Pagina 2446 di 2610 PrimaPrima ... 1446194623462396243624442445244624472448245624962546 ... UltimaUltima
Risultati da 24,451 a 24,460 di 26092
  1. #24451
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,472
    Menzionato
    86 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    Dicevo in termini generali.. se io sostengo una flat tax e quindi cerco di ridurre le tasse alle aziende, cosa peraltro fatta in minima parte anche dal Governo Renzi, che ha ridotto l'Ires alle imprese, io sto facendo una politica economica che va più verso la destra, poiché la riduzione delle tasse alle imprese non è un'operazione che fa un Governo di sinistra che in teoria dovrebbe essere più "statalista".

    E' ovvio che viene visto come assistenzialismo, ma non mettiamo la flat tax, non mettiamo il reddito di cittadinanza, lasciamo la Fornero com'è.. allora teniamoci il Governo Monti, che ha portato ancora di più l'italia in recessione con un tipo di politica che ha scoraggiato i consumi. Per carità, abbiamo problemi strutturali che sono venuti fuori per tutto quello che è successo fino al 1992, ma almeno bisogna provarci a "mettere qualcosa in tasca alla gente" come del resto anche i precedenti governi avevano provato a fare.. io lavoro in un patronato/caf e sono tutti i gg a contatto con il Reddito d'inclusione, il bonus Bebè, ecc...
    la nostra spesa per pensioni, in rapporto al Pil, è la più alta del mondo.
    Dal 2001 ad oggi i pensionati hanno mantenuto il loro potere d'acquisto meglio di chi lavora, di circa un 10%.
    E tu che fai?
    Alzi le pensioni a chi non ha versato i contributi.
    Così chi come me ha 40 anni, e per i più giovani peggio, non avrà più futuro perché lo Stato avrà più debiti di un giocatore d'azzardo rovinato.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  2. #24452
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,472
    Menzionato
    86 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    Di solito questo Governo viene chiamato fascista da coloro che sono favorevoli all'immigrazione incontrollata, o da coloro che odiano il movimento 5 stelle per quello che successe il 16 febbraio 2016 al Senato.

    Io credo che un Governo, sulla politica economica, non vada giudicato per le sue posizioni sui diritti civili ma per quello che fa dal punto di vista dei diritti economici.. si può criticare aspramente la manovra, ma ricordiamo che introdurre un reddito di cittadinanza non è certo una politica di destra, semmai è la Lega che con Flat tax fa una politica di destra.

    I comunisti dell'est europeo hanno tante colpe e non direi che siano meglio dei fascisti. Ripeto, senza avercela assolutamente con te, anzi mi dai uno spunto per scrivere , che la manovra sarà sbagliata , ma va giudicata sbagliata dal punto di vista economico, e non chiamare fascista un Governo solo perché non vuole far entrare centinaia di migliaia di poveri provenienti da paesi con fede e cultura del diritto molto diversa dalla nostra, o perché non sta a pensare alle rivendicazioni della comunità LBGT o come si chiama....
    Preside',quanto qualunquismo Eppure non è difficile da capire,sono regole del mercato:se hai un debito lo devi restituire prima di programmare nuove spese.Poi qui mancano norme contro la corruzione ,l'evasione ,le mafie.Non c'è nessuna promozione dell'occupazione.
    Ultima modifica di Josh; 28/09/2018 alle 17:03
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  3. #24453
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,472
    Menzionato
    86 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    @Presidente (ma questo discorso lo facemmo pure con @marco85), il mercato non è proprietario della ns vita, lo è il debito. Se tu hai bisogno di soldi ti rivolgi a chi te li può dare.. Se però i debiti salgono, salgono e poi salgono, se tu ti rivolgi al mercato, questo ti chiede delle garanzie di restituzione.. Se non si fida, ti chiederà un tasso di interesse più alto. Ecco perché la solidità dei conti è importante.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  4. #24454
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    83
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Preside',quanto qualunquismo Eppure non è difficile da capire,sono regole del mercato:se hai un debito lo devi restituire prima di programmare nuove spese.Poi qui mancano norme contro la corruzione ,l'evasione ,le mafie.Non c'è nessuna promozione dell'occupazione.
    Io rispondevo alla persona che chiama fascista un governo.. si sta esaminando la manovra economica, non i paragoni con i regimi del passato.. chi chiama fascista questo governo non lo fa perché è sbagliata la manovra. Parliamo della manovra e non di discorsi di diritti civili che non c'entrano nulla con la discussione. E senza riferirmi necessariamente all' utente che ha introdotto la parola fascista.
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

  5. #24455
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    83
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Caro Josh..
    Penso tu sappia che i debiti che ha l'italia non verranno mai restituiti.. il debito pubblico non è stato mai restituito da nessuno, tranne in parte il governo di Margaret Thatcher in GB negli anni '80.. l'unico modo è far aumentare il denominatore del rapporto debito /pil, cioè la produzione. Se non si può intervenire per aumentare la produzione, perché le risorse si prendono o a debito o stampando moneta, allora vuol dire che si è destinati al fallimento.. dal momento che se si tagliano gli sprechi, a volte si creano problemi a famiglie che con quegli sprechi ci campano.. diverso è il discorso del recupero dell' evasione fiscale. Ma in questo secondo caso ci vorranno anni. Le mie erano e sono osservazioni, non è che io faccia necessariamente il tifo per questa manovra.
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

  6. #24456
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Evidentemente chi ha fatto scendere in modo significativo il debito deve aver fatto miracoli.
    E poi ci sono quelli come noi che riusciranno per la seconda volta in 20 anni a farlo crescere sia in valore assoluto che in percentuale di PIL.
    Poi mi raccomando (e 3) al primo rallentamento della congiuntura lamentarsi "dell'austerità" e dell'assenza di adeguate politiche di welfare.
    E dar sempre la colpa a qualcun altro.
    E in più lamentarsi delle pensioni da fame...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  7. #24457
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,085
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    La gente comune non lo capisce, sentivo mia sorella affermare che la situazione era arrivata a un punto che andava aggiustato, che in pensione non ci si può andare a 70 anni ecc.
    Lo capiranno tutti più avanti

  8. #24458
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    83
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Comunque io mi aspettavo che lo spread arrivasse ad un punto più alto di quello che è..
    Diciamo che nel periodo del basso prezzo del petrolio e del QE di Draghi ci sono stati paesi che ne hanno approfittato e hanno fatto una serie di riforme, mentre da noi non si è fatto poiché la presenza di un'opposizione "populista " ha costretto il Governo a fare una serie di cose anche per "accontentare " qualcuno.. adesso quei populisti governano e non è che vadano a fare riforme che precedentemente non erano state fatte.
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

  9. #24459
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    Comunque io mi aspettavo che lo spread arrivasse ad un punto più alto di quello che è..
    Basta non avere fretta...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  10. #24460
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,472
    Menzionato
    86 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    Caro Josh..
    Penso tu sappia che i debiti che ha l'italia non verranno mai restituiti.. il debito pubblico non è stato mai restituito da nessuno, tranne in parte il governo di Margaret Thatcher in GB negli anni '80.. l'unico modo è far aumentare il denominatore del rapporto debito /pil, cioè la produzione. Se non si può intervenire per aumentare la produzione, perché le risorse si prendono o a debito o stampando moneta, allora vuol dire che si è destinati al fallimento.. dal momento che se si tagliano gli sprechi, a volte si creano problemi a famiglie che con quegli sprechi ci campano.. diverso è il discorso del recupero dell' evasione fiscale. Ma in questo secondo caso ci vorranno anni. Le mie erano e sono osservazioni, non è che io faccia necessariamente il tifo per questa manovra.
    Intanto l'odierna impennata dello spread e il tonfo in borsa ci hanno fatto bruciare più 22 miliardi in un solo giorno ..... praticamente la manovra che si preannuncia con la nota al def ...sapevatelo!

    Vale per l'Italia e vale per qualsiasi paese del mondo. E vale anzi per qualsiasi essere umano del mondo. Perché se tu mi presti mille euro che io ti chiedo perché sto in difficoltà, e il mese dopo te ne chiedo altri mille, e poi altri mille e così via, e tu mi vedi usare quei soldi per andare in pizzeria anziché per cercarmi un lavoro, pure tu cominci a perdere fiducia nella mia capacità di restituirti i soldi. E cominci a non darmeli più. O a darmeli a un tasso tanto più alto quanto è alto il rischio che io non te li dia. Così è come funziona.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •