Pagina 2595 di 2609 PrimaPrima ... 15952095249525452585259325942595259625972605 ... UltimaUltima
Risultati da 25,941 a 25,950 di 26089
  1. #25941
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,612
    Menzionato
    33 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    Infatti nei paesi dove il ciclo non è maturo la crescita economica non sta rallentando particolarmente, vedasi Paesi Bassi, Austria, Finlandia o anche solo la penisola iberica, mentre sta rallentando in Germania dove il ciclo è maturo. Il problema è eminentemente dell'Italia e in parte della Francia.
    Oddio, gli altri ok ma la Finlandia è al palo ormai dal 2008...


  2. #25942
    Vento forte L'avatar di paxo
    Data Registrazione
    13/11/15
    Località
    Caramanico Terme (PE) 550m.
    Messaggi
    4,196
    Menzionato
    23 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da NoSync Visualizza Messaggio
    Oddio, gli altri ok ma la Finlandia è al palo ormai dal 2008...
    Dal 2016 ha ripreso a crescere bene.

  3. #25943
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,463
    Menzionato
    85 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Ricapitoliamo, @marco85 e @enniodiprinzio: per il bibitaro, Draghi sta tradendo l'Italia(mentre è colui che ne sta ritardando il tracollo definitivo) e l'OCSE è un'accolita di insensati ossessionati dall'austerità. Il dubbio che l'Italia sia la sola delle prime 10 economie del mondo per dimensioni ad entrare in recessione anche per le politiche di questo governo di cialtroni, che compra il consenso redistribuendo la ricchezza che non ci si preoccupa prima di produrre, può mai sfiorare un competente in nulla?
    Anche l'Ocse prevede l'Italia in recessione per tutto il 2019. I nostri governanti si arrabbiano con l'Ocse come alunni che se la prendono con i professori che ne accertano l'ignoranza.

    Ultima modifica di Josh; 02/04/2019 alle 09:41
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  4. #25944
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    31
    Messaggi
    555
    Menzionato
    87 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    Infatti nei paesi dove il ciclo non è maturo la crescita economica non sta rallentando particolarmente, vedasi Paesi Bassi, Austria, Finlandia o anche solo la penisola iberica, mentre sta rallentando in Germania dove il ciclo è maturo. Il problema è eminentemente dell'Italia e in parte della Francia.
    In realtà il rallentamento è piuttosto diffuso, nella seconda metà del 2018 è andata male quasi ovunque rispetto al 2017. A livello di PIL ancora non sono dati molto allarmanti ma i dati PMI indicano un netto peggioramento nel 2019. Anche l'inflazione core in calo a +0,8 non è un buon segno.

    Anche per la Germania non c'era motivo per un rallentamento così intenso, il ciclo è più maturo rispetto al resto d'Europa ma non rispetto al resto del mondo, la quasi recessione di questi mesi infatti è quasi interamente importata. Con Italia e Francia fanno il 60% dell'economia europea, i piccoli non riusciranno a rimanere immuni.

    Certo con una visione panglossiana dell'economia europea qualche aspetto positivo lo trovi sempre tra 19 Paesi, ma è un modo veramente poco utile di analizzare le cose, nascondere i problemi sotto il tappeto è un ottimo modo per farseli esplodere in faccia dopo un po' di tempo.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Ultima modifica di snowaholic; 02/04/2019 alle 13:05

  5. #25945
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Vienna
    Messaggi
    2,678
    Menzionato
    46 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    In realtà il rallentamento è piuttosto diffuso, nella seconda metà del 2018 è andata male quasi ovunque rispetto al 2017. A livello di PIL ancora non sono dati molto allarmanti ma i dati PMI indicano un netto peggioramento nel 2019. Anche l'inflazione core in calo a +0,8 non è un buon segno.

    Anche per la Germania non c'era motivo per un rallentamento così intenso, il ciclo è più maturo rispetto al resto d'Europa ma non rispetto al resto del mondo, la quasi recessione di questi mesi infatti è quasi interamente importata. Con Italia e Francia fanno il 60% dell'economia europea, i piccoli non riusciranno a rimanere immuni.
    L'indice PMI è probabilmente il più inutile che esista, ed il rallentamento in sé dice poco - nel 2016-17 la crescita americana era più che dimezzata rispetto al 2014-15, per dire.


    Certo con una visione panglossiana dell'economia europea qualche aspetto positivo lo trovi sempre tra 19 Paesi, ma è un modo veramente poco utile di analizzare le cose, nascondere i problemi sotto il tappeto è un ottimo modo per farseli esplodere in faccia dopo un po' di tempo.
    Invece trovi sempre qualche aspetto negativo e puoi sempre rigirarti la verità come ti pare se consideri solo i dati che ti interessano e liquidi gli altri come poco rilevanti o fuorvianti.
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  6. #25946
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    31
    Messaggi
    555
    Menzionato
    87 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    L'indice PMI è probabilmente il più inutile che esista
    Mi fermo qui, visto che parliamo di un indice utilizzato da tutti gli analisti che devono valutare la congiuntura economica in tempo reale.

    Vedremo quando escono le stime del primo trimestre e le previsioni FMI di aprile, secondo l'OCSE la crescita della zona euro sarà 1% nel 2019 e probabilmente è il massimo cui si può arrivare.




    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

  7. #25947
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Vienna
    Messaggi
    2,678
    Menzionato
    46 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Mi fermo qui, visto che parliamo di un indice utilizzato da tutti gli analisti che devono valutare la congiuntura economica in tempo reale.
    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Rofl, un indice che era a 54-55 nel bel mezzo della recessione nerissima del 2012-13 col PIL a -3%, e che al contrario era attorno ai valori odierni nel 2015 quando il PIL italiano si apprestava a tornare in positivo. Per carità. Se devo fare previsioni sul PIL futuro il PMI è uno dei primi indici che guardo, così posso dedurre che succederà l'opposto di quanto dice.

    Ad ogni modo non ho nessun dubbio che il 2019 sarà un anno ben poco esaltante per la crescita europea.
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  8. #25948
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,085
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    Rofl, un indice che era a 54-55 nel bel mezzo della recessione nerissima del 2012-13 col PIL a -3%, e che al contrario era attorno ai valori odierni nel 2015 quando il PIL italiano si apprestava a tornare in positivo. Per carità. Se devo fare previsioni sul PIL futuro il PMI è uno dei primi indici che guardo, così posso dedurre che succederà l'opposto di quanto dice.

    Ad ogni modo non ho nessun dubbio che il 2019 sarà un anno ben poco esaltante per la crescita europea.
    Meglio del 2009-2010 sarà, però

  9. #25949
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,463
    Menzionato
    85 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Meglio del 2009-2010 sarà, però
    Sul 2009 concordo ma il 2010 vide una ripresa discount ed effimera in vari Paesi europei,fra cui Italia e Francia.La Spagna invece andò male(ma poi dal 2014 è fra quelle che sono andate meglio).
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  10. #25950
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Meglio del 2009-2010 sarà, però
    Abbiamo obiettivi sfidanti eh... Far meglio dell'anno di maggior crollo dal '29...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •