Pagina 2582 di 2655 PrimaPrima ... 158220822482253225722580258125822583258425922632 ... UltimaUltima
Risultati da 25,811 a 25,820 di 26546
  1. #25811
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,793
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Son quasi portato a pensare che questa attenzione ai derivati sia veicolata da DB stessa per nascondere (nascondere cosa, poi, visto che lo sanno tutti...) i reali problemi, peraltro ben riassunti dall'articolo allegato da @Fabio68 e sintetizzati da te.
    può darsi, Max
    hanno bruciato la capitalizzazione e AD come se fossero bruscolini

    io spero realmente che si rimetta in piedi, come tutta l'Europa

    non faccio il tifo per il disastro, mi basta quello che vedo ogni giorno andando in giro
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

  2. #25812
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    32
    Messaggi
    761
    Menzionato
    106 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    allora: DB ha grossi problemi. E' proprio il governo tedesco che spinge a farla fondere con Commerzbank (l'altro giorno dicevi che ti sembrava improbabile. Ma questo non sposta più di tanto il discorso)
    il fatto che si parli di derivati, l'ho trovato anche su altri articoli dei giornali (sempre FT "How Deutsche Bank’s high-stakes gamble went wrong")

    in DB hanno voluto fare il passo più lungo della gamba (molto probabilmente), tentando di emulare le banche americane
    ma probabilmente non è nella loro natura, non sono portati, boh

    che possa collassare questo non me lo auguro, anche perché nell'articolo proprio del FT si dice una cosa importantissima e veritiera: DB è una istituzione vitale per la Germania e per l'Europa

    mi fa pensare che una banca tedesca abbia perso in 12 anni il 93% (e non stiamo parlando del mercato borsistico italiano per la quale dissi un anno fa che "è una piscina infestata da squali"), mi fa molto pensare
    e per le innumerevoli ricapitalizzazioni (ho perso il conto, mi sembra che dal 2010 ne abbia fatte 4 sicure e si parla dalla fine dello scorso anno di farne un'altra da circa 13 mld) è sempre stato detto che è il momento giusto per rimettere in sesto l'Istituto

    aspettiamo...
    Per quasi tutte le banche il valore delle azioni è crollato rispetto a prima della crisi. Quelle di maggiore successo hanno perso il 60-70% (penso a Santander, Credit Agricole o Intesa San Paolo), altre hanno ceduto molto di più (Commerzbank -97%, Unicredit -97% è una banca europea quotata su più mercati, la borsa italiana non c'entra) e tutti hanno fatto grossi aumenti di capitale, anche per l'inasprimento della regolamentazione che ha imposto di avere più capitale. Gli aumenti di capitale e la corrispondente diluizione delle azioni spiegano gran parte del calo nel valore di borsa, è un settore ormai strutturalmente meno profittevole rispetto a prima della crisi. Ma in Europa ormai il valore di borsa è quasi sempre molto inferiore al valore patrimoniale, quindi potrebbe anche essere il mercato che è troppo pessimista.

    Che il governo tedesco spinga verso la fusione è noto, ma secondo me è una pessima idea ed entrambe le banche ne sono consapevoli, per questo lo ritengo improbabile.

    in DB hanno voluto fare il passo più lungo della gamba (molto probabilmente), tentando di emulare le banche americane
    ma probabilmente non è nella loro natura, non sono portati, boh
    Questo è sicuramente vero, ma non hanno perso grandi cifre sui derivati, anzi hanno anche azzeccato diverse scommesse (anche il film the big short è ispirato ad un trader di Deutsche).
    Però avevano strapagato per entrare nel mercato USA e dopo la crisi i margini di profitto su quel settore sono calati drasticamente. Secondo me FunMBnel ha centrato il punto, sembra più un caso Antonveneta al cubo. Le sanzioni miliardarie (12,5 mld solo in USA) che si sono ritrovati a pagare hanno aggravato la situazione e la cronica incapacità dei manager di intervenire con decisione (da cui il balletto di AD) gli ha impedito di raddrizzare la rotta.

    Ma non credo sia una situazione molto diversa da quella di Unicredit prima che arrivasse Mustier, il quale ha fatto un aumento di capitale da 13 miliardi per una banca più piccola di DB.


    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Ultima modifica di snowaholic; 14/02/2019 alle 10:28

  3. #25813
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    44 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    really??
    Sì, really: sta scritto lì eh. C'è scritto che hanno incassato centinaia di milioni di dollari facendo trading audace (spericolato?) con i derivati.
    Il che, esattamente come per le eventuali perdite, non vuol dire che andrà sempre così.
    Ma in questo caso con 'sti famigerati derivati ci han pure guadagnato.
    Se il resto della gestione fosse andate nello stesso modo ora staremmo parlando della banca più sana del mondo. Ed è tutto nell'articolo che hai allegato tu eh.
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  4. #25814
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    44 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    può darsi, Maxhanno bruciato la capitalizzazione e AD come se fossero bruscolini
    Non a caso ho fatto il paragone (più in grande ovviamente) con la vicenda MPS-Antonveneta.
    Se ti sveni e ti indebiti per comprare X e poi ti becchi la crisi tra capo e collo che ti fa crollare gli utili ecco che la ricetta per il disastro è servita. E questo aldilà di altri problemi gravi (il costo dei manager citato) o gravissimi (come le sanzioni che hanno dovuto pagare).
    Aggiungi la normativa europea che, giustamente visto l'andazzo, ha obbligato ad avere maggior capitale e ciao. C'è chi ha detto che anche questo era contro le nostre banche , chissà cosa dovrebbero dire in DB...
    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    non faccio il tifo per il disastro, mi basta quello che vedo ogni giorno andando in giro
    Immagino tu giri soprattutto per l'Italia, perchè, tanto per parlare di una delle mode del momento, la storia che la recessione sia ovunque è una barzelletta che fa pure poco ridere...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  5. #25815
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,615
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Intanto qualcuno prova a fare un po' di chiarezza nel mare di deliri che si sentono in questi giorni. Satanici compresi...

    Lettera di giovani ricercatori di economia ai tifosi del reddito di cittadinanza - ilSole24ORE
    I soliti professoroni.


  6. #25816
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    44 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da NoSync Visualizza Messaggio
    I soliti professoroni.
    "ini" in questo caso...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  7. #25817
    Vento fresco L'avatar di and1966
    Data Registrazione
    24/02/09
    Località
    Mariano C. (CO)
    Età
    53
    Messaggi
    2,223
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Apro sto nuovo fronte, va' (visto che sono pure "del ramo", per dirla con Vecchioni).

    Redirect Notice

    È un inedito, che tuttavia può tranquillamente confluire qui, a mio avviso: il nemmeno troppo celato auspicio di aiuto ad opera di CdP potrebbe costituire un (pericoloso?) precedente.

    Certo che la vague grillina anti grandi opere non aiuta molto, ed il rischio è che il tentativo di accollare all' unica società italiana ormai competitiva a livello internazionale un peso troppo grande, c' è.

    Forse meriterebbe un topic suo, questo settore, ma non so quanti avrebbero voglia di scriverci.
    " Intra Tupino e l'acqua che discende del colle eletto dal beato Ubaldo,
    fertile costa d'alto monte pende........" Dante, Paradiso XI
    - In avatar, il mio mondo : Omar, Sarah, il cantiere e .... la neve!

  8. #25818
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,615
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da and1966 Visualizza Messaggio
    il nemmeno troppo celato auspicio di aiuto ad opera di CdP potrebbe costituire un (pericoloso?) precedente.
    Per statuto CdP non può intervenire in società in perdita, però. È il motivo per cui non è intervenuta nemmeno nella regina delle società in perdita da sempre, ovvero Alitalia.


  9. #25819
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,793
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Per quasi tutte le banche il valore delle azioni è crollato rispetto a prima della crisi. Quelle di maggiore successo hanno perso il 60-70% (penso a Santander, Credit Agricole o Intesa San Paolo), altre hanno ceduto molto di più (Commerzbank -97%, Unicredit -97% è una banca europea quotata su più mercati, la borsa italiana non c'entra) e tutti hanno fatto grossi aumenti di capitale, anche per l'inasprimento della regolamentazione che ha imposto di avere più capitale. Gli aumenti di capitale e la corrispondente diluizione delle azioni spiegano gran parte del calo nel valore di borsa, è un settore ormai strutturalmente meno profittevole rispetto a prima della crisi. Ma in Europa ormai il valore di borsa è quasi sempre molto inferiore al valore patrimoniale, quindi potrebbe anche essere il mercato che è troppo pessimista.

    Che il governo tedesco spinga verso la fusione è noto, ma secondo me è una pessima idea ed entrambe le banche ne sono consapevoli, per questo lo ritengo improbabile.
    Questo è sicuramente vero, ma non hanno perso grandi cifre sui derivati, anzi hanno anche azzeccato diverse scommesse (anche il film the big short è ispirato ad un trader di Deutsche).
    Però avevano strapagato per entrare nel mercato USA e dopo la crisi i margini di profitto su quel settore sono calati drasticamente. Secondo me FunMBnel ha centrato il punto, sembra più un caso Antonveneta al cubo. Le sanzioni miliardarie (12,5 mld solo in USA) che si sono ritrovati a pagare hanno aggravato la situazione e la cronica incapacità dei manager di intervenire con decisione (da cui il balletto di AD) gli ha impedito di raddrizzare la rotta.
    Ma non credo sia una situazione molto diversa da quella di Unicredit prima che arrivasse Mustier, il quale ha fatto un aumento di capitale da 13 miliardi per una banca più piccola di DB.
    come avevo scritto, DB ha tentato di emulare le banche americane ma non è riuscita nell'impresa
    JP Morgan, Wells Fargo, Bank of America, Goldman Sachs sono alla pari o superiori alla stessa quotazione del 2007

    Db ha fatto aumenti di capitale dal 2010

    il fatto dell'Unicredit lo conosco, vorrei capire da Profumo (a sue parole, non le tue) come è andata realmente negli anni in cui ha rappresentato la banca. Il periodo di Ghizzoni è stato ancor più criticato, a molti ha dato la sensazione di "periodo perso".
    Però le banche italiane soffrono anche per il fatto di rappresentare il paese, avere in pancia i Bond italiani e di conseguenza avere un rating più basso rispetto alle controparti francesi e tedesche. Tutto questo il mercato lo sa, ci mancherebbe che fosse il contrario, e agisce di conseguenza sul titolo

    il discorso della borsa italia è perché la considero piccola e ci sono critiche per mercato non sempre chiaro e facilmente manovrabile.
    il fatto che il governo tedesco voglia spingere per l'unione con Commerzbank questo lo si legge molte volte nelle notizie come ho riportato, ma se questa è una pessima idea lo deciderà la Germania, non so cosa dirti
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

  10. #25820
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,793
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Sì, really: sta scritto lì eh. C'è scritto che hanno incassato centinaia di milioni di dollari facendo trading audace (spericolato?) con i derivati.
    Il che, esattamente come per le eventuali perdite, non vuol dire che andrà sempre così.
    Ma in questo caso con 'sti famigerati derivati ci han pure guadagnato.
    Se il resto della gestione fosse andate nello stesso modo ora staremmo parlando della banca più sana del mondo. Ed è tutto nell'articolo che hai allegato tu eh.
    no, ti rispondevo alla tua domanda che non avevi visto
    mentre io non avevo visto il tuo EDIT successivo (sai, ti rispondo ad ore un po' tardi...)
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •