era nulla
    Erano prevalentemente famiglie povere, con decine di figli
    Non coloni, ma deportati

    Ma perchè friulani e veneti?
    Perchè erano mezzadri, abituati a questo sistema invece che al latifondo

    Le comunità friulane in Agro Pontino sono attive e legate fra loro, mantengono tradizioni e spesso anche la lingua (chiaramente nel tempo sempre più sfumata)
    Esistono addirittura dei "capo comunità" friulana nei comuni di B.Go Vodice, B.go San Donato, Sabaudia, B.Go Hermada, B.go Isonzo, Cisterna, Latina, B.Go Santa Maria, Fecitola, Tor Tre Ponti, B.Go sabotino..... che coordinano le varie attività durante l'anno

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •