Pagina 2842 di 2879 PrimaPrima ... 18422342274227922832284028412842284328442852 ... UltimaUltima
Risultati da 28,411 a 28,420 di 28785
  1. #28411
    Vento fresco
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    35
    Messaggi
    2,152
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Grido dall'allarme di Tomba e Brignone: se non si apriranno gli impianti a Natale a rischio fallimento l'intero settore.

    L'appello di Alberto Tomba e Federica Brignone: "Riaprite le piste da sci" - Rai News
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  2. #28412
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    39
    Messaggi
    3,288
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da Franzoso Visualizza Messaggio
    Dal sindaco di Aprica:
    Aprica, 23/11/2020

    Chiudere la montagna e la sua economia

    Lo sci è ormai diventato il male assoluto, facciamocene una ragione. Il motivo?
    I potenziali assembramenti generati dagli impianti di risalita. Questo dipinto è esito della campagna mediatica scattata lo scorso 8 marzo, dalla quale sembra che non esista nulla più pericoloso e virale dello sci.
    Se si raccontasse correttamente cosa accadde quel giorno, esito della follia di chi impose una riduzione della portata senza ridurre il numero delle persone che potevano accedere ai comprensori, ci si accorgerebbe che con le giuste regole lo sci non sarebbe un problema.
    Tanto che un protocollo è stato definito, con sensibili rinunce ma garantendo la continuità del sistema.
    Lo sci, uno sport che si pratica in solitaria all’aria aperta. Ma ormai il demone è finito nel tritacarne, facciamocene una ragione.
    Quello di cui non si parla è che chiudere gli impianti di risalita significa chiudere le località turistiche invernali e tutta la loro economia.
    Si, perché quelle infrastrutture tanto demonizzate, che hanno costi di gestione enormi, tengono in piedi interi sistemi, che si compongono di alberghi, scuole di sci, negozi, noleggi, ristoranti, bar e ogni altra attività presente sul territorio.
    Si chiudono dunque le montagne e la loro fragile economia. Questo significa chiudere gli impianti di risalita. Allora, per paradosso, vorrei che sul prossimo DPCM non fosse scritto “restano chiusi gli impianti di risalita”, ma che più correttamente ci si assumesse la responsabilità di scrivere “restano chiusele località turistiche montane e la loro economia”.
    Perché di questo stiamo parlando.
    Quando poi sento equiparare il rischio dello sci a quello corso con le discoteche aperte questa estate mi chiedo se chi ha fatto queste affermazioni abbia mai sciato nella sua vita e sappia cos’è la montagna.
    Credo di no. Ma ripeto, ormai lo sci è il demonio.
    E noi che di questo viviamo siamo tutti piccoli demoni ai quali non è mai stata nemmeno data la possibilità di dimostrare che questo paventato rischio in realtà non esiste se ben gestito, come invece è stato fatto per tutte le altre attività.
    Esito di questa decisione sarà la morte di molti comprensori e attività. Alberghi chiuderanno definitivamente, negozi non riapriranno più, ristoratori appenderanno le pentole al chiodo.
    E si, le società che gestiscono gli impianti di risalita falliranno, trascinando con sé tutta la montagna e la sua economia.

    In compenso ci troveremo il prossimo anno sulle piste svizzere, austriache o francesi, perché molte di quelle italiane non riapriranno più.

    Dario Corvi(Sindaco di Aprica)
    Amara realtà.
    Ennesimo cappio al collo auto-dato all'economia italiana.
    Ed intanto oltralpe si continuerà a sciare...

    MA caxxo, con gli sci ai piedi hai automaticamente almeno il metro di distanza, è così difficile pensare di aprire un tornello ogni due, in modo da assicurare anche il distanziamento (che poi, serve all'aperto per tempi così brevi, con tutti bardati di mascherine, etc)?

    Residenza: Altavilla Vicentina (VI)
    Lavoro: Brendola - casello di Montecchio Maggiore (VI)
    http://meteoaltavillavicentina.altervista.org/

  3. #28413
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    51
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    89 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Questo è il risultato di aver fatto gli idioti + non aver fatto una minchia l'estate scorsa.
    Si raccolgono sempre i frutti degli investimenti...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  4. #28414
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    39
    Messaggi
    3,288
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    MA va là.
    Cosa centra l'estate con le piste da sci?
    Lo sciatore è il nuovo runner untore, pazzesco.

    Residenza: Altavilla Vicentina (VI)
    Lavoro: Brendola - casello di Montecchio Maggiore (VI)
    http://meteoaltavillavicentina.altervista.org/

  5. #28415
    Vento fresco
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    35
    Messaggi
    2,152
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    MA va là.
    Cosa centra l'estate con le piste da sci?
    Lo sciatore è il nuovo runner untore, pazzesco.
    Si ormai è caccia all'untore. Si scoprirà che il paziente zero era al billionaire nell'estate 2019, vedrai. Come ci siamo ridotti.
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  6. #28416
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    23
    Messaggi
    5,837
    Menzionato
    26 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    MA va là.
    Cosa centra l'estate con le piste da sci?
    Lo sciatore è il nuovo runner untore, pazzesco.
    S’intende che senza un investimento sulla prevenzione del contagio, aumentando per bene il numero di tamponi, testando chi entra e chi esce, contact tracing...

    St’estate con la calma che c’era si guardava per aria, invece che fare quello che serviva. Solita tiritera italiana


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  7. #28417
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    39
    Messaggi
    3,288
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da wtrentino Visualizza Messaggio
    S’intende che senza un investimento sulla prevenzione del contagio, aumentando per bene il numero di tamponi, testando chi entra e chi esce, contact tracing...

    St’estate con la calma che c’era si guardava per aria, invece che fare quello che serviva. Solita tiritera italiana


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Bah, in estate i numeri erano bassissimi.
    E' esploso tutto ad Ottobre, tra l'altro ben dopo gli altri paesi europei, che non mi pare abbiano brillato in quanto a contenimento.
    Che poi, siamo sicuri che sia gestibile un tracing efficiente con un virus del genere?
    Perchè non vedo alcun paese europeo paragonabile all'italia (ma anche meno popolato e complesso) che abbia avuto risultati soddisfacenti..

    Residenza: Altavilla Vicentina (VI)
    Lavoro: Brendola - casello di Montecchio Maggiore (VI)
    http://meteoaltavillavicentina.altervista.org/

  8. #28418
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    23
    Messaggi
    5,837
    Menzionato
    26 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    Bah, in estate i numeri erano bassissimi.
    E' esploso tutto ad Ottobre, tra l'altro ben dopo gli altri paesi europei, che non mi pare abbiano brillato in quanto a contenimento.
    Che poi, siamo sicuri che sia gestibile un tracing efficiente con un virus del genere?
    Perchè non vedo alcun paese europeo paragonabile all'italia (ma anche meno popolato e complesso) che abbia avuto risultati soddisfacenti..
    È proprio perché erano bassi che si poteva contenerlo con un tracing aggressivo. Ma si è buttato tutto all’aria


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  9. #28419
    Vento fresco
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    35
    Messaggi
    2,152
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Dura salita o "discesa" verso il default?

    comunque sta montando nel paese una cattiveria ed un egoismo senza precedenti, sempre alla ricerca del colpevole.Tutti contro tutti: privati contro pubblici, pubblici contro privati, licenziati contro tutti, divanati contro manifestanti, runner contro discotecari, discotecari contro sciatori e via discorrendo.
    Io continuo a pensare che sia facile e quantomeno miope chi ritiene di poter restare ancora mesi e mesi sul divano ad aspettare (cosa poi non si sa). Perchè di mesi ne sono già passati quasi 10 e ogni giorno in più si assiste al tracollo di una attività, una impresa, un piccolo negozio, un pezzo di economia. Tra qualche mese non sarà rimasto nulla.
    Non finirà bene.
    Ultima modifica di marco85; 24/11/2020 alle 11:42
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  10. #28420
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    39
    Messaggi
    3,288
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Chi ha fatto chiudere la discussione sulle borse che gli spacco la faccia?

    Chissà...

    Skipass con tetto massimo giornaliero, mascherine e funivie al 50%. Ecco le...

    Sulla neve nelle zone gialle e arancioni indossando la mascherina chirurgica obbligatoria ma con la riduzione del 50% di presenze in funivie e cabinovie rispetto alla capienza massima, che resta al 100% per le seggiovie. Ma anche tetto massimo di skipass giornalieri, acquisto on-line di biglietti per evitare le code e après ski consentito solo con posti a sedere. Impianti chiusi nelle zone rosse, invece, per gli sciatori amatoriali.PUBBLICITÀSono in arrivo le regole sulle sciate anti-Covid, attesa da tantissimi italiani, previste dalle linee guida delle Regioni per l’utilizzo degli impianti di risalita nelle stazioni e nei comprensori sciistici: il documento, di cui al momento c’è solo una bozza, sarà portato inConferenza delle Regioni domani, lunedì 22 novembre, per essere poi sottoposto al governo e al Cts. Le nuove disposizioni potrebbero entrare in vigore a breve e al momento, con le attuali ordinanze del ministero della Salute, le vacanze sulla neve sarebbero off limits in diversi massicci alpini. DISTANZIAMENTOLe linee guida prevedono, secondo la bozza, che ovunque venga «assicurato il distanziamento interpersonale di un metro in tutte le fasi precedenti il trasporto» dei turisti e «si applica anche a nuclei familiari, conviventi e congiunti», ad eccezione dei soggetti che necessitano di accompagnamento (bambini al di sotto di un metro e 25, nel caso delle seggiovie) o di assistenza (per esempio i non vedenti). SKIPASSRiguardo agli skipass sarà necessario «limitare il numero massimo di presenze giornaliere mediante l’introduzione di un tetto massimo di skipass giornalieri vendibili», determinato in base alle caratteristiche della stazione/area/comprensorio sciistico. IMPIANTI DI RISALITAMisure rigide da rispettare anche per i gestori degli impianti di risalita, che «dovranno garantire l’organizzazione e la gestione dei flussi e delle code, l’applicazione di misure per il mantenimento del distanziamento», anche con cartelli che segnalano le regole. La vigilanza sul rispetto delle misure di distanziamento dovrà essere garantita «dalle autorità di Pubblica sicurezza in raccordo con gli enti locali, anche con la collaborazione del dipartimento di Protezione civile, dei vigili del fuoco, del Corpo forestale e del Soccorsoalpino».Per la discesa a valle «in caso di eventi atmosferici eccezionali e per scongiurare assembramenti nelle stazioni a monte» è consentito l’utilizzo dei veicoli a pieno carico «solo per il tempo strettamente necessario e sempre con l’uso della mascherina chirurgica». APRÈS SKIL’après ski, e quindi lo svago al di fuori delle piste con aperitivi e spuntini, è «consentito solo con posti a sedere nel rispetto delle regole già definite nei protocolli sulla ristorazione e pubblici esercizi».

    Residenza: Altavilla Vicentina (VI)
    Lavoro: Brendola - casello di Montecchio Maggiore (VI)
    http://meteoaltavillavicentina.altervista.org/

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •