Pagina 2812 di 2845 PrimaPrima ... 18122312271227622802281028112812281328142822 ... UltimaUltima
Risultati da 28,111 a 28,120 di 28446
  1. #28111
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    51
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    87 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    Sì, anche se purtroppo solo come produttori e non come ricercatori (che è quello che conta davvero), ma è già qualcosa.
    Beh la ricerca la facciamo come persone. All'estero...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  2. #28112
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    39
    Messaggi
    3,045
    Menzionato
    25 Post(s)

    Predefinito Re: Chi ha fatto chiudere la discussione sulle borse che gli spacco la faccia?

    ci arriveremo mai?

    https://www.msn.com/it-it/notizie/te...ignout#image=1

    Già 36 sarebbe un grande successo, specie qua...dove già le "canoniche" 40 ore sono praticamente sempre e solo sulla carta

    Residenza: Altavilla Vicentina (VI)
    Lavoro: Brendola - casello di Montecchio Maggiore (VI)
    http://meteoaltavillavicentina.altervista.org/

  3. #28113
    Vento fresco
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    35
    Messaggi
    2,085
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    crollo del turismo a Roma, e gli hotel chiudono, altri falliscono. Disastro epocale.

    Flaminia Savelli per “il Messaggero”

    Senza turisti e con i conti in rosso: gli alberghi della Capitale chiudono le prenotazioni. Dopo una prima, lieve, ripresa registrata tra luglio e agosto, la stangata è arrivata a settembre che ha segnato il 90% in meno di turisti rispetto al 2019.

    «Non abbiamo margini per andare avanti - denuncia Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi - tenere le strutture aperte con questi numeri di turisti, per molti imprenditori è impossibile. Tra luglio e agosto abbiamo registrato un lieve miglioramento e la speranza era di una lunga coda che arrivasse a settembre. Ma l' aumento dei contagi di Covid ha portato a molte cancellazioni».

    Nei primi mesi estivi infatti a Roma sono state registrate 220mila presenze.
    Spalmate nei 700 alberghi che dopo il lookdown avevano riaperto. Ma: «Il turismo romano precisa - viene soprattutto dalla Francia, Germania e dall' America. Paesi che in questo momento sono in grande sofferenza per la pandemia e che, in aggiunta, prevedono una quarantena. La questione è molto complessa».
    All'allarme degli albergatori si aggiunge anche quello dei lavoratori: «Siamo preoccupati per i nostri impiegati - conclude Roscioli - sono quasi tutti in cassa integrazione e molti di loro non hanno ancora ricevuto un euro. Rischiamo che la situazione peggiori ancora se non arriveranno aiuti concreti per aiutarci a superare la crisi. Abbiamo bisogno di risposte in attesa di capire in che direzione andare».

    Intanto l' elenco degli alberghi che dal primo ottobre ha sospeso l' attività - a data da destinarsi - continua ad allungarsi.

    LE CHIUSURE Dal mese di ottobre il 40% delle strutture, non accetterà più prenotazioni: dall' hotel Camelia, in via Goito, all' hotel Diocleziano di via Gaeta all' hotel Archimede a Termini: «Ho deciso di chiudere perchè la gestione di una struttura senza clienti non ha senso», sottolinea Roberto Necci proprietario dell' hotel XX Settembre in via del Macao. L' albergo aveva riaperto nei mesi di luglio e agosto.

    Ma da oggi resterà chiuso: «Ho fatto un tentativo - spiega - ma con le presenze al minimo devo richiudere. La necessità ora è di organizzare un turismo diverso anche per il centro della Capitale che in ogni settore sta soffrendo. L' analisi - sottolinea - che già avevamo fatto a maggio, è che sarebbero stati mesi complessi per il comparto turistico. Non solo per ciò che stava accadendo nel nostro paese».

    Prima dello scoppio della pandemia a Roma si contavano 2milioni di turisti americani all' anno. I visitatori tedeschi erano invece mezzo milione: «Questi numeri non esistono più - conferma il titolare del XX settembre - oggi possiamo contare sui visitatori del nord Italia e di un mercato di prossimità. La crisi è fortissima e ci conviene sospendere le attività, almeno per il momento».

    Serrande abbassate dunque in una città senza turisti. Che ha già piegato anche laboratori e botteghe del centro storico. Secondo i dati raccolti da Confartigianato, il 25% delle attività non ha mai riaperto dopo l' allentamento delle misure anti contagio. E un altro 20% chiuderà entro l' anno.
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  4. #28114
    Vento fresco
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    35
    Messaggi
    2,085
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    nel frattempo nel SILENZIO generale, l'istat ha corretto al ribasso il pil sia su base trimestrale, che su base annuale.

    Italia, Istat rivede ai ribasso Pil trim2 a -13% su trim, -18% su anno

    Indicatori economici5 ore fa (02.10.2020 12:09)

    ROMA (Reuters) - Istat ha rivisto al ribasso la crescita del Pil per il secondo trimestre 2020, pesantemente interessato dall'emergenza coronavirus, a -13,0% congiunturale da -12,8% della precedente lettura e a -18,0% su anno da -17,7%.
    La variazione acquisita per il 2019 è rivista a -14,8% da -14,7% stimato a fine agosto.
    Secondo la nuova stima del governo resa nota questa settimana, il Pil nel 2020 subirà una contrazione del 9%, in peggioramento rispetto al -8% che era l'obiettivo ad aprile. L'economia italiana dovrebbe poi crescere del 6% il prossimo anno.

    E si cade in deflazione.
    Zona euro, prezzi al consumo settembre nuovamente in calo, minimo da 4 anni Da Reuters

    E si riducono i redditi delle famiglie (-5,8%) e i consumi (-11,5%)
    Istat: deficit vola al 10,3% del Pil nel II trimestre - Economia - ANSA
    Insomma, tutto ok.
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  5. #28115
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    51
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    87 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Roba assolutamente imprevista...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  6. #28116
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    14,241
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    crollo del turismo a Roma, e gli hotel chiudono, altri falliscono. Disastro epocale.

    Flaminia Savelli per “il Messaggero”

    Senza turisti e con i conti in rosso: gli alberghi della Capitale chiudono le prenotazioni. Dopo una prima, lieve, ripresa registrata tra luglio e agosto, la stangata è arrivata a settembre che ha segnato il 90% in meno di turisti rispetto al 2019.

    «Non abbiamo margini per andare avanti - denuncia Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi - tenere le strutture aperte con questi numeri di turisti, per molti imprenditori è impossibile. Tra luglio e agosto abbiamo registrato un lieve miglioramento e la speranza era di una lunga coda che arrivasse a settembre. Ma l' aumento dei contagi di Covid ha portato a molte cancellazioni».

    Nei primi mesi estivi infatti a Roma sono state registrate 220mila presenze.
    Spalmate nei 700 alberghi che dopo il lookdown avevano riaperto. Ma: «Il turismo romano precisa - viene soprattutto dalla Francia, Germania e dall' America. Paesi che in questo momento sono in grande sofferenza per la pandemia e che, in aggiunta, prevedono una quarantena. La questione è molto complessa».
    All'allarme degli albergatori si aggiunge anche quello dei lavoratori: «Siamo preoccupati per i nostri impiegati - conclude Roscioli - sono quasi tutti in cassa integrazione e molti di loro non hanno ancora ricevuto un euro. Rischiamo che la situazione peggiori ancora se non arriveranno aiuti concreti per aiutarci a superare la crisi. Abbiamo bisogno di risposte in attesa di capire in che direzione andare».

    Intanto l' elenco degli alberghi che dal primo ottobre ha sospeso l' attività - a data da destinarsi - continua ad allungarsi.

    LE CHIUSURE Dal mese di ottobre il 40% delle strutture, non accetterà più prenotazioni: dall' hotel Camelia, in via Goito, all' hotel Diocleziano di via Gaeta all' hotel Archimede a Termini: «Ho deciso di chiudere perchè la gestione di una struttura senza clienti non ha senso», sottolinea Roberto Necci proprietario dell' hotel XX Settembre in via del Macao. L' albergo aveva riaperto nei mesi di luglio e agosto.

    Ma da oggi resterà chiuso: «Ho fatto un tentativo - spiega - ma con le presenze al minimo devo richiudere. La necessità ora è di organizzare un turismo diverso anche per il centro della Capitale che in ogni settore sta soffrendo. L' analisi - sottolinea - che già avevamo fatto a maggio, è che sarebbero stati mesi complessi per il comparto turistico. Non solo per ciò che stava accadendo nel nostro paese».

    Prima dello scoppio della pandemia a Roma si contavano 2milioni di turisti americani all' anno. I visitatori tedeschi erano invece mezzo milione: «Questi numeri non esistono più - conferma il titolare del XX settembre - oggi possiamo contare sui visitatori del nord Italia e di un mercato di prossimità. La crisi è fortissima e ci conviene sospendere le attività, almeno per il momento».

    Serrande abbassate dunque in una città senza turisti. Che ha già piegato anche laboratori e botteghe del centro storico. Secondo i dati raccolti da Confartigianato, il 25% delle attività non ha mai riaperto dopo l' allentamento delle misure anti contagio. E un altro 20% chiuderà entro l' anno.
    Lavorando in un azienda che serve sia ristoranti che hotel (ma non solo), chi ha queste attività nelle zone del centro o la stazione Termini, ha visto un calo del fatturato notevole (alcuni ristoranti fanno anche 5 persone al giorno), mentre tengono queste attività in zone periferiche o semicentrali, che campano con la gente che ci abita

  7. #28117
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    39
    Messaggi
    3,045
    Menzionato
    25 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    crollo del turismo a Roma, e gli hotel chiudono, altri falliscono. Disastro epocale.

    Flaminia Savelli per “il Messaggero”

    Senza turisti e con i conti in rosso: gli alberghi della Capitale chiudono le prenotazioni. Dopo una prima, lieve, ripresa registrata tra luglio e agosto, la stangata è arrivata a settembre che ha segnato il 90% in meno di turisti rispetto al 2019.

    «Non abbiamo margini per andare avanti - denuncia Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi - tenere le strutture aperte con questi numeri di turisti, per molti imprenditori è impossibile. Tra luglio e agosto abbiamo registrato un lieve miglioramento e la speranza era di una lunga coda che arrivasse a settembre. Ma l' aumento dei contagi di Covid ha portato a molte cancellazioni».

    Nei primi mesi estivi infatti a Roma sono state registrate 220mila presenze.
    Spalmate nei 700 alberghi che dopo il lookdown avevano riaperto. Ma: «Il turismo romano precisa - viene soprattutto dalla Francia, Germania e dall' America. Paesi che in questo momento sono in grande sofferenza per la pandemia e che, in aggiunta, prevedono una quarantena. La questione è molto complessa».
    All'allarme degli albergatori si aggiunge anche quello dei lavoratori: «Siamo preoccupati per i nostri impiegati - conclude Roscioli - sono quasi tutti in cassa integrazione e molti di loro non hanno ancora ricevuto un euro. Rischiamo che la situazione peggiori ancora se non arriveranno aiuti concreti per aiutarci a superare la crisi. Abbiamo bisogno di risposte in attesa di capire in che direzione andare».

    Intanto l' elenco degli alberghi che dal primo ottobre ha sospeso l' attività - a data da destinarsi - continua ad allungarsi.

    LE CHIUSURE Dal mese di ottobre il 40% delle strutture, non accetterà più prenotazioni: dall' hotel Camelia, in via Goito, all' hotel Diocleziano di via Gaeta all' hotel Archimede a Termini: «Ho deciso di chiudere perchè la gestione di una struttura senza clienti non ha senso», sottolinea Roberto Necci proprietario dell' hotel XX Settembre in via del Macao. L' albergo aveva riaperto nei mesi di luglio e agosto.

    Ma da oggi resterà chiuso: «Ho fatto un tentativo - spiega - ma con le presenze al minimo devo richiudere. La necessità ora è di organizzare un turismo diverso anche per il centro della Capitale che in ogni settore sta soffrendo. L' analisi - sottolinea - che già avevamo fatto a maggio, è che sarebbero stati mesi complessi per il comparto turistico. Non solo per ciò che stava accadendo nel nostro paese».

    Prima dello scoppio della pandemia a Roma si contavano 2milioni di turisti americani all' anno. I visitatori tedeschi erano invece mezzo milione: «Questi numeri non esistono più - conferma il titolare del XX settembre - oggi possiamo contare sui visitatori del nord Italia e di un mercato di prossimità. La crisi è fortissima e ci conviene sospendere le attività, almeno per il momento».

    Serrande abbassate dunque in una città senza turisti. Che ha già piegato anche laboratori e botteghe del centro storico. Secondo i dati raccolti da Confartigianato, il 25% delle attività non ha mai riaperto dopo l' allentamento delle misure anti contagio. E un altro 20% chiuderà entro l' anno.
    Eh ma ad agosto le spiagge erano piene come non mai..
    Che tragedia

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk

  8. #28118
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    14,241
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    Eh ma ad agosto le spiagge erano piene come non mai..
    Che tragedia

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
    Il turismo italiano non affolla le città d'arte come Roma e Firenze in estate, scelte invece perlopiù dal turismo straniero

  9. #28119
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    51
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    87 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    L'importanza di non sprecare risorse quando i cicli economici sono positivi si vede proprio in questi momenti.
    Fermo restando che viviamo in un Paese in cui il PIL reale non cresce da un ventennio, quando a fine anno il nominale segna "+" e arriva qualcuno che propone nuove spese, solitamente assurde, tipo quota 100, 101, 99, 41 ricordarselo perché in fondo la X ha ancora la sua importanza.

    Detto questo la contingenza negativa dovuta al Covid raderà al suolo comunque una serie di attività e non c'è barriera che tenga. Sarebbe già buona che rinascessero nel tempo una volta trovata la cura.
    E le attività bastonate non sono solo piccole e/o solo italiane.
    Trasporti: solo Lufthansa e American airlines (ergo Germania e USA) lasceranno a casa 40000 persone in giro per il mondo; parliamo di una piccola città di occupati cancellata.
    Intrattenimento: Disney poco meno di 20000.

    La vera natura dei nostri problemi, oggetto del topic, non sono gli effetti del Covid.
    Ultima modifica di FunMBnel; 03/10/2020 alle 08:10
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  10. #28120
    Bava di vento L'avatar di Turgot
    Data Registrazione
    05/08/18
    Località
    Cislago (VA)
    Età
    27
    Messaggi
    110
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Dura salita o "discesa" verso il default?-screenshot_2020-10-03-these-are-the-cities-with-the-riskiest-housing-markets.png

    [Bloomberg]

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •