Pagina 2724 di 3057 PrimaPrima ... 1724222426242674271427222723272427252726273427742824 ... UltimaUltima
Risultati da 27,231 a 27,240 di 30569
  1. #27231
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Chi è che ha aprlato non proprio di paradiso fiscale, ma un qualcosa di simile è Il sole24ore.
    Che molte imprese mettano la sede lì perchè si risparmia sulle tasse rispetto ai paesi vicini è cosa ababstanza nota
    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Veramente mi sembra difficile negare che l'Olanda sia un paradiso fiscale, è una delle giurisdizioni che più asseconda le operazioni di profit-shifting a livello comunitario (quelle per cui serve una controparte comunitaria compiacente prima di far sparire i soldi in un paradiso fiscale con imposte ancora più basse).
    Tanto che nella letteratura scientifica in materia vengono comunemente definiti paradiso fiscale, ad esempio in questo articolo di Zucman (UC Berkeley).

    http://gabriel-zucman.eu/files/TWZ2020.pdf

    A livello economico non è dipendente da questo tipo di operazioni quanto Irlanda o Lussemburgo, dove una bella fetta del PIL è soltanto un artificio contabile, ma il bel nefasto contributo al questo fenomeno lo danno (spero vivamente che il progetto BEPS dell'OCSE riesca a metterci un freno nei prossimi anni).
    Io tutta questa foga nel difendere questo tipo di atteggiamenti dai liberali italici non la capirò mai, le multinazionali che non pagano le imposte sui profitti (a differenza delle piccole imprese che sono legate al loro stato di origine e non possono scappare) sono un fattore di distorsione della competizione e di erosione della legittimazione popolare del capitalismo liberale, colpiscono in un sol colpo l'efficienza economica e la tenuta politica europea. Poi ci si stupisce che il popolo italiano li manda aff...
    L'Olanda è sicuramente un paradiso fiscale,almeno in parte e c'è poco da fare i negazionisti sul punto (e così rispondo pure ad @and1966 , stavolta dandogli ragione).
    Detto ciò,vediamo se si può fare a meno di loro. L'UE non è uno Stato federale ma un'Unione di Stati o al più una Confederazione e tale,con ogni probabilità, resterà anche in futuro. Quindi ci sta,restando in questa cornice perché non ci conviene uscirne, cercare di volta in volta la combinazione più favorevole per noi:
    Cottarelli: "Su Eurobond possiamo andare avanti senza Olanda"

    Se non dovessimo riuscire, bisognerà strappare altre concessioni e si può

  2. #27232
    Vento teso L'avatar di asxo.
    Data Registrazione
    24/11/12
    Località
    Firenze (Novoli)
    Messaggi
    1,534
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    L'Olanda ha sicuramente il merito di attrarre gli investitori stranieri ma dal momento che aderisce ad Unione economica e monetaria non si può sottrarre ai suoi obblighi, esattamente come non lo dobbiamo fare noi. Come noi, sfruttiamo l'Europa per avere concessioni sul debito...loro l'hanno sfruttata per diventare un tax heaven.

    E mi spiace, non sono d'accordo sul fatto che sono dei "grandi" perché in un contesto di unione economica e monetaria sia creare tax heaven che indebitarsi all'infinito significa depauperare gli altri.

    Se voleva diventare un tax heaven senza dare nulla in cambio, non doveva aderire all'Unione.

    Poi da che mondo è mondo le concessioni fiscali dovrebbero farle/riceverle le aree economiche depresse o isolate.
    Inverno 2016/17
    16/1 Fiocchi

  3. #27233
    Tempesta L'avatar di alby83
    Data Registrazione
    28/05/06
    Località
    Giaglione ( TO ) 700m
    Età
    41
    Messaggi
    11,884
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da asxo. Visualizza Messaggio
    L'Olanda ha sicuramente il merito di attrarre gli investitori stranieri ma dal momento che aderisce ad Unione economica e monetaria non si può sottrarre ai suoi obblighi, esattamente come non lo dobbiamo fare noi. Come noi, sfruttiamo l'Europa per avere concessioni sul debito...loro l'hanno sfruttata per diventare un tax heaven.

    E mi spiace, non sono d'accordo sul fatto che sono dei "grandi" perché in un contesto di unione economica e monetaria sia creare tax heaven che indebitarsi all'infinito significa depauperare gli altri.

    Se voleva diventare un tax heaven senza dare nulla in cambio, non doveva aderire all'Unione.

    Poi da che mondo è mondo le concessioni fiscali dovrebbero farle/riceverle le aree economiche depresse o isolate.
    Il problema della UE e' che si doveva fare unione del debito, armonizzazione fiscale, forte potere centrale direttivo con capacita' sanzionatoria reale e controllo esercito comunitario e per finire la moneta unica.

    Qua siamo partiti dall'inverso e il risultato e' solo un pasticcio burocratico che non so quanto durera'ancora.
    Ad essere ottimisti la crisi potrebbe portare verso l'integrazione necessaria a fare funzionare l'Europa, altrimenti il ritorno alla Cee e' probabile e a mio parere anche sensato.
    Odio la nebbia !!!


  4. #27234
    Vento teso L'avatar di asxo.
    Data Registrazione
    24/11/12
    Località
    Firenze (Novoli)
    Messaggi
    1,534
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    @alby83

    condivido....o si torna alla CEE o integrazione definitiva...
    stare nel mezzo del guado non porterà nulla di buono con le sfide globali che ci aspettano.
    Inverno 2016/17
    16/1 Fiocchi

  5. #27235
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da alby83 Visualizza Messaggio
    Il problema della UE e' che si doveva fare unione del debito, armonizzazione fiscale, forte potere centrale direttivo con capacita' sanzionatoria reale e controllo esercito comunitario e per finire la moneta unica.

    Qua siamo partiti dall'inverso e il risultato e' solo un pasticcio burocratico che non so quanto durera'ancora.
    Ad essere ottimisti la crisi potrebbe portare verso l'integrazione necessaria a fare funzionare l'Europa, altrimenti il ritorno alla Cee e' probabile e a mio parere anche sensato.
    Concordo. E comunque meglio un ritorno alla CEE che la dissoluzione. In un certo qual modo,l'atteggiamento olandese è speculare a quello italiano:per noi l'eurozona deve lasciarci fare le nostre cavolate(leggi le regalie spazianti dagli 80 euro a quota 100+reddito di divananza) e intervenire a cose fatte a pararci il didietro, sennò minacciamo l'uscita come bambini piagnucolanti, per gli olandesi deve servire per avallare i loro comodi in campo fiscale e guai a parlare di solidarietà.Due teste diversamente gloriose.

  6. #27236
    Tempesta L'avatar di alby83
    Data Registrazione
    28/05/06
    Località
    Giaglione ( TO ) 700m
    Età
    41
    Messaggi
    11,884
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Concordo. E comunque meglio un ritorno alla CEE che la dissoluzione. In un certo qual modo,l'atteggiamento olandese è speculare a quello italiano:per noi l'eurozona deve lasciarci fare le nostre cavolate(leggi le regalie spazianti dagli 80 euro a quota 100+reddito di divananza) e intervenire a cose fatte a pararci il didietro, sennò minacciamo l'uscita come bambini piagnucolanti, per gli olandesi deve servire per avallare i loro comodi in campo fiscale e guai a parlare di solidarietà.Due teste diversamente gloriose.
    e si, entrambi tese di ...
    Vedremo tra i poteri forti che manovrano il mondo cosa gli converra' fare per gestire l'area Europa.
    Odio la nebbia !!!


  7. #27237
    Burrasca L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    6,141
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Sono d'accordo con l'analisi ma paradossalmente(e neanche troppo) ci converrebbe più il Mes,allo stato dell'arte.Il problema è farlo capire ad un'opinione pubblica, imbizzarrita come un cavallo contro euro e UE
    Accedere al Mes e piu conveniente dei buoni del tesoro proposti da Salvini - Linkiesta.it
    Con la mia ipotesi, su base volontaria, i soldi restano in casa, diventano una partita di giro, e più si alzano i tassi d'interesse più i cittadini ci guadagnano.
    Viceversa con la troika ci spolpano gli stranieri e ci portano via anche le mutande..

  8. #27238
    Vento teso L'avatar di asxo.
    Data Registrazione
    24/11/12
    Località
    Firenze (Novoli)
    Messaggi
    1,534
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Inverno 2016/17
    16/1 Fiocchi

  9. #27239
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    Con la mia ipotesi, su base volontaria, i soldi restano in casa, diventano una partita di giro, e più si alzano i tassi d'interesse più i cittadini ci guadagnano.
    Viceversa con la troika ci spolpano gli stranieri e ci portano via anche le mutande..
    E lo Stato come li paga i tassi d'interesse più alti?E niente, in Italia qualunque discorso sulla sostenibilità delle finanze pubbliche viene eluso per principio

  10. #27240
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    37
    Messaggi
    2,487
    Menzionato
    479 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Concordo. E comunque meglio un ritorno alla CEE che la dissoluzione. In un certo qual modo,l'atteggiamento olandese è speculare a quello italiano:per noi l'eurozona deve lasciarci fare le nostre cavolate(leggi le regalie spazianti dagli 80 euro a quota 100+reddito di divananza) e intervenire a cose fatte a pararci il didietro, sennò minacciamo l'uscita come bambini piagnucolanti, per gli olandesi deve servire per avallare i loro comodi in campo fiscale e guai a parlare di solidarietà.Due teste diversamente gloriose.
    Sicuramente qualunque cosa sarebbe meglio della dissoluzione totale, ma il livello di complessità tecnica e giuridica della disgregazione della moneta unica sarebbe tale che mi riesce veramente difficile immaginare una soluzione concordata, anche perché non ci sarebbe materialmente il tempo di fare lunghi negoziati, dovresti risolvere tutto nell'arco di pochi giorni. E un divorzio da decine di migliaia di miliardi di euro sarebbe molto complicato, si produrrebbero perdite finanziarie immense da allocare tra gli stati, ognuno cercherebbe di tirare la corda a suo vantaggio e ogni dettaglio finirebbe per spostare centinaia di miliardi da uno stato all'altro (altro che trasferimenti fiscali). Il tutto nel mezzo di una implosione finanziaria ed economica ben peggiore del 2008.
    Se mai avvenisse una rottura dell'Euro sarà in maniera accidentale e quasi certamente non consensuale, quindi la disgregazione diventerebbe l'esito più scontato, anche se probabilmente il blocco dei Paesi che gravitano attorno alla Germania rimarrebbe unito.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •