Pagina 2437 di 2635 PrimaPrima ... 1437193723372387242724352436243724382439244724872537 ... UltimaUltima
Risultati da 24,361 a 24,370 di 26347
  1. #24361
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,830
    Menzionato
    91 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    C'è una cosa che non mi è chiara...
    L'idea degli USE per carità, non sia mai, è tutta roba burocratica ecc. ecc.
    In compenso mercato comune sì, politica estera (compresa la spinosa questione migranti sì) comune sì, difesa comune anche.

    Ora... Se l'obiettivo non deve essere una vera unione per quale cavolo di motivo Stati diversi e concorrenti dovrebbe avere politica estera o difesa comune?
    Se l'obiettivo non è un'unione vera allora francamente che i migranti se li tengano Spagna, Italia e Grecia.
    E se la Libia dovesse dichiarare guerra all'Italia cavoli suoi.

    Per non parlare di problemi al sistema bancario che proprio dovrebbe essere per conto suo...
    Qua ti dovrebbe rispondere @Friedrich
    Ci sono al momento 4 visioni di Europa:
    -ognuno per i cavoli suoi,in nome delle "peculiarità", torniamo a prima del 1950 e chi si è visto si è visto(Le Pen, sovranisti nostrani);
    -Europa come area di libero scambio(è la posizione tradizionale dei conservatori britannici, di AFD e non so se pure di @Friedrich e di @marco85 ma forse sì);
    -Europa come Confederazione di Stati(è la posizione dei cristiano democratici merkeliani, del centrodestra spagnolo e portoghese e piace molto anche a me. Non so se anche a @snowaholic e @nevearoma ma ho indizi in tal senso,specie per il secondo. In Italia è la linea dell'opinionista Panebianco, di Oscar Giannino e lo era pure di Sapelli,prima che si desse al complottismo hard e al neokeynesianesimo);
    -Stati Uniti d'Europa, cioà stato federale sul modello USA.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  2. #24362
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,733
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Qua ti dovrebbe rispondere @Friedrich
    Ci sono al momento 4 visioni di Europa:
    -ognuno per i cavoli suoi,in nome delle "peculiarità", torniamo a prima del 1950 e chi si è visto si è visto(Le Pen, sovranisti nostrani);
    -Europa come area di libero scambio(è la posizione tradizionale dei conservatori britannici, di AFD e non so se pure di @Friedrich e di @marco85 ma forse sì);
    -Europa come Confederazione di Stati(è la posizione dei cristiano democratici merkeliani, del centrodestra spagnolo e portoghese e piace molto anche a me. Non so se anche a @snowaholic e @nevearoma ma ho indizi in tal senso,specie per il secondo. In Italia è la linea dell'opinionista Panebianco, di Oscar Giannino e lo era pure di Sapelli,prima che si desse al complottismo hard e al neokeynesianesimo);
    -Stati Uniti d'Europa, cioà stato federale sul modello USA.
    Domenico, a mio parere è l'unica soluzione fattibile. Anche perché ricalca la situazione attuale effettiva
    l'ultima soluzione è praticamente non percorribile se non tra centinaia di anni e gli americani avevano visto giusto quando ci criticavano 20 anni fa (forse anche per scoraggiarci)
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

  3. #24363
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,830
    Menzionato
    91 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    Domenico, a mio parere è l'unica soluzione fattibile. Anche perché ricalca la situazione attuale effettiva
    l'ultima soluzione è praticamente non percorribile se non tra centinaia di anni e gli americani avevano visto giusto quando ci criticavano 20 anni fa (forse anche per scoraggiarci)
    Penso pure io ma io e te sono anni che siamo di questo avviso.Io esattamente dal 2013
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  4. #24364
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/06/18
    Località
    Somma Lombardo
    Età
    41
    Messaggi
    465
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Avete dimenticato di considerare una cosa importantissima: la società attuale è basata su un modello consumistico di tipo capitalistico, in cui la parola d'ordine è solo una: CONSUMARE. Ma le risorse, per quanto la tecnologia possa svilupparsi, non crescono mai al ritmo della tecnologia stessa, per cui verrà il momento in cui questo consumismo provocherà una crisi economica mondiale gravissima, con conflitti a non finire, destabilizzazione politica e fame. Di conseguenza quale sarebbe il sistema migliore? Il sistema migliore secondo me è quello di abolire completamente la proprietà privata ed adottare una forma rigida di collettivismo socialista in cui il singolo lavora per lo Stato e consuma lo stretto necessario per vivere, in questo modo ci saranno sempre risorse in abbondanza. Purtroppo, però, nella guerra tra i due blocchi hanno vinto gli USA, ma saranno loro a portare il mondo alla rovina, fidatevi.

  5. #24365
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,612
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Tornado78 Visualizza Messaggio
    Il sistema migliore secondo me è quello di abolire completamente la proprietà privata ed adottare una forma rigida di collettivismo socialista in cui il singolo lavora per lo Stato e consuma lo stretto necessario per vivere, in questo modo ci saranno sempre risorse in abbondanza.
    S'è visto come ha funzionato bene in passato.


  6. #24366
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    10/06/18
    Località
    Somma Lombardo
    Età
    41
    Messaggi
    465
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    @NoSync: In realtà è il comunismo dei soviet che è fallito, ma nei Kolkotz israeliani esso è ancora presente e continua a prosperare, Israele per molto tempo si è fondato su forme di collettivismo in cui i mezzi di produzione erano collettivi ed ancora oggi continuano ad esserci fattorie collettive, quindi non è assolutamente detto che il modello sia per forza fallimentare a prescindere…….

  7. #24367
    Brezza tesa L'avatar di David Gilmour
    Data Registrazione
    20/10/11
    Località
    BASIGLIO
    Messaggi
    940
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Tornado78 Visualizza Messaggio
    Purtroppo, però, nella guerra tra i due blocchi hanno vinto gli USA, ma saranno loro a portare il mondo alla rovina, fidatevi.
    quotone, basti vedere la loro grande visione della difesa personale: tutti armati di pistola e ogni tre mesi stragi di 20 persone fatte fuori nei licei per il solito pazzoide a cui paparino aveva preso la Glock in offerta.

    Su questo siamo avanti anni luce e ringrazio il cielo non abbiamo la loro cultura.


    Baratterei le loro donne con le nostre, ma questo è un OT dell'OT...

  8. #24368
    Vento teso
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    34
    Messaggi
    1,546
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Qua ti dovrebbe rispondere @Friedrich
    Ci sono al momento 4 visioni di Europa:
    -ognuno per i cavoli suoi,in nome delle "peculiarità", torniamo a prima del 1950 e chi si è visto si è visto(Le Pen, sovranisti nostrani);
    -Europa come area di libero scambio(è la posizione tradizionale dei conservatori britannici, di AFD e non so se pure di @Friedrich e di @marco85 ma forse sì);
    -Europa come Confederazione di Stati(è la posizione dei cristiano democratici merkeliani, del centrodestra spagnolo e portoghese e piace molto anche a me. Non so se anche a @snowaholic e @nevearoma ma ho indizi in tal senso,specie per il secondo. In Italia è la linea dell'opinionista Panebianco, di Oscar Giannino e lo era pure di Sapelli,prima che si desse al complottismo hard e al neokeynesianesimo);
    -Stati Uniti d'Europa, cioà stato federale sul modello USA.
    per quanto mi riguarda non mi pongo in posizioni preconcette, osservo solo il fallimento dell'attuale modello europeo ed auspico un ritorno alle ricette che in passato avevano funzionato e bene, eliminando tutto ciò che al momento non è solo superfluo ma anche dannoso e motivo di continui scontri tra fazioni contrapposte. In sostanza credo che in Ue debbano farsi un attento esame di coscienza e fare un doloroso ma necessario passo indietro. Ma ne avranno mai il coraggio e la lungimiranza?!?
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  9. #24369
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,830
    Menzionato
    91 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Tornado78 Visualizza Messaggio
    @NoSync: In realtà è il comunismo dei soviet che è fallito, ma nei Kolkotz israeliani esso è ancora presente e continua a prosperare, Israele per molto tempo si è fondato su forme di collettivismo in cui i mezzi di produzione erano collettivi ed ancora oggi continuano ad esserci fattorie collettive, quindi non è assolutamente detto che il modello sia per forza fallimentare a prescindere…….
    Sono 4 gatti e fanno molto folclore ma in realtà la libertà economica nello Stato di Israele,stando alle graduatorie internazionali, è ben maggiore di quella che c'è in Italia
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  10. #24370
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,830
    Menzionato
    91 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    per quanto mi riguarda non mi pongo in posizioni preconcette, osservo solo il fallimento dell'attuale modello europeo ed auspico un ritorno alle ricette che in passato avevano funzionato e bene, eliminando tutto ciò che al momento non è solo superfluo ma anche dannoso e motivo di continui scontri tra fazioni contrapposte. In sostanza credo che in Ue debbano farsi un attento esame di coscienza e fare un doloroso ma necessario passo indietro. Ma ne avranno mai il coraggio e la lungimiranza?!?
    Articolo ben scritto su quanto sia pericolosa la nostalgia per un passato che non si può più ripetere:
    Quei "meravigliosi" anni Settanta - Phastidio.net
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •