Pagina 837 di 885 PrimaPrima ... 337737787827835836837838839847 ... UltimaUltima
Risultati da 8,361 a 8,370 di 8849
  1. #8361
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    532
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da GiagiKarlo Visualizza Messaggio
    Sul grassetto.
    Purtroppo è notizia di oggi che i russi hanno preso Metolkine, una cittadina a SE di Severodonetsk considerata uno dei capisaldi della difesa ucraina nella zona. E' una perdita bruttina, anche perché adesso i soldati agli impianti Azot verranno attaccati anche da sud oltre che da nord ed est.
    Infatti, in questo momento ai russi conviene, piuttosto che fare azioni dimostrative o (molto peggio) piuttosto che aprire un secondo fronte di guerra "convenzionale" con Lituania, Polonia e NATO concentrare tutti gli sforzi nell'area di Severodonetsk, assicurandosene i principali caposaldi, perché effettivamente la sorte del Donetsk è tutto meno che decisa e purtroppo i russi hanno sempre ottime chance di conquistarlo in modo permanente.

  2. #8362
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    34
    Messaggi
    26,657
    Menzionato
    144 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    18.52 – Ankara: colloqui su adesione Svezia e Finlandia alla Nato continuano
    Vanno avanti i colloqui tra la Turchia da una parte e Svezia e Finlandia dall'altra sull'adesione alla Nato dei due Paesi scandinavi. Lo ha detto il portavoce della presidente turca, Ibrahim Kalin, sottolineando che il vertice Nato in programma a Madrid la prossima settimana non è una deadline per l'ingresso di Stoccolma e Helsinki nell'Alleanza. «Le organizzazioni terroristiche come Pkk e Feto devono cessare le loro attività in Svezia e Finlandia», ha ribadito Kalin a Bruxelles, evidenziando che qualsiasi progresso «ora dipende dalla direzione e dalla velocità con cui questi Paesi prenderanno provvedimenti». Sostenendo che la Turchia non è contraria alla politica di allargamento dell'Alleanza, il portavoce ha aggiunto che «ci sono una serie di principi e procedure stabiliti dalla Nato riguardo al processo di adesione. Tutti i Paesi membri dell'alleanza hanno seguito queste procedure».

    20.30 – Stoltenberg (Nato): colloqui costruttivi tra Turchia, Svezia e Finlandia
    I colloqui organizzati alla Nato tra Turchia, Svezia e Finlandia per trovare una soluzione ai problemi posti da Ankara riguardo l'adesione dei due Paesi scandinavi all'Alleanza sono stati «costruttivi» e continueranno. Lo ha annunciato il segretario generale dell'Alleanza atlantica, Jens Stoltenberg in una nota. «La Turchia ha legittime preoccupazioni in materia di sicurezza riguardo il terrorismo alle quali dobbiamo dare delle risposte. Continueremo quindi le nostre discussioni - ha dichiarato Stoltenberg - e non vedo l'ora di trovare una soluzione il prima possibile».

    Forse (e dico, forse) qualcosina si sta muovendo anche qui.
    Sia mai che la Turchia inizi a capire che ora come ora il problema maggiore sia la Russia, e non i loro terroristi curdi...

    19.00 – Orban favorevole a concessione status candidato Ue all’Ucraina
    Il primo ministro ungherese, Victor Orbán, nell'incontro di preparazione al vertice dell'Ue con il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha detto che «l'Ucraina, la Moldova, la Georgia e la Bosnia Erzegovina dovrebbero ottenere lo status di candidato dell'Ue». Lo riporta il portavoce di Orban, Zoltan Kovacs, su Twitter.

    E anche qui qualcosina si muove.
    Lou soulei nais per tuchi

  3. #8363
    Vento moderato L'avatar di original pio
    Data Registrazione
    25/08/13
    Località
    Migliana di Prato 605 mt
    Età
    49
    Messaggi
    1,319
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Il mondo non può fare a meno dell'occidente, ma nemmeno per sbaglio. La cosa che conta di più nell'economia moderna sono la tecnologia e le competenze, in questo i Paesi industrializzati (EU, USA, Giappone, Corea del Sud) hanno ancora un vantaggio enorme. Ci siamo specializzati nella produzione dei segmenti a più alto valore aggiunto, quelli che gli altri non riescono a fare perché sono troppo complessi, le materie prime e il lavoro a basso costo li hanno in tanti.

    Per fare un esempio su un settore nevralgico, la produzione europea di microchip è molto ridotta, ma l'Europa ha un sostanziale monopolio sulla progettazione e lo sviluppo, nonché la produzione dei macchinari utilizzati per produrli. La produzione avviene in Asia approfittando dei minori costi, ma con tecnologie europee, senza il supporto del produttore quei macchinari al primo guasto diventano inutilizzabili.

    Questo meccanismo vale per moltissimi settori, la Cina è diventata la fabbrica del mondo utilizzando i macchinari occidentali, avrebbero enormi problemi a rendersi indipendenti da queste tecnologie.

    Chi ignora questo fatto lo fa a suo rischio e pericolo, come Mao quando cercò di fare il grande balzo in avanti spingendo la produzione di acciaio senza importare i macchinari occidentali, ottenne milioni di morti di fame e ben poco acciaio. Perfino l'URSS fece ampio ricorso alle tecnologie occidentali per avviare la sua industrializzazione, avere materie prime e manodopera non è sufficiente.





    La Russia è in declino economico terminale con crescita prossima a zero da una quindicina d'anni, citare un singolo anno di crescita è profonda ignoranza o malafede. Lo scorso anno anche noi abbiamo fatto +6,6%

    Allegato 593054

    L'Italia è un caso patologico e ha fatto anche peggio, ma il resto del mondo industrializzato ha fatto meglio dei russi.


    Si reggono solo perché i prezzi delle materie prime sono ai massimi storici, tutto il resto è in condizioni disastrose, eviscerato da decenni di governo di un sistema mafioso che pensa soltanto a succhiare ricchezza dalle materie prime per uso privato da parte di pochi.


    Si chiama tecnologia, avere le competenze tecnologiche e i capitali per utilizzarle consente di avere un altro tenore di vita e una società avanzata, tutto il resto no. Le materie prime non sono un vantaggio per una economia avanzata, anzi possono creare enormi problemi, che gli economisti chiamano maledizione delle materie prime o sindrome olandese a causa della crisi prodotta in Olanda dalla scoperta dei giacimenti di gas naturale (la loro lungimirante risposta fu ridurne la produzione e diluirla nel tempo). La disponibilità di ampie risorse naturali tende a concentrare la produzione su queste attività, riducendo il livello di complessità del sistema economico e quindi la sua capacità di innovazione.
    Apprezzo il tuo intervento,chiaro e leggibile.
    Quello che mi domando è che le tecnologie oggi e ancora di più domani saranno sempre più accessibili anche a paesi come la Cina,stanno costruendo infrastrutture avveniristiche quindi credo che il gap si stia colmando.
    Mio pensiero: lo sviluppo delle tecnologie richiedono grandi capitali,ma da dove arrivano gli investimenti?
    Le materie prime non le vendiamo,ma le importiamo...se non abbiamo grandi entrate, probabilmente sappiamo fare affari,magari sfruttando altri paesi per il basso costo del lavoro e facendo accordi con governi per avere a costo sostenibile le materie prime,ma allora perché dichiarare guerra ai paesi dove ,guarda caso ci sono abbondanza di materie prime "solo" perché ci sono delle dittature?
    Il paesi con questa forma di governo sono tantissimi nel mondo ma per pura coincidenza se sono alleati degli stati uniti i loro tiranni non hanno bisogno di "imparare"a vivere secondo i canoni occidentali.
    Foppeddirvelo...

  4. #8364
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    34
    Messaggi
    26,657
    Menzionato
    144 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Severodonetsk è caduta.
    Lou soulei nais per tuchi

  5. #8365
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,881
    Menzionato
    386 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    18.52 – Ankara: colloqui su adesione Svezia e Finlandia alla Nato continuano
    Vanno avanti i colloqui tra la Turchia da una parte e Svezia e Finlandia dall'altra sull'adesione alla Nato dei due Paesi scandinavi. Lo ha detto il portavoce della presidente turca, Ibrahim Kalin, sottolineando che il vertice Nato in programma a Madrid la prossima settimana non è una deadline per l'ingresso di Stoccolma e Helsinki nell'Alleanza. «Le organizzazioni terroristiche come Pkk e Feto devono cessare le loro attività in Svezia e Finlandia», ha ribadito Kalin a Bruxelles, evidenziando che qualsiasi progresso «ora dipende dalla direzione e dalla velocità con cui questi Paesi prenderanno provvedimenti». Sostenendo che la Turchia non è contraria alla politica di allargamento dell'Alleanza, il portavoce ha aggiunto che «ci sono una serie di principi e procedure stabiliti dalla Nato riguardo al processo di adesione. Tutti i Paesi membri dell'alleanza hanno seguito queste procedure».

    20.30 – Stoltenberg (Nato): colloqui costruttivi tra Turchia, Svezia e Finlandia
    I colloqui organizzati alla Nato tra Turchia, Svezia e Finlandia per trovare una soluzione ai problemi posti da Ankara riguardo l'adesione dei due Paesi scandinavi all'Alleanza sono stati «costruttivi» e continueranno. Lo ha annunciato il segretario generale dell'Alleanza atlantica, Jens Stoltenberg in una nota. «La Turchia ha legittime preoccupazioni in materia di sicurezza riguardo il terrorismo alle quali dobbiamo dare delle risposte. Continueremo quindi le nostre discussioni - ha dichiarato Stoltenberg - e non vedo l'ora di trovare una soluzione il prima possibile».

    Forse (e dico, forse) qualcosina si sta muovendo anche qui.
    Sia mai che la Turchia inizi a capire che ora come ora il problema maggiore sia la Russia, e non i loro terroristi curdi...

    19.00 – Orban favorevole a concessione status candidato Ue all’Ucraina
    Il primo ministro ungherese, Victor Orbán, nell'incontro di preparazione al vertice dell'Ue con il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha detto che «l'Ucraina, la Moldova, la Georgia e la Bosnia Erzegovina dovrebbero ottenere lo status di candidato dell'Ue». Lo riporta il portavoce di Orban, Zoltan Kovacs, su Twitter.

    E anche qui qualcosina si muove.
    hanno capito che forse non è il caso di stare sulla barca che sta affondando... parlo di Orban soprattutto.
    Si vis pacem, para bellum.

  6. #8366
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    25
    Messaggi
    6,120
    Menzionato
    35 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    hanno capito che forse non è il caso di stare sulla barca che sta affondando... parlo di Orban soprattutto.
    E questo sarebbe il momento migliore per spedirlo via posta al cremlino…

  7. #8367
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    532
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da original pio Visualizza Messaggio
    Apprezzo il tuo intervento,chiaro e leggibile.
    Quello che mi domando è che le tecnologie oggi e ancora di più domani saranno sempre più accessibili anche a paesi come la Cina,stanno costruendo infrastrutture avveniristiche quindi credo che il gap si stia colmando.
    Mio pensiero: lo sviluppo delle tecnologie richiedono grandi capitali,ma da dove arrivano gli investimenti?
    Le materie prime non le vendiamo,ma le importiamo...se non abbiamo grandi entrate, probabilmente sappiamo fare affari,magari sfruttando altri paesi per il basso costo del lavoro e facendo accordi con governi per avere a costo sostenibile le materie prime,ma allora perché dichiarare guerra ai paesi dove ,guarda caso ci sono abbondanza di materie prime "solo" perché ci sono delle dittature?
    Il paesi con questa forma di governo sono tantissimi nel mondo ma per pura coincidenza se sono alleati degli stati uniti i loro tiranni non hanno bisogno di "imparare"a vivere secondo i canoni occidentali.
    Vengono dal know-how scientifico-tecnologico, che è quello che va a costituire gran parte del valore del prodotto finale, che non è la semplice somma del costo del materiale e della manodopera impiegata per realizzarlo. Comunque la Cina, pur con tutti i suoi squilibri macroeconomici, non è la Russia.

  8. #8368
    Vento moderato L'avatar di original pio
    Data Registrazione
    25/08/13
    Località
    Migliana di Prato 605 mt
    Età
    49
    Messaggi
    1,319
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@@ Visualizza Messaggio
    Vengono dal know-how scientifico-tecnologico, che è quello che va a costituire gran parte del valore del prodotto finale, che non è la semplice somma del costo del materiale e della manodopera impiegata per realizzarlo. Comunque la Cina, pur con tutti i suoi squilibri macroeconomici, non è la Russia.
    Ok ma la ricerca e lo sviluppo,richiedono cmq fondi da cui attingere...si è vero che la Cina è più avanti della Russia,ma la chiusura ad ovest porterà Putin in braccio a Pechino .
    Siamo sicuri che non dico oggi ma da qui a qualche anno i Cinesi,non avranno anche loro tecnologia e macchinari al top?
    Foppeddirvelo...

  9. #8369
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    53
    Messaggi
    18,505
    Menzionato
    144 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Nico Visualizza Messaggio
    E' la questione che più mi sta preoccupando dall'inizio della guerra.
    L'annuncio dell'adesione alla NATO di Svezia e Finlandia è già stato un grosso smacco per i russi (Putin), questa di Kaliningrad è ulteriore benzina sul fuoco che non so come possa finire... spero restino abbài e che nessuno morda.
    Comunque se la Russia è sotto sanzioni e Kaliningrad è territorio russo allora Kaliningrad deve essere soggetto a sanzioni.
    Altrimenti se non mandiamo "la roba" in Russia, ma arriva comunque in treno a Kaliningrad e poi in nave a San Pietroburgo diventa quasi vero che le sanzioni non servono (perchè vengono aggirate).
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  10. #8370
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    53
    Messaggi
    18,505
    Menzionato
    144 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Nico Visualizza Messaggio
    Ultimatum della Russia alla Lituania, dopo il blocco dei trasporti di Kaliningrad: Mosca si riserva il diritto di "azioni volte alla difesa dei propri interessi".
    Beh, che dichiari guerra alla UE allora... A proposito di abbaiare.
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •