Pagina 2563 di 2645 PrimaPrima ... 156320632463251325532561256225632564256525732613 ... UltimaUltima
Risultati da 25,621 a 25,630 di 26442
  1. #25621
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    32
    Messaggi
    720
    Menzionato
    98 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Nel senso che io non posso chiedere quel che mi pare a chi mi pare?


    Peso ti tocca di darglielo nel momento in cui ti viene chiesto, però. Almeno finchè partecipi ad un topic aperto a tutti.



    Se a tutti interessassero le stesse cose non ci sarebbe nulla da discutere e sarebbe pure terribilmente noioso.



    Questa non è male.
    In effetti mi pagano a like, non lo sapevi?


    Va benissimo. Però se dobbiamo continuare in privato a "e da qui come vogliamo proseguire?" mi aspetto una risposta o la conversazione finisce al 1° post...
    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    ti potevo rispondere:
    1. "ma che ca..o me ne frega a me??"
    2. oppure a Roma si dice "te ne esci come i cavoli a merenda" (per non dire altra cosa)
    3. oppure "sei Ot con il discorso che sto facendo con Snow, grazie, hai perso un'occasione per far riposare la tua mano"


    vuoi questo dalle persone?
    Tutta questa discussione è scaturita dalla mia frase sulle colonie italiane?

    Non ho nemmeno capito l'oggetto del contendere, mi pare siamo tutti d'accordo sul fatto che la democraticità o meno di uno stato non ha alcuna influenza sostanziale sull'atteggiamento degli stati occidentali nei suoi confronti. In diplomazia ci sono solo amici e nemici, la forma di governo al di là delle dichiarazioni di facciata non ha importanza.

    Le istituzioni hanno invece grande importanza nello sviluppo economico e sociale, nonché nel rischio che si sviluppino conflitti, interni o verso altri Stati confinanti. È in questo il lascito delle potenze coloniali è stato piuttosto rilevante.



    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

  2. #25622
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,780
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Tutta questa discussione è scaturita dalla mia frase sulle colonie italiane?

    Non ho nemmeno capito l'oggetto del contendere, mi pare siamo tutti d'accordo sul fatto che la democraticità o meno di uno stato non ha alcuna influenza sostanziale sull'atteggiamento degli stati occidentali nei suoi confronti. In diplomazia ci sono solo amici e nemici, la forma di governo al di là delle dichiarazioni di facciata non ha importanza.

    Le istituzioni hanno invece grande importanza nello sviluppo economico e sociale, nonché nel rischio che si sviluppino conflitti, interni o verso altri Stati confinanti. È in questo il lascito delle potenze coloniali è stato piuttosto rilevante.



    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    segue messaggio privato
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

  3. #25623
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    32
    Messaggi
    720
    Menzionato
    98 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Tengono famiglia, Francia o Spagna purchè se magna ecc. ecc. E' tutto in continuità...

    Anche quella originaria lo era nei sogni. A meno di non pensare che 0.36 (così li faccio contenti...) punti di PIL cambino una manovra da pensantemente recessiva a espansiva: i capisaldi erano gli stessi, son solo cambiati i saldi (ed è il motivo per cui sono giunto alla conclusione che anche i giudizi in materia della commissione siano quasi completamente inutili).

    Ma "il divertimento" non è adesso... Il divertimento sarà quando ci saranno da coprire i 22 miliardi di aumento IVA dell'anno prossimo.
    Perchè fa bene ricordare ogni tanto che un tempo quando c'erano da trovare 22 miliardi si parlava di manovra lacrime e sangue; l'anno prossimo ci sono da trovare 22 miliardi per non fare nulla. Ovviamente anche i 22 miliardi dati dall'aumento dell'IVA (anche questi nei sogni ovviamente, visto l'impatto che avrebbe) avranno come conseguenza un boom economico l'anno prossimo...
    Non ho mai detto che fosse molto espansiva, era uno stimolo da mezzo punto di PIL, poteva valere 0,4 punti di crescita massimo come effetto sulla domanda, che sarebbero stati comunque annullati dall'effetto spread. Togli 0,36 e non resta nulla nemmeno di stimolo alla domanda, anche perché credo che l'avanzo primario sia cambiato più di 0,36 vista la necessità di compensare i maggiori interessi (non ho trovato il numero preciso).

    Però ormai l'effetto spread è acquisito e sperare che l'economia si riprenda perché adesso entrano in vigore i provvedimenti della manovra come sento dire da esponenti del governo è fantasia.

    Le clausole saranno un problema gigantesco e ma secondo me sarà già un problema il deficit 2018 che rischia di andare ben oltre le previsioni. Sono curioso di vedere cosa si inventeranno nel DEF che va presentato entro il 10 aprile, quindi tra due mesi e prima delle europee.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Ultima modifica di snowaholic; 04/02/2019 alle 19:52

  4. #25624
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    ti potevo rispondere:
    1. "ma che ca..o me ne frega a me??"
    2. oppure a Roma si dice "te ne esci come i cavoli a merenda" (per non dire altra cosa)
    3. oppure "sei Ot con il discorso che sto facendo con Snow, grazie, hai perso un'occasione per far riposare la tua mano"


    vuoi questo dalle persone?
    Come direbbero a Roma "mi avrebbe fatto strano" visto che era la risposta alla domanda che avevi fatto tu...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  5. #25625
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Le clausole saranno un problema gigantesco e ma secondo me sarà già un problema il deficit 2018 che rischia di andare ben oltre le previsioni.
    Beh no... Con il boom economico del secondo semestre sarà più basso...
    Direi che un 2.04% stimato su crescita dell'1% sarà certamente più alto visto che per fare un +1% di PIL quest'anno ci vorrà l'intervento in persona di Padre Pio...
    BTW, io non ti mica attribuito un "molto espansiva"
    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Sono curioso di vedere cosa si inventeranno nel DEF che va presentato entro il 10 aprile, quindi tra due mesi e prima delle europee.
    Io dico un bel nulla in salsa di niente. Accetto scommesse...
    E sarà colpa dell'Europa comunque.
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  6. #25626
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    32
    Messaggi
    720
    Menzionato
    98 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Beh no... Con il boom economico del secondo semestre sarà più basso...
    Direi che un 2.04% stimato su crescita dell'1% sarà certamente più alto visto che per fare un +1% di PIL quest'anno ci vorrà l'intervento in persona di Padre Pio...
    BTW, io non ti mica attribuito un "molto espansiva"


    Io dico un bel nulla in salsa di niente. Accetto scommesse...
    E sarà colpa dell'Europa comunque.
    L' elasticità del deficit rispetto alla crescita è circa -0.5 in Italia, quindi un punto di PIL in meno comporterebbe 0.5 di deficit in più. Praticamente con il PIL a +0.3 finiamo di nuovo al 2.4 di deficit senza aver fatto alcun provvedimento espansivo. Ma in quel caso probabilmente ce lo concederebbero per evitare una manovra prociclica in corso d'anno.

    Bisogna poi vedere cosa succede realmente alla spesa con quota 100 e rdc che hanno un costo molto difficile da stimare, nonché agli effetti potenziali della fatturazione elettronica sul gettito.

    Dovendo scommettere sul DEF io punto sul calcio della lattina, continueranno a vedere una crescita inesistente e lasceranno lì le clausole dicendo che le toglieranno in autunno.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

  7. #25627
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise e Latina
    Messaggi
    17,034
    Menzionato
    96 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Beh no... Con il boom economico del secondo semestre sarà più basso...
    Direi che un 2.04% stimato su crescita dell'1% sarà certamente più alto visto che per fare un +1% di PIL quest'anno ci vorrà l'intervento in persona di Padre Pio...
    BTW, io non ti mica attribuito un "molto espansiva"


    Io dico un bel nulla in salsa di niente. Accetto scommesse...
    E sarà colpa dell'Europa comunque.
    ìMa anche della TAV inutile Quindi per Toninelli la priorità sarebbe la ferrovia ad alta velocità Roma-Pescara, da costruire in un'area non solo impervia ma fra le più sismiche d'Europa e peraltro fra due città collegatissime dalle compagnie di autobus. Il tutto perché a questi qui i collegamenti internazionali non interessano un kaiser, l'importante è stare chiusi nel paesello a decrescere felici.
    Vale per tutta la politica economica, mica solo per quella infrastrutturale
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  8. #25628
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise e Latina
    Messaggi
    17,034
    Menzionato
    96 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Questa è per @Presidente:
    Rimesse: ecco il vero grande ‘aiuto’ per i Paesi in via di sviluppo — L'Indro

    Parlando delle rimesse dei migranti verso il proprio Paese non si può non ricordare l’importanza che questo fenomeno ha avuto nella storia d’Italia e nel suo sviluppo economico. Prima, però, di affrontare una precisa ricostruzione storica, sarà il caso di fare riferimento al presente e segnalare che ancora oggi esiste un’emigrazione degli italiani e delle rimesse in entrata.
    Federico Fubini sul ‘Corriere della Sera’, riprendendo la relazione della Banca d’Italia, nota che nel 2016 si è arrivati a 646 milioni di euro inviati in Italia da chi lavora all’estero, somma quasi triplicata in poco più di dieci anni: si può ritenere che le rimesse servano ad integrare il reddito di circa 50 mila famiglie italiane.
    Ai 640 milioni vanno aggiunte somme ingenti dei lavoratori frontalieri che lavorano all’estero e riportano il reddito in Italia. Secondo la Banca d’Italia nel 2016 gli italiani hanno guadagnato all’estero e portato in patria 7,2 miliardi di euro, due miliardi più delle rimesse fatte dagli stranieri che lavorano in Italia, a dimostrazione che non si possono innalzare barriere per quel che riguarda lo spostamento di chi lavora.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  9. #25629
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Dovendo scommettere sul DEF io punto sul calcio della lattina, continueranno a vedere una crescita inesistente e lasceranno lì le clausole dicendo che le toglieranno in autunno.
    Ah no, non vale: il "non fanno nulla" l'ho già preso io.
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  10. #25630
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,615
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Ai 640 milioni vanno aggiunte somme ingenti dei lavoratori frontalieri che lavorano all’estero e riportano il reddito in Italia. Secondo la Banca d’Italia nel 2016 gli italiani hanno guadagnato all’estero e portato in patria 7,2 miliardi di euro, due miliardi più delle rimesse fatte dagli stranieri che lavorano in Italia, a dimostrazione che non si possono innalzare barriere per quel che riguarda lo spostamento di chi lavora.
    Premesso che sono contrario alla tassazione delle rimesse, il sillogismo di cui sopra non ha senso. Nel caso degli italiani la gran parte di esse proviene da paesi che appartengono al mercato unico.


Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •