Pagina 2615 di 2635 PrimaPrima ... 16152115251525652605261326142615261626172625 ... UltimaUltima
Risultati da 26,141 a 26,150 di 26347
  1. #26141
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    32
    Messaggi
    632
    Menzionato
    95 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    E quindi è nuovo debito.
    Quindi non si capisce perchè, a quel punto, non pagare con BOT o BTP, ma si sente la necessità di inventarsi un nuovo strumento.
    Certo che è nuovo debito, mica sono scemi a Bruxelles. Ovviamente finché sei in grado di emettere BOT e BTP a tassi accettabili non ha senso uno strumento simile.


    Ah ecco, allora siamo allineati.
    O è inutile in quanto "doppione" di roba già esistente, oppure è un tentativo di creare una sorta di circolazione parallela che è invece è vietata dai trattati europei.
    Che a quanto pare è invece l'opinione di quel <censored> del crostarolo di Borghi che si permette di twittare che "è uno strumento necessario per imboccare la strada di uscita dall'Euro".
    Se ci fosse un problema di illiquidità potrebbe anche essere uno strumento interessante, non è così palese che sia in contrapposizione con i trattati, almeno finché non si obbligano tutti ad accettarli come mezzo di pagamento. Su base volontaria si può pagare con qualunque mezzo, anche in bitcoin. Adesso comunque ci sono meccanismi molto migliori anche per affrontare una eventuale crisi di liquidità, quindi anche questo vantaggio viene meno.
    Di sicuro può diventare un precursore della reintroduzione di una moneta nazionale, una volta che metti in piedi il meccanismo può essere riciclato facilmente per quello scopo, Borghi lo intende chiaramente in questo modo. Ma mancherebbero ancora diversi passaggi.

    Ah sì? Fatico a immaginarne e ho paura di chiedere...
    Niente di segreto, trovo abbastanza spaventoso avere un governo nel caos che risponde alla commissione europea con una supercazzola e continua a sparare promesse sempre più assurde quando il dibattito semmai dovrebbe essere su come disinnescare le clausole di salvaguardia. Il tutto mentre la principale opposizione a questo governo è quella dei pensionati che contestano una delle poche cose giuste che abbiano fatto, perché riduce l'aumento automatico della loro pensione. Ormai abbiamo un Paese intero che caduto in una rimozione sistematica delle condizioni economiche drammatiche in cui ci troviamo, la sveglia sarà durissima.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

  2. #26142
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,835
    Menzionato
    91 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    E quindi è nuovo debito.
    Quindi non si capisce perchè, a quel punto, non pagare con BOT o BTP, ma si sente la necessità di inventarsi un nuovo strumento.



    Ah ecco, allora siamo allineati.
    O è inutile in quanto "doppione" di roba già esistente, oppure è un tentativo di creare una sorta di circolazione parallela che è invece è vietata dai trattati europei.
    Che a quanto pare è invece l'opinione di quel <censored> del crostarolo di Borghi che si permette di twittare che "è uno strumento necessario per imboccare la strada di uscita dall'Euro".

    Ah sì? Fatico a immaginarne e ho paura di chiedere...
    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Certo che è nuovo debito, mica sono scemi a Bruxelles. Ovviamente finché sei in grado di emettere BOT e BTP a tassi accettabili non ha senso uno strumento simile.



    Se ci fosse un problema di illiquidità potrebbe anche essere uno strumento interessante, non è così palese che sia in contrapposizione con i trattati, almeno finché non si obbligano tutti ad accettarli come mezzo di pagamento. Su base volontaria si può pagare con qualunque mezzo, anche in bitcoin. Adesso comunque ci sono meccanismi molto migliori anche per affrontare una eventuale crisi di liquidità, quindi anche questo vantaggio viene meno.
    Di sicuro può diventare un precursore della reintroduzione di una moneta nazionale, una volta che metti in piedi il meccanismo può essere riciclato facilmente per quello scopo, Borghi lo intende chiaramente in questo modo. Ma mancherebbero ancora diversi passaggi.



    Niente di segreto, trovo abbastanza spaventoso avere un governo nel caos che risponde alla commissione europea con una supercazzola e continua a sparare promesse sempre più assurde quando il dibattito semmai dovrebbe essere su come disinnescare le clausole di salvaguardia. Il tutto mentre la principale opposizione a questo governo è quella dei pensionati che contestano una delle poche cose giuste che abbiano fatto, perché riduce l'aumento automatico della loro pensione. Ormai abbiamo un Paese intero che caduto in una rimozione sistematica delle condizioni economiche drammatiche in cui ci troviamo, la sveglia sarà durissima.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Secondo me il Bassini ha ragione, oltretutto è sempre più palese che la linea di un Borghi sta prendendo sempre più piede rispetto a quella di quell'altro chiacchierone di Giorgetti, quindi secondo me i minibond si iscrivono a pieno titolo nell'ottica dell'"avviamoci verso l'uscita dall'euro". Credo che ormai il vero Presidente del Consiglio, il Capitano, cercherà sempre più il famoso e decisivo "incidente" con l'UE, di cui parla Seminerio da oltre un anno.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  3. #26143
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    32
    Messaggi
    632
    Menzionato
    95 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Secondo me il Bassini ha ragione, oltretutto è sempre più palese che la linea di un Borghi sta prendendo sempre più piede rispetto a quella di quell'altro chiacchierone di Giorgetti, quindi secondo me i minibond si iscrivono a pieno titolo nell'ottica dell'"avviamoci verso l'uscita dall'euro". Credo che ormai il vero Presidente del Consiglio, il Capitano, cercherà sempre più il famoso e decisivo "incidente" con l'UE, di cui parla Seminerio da oltre un anno.
    Continuo a pensare che il Capitone non sia così consapevole di quello che fa e non abbia l'intenzione di puntare ad una italexit, anche se evidentemente Borghi e Bagnai remano in una direzione diversa. Ma questo lo avevo già scritto anche io.
    Di sicuro può diventare un precursore della reintroduzione di una moneta nazionale, una volta che metti in piedi il meccanismo può essere riciclato facilmente per quello scopo, Borghi lo intende chiaramente in questo modo. Ma mancherebbero ancora diversi passaggi.
    Il voto di ieri però non è stato un voto sulla linea di Borghi, per quella non c'è una maggioranza e dubito ci sarà mai, sicuramente non in questa legislatura. Mi sembra più probabile che puntino ad alzare lo scontro per farsi la campagna elettorale per un voto anticipato a settembre/ottobre contro la UE cattiva che ci impedisce di abbassare le tasse.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

  4. #26144
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    22
    Messaggi
    5,240
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Continuo a pensare che il Capitone non sia così consapevole di quello che fa e non abbia l'intenzione di puntare ad una italexit, anche se evidentemente Borghi e Bagnai remano in una direzione diversa. Ma questo lo avevo già scritto anche io.


    Il voto di ieri però non è stato un voto sulla linea di Borghi, per quella non c'è una maggioranza e dubito ci sarà mai, sicuramente non in questa legislatura. Mi sembra più probabile che puntino ad alzare lo scontro per farsi la campagna elettorale per un voto anticipato a settembre/ottobre contro la UE cattiva che ci impedisce di abbassare le tasse.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Sì insomma neanche il meteorite di Bassini mi pare abbia tuta questa voglia di fare il suo dovere...

    Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk

  5. #26145
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,208
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Comunque, il Capitano stesso ha asserito che in Italia ci sono 5 mila miliardi di risparmi.
    2 mila miliardi di debito pubblico.
    Allora, la soluzione è una: patrimoniale e tutto risolto, ma nessuno lo farà mai

  6. #26146
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    41 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Allora, la soluzione è una: patrimoniale e tutto risolto, ma nessuno lo farà mai
    Sì, certo...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  7. #26147
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    41 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Niente di segreto, trovo abbastanza spaventoso avere un governo nel caos che risponde alla commissione europea con una supercazzola e continua a sparare promesse sempre più assurde quando il dibattito semmai dovrebbe essere su come disinnescare le clausole di salvaguardia. Il tutto mentre la principale opposizione a questo governo è quella dei pensionati che contestano una delle poche cose giuste che abbiano fatto, perché riduce l'aumento automatico della loro pensione. Ormai abbiamo un Paese intero che caduto in una rimozione sistematica delle condizioni economiche drammatiche in cui ci troviamo, la sveglia sarà durissima.
    Alla prima... Beh sarà che non mi aspettavo altro quindi non sono sorpreso...

    Il problema vero è che non siamo di fronte ad un meccanismo on-off come quello di una sveglia, ma ad un lungo logoramento che si fatica a percepire (tranne per l'incazzatura montante); l'effetto è quello della rana della pentola, non quello della sveglia o dell'esplosione di un'atomica, ahimè...
    Ovviamente l'analfabetismo (funzionale e non) imperante impedisce di indirizzare l'incazzatura sui canali dove andrebbe indirizzata, quindi la strada continua ad essere senza uscita.

    Intanto dopo il sorpasso del quinquennale questa mattina lo spread Grecia-Italia è di 21 p.b. sul decennale.
    Avanti così...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  8. #26148
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,835
    Menzionato
    91 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Continuo a pensare che il Capitone non sia così consapevole di quello che fa e non abbia l'intenzione di puntare ad una italexit, anche se evidentemente Borghi e Bagnai remano in una direzione diversa. Ma questo lo avevo già scritto anche io.


    Il voto di ieri però non è stato un voto sulla linea di Borghi, per quella non c'è una maggioranza e dubito ci sarà mai, sicuramente non in questa legislatura. Mi sembra più probabile che puntino ad alzare lo scontro per farsi la campagna elettorale per un voto anticipato a settembre/ottobre contro la UE cattiva che ci impedisce di abbassare le tasse.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    La legislatura volge al termine e per la prossima si rischiano al governo il Capitano + la borgatara romana. Vuoi che Borghi e Rinaldi non abbiano ancora piu'spazio di ora, in un simile con*****, galvanizzato dal voto di un elettorato in stato nirvanatico?
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  9. #26149
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    32
    Messaggi
    632
    Menzionato
    95 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Alla prima... Beh sarà che non mi aspettavo altro quindi non sono sorpreso...

    Il problema vero è che non siamo di fronte ad un meccanismo on-off come quello di una sveglia, ma ad un lungo logoramento che si fatica a percepire (tranne per l'incazzatura montante); l'effetto è quello della rana della pentola, non quello della sveglia o dell'esplosione di un'atomica, ahimè...
    Ovviamente l'analfabetismo (funzionale e non) imperante impedisce di indirizzare l'incazzatura sui canali dove andrebbe indirizzata, quindi la strada continua ad essere senza uscita.

    Intanto dopo il sorpasso del quinquennale questa mattina lo spread Grecia-Italia è di 21 p.b. sul decennale.
    Avanti così...
    Il paragone della rana regge solo finché si mantiene questo precario equilibrio, se lo scontro con la UE arriva al punto da mettere in dubbio il supporto BCE in caso di crisi la situazione economica e di finanza pubblica può deteriorarsi molto rapidamente. E la rana ad un certo punto non sente più la temperatura che sale, noi saremmo sempre qui.

    Come dice un vecchio adagio dell' economia internazionale, la crisi arriva sempre più tardi di quanto pensi ma quando arriva è molto più rapida rispetto alle attese.


    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

  10. #26150
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    32
    Messaggi
    632
    Menzionato
    95 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o &quot;discesa&quot; verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    La legislatura volge al termine e per la prossima si rischiano al governo il Capitano + la borgatara romana. Vuoi che Borghi e Rinaldi non abbiano ancora piu'spazio di ora, in un simile con*****, galvanizzato dal voto di un elettorato in stato nirvanatico?
    Quello é il rischio principale, una coalizione abbastanza omogenea ed esplicitamente sovranista con la maggioranza assoluta in parlamento. Ma bisogna vedere se sono disposti a spingere fino alle estreme conseguenze e quali dinamiche politico-istituzionali si innescherebbero a quel punto.
    Più la minaccia dei no euro nostrani diventa credibile più è probabile una accelerazione improvvisa dei mercati che porta ad uno scontro frontale nel giro di pochi mesi. Rischiamo di battere il record di legislatura più breve per due volte consecutive in uno scenario simile.


    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •