Pagina 2493 di 2508 PrimaPrima ... 14931993239324432483249124922493249424952503 ... UltimaUltima
Risultati da 24,921 a 24,930 di 25080
  1. #24921
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,532
    Menzionato
    27 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Un conto è farlo con una singola autorità pienamente funzionante e legittimata ad agire, un altro sarebbe farlo con due diverse autorità statali, di cui una totalmente priva di legittimazione democratica (non si potranno mai organizzare elezioni in un contesto simile), con la Repubblica Italiana che avrebbe pieno diritto legale di reprimere militarmente la scissione (presumo proclamata unilateralmente dalle regioni a guida leghista, visto che l'unità nazionale è inviolabile a costituzione vigente).
    Uhm? No, io parlo comunque di una secessione a seguito di modifica costituzionale e referendum, è ovvio che una proclamata unilateralmente e senza legittimazione legale porterebbe alle conseguenze che citi. Immagino una cosa alla scozzese, non alla catalana, per intenderci.


  2. #24922
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    31
    Messaggi
    455
    Menzionato
    69 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da NoSync Visualizza Messaggio
    Uhm? No, io parlo comunque di una secessione a seguito di modifica costituzionale e referendum, è ovvio che una proclamata unilateralmente e senza legittimazione legale porterebbe alle conseguenze che citi. Immagino una cosa alla scozzese, non alla catalana, per intenderci.
    Ok, questo sarebbe un discorso diverso. Ma sarebbe una procedura lunga, difficilmente attuabile in una situazione di emergenza nazionale come quella dell'uscita dall'euro e richiederebbe una ampia maggioranza in tutto il Paese. Potrebbe arrivare a conclusione solo dopo diversi anni dall'eventuale uscita dall'euro e/o default, quindi tutte le conseguenze negative dell'uscita ve le prendereste comunque.

    Cosa succederebbe dopo un evento così traumatico è impossibile prevederlo, potrebbe anche essere che si crei una polarizzazione politica tra nord e sud sull'ipotesi di un ritorno nell'euro (ammesso che ci sia ancora un euro in cui rientrare). Ma sarebbe fantapolitica estrema, ci sono troppe incognite. Poi a me sembrava che Friedrich avesse avanzato uno scenario ben diverso in cui il nord rimaneva nell'euro da subito, magari ho capito male io.

  3. #24923
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    15,596
    Menzionato
    59 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Il primato degli stati nazione non è una conseguenza del neokeynesismo, ma una diretta conseguenza della necessità di avere strumenti di politica economica adeguata. Vale lo stesso per chiunque non consideri il mercato come una entità che tende all'equilibrio e all'efficienza in assenza di intervento statale, quindi classici, keynesiani, monetaristi, neokeynesiani ma non austriaci e neoclassici che prediligono lo stato debole.
    Dammi istituzioni europee in grado di essere efficaci quanto gli stati nazionali nel raggiungere obiettivi di politica economica e divento super europeista.
    Per averle,bisogna rassegnarsi a cessioni crescenti di sovranità.Finché gli Stati saranno iper gelosi delle loro prerogative,non si farà strada.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  4. #24924
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    31
    Messaggi
    455
    Menzionato
    69 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Per averle,bisogna rassegnarsi a cessioni crescenti di sovranità.Finché gli Stati saranno iper gelosi delle loro prerogative,non si farà strada.
    L'ho già detto che sono per gli USE, sono le vie di mezzo che mi preoccupano. Non per avversione ideologica, ma perché temo che risultino inefficaci e quindi producano un rigetto verso l'idea stessa di integrazione europea.

  5. #24925
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    12,704
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Cmq, se ci sono gli USE verrebbe meno la necessità di secessioni e secessioncine

  6. #24926
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    15,596
    Menzionato
    59 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Cmq, se ci sono gli USE verrebbe meno la necessità di secessioni e secessioncine
    Sì e no...con un'UE federale(secondo me non realizzabile in questo momento storico,manca il supporto politico,meglio una Confederazione di Stati alla Panebianco) paradossalmente l'erosione(che a me non dispiace) delle competenze dello Stato-nazione avverrebbe sia ad opera di Bruxelles che delle regioni europee.Le più ricche farebbero rete fra loro(ricordi la banana blu dello scorso decennio?).
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  7. #24927
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,532
    Menzionato
    27 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Poi a me sembrava che Friedrich avesse avanzato uno scenario ben diverso in cui il nord rimaneva nell'euro da subito, magari ho capito male io.
    L’unico scenario nel quale potrebbe capitare una cosa del genere è se Nord e Sud (per carità, non chiamiamola Padania perché mi viene l’orticaria) si mettessero d’accordo, con il secondo che secede dal primo a patto che il primo si carichi in spalla tutto il debito attuale. Mi sembra uno scenario improbabile.


  8. #24928
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    15,596
    Menzionato
    59 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    Più che scompisciarsi dalle risate, sarebbe il caso di capire le motivazioni dello sforamento.Una cosa è avvicinarsi al 3% preventivato di rapporto deficit/PIL(che a sua volta è diverso dal deficit rilevato a posteriori) per fare sgravi fiscali(vedi la Francia quest'anno), un'altra è per alimentare misure dal costo incerto e dal sapore vagamente peronista come il reddito di cittadinanza(o un'imitazione di flat tax a doppia aliquota,una specie di Frankestein fiscale).Il tutto con un governo pieno di gente che fino a due anni fa andava dicendo che ritornare alla lira e/o uscire dall'UE sarebbe stato auspicabile e forse anche realizzabile(i famosi elaboratori dei piani B e delle agende Bagnai),quindi con un rischio-ridenominazione del debito che impensierirebbe anche l'investitore più ottimista.
    Alla luce di ciò,dici che è meglio che ridiamo o facciamo funzionare i neuroni?
    Ultima modifica di Josh; 04/11/2018 alle 10:25
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  9. #24929
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    49
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    37 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    per fare sgravi fiscali(vedi la Francia quest'anno)
    Peraltro qui è da capire bene, magari @snowaholic lo sa, se si parla di sgravi fiscali o di anticipo di sgravi fiscali con immediato rientro del deficit già nel 2019 (come mi pare di aver letto tempo fa).
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  10. #24930
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    31
    Messaggi
    455
    Menzionato
    69 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Peraltro qui è da capire bene, magari @snowaholic lo sa, se si parla di sgravi fiscali o di anticipo di sgravi fiscali con immediato rientro del deficit già nel 2019 (come mi pare di aver letto tempo fa).
    La seconda che hai detto, non ricordo i dettagli ma alcune spese fiscali verranno anticipate e quindi ricadranno nel bilancio 2019 anche spese che a legislazione corrente sarebbero nel 2020, ma a regime la spesa resta invariata.
    Il saldo di bilancio strutturale che è diventato un elemento centrale della normativa europea continua a scendere in Francia, a differenza di quello italiano che aumenta anche secondo le stime ottimistiche del nostro governo..
    Ultima modifica di snowaholic; 05/11/2018 alle 12:31

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •